Aspettative - di M.R. Del Ciello

Appuntamento per giovedì 9 febbraio alle ore 22.00.
59 minuti di tempo per scrivere.
1313 caratteri max per racconto.
3 giorni per commentare e postare le proprie classifiche (commenti di minimo 113 caratteri).
Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Aspettative - di M.R. Del Ciello

Messaggio#1 » giovedì 9 febbraio 2017, 22:54

ASPETTATIVE di M.R. Del Ciello

L’acquazzone era caduto improvviso sulla città.
Le nuvole si erano addensate nel cielo, il vento le aveva spinte una contro l’altra fino a formare una coltre che aveva assunto un colore grigio scuro.
Quando il vento era calato, lampi avevano illuminato il cielo e la pioggia aveva cominciato a cadere.
Il giorno dopo grosse pozzanghere avevano invaso le buche sull’asfalto, gli scoli lungo i marciapiedi.
Una goccia in una pozzanghera si sentiva avvilita e a disagio. Guardava le altre gocce vicine felici di mescolarsi a olii e benzine. “Vedi? Siamo un arcobaleno!” dicevano.
La goccia era depressa. Aveva sperato di diventare torrente di montagna, fiume e poi sfociare nel mare. Questo era il destino che si era immaginata per lei. Invece eccola lì, in una pozzanghera puzzolente, insieme a tante gocce stupide che si vantavano di sembrare un arcobaleno.
Le venne da piangere. Si ricompose e cercò di assumere un atteggiamento altero. Forse con un po’ di fortuna poteva scivolare fuori dalla pozzanghera e raggiungere il mare, o almeno il fiume.
Mentre progettava la fuga, il vento cominciò a soffiare. Le nuvole assiepate ancora nel cielo si allargarono e lasciarono spazio ad alcuni raggi di sole.
La goccia guardò in alto e il sole l’accecò. Fu un attimo ed era evaporata, senza che quasi se ne accorgesse.


Maria Rosaria

Avatar utente
Angela
Messaggi: 505
Contatta:

Re: Aspettative - di M.R. Del Ciello

Messaggio#2 » venerdì 10 febbraio 2017, 10:07

Il tuo racconto mi ha ricordato una fiaba che ho letto tempo fa, con splendide illustrazioni dei cielo, delle nuvole e delle gocce di pioggia. Questo è un racconto tenero e delicato, anche se triste. Mi piace molto l'idea di una goccia che aspiri a un destino migliore che finire in una pozza d'acqua sporca, magari il fiume, magari il mare. I raggi di un sole traditore, mettono fine alle sue divagazioni.
La forma in alcuni punti andrebbe rivista, per esempio avrei eliminato la frase "la goccia era depressa" a beneficio di una descrizione che ce lo mostra oppure la goccia che assume un aspetto altero che non riesco a immaginare. Per il resto penso che la fiaba si sposi molto bene con il tema proposto, belle le descrizioni e il finale poetico di una goccia che torna nel cielo.
Uno scrittore è un mondo intrappolato in una persona (Victor Hugo)

Avatar utente
raffaele.marra
Messaggi: 397

Re: Aspettative - di M.R. Del Ciello

Messaggio#3 » venerdì 10 febbraio 2017, 11:34

Hai scelto la via della fiaba, con la personalizzazione di una goccia. Con tale interpretazione mostri come il ciclo dell'acqua, che per noi umani è assolutamente meccanico e deterministico, in realtà è per una goccia l'equivalente di un vero e proprio destino, con tutta la carica di aspettative, delusioni, illusioni e sorprese che porta con sé. Bene così!

Hitherto
Messaggi: 94

Re: Aspettative - di M.R. Del Ciello

Messaggio#4 » venerdì 10 febbraio 2017, 14:10

Ciao Maria Rosaria,
concordo sulla buona resa dell'atmosfera fiabesca che caratterizza questo tuo racconto. Le descrizioni rendono bene, ma purtroppo ho trovato questo tipo di personificazione un po' banale. Non ho trovato banale che sia stata personificata la goccia, ma il modo in cui è stato fatto. "La goccia arrabbiata perché voleva essere il mare" mi sa un po' di fiaba che si può trovare in un libro di storie per bambini, poco accattivante. Al di là di questo che può perfettamente rispecchiare un gusto personale, il racconto mi sembra scritto bene.
A me le d eufoniche piacciono!

Kuranes
Messaggi: 105

Re: Aspettative - di M.R. Del Ciello

Messaggio#5 » venerdì 10 febbraio 2017, 14:12

"Life in a nutshell". Se solo potessimo aspettarci un'uscita di scena ugualmente distratta anche noi bipedi! Bello.

Avatar utente
giancarmine trotta
Messaggi: 383

Re: Aspettative - di M.R. Del Ciello

Messaggio#6 » sabato 11 febbraio 2017, 0:08

Il racconto scorre tranquillo e leggero. La declinazione del tema non è affatto banale: dare voce ad una goccia d'acqua comporta dei rischi che sei riuscita quasi sempre ad evitare. I pochissimi caratteri ti hanno costretta a velocizzare delle descrizioni che meritavano più spazio: mi riferisco ad esempio alla delusione di non essere parte di un torrente. Potendo inserirlo, avrei visto bene un racconto della delusione, della mancata emozione durante la discesa. Bello il finale, che dà un'altra possibilità alla molecola. E chissà se sarà la volta buona!
Piacevole lettura.

Avatar utente
angelo.frascella
Messaggi: 698

Re: Aspettative - di M.R. Del Ciello

Messaggio#7 » sabato 11 febbraio 2017, 0:11

Ciao M.R.

Fiaba tenera e dolce la tua, piacevole e con un retrogusto malinconico.
Il racconto si divide in due parti: nel primo descrivi la pioggia che sta per cadere e nella seconda la breve vita della goccia. Questo personalmente mi ha fatto un attimo sentire spiazzato quando hai deciso di umanizzare la goccia, passando da un contesto realistico a uno favolistico: avrei preferito che la tua protagonista fosse stata introdotta fin da subito. Concordo con Angela sulla "goccia depressa". Aggiungo che nelle prime due righe c'è una doppia ripetizione della parola pioggia, che stona un po' così ravvicinata.

A rileggerci,
Angelo

Avatar utente
Andrea Partiti
Messaggi: 951
Contatta:

Re: Aspettative - di M.R. Del Ciello

Messaggio#8 » sabato 11 febbraio 2017, 20:48

La fiaba funziona bene, anche se non mi soddisfa del tutto. La goccia ha un problema, non le piace il suo destino, le sue compagne invece amano la loro situazione, è frustrata, muore.
Non c'è una sua scelta, un suo gesto che la faccia sfuggire all'essere una sfortunata goccia di città, le succede è basta, tutto quel che fa la protagonista è estremamente passivo.
Unito con la lunga descrizione iniziale del clima, mi fa pensare che serva una sforbiciata su e una svegliata alla goccia giù per riequilirare il tutto!

Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

Re: Aspettative - di M.R. Del Ciello

Messaggio#9 » domenica 12 febbraio 2017, 11:02

Sono assolutamente d'accordo con il commento di Andrea Partiti. La lunga intro è accessoria e non permette al lettore d'immergersi ed empatizzare. In più, avresti dovuto dedicare più spazio alla goccia e alle sue macchinazioni (mentali) per uscire da quella pozza. Per il resto, molto bella l'idea e la sensibilità con cui la metti in scena, però, appunto, a mio parere, necessita di una diversa strategia narrativa.

Torna a “95ª - Special Three Days Edition - L'edizione più veloce della storia di Minuti Contati”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite