Apocalypse new - Luca Nesler

Appuntamento per lunedì 19 agosto per l'ultima special estiva del Mondo di Minuti Contati: una special che vuole porsi come punto d'incontro tra il Contest classico e LA SFIDA A. Quindi: più caratteri rispetto al solito (7000 massimi spazi inclusi) e, dopo una fase di qualificazione classica, ecco la possibilità di apportare delle correzioni ai finalisti (nelle modalità che comunicheremo prima della partenza dell'edizione) che verranno giudicati dai due SPONSOR Francesco Nucera e Massimiliano Enrico. Infine, i migliori racconti selezionati tra i finalisti dai due SPONSOR arriveranno al giudizio del BOSS Maurizio Bertino che decreterà il podio finale.
Avatar utente
Luca Nesler
Messaggi: 476
Contatta:

Apocalypse new - Luca Nesler

Messaggio#1 » martedì 20 agosto 2019, 0:32

Il ronzio del motore riempiva l'abitacolo dell'auto. Fabio ingranò la terza, ridacchiò e scosse il capo. Monica sbuffò senza levare lo sguardo dal finestrino. «Che cazzo ridi?»
«Mi fai ridere tu. Sei la solita esagerata.»
«Esagerata un cazzo.»
«Dai, è uno dei festival del cinema più importanti d'Europa.»
«Una volta forse. Ora ci caga in testa anche la Lettonia.»
«Razzista.»
«Coglione.»
Fabio rise di nuovo. «E comunque ci pagano, che ti frega?»
Monica soffiò di fronte a sé lanciando un gridolino. «Queste stronzate non le voglio sentire, cazzo! Cosa vuol dire “ci pagano”? Ci avrebbero pagato uguale anche per un servizio sui vecchi al parco che si lamentano della scomparsa dei piccioni! Per un'intervista al sindaco sulle misure anti-siccità! Su... su... sulle nuove teorie terrapiattiste!»
«Ah, le ho sentite! Quelle che i governi hanno fatto sciogliere i ghiacciai artici per le loro pressioni?»
«Quelle» la ragazza raccolse la borsetta e prese a frugarci dentro. «Si stanno preparando coi gommoni per andare a visitare i nuovi continenti. Sono gli unici che hanno festeggiato per la più grande catastrofe climatica della storia.» Monica sollevò un pacchetto di sigarette sgualcito «Ma avrei intervistato loro piuttosto che sto... sto megalomane deficiente».
«Chi, Salvietti?»
«Già lo odiavo come politico, ora che fa il regista...»
Monica portò una sigaretta alla bocca.
«Beh, questo è il suo film d'esordio. Non puoi ancora giudicarlo.»
La ragazza si bloccò prima di accendere e spalancò le braccia. «Fabio, ma che cazzo! Che problemi hai? Non me ne sbatte una fava del film! È questa nuova moda degli ex politici che si danno al cinema che mi fa schifo!»
Stavolta fu Fabio a sbuffare, mentre l'auto usciva dalla tangenziale per infilarsi nel traffico della città. «Quindi immagino che tu non abbia votato per lui alle simulazioni.»
Monica abbassò il finestrino, aspirò la fiamma dell'accendino attraverso la sigaretta e sbuffò una voluta di fumo nell'aria metropolitana. «Io non voto alle simulazioni».
«Eccone un'altra.»
«Ma vaffanculo, Fabio. Simulazioni di voto non vincolanti? E che cazzo di senso hanno?»
«Beh, almeno il Presidente si può fare un'idea delle preferenze popolari prima di scegliere i governanti.»
Monica aspirò ancora e soffiò il fumo in faccia al collega che prese a tossire corrugando la fronte. La ragazza tirò fuori il cellulare e bofonchiò con la sigaretta appesa alle labbra: «Sta' zitto che prendo due appunti per 'sta intervista.»
Il viaggio proseguì in silenzio fino al parcheggio. Monica scese sbattendo la portiera, mentre Fabio scaricava la videocamera dal bagagliaio.
Per strada le persone si voltavano a guardarli: lei, elegante, giovane e attraente, lui alto e con un'attrezzatura sofisticata appesa ad una spalla. I giornalisti suscitavano ancora un po' di curiosità.
Entrarono nel palazzo del festival e mostrarono il badge alla reception. Una ragazza li portò al loro posto ed entrambi si sedettero aspettando l'inizio della premiere. Qui e là colleghi si salutavano e scambiavano commenti.
Finalmente, dopo i discorsi dei politici locali e dei veterani dell'ambiente, le luci scesero e la proiezione cominciò.
Quando comparve il titolo “Apocalypse New” Monica si morse un labbro e pizzicò il braccio di Fabio che sussultò. Le si accostò bisbigliando «Ahia, Monica! Che cazzo!»
«Scusa, ma avevo bisogno di fare male a qualcuno.»
Il film era cominciato.

Nubi temporalesche coprivano l'orizzonte e, in mezzo a queste, un uomo vagava con espressione smarrita. Una voce dal timbro grave chiamò alle sue spalle e l'uomo si voltò per vedere un ragazzo possente con la barba curata, biondi capelli lunghi e occhi di un surreale azzurro Gatorade. Questo sfoderò una spada enorme guardandolo con intensità e disse: «Non devi avere paura».
L'uomo sgranò gli occhi e cadde a terra. «Ma tu chi sei?»
«Io sono l'immortale. Sono quello che ha le chiavi dell'inferno, amico.»
«Sei Satana?»
«No, cazzo! Sono Cristo!»

Monica si sentì male. Si alzò e s'infilò in bagno. Bevve un sorso d'acqua, poi si accese una sigaretta seduta sul water. Ne fumò tre e uscì solo quando avvertì lo scrosciare degli applausi dalla sala. Le girava la testa mentre rigirava tra le mani il microfono aspettando il suo turno. Fabio face per parlarle, ma lei lo zittì con un gesto. Infine arrivò il momento dell'intervista.
«Buongiorno a tutti. Abbiamo con noi l'ex premier Mattia Salvietti, ora regista di questo film: Apocalypse new. Buongiorno Salvietti.»
«Buongiorno.»
Il sorriso entusiasta di quell'uomo le dava ai nervi.
«Ci dica di cosa parla questo film e come le è venuta l'idea.»
Salvietti accavallò le gambe e sorrise trasognato. «Apocalypse new è, sostanzialmente, un adattamento dell'apocalisse di Giovanni. Io sono sempre stato un appassionato di letteratura classica e circa un anno fa ero con la famiglia a guardare uno di quei film che chiamano post apocalittici. Mio figlio ne va pazzo e, mentre guardavo questo film, ho avuto un'epifania: cosa può essere più post apocalittico dell'apocalisse? Ho googelato “film sull'apocalisse” e ho visto che l'ultimo sulla vera apocalisse l'avevano fatto tanto tempo fa e pure male. Così mi sono detto: Mattia, questo è quello giusto!»
«Un'altra domanda, onorevole, ehm, cioè, signor Salivietti.»
«Dica.»
«Cosa ne pensa di questa nuova tendenza del cinema italiano di affrancare alla regia ex personaggi politici come lei?»
Salvietti rise e sospirò. «Cosa vuole che le dica: siamo stati tanto in tv, che alla fine ci viene voglia di fare spettacolo anche a noi» una risata bonaria concluse la frase e Monica decise di tagliare la corda.
«Bene, grazie, Salvietti e auguri per la sua carriera.»
«Grazie, cara. Ma ora le faccio io una domanda.»
Il sorriso di Monica vacillò. «Certo».
«Cosa ne pensa del finale?»
Questa volta le labbra di Monica si appiattirono mentre gli occhi tratteggiavano un'espressione atterrita.
«Su, avanti» la incalzò Salvietti, «me lo dica senza paura. Io sono stato premier, ho subito critiche di ogni genere».
«Beh, a me è piaciuto molto» mentì la ragazza sperando di andarsene al più presto.
«Ecco, brava! E questo lo dedichiamo a tutti quei professoroni che diranno che, quel povero ignorante di Salvietti, ha sbagliato a cambiare il finale dell'apocalisse di Giovanni!»
«Lei ha...»
Monica si accorse troppo tardi di aver ripreso a parlare. Incrociò lo sguardo di Fabio, poi scrollò il capo: ormai era fatta. «Lei ha cambiato il finale dell'apocalisse?»
«Eccerto! Era troppo scontato. Così ho pensato di dare alla storia una nuova fine.»
«Una nuova fine?»
«Non l'ha capito? Alla fine vince Satana. Per una volta vincono i cattivi!»
La risata di Salvietti si allontanò con lui, mentre veniva preteso da altri giornalisti.
Monica si avvicinò al collega e lo fissò.
«Che c'è?»
«Dimmi la verità: a te è piaciuto.»
Il ragazzo sorrise e annuì.
«Cazzo, Fabio» scosse la testa senza smettere di guardarlo e aggiunse «ti piacciono i fiori?»
«Non particolarmente. Perché?»
«Da domani faccio la fioraia. Portami a casa.»
«Perché la fioraia?»
«Portami a casa e basta.»


RACCONTO EDITATO DALL'ANTICO SULLA BASE DELLE DECISIONI DEL SUO AUTORE IN QUANTO FINALISTA DELL'EDIZIONE.


Make art, not friends

Avatar utente
antico
Messaggi: 4139

Re: Apocalypse new - Luca Nesler

Messaggio#2 » martedì 20 agosto 2019, 0:39

Ciao Luca! Tutto ok con i parametri, divertiti in questa ultima Special estiva!

Avatar utente
maurizio.ferrero
Messaggi: 317

Re: Apocalypse new - Luca Nesler

Messaggio#3 » mercoledì 21 agosto 2019, 9:22

Ehi Luca!

Bel racconto, il tuo. Ironico, satirico, a tratti anche dissacrante. I due protagonisti, in special modo Monica, sono ben caratterizzati (il botta e risposta sui fiori alla fine mi è piaciuto molto), e per quanto mi riguarda sei riuscito a giocare in modo decisamente originale sul tema.
Molto divertente e inquietante l'idea sulle simulazioni di voto.
Unico neo che ho trovato è stata l'eccessiva somiglianza del politico/regista con un certo ex-ministro dell'interno. Voluta, sicuramente, ma credo che abbia il difetto di sfondare troppo la sospensione dell'incredulità, perché arrivati a quel punto il lettore si ferma, pensa "Ah, ma è lui!" e l'atmosfera distopica creata fino a quel momento va a farsi benedire, diventando solo satira. Prendi in considerazione magari di cambiargli nome con uno più originale, credo sia sufficiente per richiamare senza sbatterlo in faccia al lettore.

Ultima nota, ti segnalo un errore:

«Apocalypse new è, sostanzialmente, un adattamento dell'apocalisse di Giovanni. Io sono sempre stato un appassionato di letteratura classica e l'altra sera ero con la famiglia a guardare uno di quei film che chiamano post apocalittici. Mio figlio ne va pazzo e, mentre guardavo questo film, ho avuto un'epifania: cosa può essere più post apocalittico dell'apocalisse?

Non è possibile che il regista dica di aver avuto l'idea per il film "l'altra sera", come avrebbe fatto a girarlo in pochi giorni?

Avatar utente
Luca Nesler
Messaggi: 476
Contatta:

Re: Apocalypse new - Luca Nesler

Messaggio#4 » mercoledì 21 agosto 2019, 18:05

@Maurizio
"L'altra sera" hahahaha, che mona! Grazie Maurizio, mi è proprio sfuggita.

Riguardo alla somiglianza hai ragione. Non ci avevo pensato e l'ho buttata lì con leggerezza ma a rifletterci è una trovata volgare a cui sarebbe meglio rinunciare.
Grazie per gli apprezzamenti che mi fanno davvero piacere e per i consigli!

@Antonio
Vero, io e te ci incrociamo sempre! Il giorno che non dovrò commentarti ed essere da te commentato mi sembrerà strano :D

Grazie per l'apprezzamento e le segnalazioni. Hai visto giusto sull'effetto alone e sono d'accordo sul tiepido effetto del finale, ma proprio non ho trovato una chiusa migliore.
Per i refusi mi è capitata una serataccia ed è andata così. L'unica che non correggerò è “che alla fine ci viene voglia di fare spettacolo anche a noi” perché era intenzionale per sottolineare l'ignoranza del personaggio, ma il resto è parecchia roba da sistemare.
Make art, not friends

Avatar utente
megagenius
Messaggi: 325

Re: Apocalypse new - Luca Nesler

Messaggio#5 » venerdì 23 agosto 2019, 16:16

Ciao Luca, mi fa molto piacere rileggerti ancora.

Il racconto mi ha coinvolto e divertito. Una satira neanche troppo nascosta (e penso voluta) di certi personaggi del teatrino italiano della politica. Leggevo che qualcuno lamentava la “personalizzazione” del politico nell’ambito della caricatura da te immaginata, ma io dico che a me non ha dato affatto fastidio, anzi hai fatto bene! Perché non farlo? E quando ho letto della nuova carriera cinematografica di Mattia Salvietti mi è subito venuto in mente Walter Veltroni con la sua seconda vita da regista e ho capito il messaggio che hai cercato di mandare: la sfacciataggine e l’arroganza dei politici a volte non ha limiti.
Mi sono piaciuti i dialoghi (divertenti e ben cadenzati), come anche un paio di intuizioni e invenzioni narrative azzeccate come, ad esempio, le simulazioni di voto (un qualcosa tipo gli exit poll ma al contrario) e la scena del film che è ridicolmente solenne.
TI faccio anche i complimenti per come hai innestato il tema nella trama, lo hai fatto in modo molto intelligente, facendo riferimento alla nuova fine del film, ossia del “capolavoro” di Salvietti.
Sorvolo sui refusi (già ben rilevati da altri) e dico che non ho trovato grossi difetti, almeno al momento non me ne vengono di rilevanti.
Racconto sicuramente nel mio podio personale!

In bocca al lupo!
Emiliano.

Avatar utente
Luca Nesler
Messaggi: 476
Contatta:

Re: Apocalypse new - Luca Nesler

Messaggio#6 » sabato 24 agosto 2019, 17:05

Ciao Emiliano! Troppo gentile come al solito. Ti ringrazio molto. Hai colto bene le mie intenzioni e mi fa piacere. Sul nome del politico Maurizio si era espresso, non per difenderlo (di questo ne sono sicuro) ma perché teneva il racconto più legato alla situazione attuale che non ad un discorso più generale. Sono contento che tu abbia apprezzato il carattere satirico e comprendo anche la sua osservazione. Mi fa tanto piacere il confronto con gente tanto brava.
Grazie del commento e alla prossima!
Make art, not friends

Avatar utente
antico
Messaggi: 4139

Re: Apocalypse new - Luca Nesler

Messaggio#7 » martedì 27 agosto 2019, 14:50

Bonus 1: assolutamente presente, quindi OK.
Bonus 2: OK.
Bonus 3: OK.

9 punti bonus assegnati al racconto.

Avatar utente
Pretorian
Messaggi: 310

Re: Apocalypse new - Luca Nesler

Messaggio#8 » martedì 27 agosto 2019, 22:57

Okkkkkiiiiii
Dunque... ammetto che il tuo racconto mi è oscuro in parecchi punti, più che altro perché capisco che si tratti di satira, ma non riesco a comprendere il bersaglio satireggiato. Nel senso, è un'italia futura che motteggia quella attuale, ma non capisco il legame tra la carriera cinematografica del soggetto e quella attuale. Anche il finale sui fiori mi lascia un tantinello perplesso e quì mi si rende evidente che dovrei vedere più satira XDXD.
A livello di scrittura, procede bene, per i resto temo di avere troppe lacune di comprensione per commentare.

Alla prossima.

Avatar utente
Luca Nesler
Messaggi: 476
Contatta:

Re: Apocalypse new - Luca Nesler

Messaggio#9 » giovedì 29 agosto 2019, 11:43

Rifletterò sulle tue perplessità, Agostino :D
È sempre un piacere confrontarsi.
Alla prossima!
Make art, not friends

Torna a “131° Edizione All Time - Special SFIDA A... Edition”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite