Il padre dell'anno - Ambra Stancampiano

Appuntamento a lunedì 19 novembre con Stefano Paparozzi e il suo tema per una nuova serata all'insegna della scrittura!
Avatar utente
AmbraStancampiano
Messaggi: 476
Contatta:

Il padre dell'anno - Ambra Stancampiano

Messaggio#1 » lunedì 19 novembre 2018, 23:59

Il Padre dell'anno

Buio.
La torcia mi tradisce come una vecchia amante, di quelle che sanno bene come e quando farti del male.
La luce mi abbandona proprio mentre quella cosa mi guarda fisso, ansimando nuvolette pestilenziali. Ho appena il tempo di rendermi conto che, in piedi, è alta quasi quanto la galleria in cui mi trovo. Nessuna via di fuga.

Sento tentacoli freddi di nervosismo colarmi dalla schiena e unirsi all’umore malsano che mi risale umido dalle ginocchia. L’acqua fetida mi arriva fin lì. Indago mentalmente l’intera superficie dei miei polpacci per ricordare eventuali ferite: se non muoio adesso, potrei morire più tardi per le infezioni.
Intorno a me percepisco uno sciaguattìo che non mi piace affatto, ma qualsiasi rumore nel buio diventa inquietante. I nostri occhi viziati dall’elettricità non concepiscono la totale assenza di luce, l’impossibilità di controllare l’ambiente ci manda nel panico. Chissà se gli antichi erano meno complessati o se ci vedevano meglio al buio. Ecco, un altro un rumore terrificante, acuto, poi un tonfo e uno sciacquettìo prolungato, sempre più vicino.
La mia schiena ha un tremito, fisso il punto in cui mi pare ci fossero gli occhi del mostro mentre mi sento toccare da mille zampette umidicce. Mi dico che è tutta suggestione, ma sono nelle fognature di fronte a un topo alto due metri.

Sapevo che era una cazzata. Che volevo, il trofeo per il padre dell’anno?

Lo sciacquettìo si avvicina ancora. Intravedo un lucore verdastro avanzare nell’acqua. La pallina verde mi si piazza di fronte, frapponendosi tra me e la bestia; riesco a intuire di nuovo i contorni del gigantesco topo, immobile. La lucina mi guarda, fa un versetto stridulo, poi mi viene incontro e mi si struscia sul polpaccio come se fossimo vecchi amici.
«Fritz!»
È il topino che ho comprato a mia figlia il mese scorso e che è scappato stamattina, trasformando lei in una fontanella mocciolosa e urlante e sua madre in una iena irritabile e violenta. È lo stronzo che ho seguito fin qui. Non so perché sia fluorescente, ma giuro che se riesco a uscire di qui lo appendo al soffitto per la coda.
«Vieni qui, pezzo di...»
Lo afferro. Lui si dimena, squittisce come un matto; il mostro emette un verso basso, simile a un ringhio. Sento l’acqua muoverglisi intorno.
«No, no topino… bravo topino...»
Accarezzo Fritz sulla testa, lui resta un secondo a osservarmi, poi si gira e nuoticchia verso la bestia.

Il topino fluorescente arriva dal topo gigantesco emettendo dei versetti acuti, lei abbassa la testa e lo accoglie con una musata premurosa.
I due confabulano un po’ con versetti e squittii che mi sembrano un vero e proprio discorso, ma sono certo di essermi fottuto il cervello con le esalazioni della fogna.

La madre si scansa, Fritz torna verso di me, mi colpisce le ginocchia con testatine insistenti.
Mi muovo verso l’uscita, preceduto dal topino luminoso.
La madre ci guarda mentre la oltrepassiamo, esita, poi ci segue. Forse vuole venire a casa con noi.
Chissà come la prenderà mia moglie.
Ultima modifica di AmbraStancampiano il martedì 20 novembre 2018, 0:02, modificato 1 volta in totale.


Qui giace il mio cervello, che poteva fare tanto e ha deciso di fare lo stronzo.

Avatar utente
antico
Messaggi: 4714

Re: Il padre dell'anno - Ambra Stancampiano

Messaggio#2 » martedì 20 novembre 2018, 0:01

Ambraaa! Ma che piacere ritrovarti! Bene, bene, sono proprio contento. Detto questo, tutto a posto con i parametri, divertiti in questa Paparozzi Edition!

Avatar utente
AmbraStancampiano
Messaggi: 476
Contatta:

Re: Il padre dell'anno - Ambra Stancampiano

Messaggio#3 » martedì 20 novembre 2018, 0:04

Ciao Antico!
Come si suol dire, chi non muore... ^_^
Buona edizione! :)
Qui giace il mio cervello, che poteva fare tanto e ha deciso di fare lo stronzo.

Avatar utente
maurizio.ferrero
Messaggi: 389

Re: Il padre dell'anno - Ambra Stancampiano

Messaggio#4 » mercoledì 21 novembre 2018, 11:02

Ciao Ambra,

Molto divertente questo ribaltamento che vede protagonista un padre in un contest a tema "La Madre"!. Non tutti si addentrerebbero in una fogna per cercare il topino della figlia, e tanto meno affronterebbero un topo gigante, quindi per me il premio "Padre dell'Anno" l'ha indubbiamente vinto.
Amo le storie strampalate di questo tipo, quindi con i ratti mutanti secondo me hai fatto centro. Peccato che la vicenda si concluda in sospeso e non sapremo mai cosa ha causato questa trasformazione negli animali... O se il padre è diventato matto.
In tutto questo forse il tema del concorso è toccato i maniera fin troppo marginale, ma per quanto mi riguarda ci sta comunque. Ottimo lavoro!

Avatar utente
AmbraStancampiano
Messaggi: 476
Contatta:

Re: Il padre dell'anno - Ambra Stancampiano

Messaggio#5 » venerdì 23 novembre 2018, 12:30

Ciao!
Piacere, e grazie per il commento e per l'apprezzamento :)
In effetti il titolo del racconto è "Il padre dell'anno" e il pov narrante è proprio quello di un padre che ha inseguito il cucciolo della figlia fin nelle fogne, però non intendevo affatto rovesciare il tema ^_^' : il topo gigante è infatti la madre del topino fluorescente, come ho esplicitato solo dopo la comparsa del topino, per rispettare la consapevolezza solo parziale del narratore in prima persona.
Mi fa molto piacere che tu abbia apprezzato i topi mutanti, io li adoro :)
Alla prossima!
Qui giace il mio cervello, che poteva fare tanto e ha deciso di fare lo stronzo.

Avatar utente
Wladimiro Borchi
Messaggi: 258

Re: Il padre dell'anno - Ambra Stancampiano

Messaggio#6 » venerdì 23 novembre 2018, 14:16

Ciao Ambra,
il racconto parte come un horror carico di tensione, poi tutto si scioglie su "No, no, topino! Bravo topino".
Mi sono messo a ridere come un cretino in pausa pranzo, con la gente dell'ufficio che mi guardava come se fossi scemo (e forse lo sono).
Questo ti costerà una penalità!
Scherzi a parte, il racconto è estremamente divertente e azzeccato.
Lo stile, secondo me, è migliorabile.
Ci sono davvero troppi aggettivi, soprattutto nella parte iniziale.
Le immagini che hai trovato restano suggestive anche se ne togli una decina a campione.
Per il resto, niente da dire.
Brava e a rileggerci presto.
Wladimiro
IMBUTO!!!

Emiliani Dominici
Messaggi: 14

Re: Il padre dell'anno - Ambra Stancampiano

Messaggio#7 » sabato 24 novembre 2018, 14:56

Mi piace il fatto che il protagonista di un racconto dedicato alla madre sia in realtà un padre. È apprezzabile l’ironia e lo sviluppo della trama. Il finale è buono, ma ho trovato la prima parte stilisticamente più debole, con troppi aggettivi e l’espressione “tentacoli freddi di nervosismo” che proprio non mi piace.

Avatar utente
megagenius
Messaggi: 415

Re: Il padre dell'anno - Ambra Stancampiano

Messaggio#8 » domenica 25 novembre 2018, 0:08

Salve Ambra!

Nel complesso un racconto interessante e, come ha detto qualcuno, strampalato. Ed essendo io appassionato anche di horror (ma il mio vero amore è la fantascienza...), ho apprezzato un certo tipo di atmosfere alla Dean Koontz o alla Richard Laymon. Concordo con chi ha precisato che la prima parte, per quanto ben costruita sul fronte della tensione, in realtà sia un po' fastidiosa per via della prosa troppo arzigogolata, con ripetizioni di concetti simili, ridondanza di aggettivi e qualche frase eccessiva ("Indago mentalmente l’intera superficie dei miei polpacci"... Mamma mia! Questa espressione è una martellata nei denti! Oppure l'uso ripetuto di "sciaguattio", "sciacquettio", che indispettisce...)
La storia, tutto sommato, non è male. Anzi è piuttosto bizzarra da colpire al punto giusto. C'è anche dello humor nero, che non guasta, e una piccolissima morale di fondo: per i figli si farebbe qualsiasi cosa, anche affrontare una fogna con topi mutanti!
Non sono sicurissimo che il tema della presente edition sia stato centrato, però ci siamo vicini.

In bocca al lupo!
Emiliano.

Avatar utente
White Duke
Messaggi: 84

Re: Il padre dell'anno - Ambra Stancampiano

Messaggio#9 » domenica 25 novembre 2018, 10:19

Racconto molto bello, inizialmente sembra una storia horror ma poi vira verso un finale comico, con colpo di scena azzeccato e divertente.

Qualche difetto nel testo (tipo ad esempio "sento tentacoli freddi di nervosismo" secondo me suona male, io avrei scritto "il nervosismo mi tormentava come tentacoli freddi sulla pelle" o cose simili), quindi qualcosa da migliorare dal punto di vista tecnico c'è.

Nel complesso però un'ottima prova soprattutto per la validità del soggetto e del colpo di scena finale. Congratulazioni! Spero di leggerti di nuovo.
Portate dei fiori sulla tomba di Algernon

Avatar utente
Linda De Santi
Messaggi: 497

Re: Il padre dell'anno - Ambra Stancampiano

Messaggio#10 » martedì 27 novembre 2018, 20:01

Ciao Ambra,
un racconto senza pretese che si lascia leggere con piacere.
Sulle prime ho pensato che il papà avesse accompagnato suo figlio in una specie di escape room o in un gioco di realtà virtuale, ma lo sviluppo che hai scelto mi piace di più ed è anche più originale. Mi appare un po' strana la calma del protagonista davanti ai comportamenti incredibili dei due topi (la mamma e il figlio che confabulano, il topolino che si strofina come un gatto), come se questi comportamenti anomali gli apparissero perfettamente normali. In generale, però, il racconto senza dubbio funziona.
Alla prossima!

Avatar utente
mircalla
Messaggi: 32

Re: Il padre dell'anno - Ambra Stancampiano

Messaggio#11 » giovedì 29 novembre 2018, 22:15

Ciao!
Racconto divertente con una ottima chiusa. Idea originale. Sia il titolo sia il punto di vista li ho trovati spiazzanti visto il tema, e questo per me è un pregio. La prima parte la trovo un po’ pesante nei termini che utilizzi (in particolare aggettivi e metafore. Per quello che è il mio gusto avrei preferito uno stile un po’ più diretto. Però nel complesso mi ritengo soddisfatta dalla lettura e ti faccio i miei complimenti.

Avatar utente
antico
Messaggi: 4714

Re: Il padre dell'anno - Ambra Stancampiano

Messaggio#12 » domenica 2 dicembre 2018, 19:45

Racconto che si legge bene, ma che trova il suo punto debole in una certa indeterminazione riguardo alla sua ragion d'essere. Premetto che la mia valutazione è da pollice tendente all'alto, anche se in modo non brillantissimo. Fatto sta che avrei gradito un tono più marcato e costante. Inoltre, il testo va ripulito... ho contato 4/5 QUI in poche righe e le ripetizioni sono da sempre tra i refusi che mi danno piú noia. Detto questo, ti conosco bene e so che le tematiche in cui ti sei mossa sono fra le tue preferite e sono sicuro che, pur essendo già questo un buon risultato, tra un paio di mesi (e di partecipazioni) riavremo. Una Stancampiano al suo meglio.

Torna a “122° Edizione - Paparozzi Edition - Settima della Sesta Era”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite