Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Appuntamento fissato per lunedì 21 ottobre con Carmen Laterza. Scrittrice indipendente, ghostwriter, editor, esperta di Self Publishing e Book Marketing, aiuta le persone a realizzare il loro sogno di scrivere e pubblicare un libro. Alle 21.00 verrà rivelato il tema da lei scelto e si avranno le solite quattro ore di tempo per scrivere un racconto di massimo 3300 caratteri. I migliori dell'edizione verranno inviati alla guest star per commento e classifica finale.
Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#1 » martedì 22 ottobre 2019, 0:27

Carola gli aveva lasciato sul tavolo del soggiorno un biglietto. Semplice, diretto, inequivocabile. Cinque parole: Non. Ti. Amo. Più. Addio. Tutto finito. Vuoto cosmico e un colossale PERCHÉ pronto a tormentarlo per sempre. Dario si batté i pugni sulla fronte. Cercò di capire: a colazione tutto bene, e anche il giorno prima, e il mese prima, nessun segnale, nessuna cosa storta. E i giochi che lei organizzava per lui. E i momenti felici. L’amava sopra ogni cosa, ed era ricambiato, pur con tanti alti e bassi.
«E adesso che faccio?» Si lasciò cadere sulla poltrona, ne annusò la pelle in cerca del suo odore, ma lei era sparita. Pianse. A lungo. Voleva chiamare qualcuno o urlare la propria rabbia alla finestra e… Aveva un altro? Davvero era fuggita con un altro uomo? E se sì, chi era?
Senza di lei si sentiva perduto. Era bella come un fiore, una donna forte. Gli aveva cambiato la vita, lo aveva salvato dall’innocenza, innamorandosi della sua schietta semplicità, in netto contrasto con la complessità del carattere di lei. E ora era andata via. Si sentì sprofondare in un abisso di abbandono.
Dario si trascinò per la casa in pieno tumulto di pensieri. Lanciò in aria i giocattoli poi si arrampicò sugli scaffali della dispensa e prese una merendina; dopo averla scartata la schiacciò sotto il sedere. Non aveva fame.
Lo aveva lasciato. LO AVEVA LASCIATO!
Una volta aveva pensato a uno scenario come quello. Si era rinchiuso in camera e per tutto il pomeriggio si era sforzato d’immaginare le conseguenze. Forse aveva trovato una via d’uscita, un’alternativa alla solitudine e alla paura, soprattutto alla stramaledetta paura che lo perseguitava sin da bambino. Poi, inevitabilmente, era arrivato il momento.
Arrancò fino alla cucina e aprì lo sportello sotto il lavandino. Si sporse tra secchi, detersivi e strofinacci e tirò fuori un sacchetto di plastica gialla. Spinse sulle braccia e si spostò di lato, appoggiando la schiena contro l’altra anta del mobile. Il cuore gli rimbombava nelle orecchie. Gli tornarono in mente molti momenti piacevoli passati con Carola. Ricordò anche i rimproveri e le botte e il dolore, ma erano nulla in confronto all’amore che gli donava.
Tirò un profondo respiro, e si infilò la busta in testa. L’ossigenò diventò tossico in meno di un minuto. La vista gli si annebbiò. I polmoni s’infiammarono. Sperò che la morte – misericordiosa - lo prendesse presto.
Qualcuno decise un destino diverso. Una mano amica lo liberò dal sacchetto mortale. Dario inspirò avidamente aria pulita poi alzò lo sguardo. E la vide. Splendida e spietata, come il primo giorno. Accanto a lei c’era uno sconosciuto allampanato. Aveva un sorriso da ebete stampato in viso. Si dondolava come un idiota.
«Sei tornata.» Dario non seppe dire altro. Era allo stesso tempo confuso e felice.
«Certo che sono tornata, coglione.» Gli mostrò un piccolo aggeggio. Sembrava una microcamera. «Mi gusterò dopo lo spettacolo. Ti ho fatto uno scherzo coi fiocchi. Volevo capire cosa avresti fatto senza di me.» Rise senza ritegno.
«È lui?» chiese Dario.
«Saluta Marco. Ora è il suo turno» sancì Carola. «E adesso smamma, storpio. Fuori da casa mia.»
Solo allora si ricordò di non avere le gambe. Lo sbatterono in strada senza troppi riguardi.
Fuori, ebbe tempo per riflettere. Doveva riavere Carola.
E aveva già in mente una nuova alternativa.



Avatar utente
antico
Messaggi: 4714

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#2 » martedì 22 ottobre 2019, 0:32

Emiliano, buonasera! Tutto ok con i parametri, divertiti in questa Libroza Edition!

Avatar utente
Massimo Tivoli
Messaggi: 314
Contatta:

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#3 » martedì 22 ottobre 2019, 10:14

Ciao Emiliano. È sempre un piacere poter leggere un tuo racconto. L’idea è dirompente, di una potenza così cattiva che sul colpo di scena finale ho davvero rabbrividito. Carola è il male fatto persona. La scrittura, come sempre, è precisa e lo stile notevole, il racconto scorre molto bene. Preso fuori dal contest, è un ottimo racconto. Dentro il contest, pur restando un’idea originale e un racconto di qualità elevata, almeno io, non ho percepito lo sviluppo del tema. Attenzione, non dico che sia fuori tema (questo il racconto consente di escluderlo), dico solo che il “piano B” resta nella mente di Dario, menzionato come una possibile (ignota) alternativa solo sul finale. Insomma, all’interno di questa Edition, sembra che il racconto termini lasciando un minimo senso di incompletezza. In altri termini, il lettore resta con la curiosità di sapere quale sia questo piano B e, almeno io, non l’ho colto dagli elementi che il testo offre, finale compreso. Forse avrebbe potuto aiutare spendere qualche parola in più per far “dire” esplicitamente (per es., tramite il pensato) una battuta finale a Dario che facesse capire almeno quale sia l’obiettivo di questo piano B (per es.: “E aveva già in mente una nuova alternativa: si sarebbe sbarazzato di Marco.”; è solo un esempio per intenderci, non ha nessuna pretesa di essere significativo o giusto per il racconto).

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#4 » martedì 22 ottobre 2019, 10:52

Ciao Massimo!
Innanzitutto sono proprio contento di rivederti nell'Arena e non mancherò di leggere il tuo racconto, ormai è un appuntamento fisso. Grazie per le parole di apprezzamento e per la critica che, non ti nascondo, mi ha messo in crisi. Credevo fosse evidente che Dario, pur nella sua esistenza soggiogata, avesse comunque pensato a un "piano B", un'alternativa. Ovviamente, imprigionato in una condizione fisica difficile, l'unica via d'uscita a una vita senza la sua amata "aguzzina" poteva essere il suicidio. Evidentemente, non sono stato abile a far emergere proprio il piano B.
Per quanto riguarda l'ultima alternativa dopo la cacciata di casa, ho lasciato tutto in sospeso un po' per mancanza di caratteri, un po' per scelta, poiché alla fine ognuno si immagina ciò che vuole. Forse Dario ha acquisito una nuova consapevolezza, forse ha sviluppato un attaccamento morboso che lo renderà violento o molesto... non lo so. Però forse, come dici tu, potevo dare al lettore qualche input in più. Se non sono riuscito a chiudere degnamente, me ne scuso.
Comunque grazie davvero!

Avatar utente
Massimo Tivoli
Messaggi: 314
Contatta:

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#5 » martedì 22 ottobre 2019, 11:51

Non avevo capito che il suo tentato suicidio, come reazione all’abbandono, fosse il piano B. In realtà, avevo pensato ancora al suicidio, come ultima e unica alternativa, ma quel “Doveva riavere Carola” me lo ha fatto escludere... resta comunque un ottimo racconto con un colpo di scena finale davvero forte. Buona Edition!

Avatar utente
maurizio.ferrero
Messaggi: 389

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#6 » mercoledì 23 ottobre 2019, 9:55

Ciao Emiliano,

Stile di scrittura impeccabile come al solito, quasi chirurgico e molto cinico nello svolgimento della vicenda. Personaggi ben caratterizzati, colpo di scena interessante quando si scopre l'handicap di Dario.
Il grosso problema, per quanto mi riguarda, è che la vicenda non si conclude. La "nuova alternativa" menzionata nel finale fa presupporre che stia per accadere qualcos'altro, che però non accade perché il racconto finisce. Un brutto taglio, che oltretutto rafforza la convinzione che sia quello il Piano B di Dario, destinato a rimanere fumoso. Prima che leggessi il tuo commento sul suicidio come piano B, sentivo un gran senso di incompletezza. Ora ho capito, il problema è che avrei dovuto dedurlo dal racconto.
Purtroppo il finale è il classico esempio di singola frase che ammazza tutto il lavoro che hai imbastito in precedenza.

A presto

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#7 » mercoledì 23 ottobre 2019, 10:10

Salve ragazzi!
Noto che c'è stato un grosso fraintendimento, e la colpa è mia perché ho specificato un dettaglio in maniera maldestra.
In breve: il PRIMO piano B era quello pensato da Dario qualche tempo prima, ossia il suicidio per uscire da una situazione drammatica, nel caso in cui Carola se ne fosse andata (e fin qui tutto bene, perché poi lo scenario si è avverato). La "nuova alternativa" del titolo, ossia il SECONDO PIANO B NON E' di nuovo il suicidio! E' bensì qualcos'altro che Dario medita una volta cacciato di casa da Carola e il suo nuovo ragazzo-gingillo, e può essere qualsiasi cosa: vendetta, disperazione, il fatto di implorarla dietro la porta, una nuova consapevolezza, una trasformazione dell'animo da ingenuo a malvagio... Forse, scioccamente, ho pensato che quell'ultima frase ("Doveva riavere Carola") fosse illuminate per far capire al lettore che Dario avrebbe cambiato atteggiamento e avrebbe fatto qualcosa... QUALSIASI COSA! E ho voluto lasciare al lettore il compito di immaginarselo, ma evidentemente ho generato solo confusione...
Grazie in ogni caso per i feedback!

Buona Edition!

Avatar utente
Luca Nesler
Messaggi: 547
Contatta:

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#8 » mercoledì 23 ottobre 2019, 22:16

[premessa: per il rispetto di tutti e, sapendo che ognuno preferisce le critiche ai complimenti, ho deciso di commentare senza leggere gli altri commenti e di accantonare qualunque filtro cortese. Ti prego di non confondere questo atteggiamento con mancanza di stima. Tutt'altro!]

Ciao Emiliano, sono contento di commentarti, ma non molto di farlo con questo racconto che, secondo me, non ti è venuto bene. Ci mostri una situazione drammatica piuttosto comune (un uomo lasciato dalla sua donna) e ti dilunghi a raccontarci la sua sorpresa e la sua sofferenza. Alla fine chiudi in modo tanto assurdo da farmi chiedere:
“che cosa si è fumato Emiliano questa sera?”
Perdona la battuta, ma Carola si comporta in modo davvero inspiegabile, specie per quanto poco ci viene mostrato e per quanto poco la conosciamo. È una sadica malvagia che gioca coi sentimenti dei derelitti? È un po' troppo immotivato messa lì così. Risuona gratuita.
Inoltre quel finale “Solo allora si ricordò di non avere le gambe”. Non ha molto senso messo così e mi sembra poco onesto da parte dell'autore non mostrare mai qualcosa che ci faccia venire questo dubbio (intendo che hai involontariamente hai usato quello che Carver definirebbe “un trucchetto da due soldi”, non che sei disonesto!). Cadiamo proprio dalle nuvole e rompe la sospensione d'incredulità.
Inoltre alla fine aggiungi quello che io ho inteso come “piano B” e cioè che lui ha già in mente un piano, ma noi non riusciamo a immaginare quale. È un po' gratuita anche questa frase.
Poi ti segnalo la scelta della parola “alternativa”, perché dicendo che aveva in mente una nuova alternativa, dai l'impressione che ne abbia già scartata una e questo confonde, visto che “alternativa” è un piano B per definizione.
Per ultimo, il fatto che Carola abbia davvero lasciato Dario non fa che confermare la trama poco originale che, all'inizio, pensavo fosse solo un'aringa rossa.
Infine nell'incipit io avrei curato un po' questa parte:
“Cinque parole: Non. Ti. Amo. Più. Addio. Tutto finito.”
dove “tutto finito” si lega allo stesso modo alle cinque parole citate. Che ne pensi di:

Cinque parole: non-ti-amo-più-addio.
Tutto finito.

Pensa che quando Dario schiaccia una merendina sotto il sedere ho cominciato a pensare che stessi raccontando di un bambino che parla della sua baby sitter che ha cominciato a seguire qualche altro bambino. Se lo rileggi in questa chiave potresti notare qualche seme (immagino involontario) di questa visione del racconto (giochi, rimproveri, botte...)

So che sei capace di molto meglio, Emiliano. A rileggerci con piacere!

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#9 » mercoledì 23 ottobre 2019, 22:47

Ciao Luca!
Se ben ricordo, abbiamo avuto modo di parlare a Stranimondi delle modalità dei commenti qui a Minuti Contati, e in quell'occasione dissi che i complimenti piace a tutti riceverli, ma sono le critiche che fanno crescere (la tua premessa è sacrosanta). Ebbene, non posso che ringraziarti per la "disattivazione" di ogni filtro di compiacenza o di mera cortesia e apprezzo il commento fuori dai denti. Grosso modo sono d'accordo con i tuoi rilievi, e aggiungo che probabilmente (e me ne rendo conto ora, a mente fredda) il tema mi ha destabilizzato, rendendomi difficile elaborare una trama ben delineata nella mia testa. E ormai so per esperienza che so non hai chiaro in mente il quadro, ciò che concretizzi sul foglio risulterà ostico o indisponente a chi legge. Questo è.
Ti ringrazio per la stima (reciproca) e se dovesse andar male questa Edizione, ciò non può che essere uno sprone per fare sempre meglio!

Buona Edition!

Avatar utente
Luca Nesler
Messaggi: 547
Contatta:

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#10 » mercoledì 23 ottobre 2019, 23:28

Infatti la chiacchierata con te e con gli altri a Stranimondi mi è stata d'ispirazione e sprono. So che un autore della tua esperienza non si lascia affossare da una critica negativa e so che, dietro la paura di inimicarsi altre persone, a volte capita di addolcire pillole. Ma proprio la stima mi ha convinto che la vera generosità sta nell'assoluta sincerità. Spero che sia d'aiuto a tutti (a me per primo!)
Grazie Emiliano!

Avatar utente
lordmax
Messaggi: 308

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#11 » mercoledì 30 ottobre 2019, 13:03

Bel racconto, forte e cattivo fin nei particolari. Mi è piaciuto come tutto si snodi in un lasso di tempo breve o brevissimo senza lasciare al protagonista il tempo di assorbire il colpo.
Hai lasciato piccoli indizi della disabilità del protagonista sparsi in giro, forse fin troppo piccoli, sono dovuto arrivare fino a quel "spinse sulle braccia..." per capire che qualcosa non andava.
La scelta del suicidio presa in modo così rapido è forse giustificata dalla sua condizione e ci sta.
Mi lascia solo perplesso quel "Solo allora si ricordò di non avere le gambe..." perché i paragrafi precedenti, riletti alla luce della nuova conoscenza, lasciano intendere che molti dei suoi movimenti in casa rendano più che evidente la sua menomazione.
Nel complesso il racconto mi è piaciuto, il tema, anche se di sfuggita mi pare ci sia... se ho interpretato bene che è il suicidio l'alternativa scelta e non l'idea dell'ultima frase.

Avatar utente
roberto.masini
Messaggi: 333

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#12 » mercoledì 30 ottobre 2019, 17:35

Ciao Emiliano.
Volevo iniziare dicendo che nel tuo racconto non ho trovato il piano B e tu commenti che c’è addirittura un piano C. Io non ho colto nulla di tutto questo. La rivelazione finale della disabilità del protagonista mi ha lasciato interdetto e non mi ha convinto perché la malvagità di Carola non s’intuisce in un semplice abbandono. Infondato è il termine che userei non solo per il tuo finale ma per l’intera storia.
Buon Halloween!

Avatar utente
Gennibo
Messaggi: 303

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#13 » giovedì 31 ottobre 2019, 0:19

Ciao Emiliano, questo racconto mi ha spiazzato, ho sofferto per il tipo così tanto maltrattato dalla donna di cui è innamorato. Visto che hai nominato “i giochi che lei organizzava per lui” una interpretazione poteva essere che tutto era un gioco, e che la donna avesse portato un altro a casa e avesse maltrattato il protagonista per una sorta di farsa sadico masochista, anche se poi alla fine il nostro uomo vuole in qualche modo la riscossa, per dire che non è così contento del “gioco” ai suoi danni e quindi la mia interpretazione non funziona.

Avatar utente
wladimiro.borchi
Messaggi: 235

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#14 » giovedì 31 ottobre 2019, 8:33

Benissimo,
Non avevo ancora avuto il tempo di leggerlo.
Ottimo e abbondante.
Ora vado a suicidarmi.
Scherzi appare: un racconto davvero toccante e disperato.
Carola, forse, un po' costruita a colpi d'accetta. Mi pare incredibilmente malvagia e non si apprezzano fino in fondo le sue motivazioni.
Questo guasta un po' il finale.
In ogni caso una buonissima prova.
A rileggerci presto.
W

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#15 » giovedì 31 ottobre 2019, 12:23

Grazie a tutti per i preziosissimi rilievi. Ribadisco che questo tema mi ha destabilizzato e il risultato è stato goffo. Però va bene così: Minuti Contati è bello per questo: si vince e si perde, ma ci si diverte e si impara. Meglio di così!

Buona Edition a tutti!

Avatar utente
antico
Messaggi: 4714

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#16 » venerdì 1 novembre 2019, 11:11

Sono d'accordo con i rilievi fatti, nello specifico: 1) quelle cinque parole iniziali devono essere separate da TUTTO FINITO, 2) il piano B sembra non un piano, ma una reazione non ragionata dettata dalla disperazione e in più il finale confonde su quale volessi proporre come PIANO B, 3) Carola appare eccessiva e poco contestualizzata, almeno per le informazioni che fornisci al lettore, 4) quando parli di merendina schiacciata sotto il sedere costringi a rileggere per cercare indizi sul fatto che fosse un bambino. Questa volta il racconto ti è uscito come una Polo senza il buco: rinfresca l'alito, ma non è la stessa cosa, di sicuro non è completa. La mia idea è che tu non sia entrato in sintonia con il tema e che pertanto il controllo sul contenuto (la forma è, come sempre, ottima) sia un po' venuto a mancare. Pollice ni a questo giro.

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Una nuova alternativa di Emiliano Maramonte

Messaggio#17 » venerdì 1 novembre 2019, 11:30

Grazie Antico per la valutazione.
Il più bel feedback che io abbia mai ricevuto: "Come una Polo senza il buco"! Rende perfettamente l'idea. E hai ragione: non sono entrato in sintonia col tema, mi ha destabilizzato, ma questo l'ho più volte ribadito in questa sede, rischiando di diventare noioso. Pazienza, va bene così.

Alla prossima!

Torna a “133° ALL TIME - Libroza Edition - la Seconda della Settima Era”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite