Lo specchio

Quando? Lunedì 16 settembre dalle 21.00 all'una
Con chi? Vincenzo Maisto, anche conosciuto come IL SIGNOR DISTRUGGERE

Perché partecipare? Sarà la prima edizione della Settima Era e tutto sarà più divertente e veloce: solo nove edizioni per un vero e proprio campionato annuale che, in più, riserverà anche dei premi extra oltre alla visibilità sui canali soliti di Minuti Contati.

Quanti caratteri saranno disponibili? 3333 caratteri max spazi inclusi.
Avatar utente
Gabriele Dolzadelli
Messaggi: 235
Contatta:

Lo specchio

Messaggio#1 » lunedì 16 settembre 2019, 22:59

«Buongiorno Rossotti!» disse Bruno, l'edicolante, sorridendogli come faceva ogni volta che lo vedeva scendere dalla sua Citroen Saxo. Il suo viso paffuto lo metteva di buonumore.
Patrick salì le scale e trovò sul pianerottolo diversi scatoloni ammucchiati. La porta di fronte a quella del suo appartamento, inoltre, era aperta.
Entrò in casa propria. Sua moglie era in cucina e c'era profumo di ragù.
«Ciao Simo, sono a casa.»
«Ehi, ciao! Hai incrociato i nuovi vicini?»
«No, non ne ho avuto modo. Come sono?»
Si scambiarono un bacio e Simona gli scompigliò i capelli neri.
«Carini. Ho provato a sbirciare dentro. Secondo me, l'appartamento è più grande del nostro.»
«No, ti sbagli. Sono speculari, su tutti i piani.»
Patrick si chinò ad accarezzare il loro gatto: Serse, un persiano grigio fumo.
«Sarà» rispose Simona scettica. «Ma non sai la cosa più strabiliante.»
«Cosa?»
«Che lui si chiama Patrick, proprio come te. E lei, indovina un po'?»
«Simona?»
«Sì! Non è incredibile?»
«Mi ha proprio cambiato la giornata. Ascolta, mentre apparecchi porto giù la spazzatura, ok?»
Si diedero un altro bacio e Patrick uscì dalla porta con il sacco nero. Mentre si accingeva a scendere la prima rampa di scale, però, sentì un miagolio.
Voltandosi, vide Serse entrare nell'appartamento dei vicini.
Come aveva fatto a sfuggirgli?
«Serse! Vieni qui!»
Il gatto, però, non volle saperne di uscire. Patrick provò a bussare leggermente.
«C'è nessuno in casa? Scusate ma è entrato il mio gatto. Posso? Lo porto via subito.»
Nessuna risposta. Forse erano di sotto a prendere altri scatoloni. Se gli andava bene, poteva prendere Serse e riportarlo in casa senza che nessuno se ne accorgesse.
Patrick entrò nell'appartamento e, appena lo fece, ebbe una stranissima sensazione. Non solo l'appartamento era speculare al proprio, ma l'intero mobilio era identico. Guardò sul mobile all'ingresso e notò le chiavi di un auto. Riconobbe lo stemma della Citroen. Per un attimo temette di essersi confuso e di aver sbagliato porta. Si affacciò sul pianerottolo e quell'ipotesi fu presto smentita. Accigliatosi, rientrò e, udito il miagolio di Serse, ne ricercò l'origine vagando per l'appartamento a lui così familiare. Dalla cucina veniva del profumo di ragù. Una pentola stava bollendo. Trovò il gatto nel salotto, in una cuccia identica a quella che aveva lui, con tanto di targhetta con scritto: “Serse”.
Patrick impallidì. Sembrava un incubo. Sentì le voci di due persone all'ingresso. D'istinto aprì la porta balcone e si rifugiò sulle scale antincendio.
«Che diavolo sta succedendo?» chiese a sé stesso mentre le scendeva saltando i gradini due a due.
Quando arrivò in fondo, provò a rientrare dal portone, ma lo trovò chiuso a chiave.
«Buongiorno!» disse l'edicolante lì a fianco. Un tizio magro come un lampione e dallo sguardo giulivo.
Patrick non rispose, gli mancava l'aria. Si voltò e vide una Citroen Saxo e un viale identico a quello che era abituato a percorrere, con gli stessi negozi ma gli esercenti diversi.
«Tutto ok, signor Bianchini? Il trasloco è andato bene?» chiese di nuovo il giornalaio.
Patrick si guardò riflesso nel finestrino della Saxo. Vide un volto che non era il suo, biondo, dai tratti spigolosi. Si mise a urlare e corse via a perdifiato.
«Immagino di no» si rispose l'edicolante. Sghignazzò e voltò pagina al quotidiano.
Ultima modifica di Gabriele Dolzadelli il lunedì 16 settembre 2019, 23:06, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
antico
Messaggi: 4381

Re: Lo specchio

Messaggio#2 » lunedì 16 settembre 2019, 23:06

Ed ecco uno dei grandi dominatori delle edizioni estive! Gabriele, benvenuto nella Settima Era! Tutto a posto con i paramentri, divertiti in questa SIGNOR DISTRUGGERE EDITION!

alexandra.fischer
Messaggi: 1859

Re: Lo specchio

Messaggio#3 » martedì 17 settembre 2019, 9:02

LO SPECCHIO di Gabriele Dolzadelli Tema centrato: i vicini ci sono, e anche in versione Doppelgänger, con tanto di sorpresa finale (Patrick non è più lui, letteralmente, è scacciato di casa e dalla sua vita. Io, visto il finale, sospetto un incantesimo malvagio dell’edicolante). Belli: la scena del trasloco, porta aperta e scatoloni, e i particolari quotidiani speculari, la chiave della Citroen Saxo, l’auto stessa, il gatto Serse e la moglie con la passione per il ragù.
Attenzione:
Buongiorno Rossotti (Buongiorno, Rossotti) disse Bruno (salutò Bruno)

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 547

Re: Lo specchio

Messaggio#4 » mercoledì 18 settembre 2019, 9:12

Ciao Gabriele!
Leggendo il tuo racconto, mi sono tornati alla mente altri tuoi lavori (mi sovviene quello del labirinto del tempo, per dirne uno, non mi viene il titolo), dove spesso giochi con i doppleganger e le realtà parallele spazio-temporali.
Man mano che leggevo, in effetti svariati indizi mi hanno "ammorbidito" il colpo di scena finale (ovvero lui che si vede con aspetto diverso). Inquietante la figura dell'edicolante, che IMHO lascia al lettore un dubbio se non sia ingenuamente divertito dalla reazione del protagonista o se non sappia qualcosa di più su quanto stia accadendo (propendo per la seconda, perché tutti gli esercenti della via sono diversi, mentre lui è rimasto ;) ma solo tu puoi smentirmi).
Tema rispettato e come stile niente da dire, la narrazione procede fluida. Ma ormai da te non mi aspetto niente di meno ;)
Alla prossima!

(PS: Iniziando a leggere il racconto, ho letto male e per un momento ci ho letto il mio cognome! XD)
(PPS: nei tuoi racconti spesso e volentieri c'è sempre un gatto: è voluto o inconsapevole? :P )
Uccidi scrivendo.

Jacopo
Messaggi: 63

Re: Lo specchio

Messaggio#5 » giovedì 19 settembre 2019, 17:58

Ciao Gabriele, complimenti.
Non c’è che dire: il tuo stile di scrittura mi affascina. Riesci a creare delle immagini vivide con poche, precise pennellate, e supporti il tutto con una trama che colpisce e stupisce. L’avevo già notato in un paio di sfide precedenti, e ora ne ho avuto conferma: credo di aver molto da imparare da te.

Avatar utente
Gabriele Dolzadelli
Messaggi: 235
Contatta:

Re: Lo specchio

Messaggio#6 » giovedì 19 settembre 2019, 19:38

@Alexandra, grazie per il tuo prezioso commento. :)
@Eleonora, grazie anche a te. Se noti, anche l'edicolante è cambiato. Dal viso paffuto il primo, magro e slanciato il secondo. Ad ogni modo, il fatto che si lasci il dubbio alla fine è voluto e permetto libera interpretazione. In effetti i gatti sono spesso presenti. Sta a vedere che magari è pure lo stesso. :P
@TheOceanMaster, hai ragione. Temo sia dovuto al fatto che per rientrare nei caratteri ho tagliato diverse parti iniziali e probabilmente l'avvio ne ha risentito un po'. Grazie per il tuo commento.
@Jacopo, grazie. Troppo buono. Sono contento ti sia piaciuto.

lailmil
Messaggi: 62

Re: Lo specchio

Messaggio#7 » venerdì 20 settembre 2019, 14:34

Ciao Gabriele,
leggere questo racconto è stato un vero piacere, davvero non trovo pecche. La tua scrittura è molto precisa e molto attenta ai dettagli. E soprattutto, ho gradito molto l'originalità con cui hai sviluppato il tema e come hai reso lo straniamento di Patrick, che si trova praticamente incastrato in un incubo. Trovo che una situazione del genere, anche se di pura invenzione, sia particolarmente coinvolgente perché somiglia maledettamente alla realtà e sembra qualcosa che non accade ma potrebbe. Non ho potuto fare a meno di notare il dettaglio fantascientifico: lui che torna a casa e, prima ancora di togliersi le scarpe, si fa avanti per andare a buttare la spazzatura, ehehe. Si scherza ovviamente!
Ottimo racconto, comunque.

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 547

Re: Lo specchio

Messaggio#8 » venerdì 20 settembre 2019, 14:40

@Gabriele: uh, vero, svista ;)
Uccidi scrivendo.

Avatar utente
Linda De Santi
Messaggi: 497

Re: Lo specchio

Messaggio#9 » sabato 21 settembre 2019, 14:18

Ciao Gabriele!
Idea da dieci la tua, vorrei averla avuta io quando ho scritto il mio racconto per l’edizione (volevo evitare racconti in cui ci fossero conflitti con vicini chiassosi, ma il risultato è stato misero – tu hai avuto un’intuizione più bella! :)).
La prima parte fila che è un piacere, la seconda, invece, mi appare un po’ più confusa: emerge che lo specchio in realtà non è davvero uno specchio, visto che i luoghi sono identici ma le persone cambiano, ma non mi è chiarissimo come mai alla fine il protagonista si ritrova con la faccia di un altro: passando dall’altra parte dello specchio avrebbe dovuto rimanere sé stesso (altrimenti che fine fa il Patrick dell’altro lato? Diventano due doppioni?). Ma può darsi che sia io che sto prendendo una svista!
In ogni caso ti faccio i complimenti per la bella idea che hai avuto e per la narrazione, scorrevole e controllata, di ottimo livello.
Alla prossima!

Avatar utente
Gabriele Dolzadelli
Messaggi: 235
Contatta:

Re: Lo specchio

Messaggio#10 » sabato 21 settembre 2019, 14:50

Ciao Linda.
Grazie per il commento. Per quanto riguarda la seconda parte, ho pensato che se fosse stato uno specchio vero e proprio allora la vita di Patrick non sarebbe affatto cambiata e questo l'avrebbe portato a non accorgersi del cambiamento (forse avrei potuto giocare sul fatto che ciò che era a destra diventa a sinistra e viceversa, ma mi sembrava un po' povero).
Per alimentare il senso di disagio e peggiorare la situazione ho voluto, dunque, specchiare solamente il luogo e le caratteristiche principali degli occupanti (il sorriso del giornalaio, che pur cambiando sembianze rimane, oppure i negozi o i nomi della coppia Patrick-Simona). Passando dall'altra parte, Patrick 1 si trasforma in Patrick 2 (vista la domanda che gli pone l'edicolante sul trasloco). Dove si trova l'altro? Chi lo sa, forse lo ha a sua volta sostituito all'interno della sua vita effettuando uno scambio, ma non ci è dato saperlo. Mi piace lasciare qualche incognita a cui il lettore può sentirsi libero di dare una propria risposta. Queste sono comunque le mie intenzioni e motivazioni. Il giudizio lo lascio a voi. :)

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Lo specchio

Messaggio#11 » sabato 21 settembre 2019, 17:13

Ciao Gabriele!
Ormai la curiosità di leggere i tuoi racconti a ogni edizione è sempre consistente, così, pur essendo nel mio girone, ho voluto farlo.
Ottimo racconto, ben congegnato e ben scritto. L'idea dei doppi, delle duplicazioni, dei doppelganger, dei mondi al di là degli specchi affascina sempre, non c'è niente da fare. E tu sei stato bravo a creare la giusta dose di tensione, fino allo "scambio" finale che, sinceramente, ho afferrato, quantomeno nei suoi contorni essenziali. L'originale passa al di là dello specchio e cambia "lato", si trasforma, mentre l'altro, chissà... Troppe lacune nella trama possono danneggiare la qualità complessiva della storia, ma nel tuo caso quei due/tre "buchi" fanno riflettere e ci stanno bene (come anche quello relativo all'edicolante). A volte però storie che si "rintorcinano" su loro stesse possono avere grandi estimatori come anche grandi detrattori, perché rischiano di non essere capite o di indispettire il lettore. Ma nel tuo caso, diciamo che siamo al limite.
Comunque il racconto, tutto sommato, è completo: dipinge un piccolo mondo narrativo che è lì e, seppur con un po' di impegno mentale, può essere compreso. Bravo.

In bocca al lupo!
Emiliano.


-

Avatar utente
jimjams
Messaggi: 560

Re: Lo specchio

Messaggio#12 » domenica 22 settembre 2019, 13:34

Un altro racconto con uno spunto originale.
Ho capito cosa stava succedendo quando lui ha detto che l'appartamento era speculare. Il resto viene da sé.
Non so se sarà così solo per me, non leggo gli altri commenti prima di leggere e commentare io stesso, ma alla fine della lettura, pur non dispiacendomi, non posso dire che il racconto mi abbia colpito molto. C'è l'idea, è scritto bene, un buon racconto, ma sento che manca qualcosa...

viviana.tenga
Messaggi: 500

Re: Lo specchio

Messaggio#13 » domenica 22 settembre 2019, 17:09

Ciao Gabriele,
ammetto di aver dovuto leggere il racconto un paio di volte per cogliere tutti i dettagli (per esempio, l'edicolante che cambia fisionomia), ma ne è valsa la pena. Il punto di forza è senz'altro l'atmosfera straniante che hai creato, con la giusta dose di dettagli per risultare ambigua quanto basta e assolutamente inquietante. Bello il dettaglio dell'azione innescata dal gatto (animale che tutti noi associamo almeno un po' alla magia) che entra nell'appartamento dei vicini.
L'unica cosa che non mi ha convinto molto la frase finale, che suggerisce che l'edicolante sappia qualcosa ma lascia la questione del tutto aperta. Personalmente, avrei preferito che il racconto si fermasse una riga prima, ma questo è gusto personale.
In ogni caso, di sicuro una delle idee più interessanti di questo girone.

Avatar utente
antico
Messaggi: 4381

Re: Lo specchio

Messaggio#14 » venerdì 27 settembre 2019, 18:13

Molto buono anche questo racconto. Il vortice in cui porti il lettore è davvero riuscito e l'incubo del protagonista ben trattato. Forse lasci un po' troppe questioni appese, come il fatto che entrando nello specchio si ritrovi trasformato, cosa che implica che la moglie e il gatto sono rimasti nella giusta realtà. Non è ben chiaro neppure come possano essere così controllati i vicini doppioni, tanto da decidere di andare ad abitare proprio lì. Pollice tendente all'alto, per me, in modo brillante.

Torna a “132° Edizione All Time - Signor Distruggere Edition - la Prima della Settima Era”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite