Notte - Mario Pacchiarotti

Appuntamento per lunedì 18 dicembre dalle 21.00 all'una con gli autori de LA CORTE EDITORI capitanati direttamente da Gianni La Corte!
Avatar utente
jimjams
Messaggi: 558

Notte - Mario Pacchiarotti

Messaggio#1 » martedì 19 dicembre 2017, 0:55

«Ehi, Tony, che ci fai tutto solo qui in spiaggia? Sarai mica depresso? Dai, andiamo, che gli altri sono già in discoteca.»
«Abbassa la voce. Guarda là» gli rispose Tony, indicando una figura a una trentina di metri, in piedi sul bagnasciuga, rivolta verso il mare.
«Cavolo, che pezzo di ragazza… Ma è tutta nuda. Da dove sbuca?»
«Non lo so, mi stavo fumando uno spino per conto mio, a un certo punto l’ho notata. Lì per lì ho pensato a un sogno. Sarà venuta giù da quella villa lì.»
«Però non è il tuo tipo, a te piacciono bionde e secche, questa invece è mora e bella in carne, più il tipo mio.»
Tony scosse la testa. «Non dire cazzate, ha un fisico statuario.»
«Sarà come dici tu, ma è meglio lasciarla stare. Ricordi che ci ha detto l’albergatore? State alla larga dalla spiaggia a destra, è privata e sono ricconi piuttosto nervosi. Dai, andiamo che su è pieno di topa molto più accessibile.»
«Vai, vai, io voglio parlare con quella.»
L’amico alzò le spalle e si fece una risata.
«Fa come ti pare, capoccione, ci vediamo domani mattina e vediamo chi ha combinato qualcosa e chi no. Siamo due a uno per me, ricorda.»
Tony rise a sua volta. «Vaffanculo, Cesare, contiamo domani, questa vale cinque punti.»
Si avviò verso la donna, mentre l’amico andava in direzione opposta, ridacchiando.
Per evitare di spaventare la ragazza si fermò a qualche passo.
«Bellissima notte» disse, a voce alta.
La figura si voltò e Tony poté vederne il volto. Appariva più adulto di quello che il corpo non lasciasse intuire, lo trovò bello anche se tutt’altro che perfetto. Aveva una strana espressione, che trovò inquietante ma al tempo stesso lo intrigava.
«Mi trovi bella?» chiese la donna.
Tony esitò, non si aspettava un esordio così diretto. Ma non era tipo da rimanere a lungo sorpreso.
«Bellissima, in effetti» confermò.
Lei rise. «Almeno quanto basta per infrangere una proprietà privata.»
«Oh, perbacco» rispose lui, pronto. «Non me ne sono reso conto, a quest’ora non è così semplice capire dove inizia la sabbia vostra e dove finisce quella dell’albergo, a me paiono uguali anche di giorno.»
«Per questa volta sei perdonato» scherzò lei. «Ma visto che ormai hai sconfinato, dovresti avvicinarti di più. Per parlare meglio.»
«Se la cosa non ti mette a disagio.»
«Perché dovrebbe?»
«Per il fatto… dei vestiti.»
«Dovrei essere a disagio perché indossi dei vestiti?»
Diavolo, pensò Tony, questa mi prende in giro e io faccio la figura del fesso.
«No, no, va tutto bene» e senza indugiare colmò lo spazio che li separava.
Quando si fermò lei si avvicinò ancora, arrivando quasi a contatto. Lo superava appena in altezza.
«Cosa cerchi a quest’ora, da solo, in giro per la spiaggia?» gli chiese.
«Niente di speciale, mi piace stare da solo, di notte, a pensare.»
Lei sorrise. «Solo, con la notte.»
Tony annuì. «Già, è una compagna intrigante.»
«Mi fa piacere sentirtelo dire, sono rari ormai gli uomini che amano la notte.»
«Hai anche tu questa passione, vedo. Stavi qui a rimirare il mare…»
«Aspettavo un eroe» rispose lei «un tempo venivano dal mare.»
Era tanto vicina che Tony aveva l’impressione di riuscire a percepirne il calore. Lo stava guardando dritto negli occhi.
«Magari stavolta l’eroe viene dalla spiaggia» aggiunse, poggiandogli le mani sulle spalle. Poi cominciò a saggiarne le braccia, i muscoli del petto.
«Ce l’hai il fisico dell’eroe. Potresti essere tu.» Fece una breve pausa. «Sei tu?»
Tony non era sicuro sul da farsi. Era già piuttosto eccitato, e propenso a prendere tutta quella sceneggiata come un invito a fare sesso subito, lì sulla spiaggia. Una parte di sé aveva già iniziato a pregustare una possibile notte di sesso selvaggio e senza limiti, ma un’altra, più profonda, subdorava un qualche pericolo. Tuttavia, non c’era partita.
«Sì, sono il tuo eroe, farò tutto quello che vuoi» buttò lì, confidando in una reazione positiva.
«Un Ercole, un Proteo, un Giasone…»
«Tutto quello che vuoi.»
La donna ora gli accarezzava la schiena, via via con più forza, i capezzoli che sfioravano il petto dell’uomo.
«Sarai il mio eroe, viaggerai per me, sconfiggerai i miei nemici, porterai alla gloria il mio nome?»
Ormai erano avvinghiati, lui le stringeva i glutei, lei le aveva afferrato i fianchi.
«Giura!» ordinò la donna.
«Giuro!» capitolò lui, senza più remore.

«Ma insomma, non ci ha detto come si chiamava, questa dea» chiese la giornalista con gli occhialoni rotondi.
«Nyx, si chiamava Nyx, la Notte, figlia del Caos, madre di Eros e Thanatos, tra gli altri» rispose paziente Tony.
«E vuole farci credere che tutta la trilogia lei l’ha sognata? Proprio quella notte, tutta in una sola notte?» domandò il giovane inviato di Canale 42.
«Questa è stata la mia esperienza. Forse lo spinello aveva qualche problema e ho sognato tutto, sta di fatto che la mattina dopo mi sono svegliato sulla spiaggia e avevo la memoria precisa di questa… di questo sogno, dall’incontro con Nyx a tutte le avventure compiute in suo nome.»
«Ma alla fine, ci ha fatto sesso?»
Tony sorrise e non rispose.



Avatar utente
antico
Messaggi: 4082

Re: Notte - Mario Pacchiarotti

Messaggio#2 » martedì 19 dicembre 2017, 0:58

Ciao Mario! Tutto ok con i parametri, divertiti in questa Natale a LA CORTE Edition!

Ps: puoi modificare il racconto fino all'una, ma non oltre. Occhio che in tal caso andrò a modificare sia il tuo orario di consegna che a ricontrollare i caratteri! Se invece lo modificherai oltre l'una (fino all'orario massimo dell'1.33) sarò costretto ad assegnarti un malus tempo!

Avatar utente
jimjams
Messaggi: 558

Re: Notte - Mario Pacchiarotti

Messaggio#3 » martedì 19 dicembre 2017, 1:04

antico ha scritto:Ciao Mario! Tutto ok con i parametri, divertiti in questa Natale a LA CORTE Edition!

Ps: puoi modificare il racconto fino all'una, ma non oltre. Occhio che in tal caso andrò a modificare sia il tuo orario di consegna che a ricontrollare i caratteri! Se invece lo modificherai oltre l'una (fino all'orario massimo dell'1.33) sarò costretto ad assegnarti un malus tempo!


No, non tocco niente, più che altro mi viene voglia di scriverne altri. Non so perché ma una volta che ho finito il primo mi vengono sempre altre idee più convincenti... :-)

Avatar utente
antico
Messaggi: 4082

Re: Notte - Mario Pacchiarotti

Messaggio#4 » martedì 19 dicembre 2017, 1:07

Questo perché partecipare a Minuti Contati è, sempre, un'incredibile botta di adrenalina per la creatività :)

Avatar utente
SalvatoreStefanelli
Messaggi: 278

Re: Notte - Mario Pacchiarotti

Messaggio#5 » martedì 19 dicembre 2017, 9:47

Mah! Ti verranno anche idee più coinvolgenti, ma questa non è niente male. C'è un buon ritmo, è intrigante e ti lascia pensare a più finali (horror, romantico, avventuroso, thriller) sino alla seconda parte. Quando ho letto il finale da te scelto ho pensato: qui c'è una storia già scritta da qualche parte, forse un romanzo già pubblicato o che si vorrebbe pubblicare, da cui hai preso spunto per questa specie di spin-off letterario. La storia fa sorridere, prende quella parte romantica di ognuno, sfiora il desiderio erotico di tanti sogni giovanili e non solo, fa sperare in un finale a sorpresa che metta i brividi... poi, si conclude in una simpatica trovata che ti lascia con il sorriso, anche se un po' insoddisfatti. Comunque, bravo.

alexandra.fischer
Messaggi: 1740

Re: Notte - Mario Pacchiarotti

Messaggio#6 » martedì 19 dicembre 2017, 18:40

NOTTE di Mario Pacchiarotti Simpatica storia: l’aspirante dongiovanni Tony in vacanza al mare con l’amico Cesare incontra la dea della Notte in cerca di avventure a sua volta (gli chiede di essere il suo eroe per una notte). Simpatico il finale, con Tony diventato celebre per via della sua avventura con la dea. Il particolare che fosse sotto l’effetto di stupefacenti durante l’incontro con la dea rende la storia il tipico fantastico puro (peccato che Tony non abbia parlato di più ai giornalisti delle sue imprese).

viviana.tenga
Messaggi: 500

Re: Notte - Mario Pacchiarotti

Messaggio#7 » sabato 23 dicembre 2017, 22:38

Ciao Mario,
Il racconto è ben scritto, ma sono un po' perplessa per il finale, che ho trovato anticlimatico. Forse avevo troppo in mente Bilquis di American Gods (non so se hai presente, ma a un certo punto la somiglianza è molto forte) e quindi troppe aspettative verso una conclusione più truculenta. Per il resto, il racconto è ben scritto, la scena principale ben costruita e non trovo particolari appunti da farti.

Fernando Nappo
Messaggi: 585

Re: Notte - Mario Pacchiarotti

Messaggio#8 » mercoledì 27 dicembre 2017, 21:53

Ciao Mario,
un buon racconto, che rispetta il tema. Mi è piaciuto come si sviluppa: si inizia con un Tony semi depresso e spinellato, per arrivare a un crescendo di tensione erotica tra Tony e la misteriosa nudista che promette faville. Il finale, però, rispetto a quanto lo precede, mi è sembrato un po' debole, un po' sottotono. A una prima lettura non avevo neppure capito perché un qualche giornalista stesse intervistando Tony. Si capisce, alla fine, ma a mio parere lascia un pochino delusi.

Avatar utente
raffaele.marra
Messaggi: 397

Re: Notte - Mario Pacchiarotti

Messaggio#9 » mercoledì 27 dicembre 2017, 22:42

La cosa che più mi è piaciuta di questo racconto è il contrasto, che almeno io ho percepito come tale, tra la situazione iniziale, leggera e intrigante, quasi da commedia, e il personaggio femminile che, al contrario, rivela una profondità mitica che eleva improvvisamente il racconto su ben altri lidi. Questo contrasto è ancora più evidente alla luce dello stile sobrio e scorrevole che utilizzi (questa, mi pare di ricordare, è un po' una tua caratteristica). Alla fine resta la sensazione di aver letto qualcosa di importante, forse addirittura filosofico, ma attraverso un testo che fa di tutto per mantenere leggerezza e semplicità. Per fare un parallelo con la musica, è un po' come alcune canzoni di Gabbani, piene di significato eppure estremamente "pop" e godibili senza alcuna scontata magniloquenza. Capisco anche che, a ben vedere, questo contrasto che io qui accetto come caratteristica positiva (per l'originalità), potrebbe essere interpretato negativamente da altri lettori.

Avatar utente
giuseppe.gangemi
Messaggi: 165

Re: Notte - Mario Pacchiarotti

Messaggio#10 » giovedì 28 dicembre 2017, 10:58

Ciao Mario,
la storia è stata di mio gradimento.
Per certi aspetti è un racconto abbastanza classico ma mi ha sorpreso il finale che proprio non mi aspettavo. Non immaginavo proprio che il tuo protagonista fosse uno scrittore di una trilogia.
Penso sia un racconto ben scritto, forse alcune info mitologiche non sono proprio corrette ma mi potrei sbagliare. Proteo non penso sia un eroe ma più una divinità minore e poi a me fa venire in mente soprattutto la sindrome di proteo e non un eroe. Penso che queste imprecisioni siano volute.
Tema rispettato, bella storia.

Avatar utente
giancarmine trotta
Messaggi: 383

Re: Notte - Mario Pacchiarotti

Messaggio#11 » giovedì 28 dicembre 2017, 15:54

Ciao Mario,
per me la storia è molto godibile, per restare in tema. A caldo mi ha lasciato perplesso il finale, un po' debole rispetto ai primi tre/quarti del racconto. A freddo il finale ci sta tutto, il racconto è in tema perché quella notte cambia la vita al protagonista. Ho trovato i dialoghi molto realistici e i pensieri del protagonista altrettanto verosimili in quella situazione. Mi è dispiaciuto non aver saputo del suo amico. Ha aggiunto un punto oppure è rimasto a due? :-)
Per me è un bel racconto, alla prossima,
G.

Avatar utente
antico
Messaggi: 4082

Re: Notte - Mario Pacchiarotti

Messaggio#12 » domenica 7 gennaio 2018, 13:44

Mi unisco al coro nel sottolinearti come il finale, rapportato alla grandissima prima parte, sia decisamente sottotono. Bello comunque, sia chiaro, ma c'è la sensazione che avresti potuto fare molto di più, anche perché poi, a ben pensarci, il TUTTO IN UNA NOTTE sta proprio in quello che gli è successo, da lui poi raccolto nella trilogia, che tu, invece, byepassi. Pollice tendente all'alto, per me.

Torna a “110° EDIZIONE - Natale a... LA CORTE Edition - la TREDICESIMA della QUINTA Era”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite