LOLLO

Appuntamento a lunedì 12 giugno alle ore 21 con il tema di Alberto Della Rossa, Campione della Quarta Era di Minuti Contati. Chi vorrà partecipare avrà tempo fino all'una di notte per postare un racconto di massimo 3000 caratteri spazi inclusi incentrato su quel tema.

NB: la partecipazione alla Della Rossa Night non preclude la partecipazione alla Frascella Night e alla Bertino Night. Volendo, si può partecipare anche a tutte e tre!
Avatar utente
patty.barale
Messaggi: 349
Contatta:

LOLLO

Messaggio#1 » martedì 13 giugno 2017, 0:57

“Signora, è libero questo posto?”
“Sì” grugnì la donna spostando la borsa per fare posto al ragazzo.
“Ciao, io sono Lollo…bello il tuo tablet. Cosa stai scrivendo?”
“Senti, sto cercando di lavorare, quindi, scusami, ma non ho tempo per fare conversazione!” la signora non alzò nemmeno lo sguardo dal monitor poggiato sulle ginocchia.
“A me piace molto viaggiare in treno, è così bello vedere le cose che scappano all’indietro! A te piace il treno?”
La signora scosse la testa, poi, borbottando come una pentola di fagioli, si alzò, prese la borsa e, senza degnare Lollo di uno sguardo, si avviò verso il vagone successivo.
“Mi sa che quella signora fa un brutto lavoro, poverina, non le lascia tempo per le cose importanti…” disse Lollo alla ragazza seduta di fronte, la testa china su un libro dalle copiose sottolineature.
“Le hai fatte tu quelle righe sul libro?”
La ragazza gettò uno sguardo scocciato a quel rompiscatole che le sorrideva da sotto un cappello blu: “Devo studiare… ho un esame all’università, scusa, ma…” e con un sorriso sbilenco indossò gli auricolari e abbassò il capo sul tomo.
“Mi dispiace… Certo che c’è tanta gente sfortunata in giro!”
“Perché dici così?” domandò la vecchietta seduta accanto alla ragazza, sollevando gli occhi dal lavoro all’uncinetto che le scorreva tra le dita.
“Anche mia nonna lavora a maglia, sai? A casa ho tantissimi maglioni fatti da lei. Stai facendo un maglione anche tu?”
“Sto facendo un centrino”
“E come mai lo fai in treno?”
“Per far passare il tempo, visto che il viaggio è piuttosto lungo.”
“E perché vuoi che il tempo passi?”
“Perché se no mi annoio”
“Ti annoi?”
“Beh, sì, non c’è molto da fare su un treno, non ti pare?”
Lollo scoppiò a ridere: “Non so… non riesco proprio a capire… la signora che è andata via non si annoiava a stare da sola col suo tablet, questa signorina qui davanti sta leggendo la stessa pagina da dieci minuti, e tu, nonnina, muovi le dita sempre nello stesso modo col tuo uncinetto e mi vieni a dire che se non fate queste cose vi annoiate? Ma siete tutti matti!”
La vecchia appoggiò l’uncinetto in grembo e guardò incuriosita quello strano ragazzo: “Tu, invece, ti diverti a non fare nulla?”
“Non fare nulla?” gli occhi di Lollo si spalancarono increduli, “ma io parlo con le persone! Non c’è niente di meno noioso che conoscere la gente! Non deve per forza succedere qualcosa di speciale per non annoiarsi, basta salutare le persone che ti ritrovi davanti e con tanti amici non ti puoi annoiare! Sai, io viaggio col mio papà e noi non ci annoiamo mai!”
Dal sedile dietro Lollo la vecchietta vide il papà di Lollo alzarsi e farle un occhiolino divertito.
Lollo si tirò su impettito a mostrare la sua maglietta: sul petto c’era una scritta che diceva Mi piace salutare le persone… io sono LORENZO.
“Sai, qualche volta mi dicono che sono disabile, autistico, ma mi sa che i problemi li hanno loro, che hanno sempre gli occhi tristi!”



Avatar utente
antico
Messaggi: 4110

Re: LOLLO

Messaggio#2 » martedì 13 giugno 2017, 1:03

Ciao Patty! Niente malus questa volta! Buona CENTESIMA!

Avatar utente
patty.barale
Messaggi: 349
Contatta:

Re: LOLLO

Messaggio#3 » martedì 13 giugno 2017, 1:08

evvvvvvvaiiiiiiiiii!

Avatar utente
patty.barale
Messaggi: 349
Contatta:

Re: LOLLO

Messaggio#4 » martedì 13 giugno 2017, 1:14

Indipendentemente dalla riuscita del mio racconto, se volete conoscere il vero Lollo e il suo meraviglioso papà fate un salto qui...

https://it-it.facebook.com/Lorenzo-Cardone-1631993857065487/

GRAZIE

Avatar utente
raffaele.marra
Messaggi: 397

Re: LOLLO

Messaggio#5 » martedì 13 giugno 2017, 15:33

Significativo e toccante, senza eccedere in particolari artifizi stilistici mirati ad accrescere una emotività che è comunque presente, in maniera crescente, dall'inizio alla fine. Il riferimento all'autismo, a mio parere, poteva anche essere evitato: la cosa era piuttosto evidente fin dalle prime battute. E questo fa pensare: ho ipotizzato che Lollo avesse una simile peculiarità quando ho visto che voleva a tutti i costi familiarizzare in treno. Così il tuo racconto diventa un termometro che misura la nostra capacità, da esseri razionali, di vivere i rapporti interpersonali con schiettezza e, soprattutto, liberi da tutta una serie di inutili arzigogoli che riempiono il nostro quotidiano. Ho approfondito il personaggio, che in realtà è una persona, e pure bella. L'ho fatto attraverso il link da te proposto, e così il tuo racconto, oltre che fonte di riflessione, è diventato anche occasione di conoscenza. Quindi, che dire: ben fatto! E senza fretta!

Avatar utente
patty.barale
Messaggi: 349
Contatta:

Re: LOLLO

Messaggio#6 » martedì 13 giugno 2017, 16:57

Grazie, Raffaele! Lollo è un ragazzo stupendo e suo padre un uomo che ha saputo fare della diversità di questo ragazzo il suo punto di forza. L'idea di scrivere ispirandomi a lui è venuta fuori in maniera prepotente e ho pensato potesse essere un bel modo per farlo conoscere...
per wuanto riguarda il racconto, per tornare a noi, hai ragione, il riferimento diretto all'autismo è superfluo, ma nella fretta del tic tac della scadenza sono andata di getto e poi non ho più potuto tagliare!

valter_carignano
Messaggi: 417
Contatta:

Re: LOLLO

Messaggio#7 » martedì 13 giugno 2017, 18:10

ciao
in leggero disaccordo con l'esimio e preclaro Raffaele (non sono ironico, lo penso davvero), devo dire che la specificazione 'autismo' e via di seguito l'ho gradita. Per me, Lollo poteva semplicemente essere un normalissimo cretino che si divertiva a dar fastidio alle persone.
Invece, a mio modesto parere il suo monologo poteva essere più efficace, meno 'cattivo', ma ammetto di avere una frequentazione praticamente nulla con persone di questo tipo, e quindi magari è giusto così.
Comunque, secondo me, racconto leggero (in senso buono) e ben riuscito.

Avatar utente
patty.barale
Messaggi: 349
Contatta:

Re: LOLLO

Messaggio#8 » martedì 13 giugno 2017, 20:29

Ciao Valter e grazie del commento.
Posso solo chiederti cosa intendi dicendo che il monologo di Lollo poteva essere "meno cattivo"?
È un punto di vista che mi ha fortemente incuriosita e interessata, ma che non riesco a focalizzare...

valter_carignano
Messaggi: 417
Contatta:

Re: LOLLO

Messaggio#9 » martedì 13 giugno 2017, 21:16

Lui dice cose del tipo 'sono dieci minuti che è sulla stessa pagina', 'tu muovi le dita sempre nello stesso modo' eccetera. Questo è un po' cattivo perché ignora la possibilità della diversità, cioè che uno possa decidere di fare cose simili e anzi provarne piacere, e invece è 'assoluto' nel fatto che la cosa giusta da fare è quella che sta facendo lui.
Tuttavia, mentre giustamente rispondo alla tua richiesta di chiarimento, mi rendo ancora più conto di non saperne nulla, dei meccanismi psicologici e delle intenzioni di persone come Lollo, quindi prendilo con (enorme) beneficio d'inventario.

Avatar utente
giancarmine trotta
Messaggi: 383

Re: LOLLO

Messaggio#10 » martedì 13 giugno 2017, 21:47

Ciao Patty,

hai declinato il tema seguendo una strada impervia, rischiando di essere banale o patetica. Niente di tutto questo invece. Il personaggio/persona è ben caratterizzato. Sono quasi del partito di Raffaele per la spiegazione che Lollo fa di se stesso: non credo sia necessaria, o almeno non in quella forma. Per esempio, invece di "Sai, qualche volta mi dicono che sono disabile, autistico", avrei preferito "Sai, qualche volta mi dicono che sono strano...". Mi pongo quindi in una via intermedia tra Raffaele e Valter! ma è un particolare che non intacca una buona prova, perché immedesimandoci con le persone che ignorano Lollo capiamo meglio il muro che spesso alziamo, forse senza rendercene conto, con persone che vogliono solo esprimere un sentimento, una piccola opinione.
Quindi brava, alla prossima,
G.

Avatar utente
patty.barale
Messaggi: 349
Contatta:

Re: LOLLO

Messaggio#11 » mercoledì 14 giugno 2017, 0:47

Grazie anche a te Giancarmine.
Sto riflettendo molto su quanto avete detto a proposito dell'esplicitazione dell'autismo: ero d'accordo con Raffaele, ma il commento di Valter mi ha fatto pensare che forse, al contrario, essa possa essere necessaria per chi non conosce questa patologia (mi rendo conto che, soprattutto negli ultimi tempi, il termine è sulla bocca di tutti in relazione a una sua presunta correlazione con i vaccini, ma in realtà non tutti sanno che cosa sia l'autismo dal punto di vista pratico...).
Però, come dici tu, forse servirebbe esprimerlo in una forma diversa, ma anche la soluzione prospettata da te non mi convince: "strano" è superfluo per chi conosce la malattia, mentre non aggiunge informazioni per chi non la riconosce (probabilmente anche a causa di mie imprecisioni)...
Quindi, attendo altri pareri!

Per Valter:
Grazie, ora mi è chiaro quello che volevi dire, ma la difficoltà a mostrare empatia nei confronti degli altri (o a capire un punto di vista diverso) è proprio una caratteristica comune a coloro che soffrono di autismo.

Fernando Nappo
Messaggi: 585

Re: LOLLO

Messaggio#12 » domenica 18 giugno 2017, 16:22

Ciao Patty,
mi piace il tono leggero del tuo racconto, nonostante l'argomento decisamente spinoso. Inizialmente ho immaginato Lollo come un ragazzo problematico, con qualche problema mentale e con una certa tendenza all'invadenza, pur se finalizzata a fare conoscenza, ma non l'avevo associato a un ragazzo autistico convinto, nella mia ignoranza, che gli autistici non gradiscano il contatto o l'interazione con gli altri. A quanto pare sbagliavo. Il racconto mi è piaciuto e lo trovo abbastanza in tema. Ho trovato però alcuni passaggi un po' didascalici, come quando Lollo dice agli altri, dopo averne criticato i comportamenti, che sono tutti pazzi.
Comunque un lettura molto gradevole. E grazie per il link.

Avatar utente
DandElion
Messaggi: 591

Re: LOLLO

Messaggio#13 » lunedì 19 giugno 2017, 0:40

Ciao, sono Chiara e vorrei incontrare Lollo sul treno.
Mi starò rammollendo con l'età, sarà il lavoro che faccio, ma ho rivisto gli occhi di alcuni dei miei "bimbi" che tanto bimbi non sono più.
Lo trovo una splendida perla, ed essendo una gran rompiballe mi ci rispecchio. Mi piace immaginare che esiste un mondo dove i normali sono quelli che cercano il contatto fisico e verbale con gli altri e quelli da curare e guardare con l'occhietto piegato di commiserazione sono quelli che ad una conversazione preferiscono un tablet.

Mi ricollego alla questione dire/non dire "autismo" secondo me c'è tantissima disinformazione sull'autismo e in generale sui disturbi dello spettro autistico (non mi metto qui a rompere le balle con i vari acronimi) però grazie al Cielo almeno nella mia esperienza posso dire che una volta entrati in contatto con questo mondo ci si rende conto che è follia generalizzare e trattarli come "non comunicativi".
Non è così, bisogna solo cercare un codice di comunicazione differente, senza forzarli - cosa che invece viene spesso fatta!- ad una socialità che loro percepiscono invasiva e violenta.
Se nessuno ne parla nessuno può conoscere e senza conoscenza non c'è crescita.
Brava mi è piaciuto un sacco!
#AbbassoIlTerzoPuntino #NonSmerigliateLeBalle
#LicenzaPoeticaGrammatica
Adoro le critiche, ma -ve prego!- che siano costruttive!!

Avatar utente
patty.barale
Messaggi: 349
Contatta:

Re: LOLLO

Messaggio#14 » lunedì 19 giugno 2017, 10:32

Ciao Fernando.
La risposta al tuo dubbio sulla comunicativitá nei disturbi dello spettro autistico l'ha fornita, in maniera perfetta, Dand Elion: io aggiungo solo che in 3000 caratteri non è possibile entrare nello specifico e la generalizzazione che ho usato nel racconto ha anche lo scopo di riflettere il generalismo che nella nostra società accompagna questa e altre patologie...
Grazie della lettura e dei commenti e, dal momento che vorrei migliorarlo perché ci tengo molto, mi farebbe piacere se tu e tutti gli altri passaste a darmi una mano quando sarà spostato in laboratorio!

Ciao Dand Elion,
Grazie del commento!
Sono contenta che il "contenuto" sia arrivato. Se, poi, vorrai aiutarmi a migliorare anche la forma, ti aspetterò nel laboratorio (è la prima volta che non vedo l'ora di rimettere mano a un racconto: di solito li lascio morire d'inedia!)

Avatar utente
patty.barale
Messaggi: 349
Contatta:

Re: LOLLO

Messaggio#15 » lunedì 19 giugno 2017, 10:35

PS.
Chiara, in questi giorni Lollo è ancora in viaggio come Ambasciatore del saluto (se non sbaglio in zona Toscana) per cui se sei da quelle parti, apri bene gli occhi e tendi l'orecchio, magari le vostre strade potrebbero incrociarsi!

Avatar utente
Terribile
Messaggi: 47

Re: LOLLO

Messaggio#16 » martedì 20 giugno 2017, 22:45

Ciao Polly,
Il tuo racconto mi ha toccato, affrontare un tema del genere senza essere troppo stucchevoli non è facile, ma tu ci sei riuscita piuttosto bene. Il modo di vedere il mondo di queste persone è significativo, soprattutto in alcune culture ma nella nostra, vicina materialismo, non è sempre colto applieno.

Avatar utente
patty.barale
Messaggi: 349
Contatta:

Re: LOLLO

Messaggio#17 » martedì 20 giugno 2017, 23:05

Terribile ha scritto:Ciao Polly,
Il tuo racconto mi ha toccato, affrontare un tema del genere senza essere troppo stucchevoli non è facile, ma tu ci sei riuscita piuttosto bene. Il modo di vedere il mondo di queste persone è significativo, soprattutto in alcune culture ma nella nostra, vicina materialismo, non è sempre colto applieno.


Ciao Terribile,
Grazie del commento e grazie di avermi scambiata per Polly! :-)

Avatar utente
Terribile
Messaggi: 47

Re: LOLLO

Messaggio#18 » martedì 20 giugno 2017, 23:14

patty.barale ha scritto:
Terribile ha scritto:Ciao Polly,
Il tuo racconto mi ha toccato, affrontare un tema del genere senza essere troppo stucchevoli non è facile, ma tu ci sei riuscita piuttosto bene. Il modo di vedere il mondo di queste persone è significativo, soprattutto in alcune culture ma nella nostra, vicina materialismo, non è sempre colto applieno.


Ciao Terribile,
Grazie del commento e grazie di avermi scambiata per Polly! :-)



Scusami, stasera vado di fretta :-P
L'importante è che non ho scambiato il racconto. :-D

Torna a “Della Rossa Night”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite