Jet (sun)set

Gualtiero Bianchi
Messaggi: 65

Jet (sun)set

Messaggio#1 » martedì 21 novembre 2017, 1:01

L’uscio del castello si aprì seguito da uno sbuffo. L’ombra del Conte Vlad fibrillava alla luce delle candele dell’anticamera del castello mentre si sfilava stancamente il mantello.
Non v’era nottata peggiore di quella spesa a riprovare mille volte la stessa insulsa scena. Come aveva fatto un discendente del nobile casato dei principi di Transilvania a ridursi così? Servo dell’America e delle sue scialbe sitcom a risata teleguidata.
“Ti ho sentito pensare marxismo, caro!”
La voce dal salotto di altri non era se non della Contessa Elizabeth, compagna di secoli e sventure.
“Lascia stare è stata una nottata allucinante, non ne posso più di questa vita” sospirò Vlad lasciandosi teatralmente cadere sulla poltrona accanto a quella della moglie.
“Ma smettila che sei un attore nato” condiscese la Contessa senza sollevare gli occhi dall’ardua opera di restauro delle unghie.
“Cosa c’è per cena?”
“Il solito”
Raggiunse la cucina e fissò il solitario piatto di sangue, mentre il suo iniziava a ribollire.
“Cara, lo sai che odio il sangue freddo” scandì Vlad con parsimonia di colore.
“E allora scaldalo no? Il microonde sai dov’è, non mi pare difficile. Di bambini ne ho già due di sopra non me ne serve un terzo” sentenziò Elizabeth dal suo scanno.
“Tu indegna custode di questo glorioso focolare, dovresti onorarmi e servirmi come un principe! E’ solo grazie a me se non stai ancora a suggere sangue in quel bordello a Bucarest!”

“Mamma ma cos’è un bordello?” chiese il piccolo Thomas con aria confusa alla ancora più perplessa madre.
“E’ un posto dove i papà fanno nuove amicizie” disse Sue prima di rientrare in sé. “Ma cosa diavolo danno da leggere ai bambini delle elementari al giorno d’oggi? Domani il maestro mi sentirà!”
“Sì ma però io il compito lo devo fare comunque” puntualizzò il piccolo.
“Non si dice ma però, Thomas. Dai, finiamo di leggere questa storia del cavolo” sospirò Sue riprendendo in mano il libro.

“Come ti permetti maledetto? Fingi di lavorare due ore a notte e osi pure criticarmi? Io bado alla casa, ai figli, alle buone relazioni con il paese e a procacciarti nuovi contratti e questo è il ringraziamento?
“Oh brava! Peccato che la casa cada in pezzi, i bambini li avrai vistil’ultima volta un paio di lustri fa e i contratti sono la poco fantasiosa scusa che accampi per ammucchiarti con ogni produttore!”
“Basta smettila sei solo un fallito!” urlò di frustrazione Elizabeth, mentre le lacrime presero a rigare copiose il suo volto.
Vlad stava per rispondere, quando un luccichio negli occhi della moglie gli sciolse il cuore: “Liz, ti sei ricordata di abbassare le tapparelle?” Un tenue gemito fece da colonna sonora alla luce dell’alba che propompendo dalla finestra sigillò quell’attimo per l’eternità.

“Mamma non mi piace questo racconto. Fa paura”
“Non ti preoccupare Thomas, è solo una storia” replicò la madre schioccando un bacio al piccolo.
“Hai capito quindi qual è la morale della favola?”
“No”
“La morale della favola è…”
La porta scattò con uno sbuffo, facendo scattare il piccolo dalla sua postazione.
“Ehi ciao campione! Ciao Sue, cosa mangiamo stasera?”
“Il tuo è lì sul tavolo, noi abbiamo già mangiato.”
Silenzio.
“Sue lo sai che odio il sangue freddo.”



Avatar utente
antico
Messaggi: 4064

Re: Jet (sun)set

Messaggio#2 » martedì 21 novembre 2017, 1:13

Ciao Gualtiero! Sbaglio o è da giugno che non ti si vede da queste parti? Bentornato! Avrai un malus minimo per il tempo di consegna, ma nulla che possa pregiudicare la tua edizione! Divertiti in questa Andrea Carlo Cappi Edition!

Avatar utente
Ace
Messaggi: 40

Re: Jet (sun)set

Messaggio#3 » venerdì 24 novembre 2017, 17:48

Ottimo il tono d’apertura, buoni e divertenti i dialoghi. Il microonde per scaldare il sangue è un bel trick e sta bene con il tono che dicevo poc’anzi. Piccolo suggerimento per la È maiuscola e non apostrofata: sulla tastiera premi Alt e contemporaneamente digita 0200 – zeroduecento – e la otterrai. In alternativa, se non hai il tastierino numerico, opta per le correzioni automatiche sulle opzioni di word. E nonper fare il grammar nazi, ma, "ma però" si può dire e scrivere, lo dice pure l’Accademia della Crusca, lol, ma non odiarmi, eh. Per tornare al racconto: mi è piaciuto, leggero, divertente, ottima la prova, bravo.

Fernando Nappo
Messaggi: 585

Re: Jet (sun)set

Messaggio#4 » domenica 26 novembre 2017, 14:47

Ciao Gualtiero,
il tono del tuo racconto mi piace molto, è leggero e divertente. Lo svolgimento, almeno fino a un certo punto, è chiaro: una mamma sta keggendo una storia al piccolo figlioletto, che dovrà portare il riassunto a scuola per il giorno seguente. O almeno io l'ho interpretato così. Quello che non mi è chiaro è il finale: è una famiglia di vampiri, anch'essi decaduti? Se sì, coma fail figlio a freqentare la scuola, presuppongo, di giorno? Se no, il riferimento finale al piatto di sangue freddo mi sfugge. Probabilmente non colgo qualcosa, ma cosa, nonostante un paio di riletture, on sono riuscito a scoprirlo. È un buon racconto, a mio avviso, ma con un finale che non riesco a "interpretare".

Gualtiero Bianchi
Messaggi: 65

Re: Jet (sun)set

Messaggio#5 » domenica 26 novembre 2017, 17:25

Fernando Nappo ha scritto:Ciao Gualtiero,
il tono del tuo racconto mi piace molto, è leggero e divertente. Lo svolgimento, almeno fino a un certo punto, è chiaro: una mamma sta keggendo una storia al piccolo figlioletto, che dovrà portare il riassunto a scuola per il giorno seguente. O almeno io l'ho interpretato così. Quello che non mi è chiaro è il finale: è una famiglia di vampiri, anch'essi decaduti? Se sì, coma fail figlio a freqentare la scuola, presuppongo, di giorno? Se no, il riferimento finale al piatto di sangue freddo mi sfugge. Probabilmente non colgo qualcosa, ma cosa, nonostante un paio di riletture, on sono riuscito a scoprirlo. È un buon racconto, a mio avviso, ma con un finale che non riesco a "interpretare".


Grazie per il commento Fernando. Hai interpretato correttamente, il "gioco" del racconto si regge appunto sul parallelo tra la vita di vampiri "vip", quelli della favola, e la vita reale di una normale famiglia di vampiri, cercando di risaltarne divergenze e soprattutto assonanze, in un'epoca in cui la visibilità rappresenta la massima ambizione per milioni di persone. In riferimento al ragazzo, non mi ero soffermato sul punto, ma immaginavo semplicemente frequentasse una scuola per vampiri, notturna.

Gualtiero Bianchi
Messaggi: 65

Re: Jet (sun)set

Messaggio#6 » domenica 26 novembre 2017, 17:31

Ace ha scritto:Ottimo il tono d’apertura, buoni e divertenti i dialoghi. Il microonde per scaldare il sangue è un bel trick e sta bene con il tono che dicevo poc’anzi. Piccolo suggerimento per la È maiuscola e non apostrofata: sulla tastiera premi Alt e contemporaneamente digita 0200 – zeroduecento – e la otterrai. In alternativa, se non hai il tastierino numerico, opta per le correzioni automatiche sulle opzioni di word. E nonper fare il grammar nazi, ma, "ma però" si può dire e scrivere, lo dice pure l’Accademia della Crusca, lol, ma non odiarmi, eh. Per tornare al racconto: mi è piaciuto, leggero, divertente, ottima la prova, bravo.


Grazie per il commento e il suggerimento sulla "È" nonchè il rilievo sul "ma però" della cui correttezza sono sinceramente stupito, considerando come alle scuole ci tartassavano sul punto, ma tant'è se lo dice la Crusca è legge!

Avatar utente
marco.roncaccia
Messaggi: 518
Contatta:

Re: Jet (sun)set

Messaggio#7 » domenica 26 novembre 2017, 23:07

Ciao Gualtiero,
il tuo racconto è carino con la sua struttura ricorsiva (nella realtà sembra succedere quello che mamma vampira sta leggendo al suo piccolo per aiutarlo a fare i compiti). Il tema lo hai preso alla lettera e il sangue freddo abbonda facendo da catalizzatore dei problemi di coppia dei protagonisti di entrambi i racconti. Forse il tutto è un po’ troppo leggero. Comunque ben scritto.

Avatar utente
giancarmine trotta
Messaggi: 383

Re: Jet (sun)set

Messaggio#8 » martedì 28 novembre 2017, 19:13

Ciao Gualtiero,
la storia è carina, si basa sull'alternanza racconto/avvenimento. Abbastanza ermetica fino alla fine (almeno per me!), nel senso che mentre è molto comprensibile il fatto che una mamma stia raccontando una storia alla bimba, risulta una sorpresa il fatto che anche la famiglia di Thomas sia una famiglia di vampiri.
Questa struttura, complicata da sviluppare per il rischio di dire troppo o troppo poco, l'hai gestita bene, puntando sui dialoghi. Forse, ma dico forse e per un mio gusto personale, sarebbe stata ancora più accattivante se ci fosse stato un indizio piccolo piccolo sul loro essere vampiri nel paragrafo in cui il bimbo chiede cos'è un bordello. L'ultimo rigo sarebbe stato un gustosissimo "sangue freddo!". Il racconto, considerando MC e i suoi tempi stretti, per me è comunque riuscito.
Alla prossima,
G.

Gualtiero Bianchi
Messaggi: 65

Re: Jet (sun)set

Messaggio#9 » martedì 28 novembre 2017, 21:22

giancarmine trotta ha scritto:Ciao Gualtiero,
la storia è carina, si basa sull'alternanza racconto/avvenimento. Abbastanza ermetica fino alla fine (almeno per me!), nel senso che mentre è molto comprensibile il fatto che una mamma stia raccontando una storia alla bimba, risulta una sorpresa il fatto che anche la famiglia di Thomas sia una famiglia di vampiri.
Questa struttura, complicata da sviluppare per il rischio di dire troppo o troppo poco, l'hai gestita bene, puntando sui dialoghi. Forse, ma dico forse e per un mio gusto personale, sarebbe stata ancora più accattivante se ci fosse stato un indizio piccolo piccolo sul loro essere vampiri nel paragrafo in cui il bimbo chiede cos'è un bordello. L'ultimo rigo sarebbe stato un gustosissimo "sangue freddo!". Il racconto, considerando MC e i suoi tempi stretti, per me è comunque riuscito.
Alla prossima,
G.


Ciao Giancarmine,
ti ringrazio per il commento e soprattutto per il più che valido suggerimento, è una cosa a cui non avevo pensato! Per fortuna che ci siete voi lettori :-D

Avatar utente
DandElion
Messaggi: 591

Re: Jet (sun)set

Messaggio#10 » mercoledì 29 novembre 2017, 17:01

Mh!
Allora il tuo racconto mi era piaciuto, però poi avevo interpretato la cosa diversamente e in tono molto più tragico di quello che era la tua intenzione (espressa in fondo nei commenti).
Avevo capito che la Sue finale fosse la versione "adulta" della Sue iniziale che ha chiamato il figlio Thomas come il fratello e che quindi rievoca le orme della madre che ha assassinato il padre.. insomma mi sono fatta un trip che tu non avevi pensato e quindi adesso sono in crisi perchè non avevo capito dove andasse a parare il racconto .. aiutoh!
#AbbassoIlTerzoPuntino #NonSmerigliateLeBalle
#LicenzaPoeticaGrammatica
Adoro le critiche, ma -ve prego!- che siano costruttive!!

Gualtiero Bianchi
Messaggi: 65

Re: Jet (sun)set

Messaggio#11 » mercoledì 29 novembre 2017, 21:01

DandElion ha scritto:Mh!
Allora il tuo racconto mi era piaciuto, però poi avevo interpretato la cosa diversamente e in tono molto più tragico di quello che era la tua intenzione (espressa in fondo nei commenti).
Avevo capito che la Sue finale fosse la versione "adulta" della Sue iniziale che ha chiamato il figlio Thomas come il fratello e che quindi rievoca le orme della madre che ha assassinato il padre.. insomma mi sono fatta un trip che tu non avevi pensato e quindi adesso sono in crisi perchè non avevo capito dove andasse a parare il racconto .. aiutoh!


Beh, diciamo che se da una parte è bello scrivere qualcosa che dia adito a multiple ragionevoli spiegazioni, dall'altra significa che non sono riuscito a veicolare correttamente il messaggio! Andrà meglio la prossima volta (spero) :-)

Federico Martello
Messaggi: 66

Re: Jet (sun)set

Messaggio#12 » giovedì 30 novembre 2017, 14:11

Ciao Gualtiero, devo essere sincero: non ho capito il tuo testo. La scrittura è davvero buona, il tono e lo stile anche, ho sorriso in diversi punti, ma arrivato alla fine ho avuto la netta sensazione mi mancasse qualcosa, insomma come se ci fosse stato un crescendo che però non mi avesse portato da nessuna parte. Sono sicuro sia una mia mancanza, per la quale mi scuso, ma anche rileggendo e rileggendo ho continuato a trovare un testo formalmente ben fatto, ma il cui Punto del contenuto non la smetteva di sfuggirmi. Devo confessare di essere riuscito a farmi un'idea solo dopo il tuo commento di risposta a Fernando, prima di allora non sono davvero riuscito a trovare un senso "letterario" alla cosa, e davvero, leggendo le svariate interpretazioni che ci sono state sono sempre più convinto che sia una mancanza in gran parte mia, ma che non riesco a non credere anche parte del racconto. Insomma, forse sarebbe servito rendere più chiaro l'obiettivo a cui puntavi, le intenzioni che avevi verso il lettore e cosa avresti desiderato pensasse/provasse alla fine del testo, almeno a mio avviso

Gualtiero Bianchi
Messaggi: 65

Re: Jet (sun)set

Messaggio#13 » venerdì 1 dicembre 2017, 0:37

Dai due indizi fanno una prova, direi che avrò di che riflettere per la prossima volta! Grazie a te Federico e grazie di nuovo a tutti per i commenti!

Avatar utente
antico
Messaggi: 4064

Re: Jet (sun)set

Messaggio#14 » lunedì 4 dicembre 2017, 14:50

Sai che le tue intenzioni, quelle di mettere a contrasto ricchi e poveri nella società dell'immagine, non mi sono arrivate? Credo che il testo avrebbe giovato dei duemila caratteri che non hai utilizzato e t'invito a provarci nel Laboratorio perché potrebbe venirne fuori proprio un bel racconto. Allo stato attuale, occhio che ho faticato a capire il cambio di setting e la prima volta che ho letto Sue ho pensato fosse un diverso modo per chiamare Elisabeth, quindi lì, a mio avviso, c'è un problema. Pollice ni, ma che vira più verso il positivo.

Avatar utente
DandElion
Messaggi: 591

Re: Jet (sun)set

Messaggio#15 » lunedì 22 gennaio 2018, 22:51

Gualtiero Bianchi ha scritto: Andrà meglio la prossima volta (spero) :-)

Claro que si!
scusa ho letto solo ora.. manco da "un po' "..
#AbbassoIlTerzoPuntino #NonSmerigliateLeBalle
#LicenzaPoeticaGrammatica
Adoro le critiche, ma -ve prego!- che siano costruttive!!

Torna a “108° Edizione ALL TIME - ANDREA CARLO CAPPI EDITION - La DODICESIMA della Quinta Era”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite