Uomo e Superuomo RELOADED

Avatar utente
ilVeltro
Messaggi: 42

Uomo e Superuomo RELOADED

Messaggio#1 » sabato 13 maggio 2017, 16:04

L’isola è poco più di uno scoglio, schiacciato tra lo smalto del cielo e l’immensità equorea.
Sulle torrette degli U-boot, corruschi come pinne di squalo, garriscono i vessilli bianco rosso e nero, mai tanto feroci e dispotici su un’unica insegna.
Formiche in uniformi d’acciaio vegliano il nulla, la costa scabra, e le tre sagome in cima alla ziggurat di rocce.
-Ritengo sia giunto il momento di liberarla, herr Professor- suggerì il Reichsfuhrer dell’Anhenerbe Ewers.
La spilla dell’Istituto Ancestrale scintillava sul bavero, beffarda e trionfante come il teschio sulla visiera. L’interpellato, il solo a non vestire da SS bensì un eteroclito paramento sacerdotale, fessurò gli avidi fuochi verdi nella valanga di rughe e schioccò le dita macilente.
-Alfred, a te l’onore- sussurrò.
La sua voce era sprezzante e ineluttabile come l’onda su un naufrago.
Alfred Naujocks, i freschi galloni da Oberfuhrer sulla giacca da parata, attivò le batterie diodiche che accerchiavano l’avamposto rituale.
Fasci ronzanti e azzurrati intrappolarono gli officianti con un crepitio indolore quanto onnipossente.
La stella a cinque punte, su Yuggoth come a Xiccarp, nel Leng desolato come a Carcosa avrebbe protetto i maghi dagli influssi mortiferi delle Sfere Ulteriori.
Poi Alfred Naujocks, comandante in pectore dei reparti occulti del IV Reich, si accostò solennemente al suo mentore e gli offrì la reliquia per cui aveva compiuto e ordinato purghe e stragi.
Era una scatola di palissandro, antiquata più che antica.
Il mistico la scompose in una scatola più piccola d’avorio, poi in un cofano d’antimonio e ancora in uno scrigno di un quarzo traslucido.
Infine, la gemma.
Un cinabro insignificante, eppure scaglia di una sapienza preumana, il portale su altri regni dell’essere.
Ja, era la vera Wunderwaffe, l’ordigno definitivo di un conflitto che aveva sancito il trapasso dall’Era Atomica all’Era Esoterica, dove il potenziale distruttivo insito in un coccio adorno di geroglifici o in una cartapecora di von Juntz evaporava qualsiasi arma fondata sulla meccanica e la fisica astratta.
Herr Professor declinò un esorcismo in Aklo per impedire alle sue cellule di fondersi nell’attingere la pietra dalla custodia.
Percepì nel formicolio della gemma tra i suoi palmi ossuti la titanica, incommensurabile energia che stava per essere rilasciata.
-Ma ..cosa accadrà realmente?- chiese esitante il Reichsfuhrer Ewers. A Berlino, inutile dirlo, erano proverbialmente allergici ai fallimenti.
Herr Professor gli riservò una smorfia di scherno: “Che pretendereste di distinguere realmente nel Vuoto tra le Sfere, nello spazio tra gli Spazi, nelle ombre tra le Soglie?”
Figurarsi se l’occultista non se ne usciva con la solita, strampalata sbruffonaggine!
-L’essenziale- sentenziò Ewers, modellando a volitiva una mascella che mal si attagliava a tale definizione -è che spazzi via la sub-umanità e i suoi indegni cascami, e che frantumi il blocco orientale in modo che la sua polvere tramuti la Siberia in un deserto!-
Naujocks approvò.
Ora i tre superuomini si stagliavano sul limite dell’orizzonte, affacciati alle nebbie che li dividevano dal trionfo della Volontà.
L’etere dava l’impressione di sfrigolare per l’imminenza.
Herr Professor sgomberò la mente e cercò le formule d’invocazione.
Ma non vennero.
Nonostante la pietra, nonostante la vittoria ad un respiro non vennero.
Il cristallo terso del meriggio si macchiò improvvisamente di notte.
I nembi viaggiavano come missili sparati da un T34, propulsi da una mareggiata che curvava l’Est in un’onda alta quanto la Terra.
E nella tromba di schiuma e di flutti strappati agli abissi, quale osceno orrore … Un volto di alghe e squame scolpito nella follia di eoni dimenticati, scosso da flagelli lunghi quanto autostrade che si torcono in spire, e tra le spire occhi profondi quanto oscure lune subacquee ….
-Avevi detto che era andata distrutta …- singhiozzò Ewers mentre Naujocks si prosternava, le ginocchia e l’anima divenute spugna - … che la versione di Teodoro Fileto era stata distrutta …-
La voce del tedesco si spense nel ruggito del vento cosmico che scardinava l’orizzonte.
Pur presentendo l’arrembante catastrofe, herr Professor non poté trattenere un sorriso.
Quei bogostrotiely, quei creatori di Dei lo avevano beffato sul tempo!
Da scacchista dell’Occulto, riconobbe l’audace maestria di Beria e della sua accolita di cosmisti.
La pietra gli cadde inerte dalle dita.
No, stavolta la stella a cinque punte non lo avrebbe salvato. Figurarsi la svastica!
Un istante dopo lo Juggernauta lo ingoiò.
Ultima modifica di ilVeltro il venerdì 19 maggio 2017, 15:55, modificato 1 volta in totale.


Non è morto ciò che può vivere in eterno e in strani eoni anche la morte può morire.

Quando sento la parola "cultura" alzo il cane della mia Browning.

alexandra.fischer
Messaggi: 1859

Re: Uomo e Superuomo RELOADED

Messaggio#2 » martedì 16 maggio 2017, 21:26

Fantastoria (di nuovo i nazisti, passati dall’Era Atomica all’Era Esoterica) con gli pseudobiblia della migliore tradizione di Lovecraft e Soci. Ecco cosa ho pensato leggendo la tua storia. Io ci ho trovato degli echi dello spirito di Weird Tales prima maniera e mi è piaciuta la ricostruzione dell’esercito tedesco, a partire dai gradi militari ai sottomarini. Anche il professore cattivo che ha cercato di imporre sul mondo l’Ordine della Svastica ricorrendo all’Evocazione di Forze Divine Primordiali è molto ben resa (originale l’immagine della Pietra Evocatoria chiamata Arma Meravigliosa in tedesco e chiusa in diverse scatoline: palissandro, avorio, quarzo, antimonio, che mi hanno fatta pensare a un legame con la sapienza degli egizi…vedi il materiale di certi sarcofagi). Peccato che anche qui, la Russia di Beria batta la Germania ridando vita allo Juggernauth.


Attenzione a: garriscono bianco rosso e nero (hai dimenticato di scrivere i vessilli).

Fuhrer non si scrive così, ma così: Führer.

Ss io lo scriverei: SS (trattandosi di IV Reich, ha ripristinato i gradi e i corpi militari del terzo, quindi, meglio attenersi alle regole storiche. SS è l’abbreviazione di : Schütz Staffeln).

Spaxio refuso per spazio.

Una volta corrette queste parti, Chiedo l’ammissione del racconto alla Vetrina.

Avatar utente
angelo.frascella
Messaggi: 698

Re: Uomo e Superuomo RELOADED

Messaggio#3 » martedì 16 maggio 2017, 22:59

Ciao, Veltro.

Non te la prendere, ma il tuo racconto proprio non mi piace. Il problema non è la storia ma lo stile inutilmente roboante e pomposo. Il lettore non deve soffermarsi ogni tre parole a chiedersi "cos'avrà voluto dire?". Devi prenderlo per mano e portarlo nel tuo mondo. Invece sembra che tu ti sia messo su un piedistallo a dirgli: guarda quanti vocaboli strani e antiquati conosco e tu no! E guarda come li uso per comporre frasi in modo insolito.
Invece dovresti metterti alla sua altezza e dirgli: vieni qui e accoccolati che ti racconto una bella storia. Devi affabularlo, non spaventarlo.

Ciao,
Angelo

Avatar utente
ilVeltro
Messaggi: 42

Re: Uomo e Superuomo RELOADED

Messaggio#4 » venerdì 19 maggio 2017, 15:53

Grazie mille a tutti dei suggerimenti,
la nota che registro ormai ogni tre per quattro è l'accusa (parola troppo tribunalesca, meglio l'appunto và) di pormi sul podio e bearmi della mia incommensurabile Kultur e degli eccessi ampollosi del mio vocabolario.
Il problema è che non mi sento affatto sul piedistallo né voglio intimorire chicchessia, ma soltanto perfezionare il mio stile (tralasciamo i contenuti, sempre opinabili) forgiato sulle letture e riletture dei grandi classici del Weird e dello Sword&Sorcery che in assenza di corsi per corrispondenza di letteratura rimangono i miei sempiterni maestri.
Proverò, castrandomi ve lo dico, a scalpellare la scorza delle mie storie che insolentisce il lettore per calarmi nei suoi panni e fargli apprezzare al meglio gli universi che popolano la mia mente.
Non è morto ciò che può vivere in eterno e in strani eoni anche la morte può morire.

Quando sento la parola "cultura" alzo il cane della mia Browning.

Avatar utente
angelo.frascella
Messaggi: 698

Re: Uomo e Superuomo RELOADED

Messaggio#5 » venerdì 19 maggio 2017, 23:28

ilVeltro ha scritto:Il problema è che non mi sento affatto sul piedistallo né voglio intimorire chicchessia, ma soltanto perfezionare il mio stile (tralasciamo i contenuti, sempre opinabili) forgiato sulle letture e riletture dei grandi classici del Weird e dello Sword&Sorcery che in assenza di corsi per corrispondenza di letteratura rimangono i miei sempiterni maestri.


Non dico mica che tu lo faccia di proposito: è solo la sensazione che può avere il lettore.
Magari prova a variare il menù delle lettura: non solo Weird e Sword&Sorvery e non solo classici. Potresti trovare altri ingredienti interessanti per variare il tuo modo di cucinare le storie e imbandire tavole che possano soddifare anche gusti letterari diversi dai tuoi. Bisognerebbe parafrasare il vecchio detto "siamo ciò che mangiamo" in "(pen)siamo ciò che leggiamo"

Avatar utente
Il Dottore
Messaggi: 298

Re: Uomo e Superuomo RELOADED

Messaggio#6 » martedì 25 luglio 2017, 18:04

Ciao, Luca.

Vedo che il tuo racconto è fermo da un po'.
Hai intenzione di lavorarci ancora? Altrimenti lo sposto in archivio.
Sono pronto a vivisezionare i vostri racconti... soffriranno, ma sarà per il vostro bene!

Avatar utente
Il Dottore
Messaggi: 298

Re: Uomo e Superuomo RELOADED

Messaggio#7 » martedì 1 agosto 2017, 16:29

Ciao, Luca.

Visto che non ti sei fatti vivo a breve provvedo a spostare il tuo racconto in archivio
Sono pronto a vivisezionare i vostri racconti... soffriranno, ma sarà per il vostro bene!

Avatar utente
antico
Messaggi: 4384

Re: Uomo e Superuomo RELOADED

Messaggio#8 » mercoledì 2 agosto 2017, 17:40

Su segnalazione del Dottore, provvedo a disattivare il racconto.

Torna a “2017”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite