Abracadabra di Emiliano Maramonte

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#1 » martedì 21 aprile 2020, 0:24

Chiudete gli occhi.
Concentratevi.
Bene così. Riuscite a visualizzare qualcosa?
Riconoscete quell’uomo? È Tobrell, il più grande illusionista di tutti i tempi. Sta sciogliendo i muscoli sotto il sole andaluso per il suo nuovo spettacolo. Al posto del tradizionale doppiopetto, stavolta indossa soltanto un costume blu notte.
Ha fatto sparire aerei, è sfuggito alla morsa letale di un blocco di ghiaccio, è rimasto sepolto in una fossa per tre giorni, ha vagato in Tibet due anni per apprendere arcane discipline, e ora vuole superare il limite. Vuole davvero stupire il mondo.
Rivolge un cenno di saluto alla folla crepitante di entusiasmo e un altro alla selva di telecamere provenienti da ogni continente, poi si avvicina alla cassa di legno.
Ai media ha annunciato che sarà un numero memorabile, la cui grandiosità farà impallidire persino le più ardite imprese di Harry Houdini.
Guardate, aguzzate la vista.
Si sta arrampicando sul braccio del paranco con movimenti eleganti, armoniosi. Gli spettatori, accalcati sul ponte di Ronda, capiscono che è il momento di abbassare la voce, per godersi appieno le gesta dell’incredibile artista.
Adesso Tobrell non sorride più. Regala ai suoi affezionati ammiratori un ultimo, vago saluto e chiede al suo assistente – un giovanotto esile e molto solerte – di sigillare il coperchio laterale, dopo aver stretto con molta cura le catene che lo tengono prigioniero.
Il brusio della folla si riduce a un sussurro collettivo d’ansia e di attesa. Con un ronzio elettrico il paranco ruota e conduce la cassa appesa a un cavo sull’abisso roccioso.
Tobrell ha spiegato ai giornalisti che riuscirà a liberarsi prima di finire maciullato dopo un volo di 120 metri. Avrà pochi secondi a disposizione.
Ma non è tutto. Dopo aver ingannato la morte ancora una volta, donerà all’umanità un altro strabiliante prodigio. Nessuno sa quale.
Gli spettatori tacciono. La voce ovattata di Tobrell annuncia che è tutto a posto. Comincia un’attesa che pare infinita, poi si leva un urlo dalla cassa: «Sganciate!»
L’assistente abbassa una leva. La cassa vola giù fulminea. La folla rumoreggia. Mani che coprono volti attoniti e spaventati. Le telecamere si genuflettono per seguire meglio la drammatica scena. Molti si sporgono dal parapetto di pietra. Cinque, sei secondi, e arrivano echi di impatti che culminano nel fracasso finale. La prigione di legno è sparsa in mille pezzi sul fondo della gola.
Tranquilli. Riprendete fiato.
Un bravo illusionista vi mostra una realtà, mentre dietro di essa compie un miracolo che non scoprirete mai. Non c'è da preoccuparsi.
Concentratevi. Che cosa è successo? Qualcuno dal pubblico strilla, qualcun altro sviene. Vedete per caso un corpo smembrato? Notate le strie di sangue laggiù? Bene.
Tobrell è morto… o ce l’ha fatta di nuovo? Sforzatevi di capire. Voi lo sapete già.
Lo hanno cercato per mesi. Non l’hanno più trovato. Forse il sangue era di un animale. Svanito per sempre, chissà.
E adesso aprite gli occhi. Come vi sentite?
Disorientati, lo so.
State leggendo queste parole sui vostri meravigliosi apparecchi tecnologici. Ogni abitante della Terra lo sta facendo.
Io, Tobrell, sono il più grande illusionista del mondo, ve l’ho dimostrato, e sto per regalarvi l’ultima magia, quella che avevo promesso.
Conterò fino a tre, poi schioccherò le dita.
E adesso voltatevi.
Sono qui con voi.



Avatar utente
antico
Messaggi: 4714

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#2 » martedì 21 aprile 2020, 0:27

Ciao Emiliano! Caratteri e tempo ok, divertiti in questa Patrizia Rinaldi Edition!

Avatar utente
Massimo Tivoli
Messaggi: 314
Contatta:

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#3 » martedì 21 aprile 2020, 10:20

Ciao Emiliano, è sempre un piacere leggerti.
Mi è piaciuta la tua interpretazione del tema legata alla magia illusionista della scrittura. Un racconto metaforico: l’autore diventa l’illusionista portando il lettore in un mondo immaginario dove, grazie alla fantasia supportata da un utilizzo sapiente delle parole, si può superare qualsiasi limite. Bellissima prova con un’interpretazione del tema originale, non ovvia.
Per certi versi, sento la mia interpretazione del tema vicina alla tua, sebbene diversa. Abbiamo entrambi voluto fare un esperimento. Quanto questo ci ripagherà? Non lo so, ho i miei dubbi. Quello che c’è tra le righe di un racconto-esperimento potrebbe non essere colto facilmente, rischiando di apparire agli occhi dei più come un mero divertissement.
Io ho molto apprezzato. Come sempre, scrittura impeccabile.

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#4 » martedì 21 aprile 2020, 12:22

Ciao Massimo! Innanzitutto ancora complimenti per la tua pubblicazione con Delos. Non avevo dubbi sulle tue qualità. E sono davvero molto felice di rivederti nell'infernale Arena.
Grazie per gli apprezzamenti. A questo punto sono curioso di leggere il tuo racconto, e lo farò quanto prima.
Come hai detto tu, gli esperimenti sono rischiosi, ma ogni tanto bisogna buttarsi per spostare l'asticella un po' più su.
Ad esempio, mi sono preso grossi rischi alla Lorenzo Marone Edition con un racconto tutto giocato su frasi brevissime e ritmate, e, per fortuna, è andata come è andata.
Chi vivrà vedrà.

Buona Edition!

Avatar utente
Il Calmo
Messaggi: 171

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#5 » mercoledì 22 aprile 2020, 11:27

Racconto particolare, certamente ben scritto con mano sapiente e certamente avvicente.
Però non riesce a convincermi fino in fondo, forse è appunto un “limite” mio ma questo limite qui lo vedo e non lo vedo e il finale mi ha un po’ confuso.
Ad ogni modo una prova molto gradevole che dipinge una scena molto forte e di grande impatto visivo, quindi bravo!

Avatar utente
Andrea Lauro
Messaggi: 367

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#6 » giovedì 23 aprile 2020, 21:18

Oh, bene. Sbrigati i miei doveri con la classifica, ora mi metto a zompettare tra gli altri racconti.
Ciao Emiliano, mi è piaciuto tantissimo. Che classe.
L'incipit in cui ti rivolgi a un "voi spettatori", a richiamare un genere di spettacolo che ormai si è perso; una scrittura veloce e elegante che tiene incollati fino alla fine; il colpo di scena finale. Mi credi se ti dico che mi son voltato davvero, sperando che la magia continuasse?
Complimenti, buona edition
andrea

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#7 » giovedì 23 aprile 2020, 22:44

Il Calmo ha scritto:Racconto particolare, certamente ben scritto con mano sapiente e certamente avvicente.
Però non riesce a convincermi fino in fondo, forse è appunto un “limite” mio ma questo limite qui lo vedo e non lo vedo e il finale mi ha un po’ confuso.
Ad ogni modo una prova molto gradevole che dipinge una scena molto forte e di grande impatto visivo, quindi bravo!


Grazie Andrea per gli apprezzamenti e posso capire le tue perplessità. Il tema richiesto sembra effettivamente un po' nascosto, ma nella mia costruzione mentale per dar vita al racconto doveva riguardare la continua ricerca del superamento di un limite da parte di maghi e illusionisti. Nel mio caso, Tobrell li ha superati tutti ed è arrivato anche al lettore.

Grazie ancora e buona Edition!

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#8 » giovedì 23 aprile 2020, 22:46

Andrea Lauro ha scritto:Oh, bene. Sbrigati i miei doveri con la classifica, ora mi metto a zompettare tra gli altri racconti.
Ciao Emiliano, mi è piaciuto tantissimo. Che classe.
L'incipit in cui ti rivolgi a un "voi spettatori", a richiamare un genere di spettacolo che ormai si è perso; una scrittura veloce e elegante che tiene incollati fino alla fine; il colpo di scena finale. Mi credi se ti dico che mi son voltato davvero, sperando che la magia continuasse?
Complimenti, buona edition
andrea


Posso dirti solo grazie per questi apprezzamenti.
Mi credi se ti dico che era proprio la reazione che volevo provocare?
Io stesso, quando ho finito di scriverlo, ho avuto l'istinto di voltarmi per verificare se ci fosse qualcuno... Potere della scrittura!

In bocca al lupo e a presto rileggerci!

Daniel Travis
Messaggi: 402
Contatta:

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#9 » venerdì 24 aprile 2020, 1:52

Un divertissement con sotto un cuore che batte. Si sente la passione per la magia, l'illusione, l'escapismo, vibrare sotto ogni parola.
La cosa che non ho apprezzato è il cambio di punto di vista finale. Forse non ci sarebbe stato verso di mantenere un'ombra di mistero, ma avrei comunque preferito sentire la voce del protagonista fin dall'inizio, o vederla alternata a quella di qualcun altro; l'accenno di misdirection della terza persona che diventa prima mi ha dato un po' di noia (in un testo più lungo, in cui la sorte del protagonista è veramente in dubbio nella mente del lettore, avrebbe forse più efficacia), in un testo che, in generale, mi ha trasmesso invece un forte entusiasmo.
Complimenti davvero.
Il Crocicchio è un punto tra le cose. Qui si incontrano Dei e Diavoli e si stringono patti. Qui, dopo aver trapassato i vampiri e averli inchiodati a terra, decapitati, bruciati, si gettano al vento le loro ceneri.
Il Crocicchio è un luogo di possibilità.

Avatar utente
Davide Di Tullio
Messaggi: 255

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#10 » venerdì 24 aprile 2020, 13:06

Ciao Emiliano

sempre un piacere rileggerti. Un prosa pulita e una proprietá di linguaggio alla Emiliano direi :-). Tecnicamente non riscontro sbavature. La prosa fluisce senza intoppi. ho provato a schioccare le dita ma l´illusionista non s´é visto! voglio essere rimborsato ! :-D. A parte gli scherzi, credo che al di lá di tutto, il racconto non mi sia arrivato immediato. Si intuisce un messaggio tra le righe, ma a mio avviso si perde un pó nella narrazione. Forse il racconto é un po' celebrale (cosa che ovviamente non é classificabile come difetto)

a rileggerci presto!

Kiljedayn
Messaggi: 102

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#11 » venerdì 24 aprile 2020, 15:05

Ciao Emiliano, piacere di conoscerti e di leggerti!

Il tuo è un racconto particolare, un esperimento molto coraggioso che si appoggia quasi esclusivamente sull'immedesimazione del lettore, sul "sentire" la voce narrante, lasciandosi guidare da essa in un numero di illusionismo. Devo quantomeno renderti atto di possedere uno stile di scrittura davvero ottimo, che riesce a coinvolgere anche senza ricorrere al dialogo. Tuttavia, al momento del "gran finale", qualcosa (per me, naturalmente) si è inceppato. La grande rivelazione finale mi ha lasciato, purtroppo, un po' deluso. Non è neppure chiarissimo quale sia il limite da superare: il numero sensazionale, che batterà perfino il maestro Houdini? La rottura dello schermo e la conseguente presenza di Tobrell al nostro fianco? Per concludere, il tuo lavoro è davvero ben scritto, ma temo che non mi sia arrivato come avrebbe dovuto. Ti faccio comunque i migliori auguri per la gara, alla prossima!

viviana.tenga
Messaggi: 500

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#12 » venerdì 24 aprile 2020, 21:33

Ciao Emiliano,
A mio parere sei stato davvero bravo a creare tensione narrativa e gestirla lungo tutto il racconto. Sembra di essere sul ponte assieme al pubblico, ad attendere il gran momento e vedere cosa succederà.Il protagonista ha i contorni poco definiti, rimane avvolto in un alone di mistero e magia, come è giusto che sia. Alla fine, la magia è il racconto stesso, il fatto che Tobrell sia allo stesso tempo sfracellato sulle rocce e accanto a noi.
Volendo trovare un appunto da farti, non mi ha convinto molto quel "voltatevi". E' come se ci suggerisci che Tobrell debba essere fisicamente vicino a noi, avrei preferito qualcosa di più vago/allusivo.
Nel complesso, ottima prova.

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#13 » sabato 25 aprile 2020, 17:45

Daniel Travis ha scritto:Un divertissement con sotto un cuore che batte. Si sente la passione per la magia, l'illusione, l'escapismo, vibrare sotto ogni parola.
La cosa che non ho apprezzato è il cambio di punto di vista finale. Forse non ci sarebbe stato verso di mantenere un'ombra di mistero, ma avrei comunque preferito sentire la voce del protagonista fin dall'inizio, o vederla alternata a quella di qualcun altro; l'accenno di misdirection della terza persona che diventa prima mi ha dato un po' di noia (in un testo più lungo, in cui la sorte del protagonista è veramente in dubbio nella mente del lettore, avrebbe forse più efficacia), in un testo che, in generale, mi ha trasmesso invece un forte entusiasmo.
Complimenti davvero.


Grazie, Daniel.
L'inconveniente che mi segnali mi ha fatto riflettere. Ci sto pensando su, anche in vista di una possibile, futura revisione.

Buona Edition!

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#14 » sabato 25 aprile 2020, 17:47

Davide Di Tullio ha scritto:Ciao Emiliano

sempre un piacere rileggerti. Un prosa pulita e una proprietá di linguaggio alla Emiliano direi :-). Tecnicamente non riscontro sbavature. La prosa fluisce senza intoppi. ho provato a schioccare le dita ma l´illusionista non s´é visto! voglio essere rimborsato ! :-D. A parte gli scherzi, credo che al di lá di tutto, il racconto non mi sia arrivato immediato. Si intuisce un messaggio tra le righe, ma a mio avviso si perde un pó nella narrazione. Forse il racconto é un po' celebrale (cosa che ovviamente non é classificabile come difetto)

a rileggerci presto!


Grazie per il tuo feedback!
Mi dispiace, ma non è prevista la clausola "soddisfatti o rimborsati"! AHAHAHA

Buona Edition!

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#15 » sabato 25 aprile 2020, 17:51

Kiljedayn ha scritto:Ciao Emiliano, piacere di conoscerti e di leggerti!

Il tuo è un racconto particolare, un esperimento molto coraggioso che si appoggia quasi esclusivamente sull'immedesimazione del lettore, sul "sentire" la voce narrante, lasciandosi guidare da essa in un numero di illusionismo. Devo quantomeno renderti atto di possedere uno stile di scrittura davvero ottimo, che riesce a coinvolgere anche senza ricorrere al dialogo. Tuttavia, al momento del "gran finale", qualcosa (per me, naturalmente) si è inceppato. La grande rivelazione finale mi ha lasciato, purtroppo, un po' deluso. Non è neppure chiarissimo quale sia il limite da superare: il numero sensazionale, che batterà perfino il maestro Houdini? La rottura dello schermo e la conseguente presenza di Tobrell al nostro fianco? Per concludere, il tuo lavoro è davvero ben scritto, ma temo che non mi sia arrivato come avrebbe dovuto. Ti faccio comunque i migliori auguri per la gara, alla prossima!


Ciao Danilo!
Grazie per gli apprezzamenti e per il feedback franco e diretto.

Buona Edition!

Avatar utente
emiliano.maramonte
Messaggi: 165

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#16 » sabato 25 aprile 2020, 17:54

viviana.tenga ha scritto:Ciao Emiliano,
A mio parere sei stato davvero bravo a creare tensione narrativa e gestirla lungo tutto il racconto. Sembra di essere sul ponte assieme al pubblico, ad attendere il gran momento e vedere cosa succederà.Il protagonista ha i contorni poco definiti, rimane avvolto in un alone di mistero e magia, come è giusto che sia. Alla fine, la magia è il racconto stesso, il fatto che Tobrell sia allo stesso tempo sfracellato sulle rocce e accanto a noi.
Volendo trovare un appunto da farti, non mi ha convinto molto quel "voltatevi". E' come se ci suggerisci che Tobrell debba essere fisicamente vicino a noi, avrei preferito qualcosa di più vago/allusivo.
Nel complesso, ottima prova.


Ciao Viviana!
Sono molto contento che per larga parte il racconto ti sia piaciuto.
Nel finale mi sono buttato nel vuoto in quanto volevo giocare un po' col lettore, cercando di provocare in lui la reazione di girarsi davvero per verificare che ci fosse il mago. Ho toppato? Ho avuto ragione? Non lo so. Vedremo alla fine.

Buona Edition!

Avatar utente
Laura Cazzari
Messaggi: 266

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#17 » martedì 28 aprile 2020, 9:17

Ciao Emiliano, è un piacere rileggerti. Il tuo stile di scrittura è impeccabile e apprezzo l’esperimento che hai voluto fare cercando di ricreare un’illusione con le parole. Il risultato però non mi convince al 100%. Quando ho finito il racconto mi ha lasciato dentro un senso di incompiuto. Inoltre il tema del limite mi sembra solo leggermente sfiorato. Buona mano comunque.
Laura Cazzari

Sybilla Levanti
Messaggi: 142

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#18 » mercoledì 29 aprile 2020, 15:09

Ciao Emiliano, bel racconto. Ben costruito e ben scritto, sia in termini di prosa sia di ritmo (io sono una fanatica del ritmo, un racconto come uno spartito musicale deve suonare in armonia). Riguardo al tema, si scorge di sottofondo ma non viene mai esplicitato del tutto, che da un lato rafforza quel senso di attesa e "trattenere il fiato" tipico di un'illusionita puntando sul mistero del non mostrato ma nell'ambito del racconto lo trovo un punto debole nella trama. Infine trovo il finale telegrafato, forse anche a causa della limitatezza dei caratteri a disposizione, e non rende giustizia al resto dello sviluppo.

Complimenti e spero che makes sense.

Avatar utente
antico
Messaggi: 4714

Re: Abracadabra di Emiliano Maramonte

Messaggio#19 » mercoledì 6 maggio 2020, 20:03

Approvato. Ti prendi i tuoi rischi, ma li inserisci in un testo impeccabile. Il lettore ti segue avvinto poi, quando il gioco comincia a disvelarsi, lo colpisci con il tuo affondo. Sono stato inizialmente incerto perchè, come ormai avrai capito, tendo ad approcciarmi con sospetto a questo tipo di operazioni, ma questo perché ritengo che debbano essere inserite in una struttura ineccepibile. E la tua lo è. Pollice su, per me.

Torna a “140° All Time - Patrizia Rinaldi Edition - l'Ottava della Settima Era”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti