Pandafeche di Emiliano Maramonte

Quando? Lunedì 16 settembre dalle 21.00 all'una
Con chi? Vincenzo Maisto, anche conosciuto come IL SIGNOR DISTRUGGERE

Perché partecipare? Sarà la prima edizione della Settima Era e tutto sarà più divertente e veloce: solo nove edizioni per un vero e proprio campionato annuale che, in più, riserverà anche dei premi extra oltre alla visibilità sui canali soliti di Minuti Contati.

Quanti caratteri saranno disponibili? 3333 caratteri max spazi inclusi.
Avatar utente
megagenius
Messaggi: 356

Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#1 » martedì 17 settembre 2019, 0:28

Orlando sfondò la porta.
Fece cenno a Bianca - sua moglie - di seguirlo. Le indicò un lucore lontano con la mazza da baseball.
La casa al di là della strada, disabitata per anni, da due settimane si era animata di stridii, colpi di martello, e, soprattutto, urla disumane, persino nel cuore della notte. I due coniugi non tollerarono più tali insensate molestie, così decisero di porvi rimedio, alla loro maniera.
Si aggirarono tra le stanze maleodoranti e lerce, attirati da uno strano suono, qualcosa come un russare breve e rombante. Orlando individuò la fonte del lucore, che proveniva dal battente socchiuso di una vecchia porta di legno rovinata, e vi si diresse.
«Sta dormendo?» chiese Bianca. Lui la zittì con l’indice sulle labbra. La strattonò per un braccio verso quell’ultima stanza.
Avanzarono con meno determinazione di prima e furono investiti da un lezzo disturbante. Orlando sbuffò per la nausea ma proseguì. Afferrò il legno cosparso di crepe e spalancò la porta. Brandì la mazza, preparandosi a scatenare la sua rabbia contro i vicini irrispettosi.
Ciò che i due coniugi videro li riempì di orrore.
Un letto matrimoniale dall’ossatura arrugginita, sozzo di escrementi, occupava il centro della stanza. Sopra le lenzuola crespe giaceva una donna di mezza età in vestaglia rosa, supina, che fissava il soffitto e tremava, gorgogliava, grugniva. A pochi passi dal letto, adagiato a faccia in giù, la testa calva in equilibrio sul naso violaceo, c’era un uomo, la cui totale immobilità gridava la parola morte. Completava il macabro scenario un comodino rognoso con sopra due candele, un sacchetto di sabbia squarciato e una scopa di saggina poggiata su di un lato.
«Andiamocene» pretese Bianca, aggrappandosi al braccio del marito.
Orlando sollevò la mazza sulla testa, voleva comunque punire quella pazza, poi ci ripensò quando la sentì rantolare una bizzarra parola: «Pandafeche… pandafeche…» Aveva certamente perso la ragione. Forse aveva ucciso il marito e si stava lasciando precipitare in una abisso di follia. Qualcosa però non andava: Orlando capì che non erano soli quando intravide cinque dita affusolate e scure stese sulla coscia sinistra della donna. Le orride dita, che terminavano con artigli affilati come lamette, cominciarono a picchiettare sul muscolo irrigidito. Ta-ta-ta-ta-tac! Ta-ta-ta-ta-tac!
«Panda… feche…» La donna aveva rantolato ancora. Dal bordo del letto spuntarono una testa informe, che sembrava fatta di cuoio bruciato, e due occhi arrossati.
«Corri!» urlò Orlando alla moglie. Con un fulmineo balzo, la creatura fu più lesta a ghermire Bianca alle spalle, la quale, sopraffatta dal panico più assoluto, cercò scampo fuori dalla casa.
Orlando, tuttavia, non seguì subito la moglie: appena oltre l'uscio della stanza da letto, si girò per un istante e vide che la donna si stava stiracchiando sulle lenzuola come se si fosse finalmente liberata da invisibili catene. «Sia lodato il Santo Padrone del mondo!» esclamò. Sbatté le palpebre e incontrò lo sguardo dell’uomo esitante, gli rivolse un abbozzo di sorriso poi individuò il cadavere sul pavimento e si sciolse in lacrime.
Orlando abbandonò la mazza e si lanciò verso l’uscita, con il cuore imbizzarrito. Fuori, riprese fiato, sconvolto. Si guardò intorno ma non vide Bianca da nessuna parte.
La sentì gridare dalla loro camera da letto.



Avatar utente
antico
Messaggi: 4375

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#2 » martedì 17 settembre 2019, 0:32

Ciao Emiliano e benvenuto nella Settima Era! Tutto ok con i parametri, buona SIGNOR DISTRUGGERE EDITION anche a te!

Avatar utente
megagenius
Messaggi: 356

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#3 » martedì 17 settembre 2019, 0:35

Grazie, Antico. Sono felicissimo di essere entrato nella nuova Era... dall'inizio!
A presto!

alexandra.fischer
Messaggi: 1848

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#4 » martedì 17 settembre 2019, 8:32

PANDAFECHE di Emiliano Maramonte Molto bella l’idea della maledizione di Pandafeche (il nome del mostro che tormenta i vicini di Orlando e consorte). Il tema dei vicini è rispettato in modo magistrale, sono fastidiosi al punto giusto (vedi lo stato di alloggio e stanza da letto) e anche menagramo (la maledizione si trasferisce su Bianca. Quindi il mostro è in camera da letto con lei, mentre la vicina tira un sospiro di sollievo malgrado la morte del marito). Bravissimo.

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#5 » martedì 17 settembre 2019, 13:01

Grazie mille, Alexandra!
Buona Edition!

Jacopo
Messaggi: 63

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#6 » martedì 17 settembre 2019, 18:08

Ciao Emiliano.
Buon racconto, ben strutturato. Ottima l’idea di sfruttare Pandafeche e la paralisi che esso induce. Adoro imparare qualcosa di nuovo quando leggo, e, grazie a te, da oggi conosco questa suggestiva manifestazione onirica. Per essere pignolo, ti segnalo di aver avuto qualche piccola perplessità nel periodo in cui “... la creatura fu più lesta a ghermire Bianca alle spalle, la quale, sopraffatta dal panico più assoluto, cercò scampo fuori dalla casa.” Non so, mi sembra un po’ contorto. Tuttavia la cosa non inficia la scorrevolezza generale del racconto. Complimenti!

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 539

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#7 » mercoledì 18 settembre 2019, 8:39

Ciao Emiliano, ben trovato.
Dopo un rapido giro su Wikipedia (non conoscevo ahimé il significato di "pandafeche", mea culpa), tutto mi è parso più chiaro e l'ho trovato un racconto veramente ben descritto. Giungi all'elemento terrificante un passo per volta, catapultando il lettore dritto dritto nel POV di Orlando che scopre i dettagli pezzo dopo pezzo, man mano che esamina lui stesso la scena.
Forse il finale l'ho trovato un attimo più "frettoloso" rispetto al corpo centrale del racconto, ma proprio per trovarci un difetto col lumicino.
Geniale l'idea della maledizione che si perpetra, passando a Bianca che rimane prigioniera a sua volta nella camera da letto.
Bella prova, bravo! ;)
Uccidi scrivendo.

Avatar utente
Wladimiro Borchi
Messaggi: 257

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#8 » mercoledì 18 settembre 2019, 8:51

Ciao Emiliano,
come sai anche io mi sono letto il tuo racconto per primo, per puro piacere e, già in privato, ti ho fatto i complimenti per l'idea che hai avuto.
Li rinnovo in questa sede: la Tua possessione demoniaca è strepitosa e come hai gestito la storia, con un inizio alla "Rosa&Olindo" e il twist finale che trasforma i carnefici in vittime, è stato magistrale.
Ancora complimenti e a rileggerci su questi e altri schermi.
Wladimiro
IMBUTO!!!

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#9 » mercoledì 18 settembre 2019, 10:37

Per Antonio: grazie mille per le tue parole! La linearità è stata una scelta. Ultimamente non amo molto andarmi a impelagare in gineprai di colpi di scena, riferimenti incrociati et similia. Ho cercato di giocare tutto sull'atmosfera, sulle suggestioni horror e sulla spietatezza della situazione.

Per Jacopo: Grazie per l'apprezzamento! Probabilmente hai ragione. Frase da sfoltire in una prossima versione. Grazie per la segnalazione.

Per Eleonora: molto felice che ti sia piaciuto. Il finale è un po' così, ma ero a corto di caratteri e ho scelto una chiusura il più efficace possibile. Se dà impressione di frettolosità, dico: Mannaggia!

Per Wladimiro: che dire? Grazie di cuore per i complimenti. Per la cronaca: nell'intuizione iniziale che ho avuto per il racconto ho pensato proprio a Rosa Bazzi e Olindo Romano e ho cercato di immaginare la loro irruzione furiosa a casa dei vicini molesti. Ovviamente ho cambiato i nomi, come hai potuto notare.

Avatar utente
Linda De Santi
Messaggi: 497

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#10 » sabato 21 settembre 2019, 14:13

Bentrovato Emiliano!
L’horror è decisamente nelle tue corde e in questo racconto si sente in particolar modo. Storia ben scritta, belle le atmosfere e le immagini shock nella camera da letto.
Anche io non conoscevo la pandafeche, ho fatto una rapida ricerca e ho scoperto queste affascinanti creature del folklore marchigiano e abruzzese :)
L’azione che dà inizio alla vicenda mi pare un po’ forzata: un uomo che decide di sfondare a colpi di mazza la porta ai vicini perché di notte fanno rumore (e perché questo è “il suo modo di fare”) mi è parso un po’ eccessivo in mancanza di una minima contestualizzazione. Forse Orlando è pazzo, o magari lui e la moglie le hanno già provate tutte e questo è l’unico modo che gli è rimasto per risolvere la situazione.
A parte questo, il racconto è molto buono!
Alla prossima!

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#11 » sabato 21 settembre 2019, 15:09

Ciao Linda!
Grazie per il commento e per gli apprezzamenti.
Per quanto riguarda l'abbrivio della storia, non ho pensato a nulla in particolare. La scintilla è stata l'esasperazione per le due settimane di molestie che hanno di fatto rotto gli argini della pazienza. Con la chiosa "alla loro maniera", ho cercato di lasciar intendere che forse anche Orlando e Bianca (emuli di Olindo Romano e Rosa Bazzi, a cui mi sono ispirato) non fossero tanto normali, ma a quanto pare non è bastato. Chiaramente la storia risente del limite dei caratteri, come spessissimo avviene a MC.
Ancora grazie!

viviana.tenga
Messaggi: 500

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#12 » domenica 22 settembre 2019, 11:52

Ciao Emiliano,
Ho trovato molto efficace l'attacco del racconto, che ti catapulta subito nel cuore dell'azione. All'inizio pensavo a una storia alla Rosa e Olindo, invece poi tutto degenera in fretta nell'horror e nel surreale. Neanch'io conoscevo la figura del Pandafeche, ma il racconto funziona benissimo anche se non si coglie il riferimento.
Dovendo trovare un difetto, ho trovato un po' innaturale che Orlando, mentre la moglie corre fuori ghermita da una creatura infernale "si gira un attimo a guardare" cosa succede nella stanza.
Nel complesso, però, giudizio assolutamente positivo, complimenti

Avatar utente
jimjams
Messaggi: 559

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#13 » domenica 22 settembre 2019, 12:50

Un po' faticoso l'incipit, che mi lascia qualche dubbio (perché vanno da soli, mezzi armati, di notte?).
Finita la lettura non ci sono dubbi su cosa accade, ma non è chiaro il perché, di che si tratta etc e sono rimasto quindi incuriosito. Non che non si possa scrivere un racconto senza una base dietro, sarebbe andato comunque bene, ma conoscendoti sono andato a cercare. E non sono rimasto deluso. Non mi dispiace questa cosa di portarsi dietro il lettore, quasi per istruirlo. Molto positivo su questo. Bravo.

lailmil
Messaggi: 62

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#14 » martedì 24 settembre 2019, 9:22

Ciao Emiliano,
ottimo racconto. Non trovo nulla di negativo da segnalarti, ho apprezzato la storia, orrorifica e angosciante, con il ribaltamento finale e l'epilogo che resta sospeso: Orlando si ricorderà di riprendere la mazza o correrà senza riflettere da Bianca, per fare la fine del morto a terra? E trovo che la tua scrittura faccia da perfetto contrappunto alla storia, l'una completa e arricchisce l'altra. Infine, sono stata contenta di andare a cercare il significato di Pandafeche e di rileggere il racconto sotto questa nuova luce. Bella prova!

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#15 » martedì 24 settembre 2019, 11:39

Grazie Mario e Sara per gli apprezzamenti!

Buon proseguimento di Edizione!

Emiliano.

Avatar utente
antico
Messaggi: 4375

Re: Pandafeche di Emiliano Maramonte

Messaggio#16 » venerdì 27 settembre 2019, 17:52

Ho faticato parecchio nell'intro del racconto perché mi sembrava quasi che Orlando avesse sfondato la porta di casa propria e poi indicato a Bianca la casa dei vicini. In generale ho trovato un linguaggio un pelo pesante che non mi ha permesso di entrare in sintonia. Sul finale mi sarei aspettato che Orlando, descritto come personaggio violento, non soccorresse la moglie per spaccare la mazza sulla donna sul letto, credo sarebbe stato più efficace e meno forzato. In generale non posso dire che il racconto non mi sia piaciuto, ma penso che con una revisione potrebbe girare molto meglio. Detto questo, pollice tendente verso l'alto per me.

Torna a “132° Edizione All Time - Signor Distruggere Edition - la Prima della Settima Era”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite