La promozione

Appuntamento per lunedì 18 dicembre dalle 21.00 all'una con gli autori de LA CORTE EDITORI capitanati direttamente da Gianni La Corte!
Avatar utente
SalvatoreStefanelli
Messaggi: 278

La promozione

Messaggio#1 » lunedì 18 dicembre 2017, 23:58

La corsa lungo via Caracciolo lasciava il sapore della vittoria tra le labbra di Andrea. Il sapore delle labbra di Giulia. Quello dello spumante, del vento, del mare e della notte, che sembrava sempre più magica.
Tutto era iniziato quel pomeriggio, quando il suo datore di lavoro lo aveva convocato per conferirgli l’incarico a Direttore Generale della Divisione Commerciale dell’azienda. Anni a sgobbare, ingoiando rospi, erano serviti a farsi le ossa. I servilismi nei confronti dei superiori, mai melensi o troppo da tappeto dove pulirsi i piedi, avevano giovato a farsi ben volere.
Aveva chiamato Giulia appena uscito dall’ufficio.
«Dobbiamo festeggiare, piccola. Ho voglia di fare pazzie!».
«Che è successo di così speciale, amore?».
«Tra un’ora sarò sotto casa tua. Vestiti da sballo e te lo dirò».
Lei lo aveva accontentato ma non glielo aveva ancora detto.
Al ristorante, davanti alla vista del golfo, con il Vesuvio che si stagliava in lontananza sotto un cielo di stelle, una cena a base di pesce e dell’ottimo vino bianco, aveva brindato con lei senza rivelarle nulla. Era stato dura trattenersi e non rispondere alle insistenti domande di Giulia, ma c’era un motivo. Un motivo che passava spesso tra le sue dita, con una gran voglia di uscire fuori dalla tasca, ma che vi veniva ricacciato dentro perché non era ancora il momento giusto.
La decapottabile bianca era volata giù da Posillipo sino a Mergellina in un lampo, tra spumante e risa, baci voluttuosi e sguardi appassionati. Quando Giulia, bellissima nel vestito rosso, si era messa in piedi sul sedile e la gonna si era alzata al vento mettendole in risalto le gambe tornite, su sino al vello libero dall’intimo, un brivido gli aveva attraversato il membro e ora sembrava volesse esplodergli fuori dal pantalone. Andrea guardò il Vesuvio, dritto in piedi oltre Castel dell’Ovo, e accelerò. La città fluì sotto le ruote, oltre Santa Lucia e il porto, verso la montagna che da secoli, tra amore e fuoco, aveva vegliato sui napoletani, dando loro quel gusto della vita e il senso della morte che, forse, nessun altro popolo al mondo poteva vantare e di cui lui era orgoglioso. S’inerpicò per la Provinciale 114 sino a quota mille. Il piazzale di lapilli giaceva nel silenzio più totale. Sotto di loro Napoli e l’hinterland, le tante luci, i suoni attutiti e la bellezza che lasciava senza fiato, nascondendo il buio di alcune delle sue molteplici facce. Andrea non ci volle pensare. Afferrò la mano di Giulia e la guidò verso il sentiero del Gran Cono. I piedi affondavano sotto il loro peso nello strato friabile dei lapilli, rendendo faticoso la salita in cima, tra le risa e le ultime gocce di spumante che si riversavano fuori dalle loro bocche bramose. Lì si sentiva il padrone del mondo, accanto alla donna più bella che avesse mai visto, la più desiderabile. Sì, quello era il luogo giusto, doveva solo trovare il momento.
«Andrea, me lo dici ora cosa c’è da festeggiare?».
«Come potrei negarti una risposta se me lo chiedi con quel musetto? Oggi, in ufficio è accaduta una cosa straordinaria…».
«Ti hanno dato la promozione che tanto volevi. Dimmi, è così, vero?» Giulia sprizzava gioia da ogni poro.
«Ma così non vale! Avrei voluto dirtelo io».
«Scusa, scusa, amore. Okkei, fai finta di niente e dimmelo tu. Ma è proprio una bella notizia: te lo meriti».
«Come faccio a far finta di niente se continui così?». Andrea la guardò negli occhi e sorrise, era incredibile quanto l’amava. « Allora, facciamo in questo modo, ti inginocchi davanti a me, m’implori di dirtelo e io lo farò».
Ridendo, Giulia s’inginocchiò. « Ti amo troppo, lo sai, e farei qualsiasi cosa per te, anche questo». «Sono pronta, amore, dimmi tutto. A, sì, le scuse. Ti chiedo perdono».
Andrea accarezzò lo scatolino che da tempo rigirava tra le dita. «Giulia, sei la cosa più bella che mi sia capitata. Ti amo da impazzire. Vuoi rendermi felice per tutta la vita?».
Giulia, alla vista dell’anello, strabuzzò gli occhi, che divennero presto lucidi dall’emozione. Fissò quelli dell’amato, poi l’anello, poi le sue ginocchia sui lapilli, poi di nuovo il suo amato in piedi e pensò che c’era qualcosa di veramente buffo in quella scena e non riuscì a trattenersi dal ridere ancora.
«Ehi! Mi prendi pure in giro?».
Lei si alzò di scatto. «No, amore, non lo farei mai» e rise ancora, prima di baciarlo. «Per tutta la vita, insieme: io e te».
La notte stava diventando sempre più piccola mentre la luna illuminava i loro corpi coesi nell’amplesso. Le prime luci li colsero ancora abbracciati. Giulia si stiracchiò e fece qualche passo per riprendersi dal fresco dell’alba.
Squillò il cellulare.
«Toh! Un messaggio del mio capo. Perché poi l’avrà mandato a te?».
Giulia non fece in tempo a fermarlo, Andrea lo stava già leggendo.
«Buongiorno Amore. Allora te lo ha detto? Ho fatto come mi hai chiesto: l’ho promosso in un ruolo importante. Adesso, però, ho una gran voglia di te. Hai un debito, piccola, e sto venendo a riscuoterlo. Smack!».



Avatar utente
SalvatoreStefanelli
Messaggi: 278

Re: La promozione

Messaggio#2 » lunedì 18 dicembre 2017, 23:59

Non sono molto in vena questa sera, lo si vede da quello che ho scritto. Scusate. Buon divertimento a tutti.

Avatar utente
antico
Messaggi: 4110

Re: La promozione

Messaggio#3 » martedì 19 dicembre 2017, 0:00

Ciao Salvatore! I parametri sono tutti rispettati, divertiti in questa Natale a LA CORTE Edition!

Ps: puoi modificare il racconto fino all'una, ma non oltre. Occhio che in tal caso andrò a modificare sia il tuo orario di consegna che a ricontrollare i caratteri! Se invece lo modificherai oltre l'una (fino all'orario massimo dell'1.33) sarò costretto ad assegnarti un malus tempo!

Avatar utente
Sonia Lippi
Messaggi: 137

Re: La promozione

Messaggio#4 » martedì 19 dicembre 2017, 18:11

Ciao Salvatore...
Tu non ti sentirai in vena ma a me il racconto è piaciuto...
Sicuramente è migliorabile, forse c'è troppa poca azione e tanta spiegazione ma nel complesso è godibile e scorrevole.
Se passi il turno puoi migliorarlo tranquillamente perché per me è un buon racconto.
Buona serata

Avatar utente
SalvatoreStefanelli
Messaggi: 278

Re: La promozione

Messaggio#5 » martedì 19 dicembre 2017, 21:15

Grazie Sonia. Se potrò, cercherò di migliorarlo.

Kuranes
Messaggi: 105

Re: La promozione

Messaggio#6 » giovedì 21 dicembre 2017, 12:12

Ciao Salvatore! In realtà ho apprezzato molto la punchline, durante tutta la lettura mi sono chiesto quale sarebbe stata e quando sarebbe arrivata... Non me l'aspettavo e ha fatto il suo dovere. Però i dialoghi li ho trovati un po' artefatti e la patina da romanzo rosa comunica più stucchevolezza che non ironia. Molto bello il passaggio sul Vesuvio-gusto della vita-senso della morte. Nota di editing: "I piedi affondavano sotto il loro peso nello strato friabile dei lapilli", il loro peso di chi? Di Giulia e Andrea? Perché in quella posizione sembra quasi richiamare i piedi stessi... Quel "sotto il loro peso" lo toglierei che secondo me indebolisce l'immagine.

Avatar utente
SalvatoreStefanelli
Messaggi: 278

Re: La promozione

Messaggio#7 » giovedì 21 dicembre 2017, 14:44

Ciao K. Grazie del commento. Hai ragione sui piedi, a rileggerlo trovo anch'io che sia poco chiaro e toglierlo alleggerisce. Sul fatto che i dialoghi siano poco ironici è che non sono bravo in questa cosa. Probabilmente, hai anche ragione sul fatto che sembrino artefatti (lo dicevo io che non ero in vena). Per il Vesuvio, apprezzo tantissimo il tuo commento: per me è un monte sacro, il mio monte sacro, e riuscire a trasmettere emozioni nel descriverlo mi fa solo piacere.

Avatar utente
Andrea Partiti
Messaggi: 942
Contatta:

Re: La promozione

Messaggio#8 » venerdì 22 dicembre 2017, 0:17

Il racconto mi è piaciuto, non è perfetto, ma nessuno pretende che lo sia!
Il tema c'è, ascesa e caduta, tutto in una notte.
La struttura della storia funziona bene, al massimo aggiungerei qualche piccolo richiamo al finale in modo da anticiparlo lievemente. Uno sguardo cupo della ragazza, anche solo una premonizione di quanto sta per arrivare, in modo che non sia completamente inatteso, in modo che il lettore sappia che "qualcosa sta arrivando davvero".
Poi sì, i dialoghi vanno snelliti un po' e serve una mano di bianco/editing (tipo un banale "zerbino" al posto quel "tappeto dove pulirsi i piedi" nell'incipit ^^)
Anch'io ho apprezzato molto la scalata in auto, il senso di libertà ed eccitazione. E' una scena davvero potente.

Avatar utente
SalvatoreStefanelli
Messaggi: 278

Re: La promozione

Messaggio#9 » venerdì 22 dicembre 2017, 1:07

Tante grazie anche a te, Andrea, per il commento e gli ottimi consigli. Mi emoziona sapere che la scena del Vesuvio stia piacendo, paradossalmente è come se un figlio fosse promosso: ti rende orgoglioso e fiero di lui.

Avatar utente
jimjams
Messaggi: 558

Re: La promozione

Messaggio#10 » mercoledì 27 dicembre 2017, 10:51

Rido, che racconto bastardo, finale forse un po' telefonato ma divertente. C'è qualcosa che mi disturba nello stile molto pomposo di alcune parti, ma non capisco se è così per risultare un po' ironico o se l'intenzione era seria. In ogni caso è un mio limite, io quando leggo la coppia "bocche bramose" e similia ho un piccolo brividino di rigetto... Il problema quando si usa lo stile in chiave ironica è che se poi l'ironia non si coglie, non passa, rimane di fatta la sensazione che avrebbe lasciato quello stesso stile usato seriamente. Ho quindi faticato un po' nella lettura. Non ci sono soluzioni facili per padroneggiare l'ironia, se non continuare a provare. Tema mi pare centrato.

Mirtide
Messaggi: 13

Re: La promozione

Messaggio#11 » mercoledì 27 dicembre 2017, 10:54

È il secondo racconto che ho letto ad ambientazione napoletana e devo dire di aver apprezzato il plot twist del tradimento a fin di bene, se così si può effettivamente chiamare. Aldilà della trama, che sicuramente lascia il lettore ridente o a bocca aperta (nel mio caso ridente), ho molto apprezzato i momenti descrittivi che costituiscono una sorta di montaggio veloce delle meraviglie che hai voluto mettere in risalto. Mi viene da chiedermi se quello di Giulia sia stato un atto d’amore verso Andrea o un semplice tenere il piede in due scarpe, come si suol dire, ma il tempismo della scoperta e l’ironia amara del tutto fa passare la domanda in secondo piano. Una lettura leggera, divertente e piacevole.

Avatar utente
SalvatoreStefanelli
Messaggi: 278

Re: La promozione

Messaggio#12 » mercoledì 27 dicembre 2017, 12:16

Grazie Mirtide e JimJams dei commenti. Poca ironia nel racconto, ci ho provato ma non sono riuscito. Vedrò se sarà il caso di rimetterci mano e postarlo in una nuova veste nel laboratorio. Ormai è già chiaro che non risulta all'altezza degli altri racconti partecipanti.

mezzomatto
Messaggi: 150

Re: La promozione

Messaggio#13 » mercoledì 27 dicembre 2017, 17:01

La promozione
Buona architettura generale del racconto che porta il lettore a una soluzione assolutamente inaspettata. Da rivedere la scrittura, un po' stereotipata sui clichè dei racconti rosa, ma che lascia intravvedere buone potenzialità di miglioramento. La gioia concitata del viaggio in auto decapottabile è ben mostrata. Da perfezionare anche il momento della lettura del messaggio sul cellulare di Giulia, che, così com'è è un po' banalotto (oltre che maleducato). Bisognerebbe anticiparlo con qualche allusione a una abitudine consolidata fra i due a cui lei, però, ultimamente tende a sottrarsi.

Avatar utente
marco.roncaccia
Messaggi: 518
Contatta:

Re: La promozione

Messaggio#14 » giovedì 28 dicembre 2017, 12:28

Ciao Salvatore,
il tuo racconto è ben scritto e perfettamente in tema. Ho apprezzato molto come hai reso l’ambientazione napoletana. La cosa che mi convince di meno è il finale. Lui che prende il telefono di lei e legge il messaggio del suo capo. Mi suona inverosimile.
Nel pezzo “Giulia alla vista dell’anello …” operi un cambio di punto di vista, passando da quello di lui a quello di lei. In un racconto in cui il POV è sempre quello di lui, questo mi sembra un errore

Avatar utente
Vastatio
Messaggi: 618

Re: La promozione

Messaggio#15 » giovedì 28 dicembre 2017, 13:28

Ciao,

ci sono tante piccole cose che mi infastidiscono nel tuo racconto ma sono quasi tutte preferenze personali: stile un po' troppo pomposo, descrizioni di moto a/per luogo (come ho scritto in un altro commento io generalmente non "vedo" e quindi le descrizioni dei luoghi mi "annoiano"), tradimento (che è uan cosa che non riesco facilmente a digerire)... L'unica cosa forse non "personale" sono le situzioni: un po' forzose. Lui che non vuole "rivelare" ma sciala e scialacqua come solo un evento tanto atteso e cercato (che ha, forse, gettato nelle braccia del capo la sua ragazza), lei che non sa sapendo... Non so, sinceramente, poi... se hai un amante, non metti un codice al telefono? non blocchi le notifiche? non ti fai furba? Mah...

Federico Martello
Messaggi: 66

Re: La promozione

Messaggio#16 » giovedì 28 dicembre 2017, 20:27

Ciao Salvatore, un racconto davvero divertente e costruito per essere davvero bastardo, cosa che ho molto apprezzato. La costruzione è ottima, porti il lettore esattamente dove vuoi per tutto il tempo per poi spiazzarlo all'ultimo con appena due righe, alle quali è impossibile non sorridere per la cattiveria della storia. Perfettamente centrato il tema e uno stile adeguato alla narrazione, non ho davvero correzioni da fare, una bella prova

Avatar utente
SalvatoreStefanelli
Messaggi: 278

Re: La promozione

Messaggio#17 » venerdì 29 dicembre 2017, 9:22

Grazie a tutti per i commenti. Cercherò di tener conto di ogni vostro suggerimento, nel caso decidessi di rimettere mano al racconto, ove mai passasse il turno o nel Laboratorio, se là dovesse finire. Mi spiace solo di non essere ancora riuscito a scrivere un racconto che metta tutti d'accordo sull'ottima qualità dello stesso. Spero di riuscirci nel 2018. Auguri di buona fine e buon principio, AUGURI di un MERAVIGLIOSO anno di SODDISFAZIONI e SERENITA' a TUTTI (scusate ma non ho ancora capito come si creino le maiuscole accentate).

Avatar utente
antico
Messaggi: 4110

Re: La promozione

Messaggio#18 » domenica 7 gennaio 2018, 20:25

Anche se in serata di scarsa vena, come da te stesso confessato, hai prodotto un racconto meritevole. La scrittura è molto buona, ma del resto il tuo stile è solido e organizzato. Il finale è affrettato e forse andrebbe seminato un pelo di più in corso di svolgimento. Per me un pollice tendente all'alto.

Avatar utente
SalvatoreStefanelli
Messaggi: 278

Re: La promozione

Messaggio#19 » lunedì 8 gennaio 2018, 10:55

Grazie del commento, Antico. Vista la tua valutazione che mi mantiene intorno alla quarta posizione devo supporre che il mio racconto non finirà in finale. Manco sempre di qualcosa e non riesco a fare il salto di qualità, mi spiace. Probabile che tra qualche giorno lo metta in Laboratorio, anche se non so quanto possa servire. Alla prossima, sperando di fare meglio.

Avatar utente
antico
Messaggi: 4110

Re: La promozione

Messaggio#20 » lunedì 8 gennaio 2018, 21:20

Ciao Salvatore! Guarda, per esperienza personale come partecipante a Minuti Contati, possono anche solo essere periodi così. Quando mi approcciai a questo MERAVIGLIOSO contest non riuscii a rendere per come desideravo per più di dieci edizioni. Andavo benino, ma mi mancava sempre quel qualcosa. Poi, d'improvviso, trovai la quadra. Detto questo, possono anche esserci delle occasioni in cui un racconto che merita non riesce ad avere il giusto riscontro, cosa che a mio personalissimo parere ti è capitato un paio di mesi fa (se non erro) con il racconto che poi hai postato nel Laboratorio e che tra pochi giorni porterò in Vetrina. Anche questo fa parte del gioco. :)

Torna a “110° EDIZIONE - Natale a... LA CORTE Edition - la TREDICESIMA della QUINTA Era”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite