Gruppo Biancamaria Massaro

Per partecipare alla Sfida basta aver voglia di mettersi in gioco.
Le fasi di gioco sono quattro:
1) Il primo luglio sveleremo il tema deciso da Marina Crescenti. I partecipanti dovranno scrivere un racconto e postarlo sul forum.
2) Gli autori si leggeranno e classificheranno i racconti che gli saranno assegnati.
3) Gli SPONSOR leggeranno e commenteranno i racconti semifinalisti (i migliori X di ogni girone) e sceglieranno i finalisti.
4) I BOSS assegneranno la vittoria.
Avatar utente
Spartaco
Messaggi: 792

Gruppo Biancamaria Massaro

Messaggio#1 » martedì 23 luglio 2019, 0:14

Immagine

Questo è il gruppo Biancamaria Massaro de La Sfida A Il branco uccide con Marina Crescenti come giudice.

Gli autori del gruppo Biancamaria Massaro dovranno commentare e classificare i racconti del gruppo Valeria Cappelletti.

I racconti di questo gruppo verranno commentati dagli autori del gruppo Valeria Cappelletti.

I 2 migliori racconti di questo raggruppamento accederanno alle semifinali. Il primo in classifica verrà valutato da Biancamaria Massaro e sfiderà il secondo in classifica del gruppo Valeria Cappelletti. Il secondo incontrerà il primo in classifica dell'altro gruppo e sarà valutato da Valeria Cappelletti

Al girone verrà assegnato un lettore esterno che stilerà una classifica che si sommerà a quelle degli altri.

I gruppi sono stati formati seguendo l'ora di consegna.

Ricordatevi di segnare, in risposta ai vostri racconti, i bonus a cui aspirate.
Nei commenti dovrete segnare i bonus che individuerete.


E ora vediamo i racconti ammessi:

L'erba cattiva, di Massimo Tivoli, 19969 caratteri, consegnato il 12/07 alle 15:10.
Soltanto mio, di Gabriele Dolzadelli, 19438 caratteri, consegnato il 15/07 alle 17:36.
Martha, di Dand Elion, 22421 caratteri, consegnato il 22/07 alle 12:00. (+3 di Malus)



Avete tempo fino alle 23.59 di giovedì 01 agosto per commentare i racconti del gruppo Valeria Cappelletti.
Chi non postasse anche solo un commento verrà squalificato.
Chi non postasse la classifica verrà squalificato
Le vostre classifiche corredate dai commenti andranno postate direttamente sul loro gruppo. Vi avverto che saremo fiscali e non accetteremo classifiche postate anche solo alle 00.00 a meno che problemi improvvisi vi ostacolino all'ultimo, ma in quel caso gradiamo essere avvertiti, sapete come trovare i moderatori. Vi ricordiamo che le vostre classifiche dovranno essere complete dal primo all'ultimo.

I racconti non possono essere più modificati. Se avete dubbi su come compilare le classifiche, rivolgetevi a Spartaco.
Potete commentare i vari racconti nei singoli thread per discutere con gli autori, ma la classifica corredata dai commenti deve obbligatoriamente essere postata nel gruppo Valeria Cappelletti.
Altra nota importante: evitate di rispondere qui ai commenti ai vostri lavori, ma fatelo esclusivamente sui vostri tread.

BUONA SFIDA A TUTTI!



Avatar utente
Pretorian
Messaggi: 358

Re: Gruppo Biancamaria Massaro

Messaggio#2 » venerdì 26 luglio 2019, 23:03

L'erba cattiva – di Massimo Tivoli

Ciao, Massimo e piacere di leggerti.
Penso sinceramente che questo sia il tuo miglior racconto fino ad oggi. In particolar modo, ho apprezzato il modo con cui hai cercato di rendere la disabilità del protagonista, una cosa non facile e che raramente ho visto trattata in modo anche solo accettabile. Questo punto di vista particolare si sposa bene con uno stile molto interessante e, in qualche modo, diverso dal solito, fatto di frasi brevi e concitate, che valorizza ancora di più il tutto. Se posso farti un appunto, la trama in alcuni punti diventa confusa: in particolar modo, non si capisce bene perché Mario sia ostracizzato dal resto della gente e il colpo di scena finale (Mario che uccide coloro che hanno causato il suicidio del figlio) arriva in modo troppo frettoloso per poter effettivamente costituire un motore efficace per la vicenda.

Ad ogni modo, nel complesso questo è un lavoro eccezionale.

A presto!



Soltanto mio di Gabriele Dolzadelli

Ciao, Gabriele e piacere di leggerti.

Dunque, se devo dirti la verità, il tuo racconto non mi ha fatto particolarmente impazzire. La trama non è proprio originalissima e il modo con cui fai comparire Teresa all'improvviso, facendole rivelare cose segrete, se è funzionale a darle un aspetto misterioso e inquietante, allo stesso tempo lascia aperti molti buchi. Insomma, come fa la ragazza a sapere tutte queste cose? Alcuni fatti mi sembra che cronologicamente dovrebbero essere avvenuti prima del suo Stalking su Francesca. Ammetto che, dopo la sua seconda comparsa, Teresa fosse una proiezione del protagonista, un fantasma, oppure qualche altro twist alla Silent Hill. Anche lo stand finale sa di già visto e la follia di Francesca arriva fin troppo telefonata. Se posso darti un suggerimento, inserirei un dialogo finale tra il protagonista e Francesca, anche solo per darci modo di esplorare qualche aspetto della sua follia.

A presto!




Martha di DanDelion

Ehilà, Dandy.

Allora, per due terzi questo racconto mi ha fatto impazzire. è scritto bene, con la giusta tensione narrativa, personaggi affascinanti e una trama interessante. Le scene di vita quotidiane sono belle, quelle di sesso sono piene di una sensualità e di una carnalità che la gran parte degli autori censura, oppure fraintende. Poi arriva il finale e... boh. Giuro di non aver capito cosa succeda. I due gemelli sono fantasmi? Si? No? Il gemello stupra a morte Martha? Si? No? Il loro suicidio avviene prima o dopo gli eventi del racconto (in caso contrario, vuol dire che hanno poteri paranormali?). Insomma, se posso consigliarti, rivedi quest'ultima parte, perché fa perdere un sacco di punti ad una storia che, altrimenti, per quel che mi riguarda, avrebbe potuto tranquillamente puntare alla vetta di questo girone. Peccato.

A presto!


Ed ecco la mia classifica:

1) L'erba cattiva
2) Martha
3) Soltanto mio


Salumi a tutti, gente!

Avatar utente
Luca Nesler
Messaggi: 521
Contatta:

Re: Gruppo Biancamaria Massaro

Messaggio#3 » domenica 28 luglio 2019, 14:02

Difficile, difficile... Maledetti scrittori!
Bravi ragazzi, mi siete piaciuti molto. Anche se, secondo me la manipolazione l'avete schivata tutti, ma chissenefrega.

Commenti:

L'erba cattiva
Ciao Massimo! Finalmente sono tornato dalla montagna e posso commentare e fare la mia parte.

Il racconto mi è piaciuto molto e ritrovo il tuo stile ricco, pulito e concreto che a me piace molto. L'elemento del protagonista con la sindrome di down mi ha stupito e mi è piaciuto molto. Sicuramente un'idea vincente, bravo!
La narrazione mi è risultata credibile e curata, anche se in alcuni punti un po' povera di dettagli che, alla fine, mi hanno lasciato alcuni dubbi e un po' di confusione. Rileggendolo tutto è andato a posto, ma forse con una sistemata si può ottenere lo stesso effetto di appagamento anche dalla prima lettura.
Un buon lavoro.

I bonus:

c'è il serial killer, c'è la scary home, ma non trovo il disturbo narcisistico di personalità in Mario o in Tony. Inoltre non capisco bene come tu abbia inteso "l'arte della manipolazione" a meno che non ti riferisca a Mario che fa fare a Tony il giardiniere, ma mi pare che lo faccia anche per suo beneficio e che lo compensi pure.

A presto!

Soltanto mio
Ciao Gabriele, scusa l'attesa ma ero via.
Il racconto mi è piaciuto. Vero che non è originalissimo, ma è ben gestito, secondo me. Sul finale l'interrogativo su chi sia la vera autrice dei delitti è interessante. Forse avresti potuto trovare qualcosa di più originale per chiudere, ma le scene mi sono piaciute. Mi è piaciuto molto quando lui e Jeremy vanno a scavare la tomba e in generale i dialoghi. Forse sarei rimasto di più sulla tomba, ma perché mi intrigava molto. Sicuramente avresti avuto da scrivere ancora con più caratteri a disposizione.

Ti segnalo un refuso per un'eventuale correzione nella prossima fase "Schiude la porta e sbirciò fuori" e poi la frase "Non poteva dormire tranquillo fino a che non avrebbe avuto conferma fosse lui" che trovo davvero un po' bizzarra. Non so dirti se sia corretta o meno, ma è sicuramente strana da leggere. Io avrei messo "non avrebbe potuto dormire tranquillo finché non avesse avuto conferma che fosse lui." Ma vedi tu.

Sui bonus trovo il serial killer e la scary home. Sul disturbo sono un po' incerto, perché sicuramente Teresa è folle, ma non saprei se rientra nel disturbo narcisistico di personalità, nonostante il desiderio di ricevere complimenti. Mi sembra più possessiva che non narcisista.
Sul tema "arte della manipolazione" invece non trovo appigli. Chi manipola chi?
A presto!

Martha
Ciao Dand!
Anch'io ti faccio i miei complimenti per averlo scritto in quelle terribili condizioni. Dimostri anche di essere una guerriera della narrativa!
Anch'io come Wladimiro ho apprezzato molto alcune immagini che usi. In generale è un testo molto buono, anche se, a tratti alcune espressioni gergali o, comunque, molto personali dell'io narrante, distraggono un po. Non mi è piaciuta l'allusione a Caporetto nel bel mezzo delle scene di sesso. Si è spenta la magia...
Per il resto lo trovo molto compatto e fila bene fino al momento del gemello. Lì hai creato un po' di confusione, immagino, anche per empatizzare con il personaggio narrante, ma non traspare molto l'angoscia. Troppa cronaca, a mio parere.
E poi, continuo a dirlo, da lettore sono un po' deficiente e non avevo capito una mazza sui fantasmi e loro motivazioni. Credevo fossero due specie di mostri e non avevo capito la chiusa. L'idea non era male.

Sui bonus: il serial killer c'è, ma il resto non lo trovo. La scary home non mi è sembrata molto scary e il narciso è appena accennato dal fatto che viene citato il 3° punto del decalogo. Non basta essere belli per essere narcisisti (sennò io sarei... ).
Inoltre il tema della manipolazione non so se è preso, nel senso che non mi sembra che la nostra protagonista venga manipolata. Ingannata sì, ma è la stessa cosa?

Ti segnalo i refusi che ho trovato io per aiutarti nell'eventuale correzione.

- in vano
- due lingue file di porte ai lati.
- leggendomi bel pensiero
- da bambino (mi aspettavo "da bambina" ma vedi tu)
- Ah Martha
- Con le dita le ho iniziato a cercarle l’anima
- a quanto pare più ambìto di ciò che pensassi all’epoca.
- della mia voce è innaturale rispetto alla fomentarne della stanza (questa non so se è un refuso ma io non l'ho proprio capita)
- Sto impazzendo? lo guardo.
- hanno scelto i folle gesto

A presto!

Classifica:

1- L'erba cattiva
2- Soltanto mio
3- Martha

Avatar utente
Wladimiro Borchi
Messaggi: 258

Re: Gruppo Biancamaria Massaro

Messaggio#4 » giovedì 1 agosto 2019, 11:18

SOLTANTO MIO
Ciao Gabriele,
finalmente riesco a leggere anche il tuo racconto e anche questo coglie nel segno.
La tensione mi pare gestita alla grande, tant'è che mentre leggevo la scena in cui il protagonista scende in cucina mi è squillato il telefono e ho quasi fatto un salto. Questo vuol dire che, quanto a "thriller" hai colto nel segno.
Ho trovata l'inizio un po' piatto come stile, non so come dire, molto tecnico e poco tuo (ci sono due analogie un po' forzate, ancorché originali: mi riferisco a quella sui battiti come un treno a vapore e alle narici). Nel prosieguo invece sono riuscito a entrarci, per cui devi aver aggiustato il tiro.
In passato (ormai le guerre puniche) ho avuto una ragazza che non accettò la fine della nostra storia e mi perseguitò per diversi mesi a venire. Questo mi ha consentito di immedesimarmi ancor di più nel tuo personaggio che, mi pare, almeno nelle reazioni sia assolutamente credibile.
Non male nemmeno i dialoghi, salvo per questa battuta: «Una, sì. Ci siamo lasciati un anno e mezzo fa. Poco prima che venissi qui allo chalet. Una di quelle persone che desiderano soltanto essere venerate da qualcuno. Sai, una di quelle che vogliono essere servite e riverite, che parlano soltanto di sé e che non accettano mai un no come risposta.»
Effettivamente l'ho trovata un po' troppo didascalica e palesemente volta a far emergere il disturbo narcisistico al di là di ogni ragionevole dubbio. Forse non c'era bisogno di essere così espliciti.
Quanto al plot. Con me ci sei riuscito. Ho dubitato di entrambe fino alla fine. Anche se attribuire a Teresa il ruolo dell'assassina sarebbe stato un po' troppo scontato. Ma poteva essere quello il gioco, farti sospettare dell'altra per poi scoprire che era proprio lei l'assassina. Grandioso l'indizio da giallo classico che dai alla fine, in cui Francesca parla della morte di Mirko: lì il lettore attento si accorge dell'incongruenza e può dire: me n'ero accorto anch'io! Sono cose che adoro.
Bonus tutti!
Una buonissima prova anche per te.
A rileggerci presto.
Wladimiro

MARTHA
Beh, Dand, complimenti!
Se l'hai scritto davvero nelle condizioni disagiate che ci hai rappresentato e non l'hai riletto, sei davvero un mostro!
Invero ci sono alcuni refusi nel finale, ma roba che puoi tranquillamente sistemare con una rilettura attenta prima del passaggio alla semifinale.
A fronte di questo il racconto si legge tutto d'un fiato, non si riesce a smettere e la tensione c'è per tutta la sua durata.
Lo stile l'ho trovato strepitoso, con alcuni passaggi degni di scrittori pulp di altissimo livello come Ammirati o Palaniuk.
Mi riferisco all'incipit con l'elenco in crescendo e la sua chiusa divertentissima: "mai più uomini!"
Mi riferisco a passaggi come: "Con le dita le ho iniziato a cercarle l’anima, credendo l’avesse nascosta nella fica", "Al mio annuire si e è trasfigurata.: una tigre, un pitone, un formichiere". Refusi a parte, che ho provato a segnalarti con i colori e le sottolineature, sono immagini assolutamente evocative, non volgari ed davvero esplicative, giocate senza interrompere la leggerezza del racconto.
Da maschietto sono rimasto incollato alla prima parte della storia, penso per l'innato spirito voyeuristico che ispira l'amore saffico a noi omaccioni pelosi. Siccome hai saputo giocare bene l'iniziale gioco di seduzione fra le due fanciulle, mi hai ingabbiato e intrappolato fino alla comparsa del fratello gemello. E lì è iniziata l'inquietudine, hai cambiato registro senza modificare nulla in leggerezza e mi hai irretito un'altra volta e fino alla conclusione.
Il finale non mi è dispiaciuto, seppur con la didascalia di chiusura. Forse avrei preferito tu rimanessi nel naturalistico perché "l'uomo basilisco" mi ha un po' fatto uscire dalla magia perfetta che avevi creato.
Che dire, un lavoro più che buono, che rasenta l'ottimo. C'è solo qualche refuso da sistemare e la necessità di una limatina qua e là.
Tema centrato
Serial Killer (ce l'abbiamo)
Sindrome narcisistica (il fratello - immagino -) Non di immediata comprensione ma esce fuori, per cui OK.
Scary Home - NO! Secondo me la scary home non può essere solo quella in cui si compiono dei delitti, deve sprizzare male e perversione: penso ai pezzi di cadavere utilizzati come soprammobili da Ed Gain o alla classica casa stregata in cui le sedie si spostano...
Mi pare sia tutto.
Baci e ancora complimenti!

L'ERBA CATTIVA
Caro Massimo,
È sempre un piacere leggerti.
Anche il tuo racconto mi è piaciuto molto.
La tematica scelta è assolutamente interessante e, utilizzandola, hai, per così dire, dato una marcia in più al tuo scritto. facendoci entrare in empatia col serial killer, umanizzandolo e rendendocelo quasi simpatico.
Ulteriore marcia in più la ravviso nell'aver utilizzato un io narrante, curandone il linguaggio per renderlo fedele al personaggio. Davvero complimenti.
Sarà difficile scegliere più del solito, stavolta.
Sicuramente il tuo racconto, rispetto a quello di Dan è più curato e privo di refusi, cosa che non potrà che essere tenuta in conto nella valutazione complessiva.
I bonus ci sono tutti e la manipolazione è evidente.
Compimenti ancora
Wladimiro


Venendo alla classifica.
Tutti i racconti meriterebbero la finale.
Ci sono due racconti che ho trovato più originali per le tematiche trattate e per lo stile utilizzato, nonostante uno sia pieno di refusi (che possono essere agilmente corretti prima della semifinale).
Questo è l'unico motivo per cui vi ordino come segue, ma siete tutti splendidi e scrivete da dieci!

1 - L'ERBA CATTIVA
2 - MARTHA
3 - SOLTANTO MIO
IMBUTO!!!

andyvox
Messaggi: 122

Re: Gruppo Biancamaria Massaro

Messaggio#5 » giovedì 1 agosto 2019, 14:34

Ecco la mia classifica, questa volta più che mai al fotofinish vista la qualità dei racconti in lizza:

1) L'erba cattiva
2) Soltanto mio
3) Martha

Di seguito i commenti:

L'erba cattiva

Ciao Massimo,

complimenti per il racconto. Tema e bonus sono centrati (a parte quello sul disturbo narcisistico di personalità, che non mi sembra così evidente), la prosa è sempre scorrevole e molto efficace. Gestire la narrazione dal punto di vista del protagonista con sindrome di Down non era facile ma tu sei riuscito a farlo molto bene. L'unica cosa che non mi ha convinto al cento per cento è la figura di Nico, il bullo che cela sotto sotto un animo sensibile mi è sembrato per certi versi una figura un po' stereotipata e non a tutto tondo.

Soltanto mio

Ciao Gabriele,

nel complesso direi una buona prova, il racconto si legge in modo molto scorrevole e i dialoghi catturano l'attenzione del lettore. Alcune forzature sono già state evidenziate e credo dipendando anche dalla difficoltà di riuscire a raccontare una storia così ricca di colpi di scena in uno spazio limitato. In particolare, l'ingresso di Teresa è in effetti un po' forzato e non si capisce come lei possa sapere tutte queste cose sul conto di Francesca. Anche il tema della manipolazione non emerge del tutto e rimane un po' sottinteso. A parte questi particolari, il racconto è comunque molto piacevole, complimenti

Martha

Ciao Dand,

piacere di leggerti. I complimenti per le condizioni in cui hai dovuto scrivere il racconto sono doverosi, alla fine una certa fretta emerge, soprattutto nel finale, ma nel complesso sei riuscita a produrre un lavoro più che buono. Con un po' di tempo in più, avresti potuto far emergere meglio il tema della Scary Home, che così risulta un po' sottinteso. In effetti, il fatto che i due siano fantasmi l'avevo capito solo dopo aver letto la tua spiegazione
Andrea Pozzali

Avatar utente
Spartaco
Messaggi: 792

Re: Gruppo Biancamaria Massaro

Messaggio#6 » giovedì 1 agosto 2019, 23:42

Ecco commenti a classifica del Lettore Anonimo.

Partiamo dal principio prima però. Tutti e tre mi sono piaciuti tantissimo, infatti sto facendo molta fatica nello scegliere per la classifica.


L'erba cattiva
Tratta di bullismo, quindi sono felicissima che l'amico di Tony li uccida. Ma a parte questo è stato scritto davvero bene, mi è piaciuto molto come lo scrittore abbia provato ad immedesimarsi in un ragazzo con la sindrome di down. Tutti i pensieri, i modi di esprimersi e di fare. Davvero molto bello!! Tutti i bonus sono stati rispettati, anche il tema!

Soltanto mio
Allora, all'inizio mi sembrava vagamente familiare ma per fortuna non è stato così ahahahah
Per quanto riguarda il finale, il mio pensiero è stato "ma che sfigato, tutte psicopatiche ". Mi è piaciuto molto, anche se è un pochino inquietante effettivamente come racconto, mi ha preso tanto, soprattutto il "tormento" del protagonista quando non sapeva a chi credere. Bello, bello, bello!! Bonus e tema rispettati

Martha

Mi sono venuti i brividi dallo schifo che purtroppo una cosa del genere può davvero accadere. Leggere tutto come se la protagonista fosse una tua amica, che ti racconta cosa le è accaduto. Complimenti!! Davvero molto molto bello, mi ha colpita. Bonus e tema rispettati.

Eccoci nella parte più difficile, la classifica...
1. Martha
2. L'erba cattiva
3. Soltanto mio

Avatar utente
Spartaco
Messaggi: 792

Re: Gruppo Biancamaria Massaro

Messaggio#7 » venerdì 2 agosto 2019, 0:38

Ecco la classifica finale al netto di malus e bonus.

L'erba cattiva, di Massimo Tivoli= -1
Soltanto mio, Gabriele Dolzadelli= 6
Martha, di Dand Elion= 9

Passano il turno Massimo Tivoli e Gabriele Dolzadelli.

Torna a “La Sfida a Il branco uccide”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite