Sette chicchi di melagrana

In occasione del matrimonio di Flavia Imperi e Beppe Roncari, conosciutisi proprio confrontandosi su Minuti Contati, ecco una Live at Home tutta Special! Sabato 24 giugno alle ore 19.00 circa (il circa è giustificato da tutte le varie ed eventali legate agli impegni fotografici di Beppe e Flavia) i due sposi riveleranno il tema e ci sarà tempo fino alle 23.59 del giorno successivo (domenica 25 giugno) sia per chi vorrà partecipare da casa che per coloro che, presenti al matrimonio, vorranno cimentarsi nella prova, per postare il proprio racconto sull'Arena. Dopo la fase di commenti, i migliori racconti verranno infine letti dai due sposi (una volta tornati dal loro viaggio di nozze) che li commenteranno e stileranno la propria classifica. In caso di mancata suddivisione in gruppi (quindi di numero di partecipanti inferiore a quattordici), gli sposi leggeranno, commenteranno e classificheranno tutti i racconti e la loro classifica verrà sommata a quella dei partecipanti, ma considerata di valore doppio.
Avatar utente
Sara Todde
Messaggi: 42

Sette chicchi di melagrana

Messaggio#1 » domenica 25 giugno 2017, 21:04

Lo straniero arrivò alla fattoria una notte di luna piena.
Era alto e bello, con lunghe dita piene di anelli, stivali lucidi. Ma aveva strani occhi gialli e tondi, e Stella l’aveva odiato da subito. Era arrivato con un sorriso, e suo padre l’aveva seguito nell’orto. Dovevano discutere un affare, cose non adatte a una bambina, avevano detto. Stella, ovviamente, si era nascosta per origliare.
Lo straniero conosceva la vita difficile che facevano. Aveva molto denaro, poteva aiutarli. Ma naturalmente, voleva qualcosa in cambio.
Lei. L'indomani sarebbe tornato con il denaro, e l'avrebbe portata via.
Suo padre scosse il capo, singhiozzando, ma alla fine annuì, stringendo la mano dello straniero, e Stella si sentì soffocare. Non perse tempo. Sgattaiolò in cucina, uscì dalla porta sulla legnaia, e corse verso il bosco nella luce della luna.
Camminò a lungo fino a raggiungere la grande quercia coperta d’edera, il nascondiglio preferito del suo migliore amico, Elias, che gli adulti non avevano mai scoperto. Scostando l'edera nel punto giusto, si scopriva una nicchia grande abbastanza per due bambini. Stella si rannicchiò contro il legno, e attese. L'albero l'avrebbe protetta, come proteggeva sempre Elias, da sua madre che puzzava di vino e aveva mani pesanti. Elias, che non aveva paura di nulla, e diceva che un giorno sarebbe scappato con le fate. E un anno prima era scomparso.
“Elias, aiutami,” sussurrò Stella, gli occhi che le si riempivano di lacrime. “Portami con te.”
Rimase sveglia a lungo, ma nessuno venne a cercarla, e presto le sue palpebre si fecero pesanti.
Sognò lo straniero, ma la sua pelle era rossa e scottata, e aveva lunghe corna come quelle di una capra. La fissava con i cattivi occhi gialli, ma non sorrideva più.
In quel momento, Stella capì chi era veramente.
“Stella?”
Si svegliò di soprassalto. Il viso familiare di un bambino fece capolino dietro l'edera, e Stella gli buttò le braccia al collo.
“Elias!”
Fuori dalla nicchia, uno sciame di lucciole dorate punteggiava la notte. Il suo amico era diventato più alto di lei, e due sottili ali di libellula spuntavano dalla tunica verde che indossava, ma il sorriso che le rivolgeva era inconfondibile.
“Ho fatto prima che potevo,” disse Elias, e le porse una melagrana. “Tieni, avrai fame.”
“Sì, ma siamo troppo vicini a casa," disse Stella. "Dobbiamo andare.”
Con sua sorpresa, Elias scosse il capo.
“Non ricordi la leggenda? Chi passa due notti nella terra delle fate e mangia il loro cibo, diventa uno di loro. E né gli uomini, né il diavolo hanno potere sulle fate.” Elias le indicò la luna, che non era più un cerchio perfetto. “Tu sei entrata nella terra delle fate dal momento in cui hai chiesto il mio aiuto. Da allora hai dormito un giorno intero, sotto la nostra protezione.”
Stella sgranò gli occhi e prese la melagrana dalle mani del suo amico.
“È questa la tua seconda notte.”
Stella staccò sette chicchi dalla melagrana e li mangiò. Mentre il succo agro e dolciastro le riempiva la bocca, un brivido le percorse tutto il corpo, e dietro le sue spalle, qualcosa iniziò a prudere e premere contro la stoffa del suo vestito. Presto avrebbe avuto le ali.
Con un sorriso, Stella prese Elias per mano e proseguirono il cammino nella terra delle fate, un corteo di lucciole che li seguiva disegnando archi d’oro nella notte.


Once barely taking a break
Now she sleeps her days away

Avatar utente
Sara Todde
Messaggi: 42

EVVIVA GLI SPOSI!!!

Messaggio#2 » domenica 25 giugno 2017, 21:16

Immagine

Che cosa dire, se non Evviva gli sposi? :D
Carissimi Beppe e Flavia, sono una new entry di Minuti Contati quindi non posso dire di conoscervi, ma sono felice di poter partecipare a questa serata di scrittura in vostro onore! Vi auguro tanta felicità, e tante storie future da costruire insieme! Godetevi la festa ed il viaggio, e leggiamoci presto da queste parti. Ancora congratulazioni da Sara!
Once barely taking a break
Now she sleeps her days away

Avatar utente
Sara Todde
Messaggi: 42

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#3 » domenica 25 giugno 2017, 21:18

E a proposito del racconto, ci ho provato in tutti i modi a scendere sotto i 3000, ma la prima stesura è lievitata immediatamente a 6500 quindi ho dovuto fare acrobazie °_° Ben venga il malus comunque, ci tengo a partecipare!
Once barely taking a break
Now she sleeps her days away

Avatar utente
antico
Messaggi: 4101

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#4 » domenica 25 giugno 2017, 21:39

Ciao Sara! Avrai un piccolo malus per i caratteri, ma roba da poco. Buona Wedding Edition!

Ps: ne approfitto per dirtelo qua. Ho visto che stai partecipando al Laboratorio e mi scuso se ultimamente ho potuto seguirlo poco. Prometto di riportarmi in pari nei prossimi giorni e poi per luglio, quindi fra pochissimo, abbiamo importanti novità :)

Avatar utente
Sara Todde
Messaggi: 42

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#5 » domenica 25 giugno 2017, 22:35

Ciao Antico! Aspetto con curiosità le novità allora :)
Once barely taking a break
Now she sleeps her days away

ChiaradiLuna
Messaggi: 129

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#6 » martedì 27 giugno 2017, 22:38

Ciao Sara!
L'ho letto due volte e non ho mai avuto l'impressione di tagli veri e propri della storia, e questo va a tuo favore. Però mi sento di dirti che non l'ho trovata particolarmente coinvolgente. Una bambina fugge, si rifugia nel bosco e si trasforma in fata: per quanto siano di per sè interessanti, la storia non mi ha rapito. Mi è sembrato di leggere una fiaba come quelle di Esopo ma senza il messaggio subliminale, senza una morale. Probabilmente nella stesura completa avevi modo di descrivere meglio di diversi personaggi, il rapporto tra Stella ed Elias (mi domando come abbia fatto Elias ad entrare nel mondo delle fate se Stella ci è riuscita chiedendo aiuto proprio a lui), magari rendere anche più cattivo lo straniero (che a proposito, non ho capito chi fosse in realtà ^^' ), e allora sicuramente il risultato sarebbe stato diverso.
Per il resto va benissimo, l'ho trovato gradevole e stile scorrevole. Potresti tranquillamente postarlo nel laboratorio in versione completa ^^
In bocca al lupo!

Avatar utente
Sara Todde
Messaggi: 42

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#7 » martedì 27 giugno 2017, 23:12

ChiaradiLuna ha scritto:Ciao Sara!
L'ho letto due volte e non ho mai avuto l'impressione di tagli veri e propri della storia, e questo va a tuo favore. Però mi sento di dirti che non l'ho trovata particolarmente coinvolgente.

Ciao ChiaradiLuna, innanzitutto grazie del commento! Sto avendo un sacco di dubbi su questo racconto a posteriori e penso di aver messo un po' troppa carne al fuoco.

Lo straniero misterioso è il diavolo! :) Era mia intenzione richiamare favole come questa: http://www.tiraccontounafiaba.it/fiabe- ... -mani.html in cui tipicamente il diavolo offre ricchezza con un patto ingannevole, in cambio di una fanciulla o un neonato. Riuscire a battere il diavolo al suo stesso gioco è quindi lo scopo del protagonista: ad esempio di solito il diavolo non può toccare ciò che è "puro", o ciò che non gli viene consegnato volontariamente. Nel mio caso, mi piaceva l'idea che fosse il legame con l'amico scomparso a proteggere Stella dal tocco del diavolo per il tempo sufficiente a completare la metamorfosi (la famigerata seconda notte): la sequenza onirica era più lunga e mostrava meglio la frustrazione del diavolo nel non poterla raggiungere.
Magari più avanti posterò una nuova versione espansa nel laboratorio dove cercherò di elaborare meglio questi temi :)
Once barely taking a break
Now she sleeps her days away

Avatar utente
jimjams
Messaggi: 558

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#8 » mercoledì 28 giugno 2017, 0:04

Una bella favola, delicata ma non senza sostanza. L'hai scritta bene e funziona. Secondo me avresti potuto raggiungere il limite di caratteri, non ci mancava troppo, senza sacrificare il succo della storia. C'è il lieto fine, che non va tanto di moda temo qui su minuti contati, ma a me fa piacere. Quello che forse si poteva migliorare è il conflitto con questo nemico, il demonio suppongo, che compare di sfuggita e poi pur incombente non si sente poi molto come minaccia. Un po' di pepe da quella parte sarebbe stato utile.

Avatar utente
Sara Todde
Messaggi: 42

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#9 » mercoledì 28 giugno 2017, 10:36

jimjams ha scritto:Una bella favola, delicata ma non senza sostanza. L'hai scritta bene e funziona. Secondo me avresti potuto raggiungere il limite di caratteri, non ci mancava troppo, senza sacrificare il succo della storia. C'è il lieto fine, che non va tanto di moda temo qui su minuti contati, ma a me fa piacere. Quello che forse si poteva migliorare è il conflitto con questo nemico, il demonio suppongo, che compare di sfuggita e poi pur incombente non si sente poi molto come minaccia. Un po' di pepe da quella parte sarebbe stato utile.

Ciao Mario, grazie del commento!
Io amo le conclusioni orripilanti e malate, ma ogni tanto ho bisogno pure che le cose vadano a finir bene (per la mia stabilità mentale, mica per altro), e vista l'occasione, il lieto fine mi sembrava d'obbligo :)
Ci hai visto giusto, lo straniero misterioso è infatti il diavolo. Mi sono ispirata a favole dei Grimm tipo questa: http://www.tiraccontounafiaba.it/fiabe- ... -mani.html Lo schema classico vede il diavolo offrire ricchezza, di solito ad un genitore, in cambio di una fanciulla o di un neonato, spesso con l'inganno; dato che però anche il diavolo ha delle regole a cui sottostare (ad esempio non può toccare ciò che è "pulito"), parte del racconto si basa sul protagonista che cerca di battere il diavolo al suo stesso gioco. Nel mio caso mi piaceva l'idea che a proteggere Stella dal diavolo non fosse qualcosa di esplicitamente religioso ma il legame con l'amico scomparso (e anche il fatto che il lieto fine fosse una "nuova vita" più che "vincere la scalata delle classi sociali sposando un principe").
Hai sottolineato esattamente l'aspetto su cui ho più dubbi riguardo questo racconto! Originariamente avevo idee un po' più articolate su come mostrare la minaccia del diavolo, ad es. la sequenza onirica era più lunga e mostrava la frustrazione del diavolo nel non poter raggiungere Stella. Poi ho finito per tagliare a man bassa nel timore che diventasse ancora più lungo: proprio non sono abituata a un formato così breve, si vede tanto? XD Le sfide di Minuti Contati (e soprattutto avere gente che commenta in modo critico) comunque mi stanno facendo bene come "palestra", quindi continuerò a provarci :)
Once barely taking a break
Now she sleeps her days away

Danyramirez
Messaggi: 16

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#10 » mercoledì 28 giugno 2017, 21:59

Premesso che il genere non mi entusiasma per nulla, ho cercato di fare un'analisi pertinente della storia. Il racconto per carità fila in modo più che scorrevole, lineare, coerente e molto omogeneo. E' senza sbavature, sebbene il diavolo e la sua caratterizzazione(visto anche la tipologia del genere) mi sembrino un po' buttati lì per caso. La storia è anche carina, ma il limite molto forte, secondo me è che ricalca in modo quasi scolastico lo schema fiabesco di Propp: un equilibrio iniziale, seguito dalla sua rottura (movente o complicazione), poi le immancabili peripezie dell'eroe(con annessi e connessi elementi magici) e infine ristabilimento dell'equilibrio (conclusione). Credo che funzioni bene per questo motivo, anche a dispetto della versione più estesa (che nulla potrebbe aggiungere o togliere)ma manca del tutto di originalità e fantasia, quel tocco diverso che la possa rendere differente da altre decine di migliaia di narrazioni identiche sparse tra culture e popoli di tutto il mondo.

Avatar utente
Sara Todde
Messaggi: 42

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#11 » giovedì 29 giugno 2017, 9:47

Danyramirez ha scritto:Premesso che il genere non mi entusiasma per nulla, ho cercato di fare un'analisi pertinente della storia. Il racconto per carità fila in modo più che scorrevole, lineare, coerente e molto omogeneo. E' senza sbavature, sebbene il diavolo e la sua caratterizzazione(visto anche la tipologia del genere) mi sembrino un po' buttati lì per caso. La storia è anche carina, ma il limite molto forte, secondo me è che ricalca in modo quasi scolastico lo schema fiabesco di Propp: un equilibrio iniziale, seguito dalla sua rottura (movente o complicazione), poi le immancabili peripezie dell'eroe(con annessi e connessi elementi magici) e infine ristabilimento dell'equilibrio (conclusione). Credo che funzioni bene per questo motivo, anche a dispetto della versione più estesa (che nulla potrebbe aggiungere o togliere)ma manca del tutto di originalità e fantasia, quel tocco diverso che la possa rendere differente da altre decine di migliaia di narrazioni identiche sparse tra culture e popoli di tutto il mondo.

Ciao Daniele,
non hai tutti i torti! Era mia intenzione scrivere "una favola a modo mio", forse nella fretta o nei limiti del contest ha finito per somigliare troppo a una favola come tante. Ho intenzione di rivedere il racconto più avanti nel laboratorio, quindi terrò a mente la tua critica :)
Once barely taking a break
Now she sleeps her days away

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 537

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#12 » giovedì 29 giugno 2017, 11:49

Ciao Sara!
Allora, la storia fila, e come stile della penna/tastiera niente da dire, padroneggi bene la lingua.
Il neo che trovo a questa fiaba è che inserisci un elemento MOLTO forte - il diavolo - per poi dargli un ruolo davvero marginale, senza l'aperto conflitto. Forse avresti potuto ottenere lo stesso risultato senza scomodare il soprannaturale (es. la vendita della bambina a un uomo facoltoso per chissà quali scopi, che già così trasuda ingiustizia e inquietudine: una volta accadeva e ahimé la tratta delle spose bambine perdura ancora in alcune culture).
Ho letto della limatura dei caratteri: come ho detto già a tanti altri novizi, abìtuati, non è facile condensare tanto in così poco, ma vedo comunque che ti stai già ambientando.
In bocca al lupo!
Uccidi scrivendo.

Avatar utente
Sara Todde
Messaggi: 42

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#13 » giovedì 29 giugno 2017, 12:32

eleonora.rossetti ha scritto:Ciao Sara!
Allora, la storia fila, e come stile della penna/tastiera niente da dire, padroneggi bene la lingua.
Il neo che trovo a questa fiaba è che inserisci un elemento MOLTO forte - il diavolo - per poi dargli un ruolo davvero marginale, senza l'aperto conflitto. Forse avresti potuto ottenere lo stesso risultato senza scomodare il soprannaturale (es. la vendita della bambina a un uomo facoltoso per chissà quali scopi, che già così trasuda ingiustizia e inquietudine: una volta accadeva e ahimé la tratta delle spose bambine perdura ancora in alcune culture).
Ho letto della limatura dei caratteri: come ho detto già a tanti altri novizi, abìtuati, non è facile condensare tanto in così poco, ma vedo comunque che ti stai già ambientando.
In bocca al lupo!

Ciao Eleonora, grazie del commento!
Sulla presenza marginale del diavolo, in effetti hai ragione, ed è l'elemento su cui ho più dubbi di questo racconto, perché è quello su cui ho finito per tagliare a man bassa al momento di rivedere il first draft. Mi hai fatto venire in mente una cosa interessante: mi domando se il tema ricorrente in alcune favole del diavolo che chiede un neonato o una fanciulla in cambio di una ricompensa (come in storie dei Grimm tipo questa: http://www.tiraccontounafiaba.it/fiabe- ... -mani.html), non sia in effetti altro che un riflesso di cose ben più reali e terribili come la vendita dei figli che non si riusciva a sfamare.
Riguardo i caratteri, è una vita che scrivo romanzi, o almeno ci provo, quindi la mia testa tende a funzionare in termini di sfumature, punti di vista, riflessioni, digressioni, variazioni di pacing - tutte cosettine che in un romanzo trovano facilmente il loro spazio e la loro funzione, ma fanno lievitare rapidamente a dimensioni improponibili una storia breve. Non sono insomma abituata a lavorare con solo "le ossa" di una storia, ma sono convinta che non possa farmi che bene, quindi persevero! :)
Once barely taking a break
Now she sleeps her days away

Avatar utente
jimjams
Messaggi: 558

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#14 » venerdì 30 giugno 2017, 15:57

Sara Todde ha scritto: Poi ho finito per tagliare a man bassa nel timore che diventasse ancora più lungo: proprio non sono abituata a un formato così breve, si vede tanto? XD Le sfide di Minuti Contati (e soprattutto avere gente che commenta in modo critico) comunque mi stanno facendo bene come "palestra", quindi continuerò a provarci :)


Alla misura ti assicuro ci si prende la mano, io mi trovo spesso a chiudere il racconto e accorgermi di essere appena sopra o sotto e mi diverto a volte a centrare quota 3000 esatti per puro sfizio. Ci vediamo alla prossima.

Francesco D'Amore
Messaggi: 13

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#15 » venerdì 30 giugno 2017, 21:29

La parte più interessante si trova all'inizio del racconto ed è stata risolta in modo troppo sbrigativo. Si vede che questa storia ha bisogno di più respiro e di più pagine per essere raccontata in modo efficace. Avrei voluto conoscere le condizioni che hanno portato il padre a firmare il contratto con il diavolo.

Avatar utente
Andrea Partiti
Messaggi: 942
Contatta:

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#16 » sabato 1 luglio 2017, 13:16

La mia sensazione è che per la compiutezza del racconto serva sintetizzarlo ancora di più, per farlo funzionare davvero. Non si sentono i tagli che hai fatto, ma sento che molte frasi potrebbero essere snellite e velocizzate senza per questo sminuire l'atmosfera fiabesca.
La storia forse è troppo lineare, perché manca un vero conflitto. C'è una minaccia, scappa, ci riesce. La protagonista non è mai in vero pericolo, non si accumula tensione. L'amico sparito un anno prima ("come proteggeva" > "come aveva protetto", tra l'altro) non le pone condizioni per salvarla, la accetta e basta.
Concordo coi commenti precedenti su come non fosse davvero necessario caratterizzare occhi gialli come il diavolo. Uno straniero generico dagli occhi gialli che vuole acquistarla, va benissimo come minaccia per una bambina! Anzi, lasciandolo aperto, chiunque legga ci attacca la sua paura più grande. Diavolo, pedofilo, orrendo schiavista, collezionista di orecchie di bambini.
Con un buon editing e aggiungendo una difficoltà anche minima da superare per la protagonista, può diventare un ottimo racconto. E' il primo tuo racconto che leggo, quindi non ho una grande visione d'insieme, ma mi sembra che tu abbia lo stile, la "penna" per gestire situazioni anche molto più complesse, non ci sono problemi di ritmo o di tempi, quindi penso non avresti difficoltà.

marians
Messaggi: 20

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#17 » sabato 1 luglio 2017, 14:34

Ciao Sara,
Il tuo racconto è scritto bene ed è omogeneo, ho letto ni commenti che ti hanno lasciato gli altri partecipanti al contest e so di non aggiungere niente di più a quello che ti hanno già scritto. Anch'io forse avrei scritto un po' di più sulla prima parte, il mondo da cui fugge, ma anche così funziona bene. Anche la sintassi è buona.
In bocca al lupo
Marianna

Fernando Nappo
Messaggi: 585

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#18 » domenica 2 luglio 2017, 15:20

Ciao Sara,
leggo che sei abituata a storie più lunghe e che hai faticato a rientrare nei tremila caratteri del contest. Ciò nonostante, non mi pare di percepire forzature o tagli troppo sbrigativi. L'idea della fiaba è simpatica, ma, come altri ti hanno fatto notare, hai deciso di inserire un conflitto molto forte (netemeno che il diavolo in persona!) che però poi hai lasciato in secondo piano. Inoltre c'è un altro conflitto, a mio avviso, che viene passato in secondo piano ma che meriterebbe d'essere affrontato: la piccola Stella abbandona il mondo degli umani a sua insaputa perché si addormenta. Sarebbe bello vederla alle prese con la decisione di abbandonare il suo mondo, il padre (non difficile visto che la vuole vendere), magari una madre, gli amici...
Anch'io penso che lo si potrebbe sviluppare in qualcosa di più corposo, con conflitti meglio delineati e la cui soluzione sia più strutturata. Il tutto gli toglierebbe l'aura di fiaba sbrigativa che al momento, a mio giudizio, questa versione si porta dietro.

Avatar utente
Eugene Fitzherbert
Messaggi: 400

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#19 » mercoledì 5 luglio 2017, 16:31

Ciao, Sara!
Ho letto con piacere il tuo racconto, che è volato via una parola dopo l'altra, come i chicchi di una melagrana.
Purtroppo, devo sottolineare anche io la debolezza del vilain di questa storia, che appare quasi evanescente rispetto al resto dei personaggi. Forse calcando la mano sul senso di pericolo e sulla malignità del Diavolo (che non ha bisogno di presentazioni!) la scelta della ragazzina sarebbe stata ancora più giustificata.
Detto questo, ho trovato un paio di pronomi relativi un po' troppo relativi, nel senso che non si capisce di primo acchito a chi si riferiscono:

il nascondiglio preferito del suo migliore amico, Elias, che gli adulti non avevano mai scoperto.


Quel CHE si riferisce al nascondiglio, ma potrebbe anche essere riferito al buon Elias. Un rimaneggiamento di questa frase potrebbe aggiustare le leggibilità e comprensibilità. Ma forse sono solo io che mi faccio una marea di pippe mentali...

A presto!

Avatar utente
giuseppe.gangemi
Messaggi: 165

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#20 » domenica 9 luglio 2017, 10:09

Ciao Sara,
penso che scrivi veramente bene e che possiedi un buon stile.
Hai scritto una bella fiaba e il finale con il lieto fine è di mio gradimento.
Effettivamente avresti dovuto curare di più i conflitti e gli imprevisti, ma secondo me il racconto si regge in piedi già così.
L'immagine della bambina con le ali che cominciano a nascerle mi piace troppo. io insisterei su questa parte di wonder di fantastico perchè si vede che sei portata.
il titolo tratto da un particolare del tuo racconto mi piace molto.
Tema rispettato.

Avatar utente
DandElion
Messaggi: 591

Re: Sette chicchi di melagrana

Messaggio#21 » domenica 9 luglio 2017, 13:16

Ciao!
Mi sarebbe piaciuto fare la sezione del tuo racconto come ogni tanto faccio con i racconti che ritengo meritevoli, individuando punti di forza e debolezza, ma stavolta non ho tempo. Se ti sembra una cosa interessante e ti va nei prossimi giorni lo studio meglio.

L'idea è carina. Mi è piaciuta molto, ma la narrazione molto sincopata non fa andare fluidamente il racconto nella direzione della fine. Il riferimento al culto misterico di Persefone l'ho molto gradito, ma ci sono dei punti senza dubbio confusi. Elias sparisce come? Dove? C'entra sempre lo straniero? Il Paese delle fate è morire. La grotta è forse tossica? È un varco tra due mondi? Che fine ha fatto il corpo di Elias? Secondo me hai sviluppato la narrazione in un modo che necessita almeno il doppio dei caratteri se non il triplo per poter essere efficace e compiuta.
#AbbassoIlTerzoPuntino #NonSmerigliateLeBalle
#LicenzaPoeticaGrammatica
Adoro le critiche, ma -ve prego!- che siano costruttive!!

Torna a “101° Edizione - Wedding Live at Home Edition starring Beppe&Flavia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite