Esperanza

Appuntamento alle 21.00 di lunedì 22 giugno con il tema proposto da tre grandi donne di Minuti Contati: Linda De Santi, Eleonora Rossetti e Ambra Stancampiano!
Sybilla Levanti
Messaggi: 142

Esperanza

Messaggio#1 » martedì 23 giugno 2020, 0:41

Esperanza

La voce di Esperanza si spegne in un sospiro, chiude il volume che si è sistemata in grembo e si prende la testa fra le mani: da giorni questa strana tizia la segue ovunque appena esce di casa come se le volesse parlare ma non si avvicina mai. Si alza e si dirige al tavolo rotondo, coperto da un telo di seta color blue notte ricamato con simboli esoterici. La luce arancione della lampada proietta un cono sul mazzo dei tarocchi. Li ha tirati fuori in un impeto improvviso. Si siede e scorre le dita sulle carte, cercando di trovarne il bandolo: il trionfo, l’intuizione, la giustizia, il cambiamento, l’incapacità di controllare il proprio ego. In che modo questo groviglio di significati si intrecciano con la sua vita, le sue credenze, i suoi pensieri. Che cosa le vogliono dire? Lei ha sempre agito nell’interesse altrui, mettendo il suo dono a disposizione delle proprie clienti.
Due colpi secchi alla porta la distolgono dai suoi pensieri. Si alza e va a aprire, trovandosi davanti la sconosciuta che la segue da giorni. Si osservano, la giovane e l’anziana senza parlare fino a che quella si infila in casa e si dirige in sala, come se conoscesse la casa.
Esperanza chiude la porta e la segue. Quella si è accomodata al tavolo e osserva le carte, annuisce. Esperanza si siede e attende. “Sai chi sono?”, le chiede l’anziana senza sollevare lo sguardo dallo schema. Scrolla le spalle. “Sai perché sono qui?”, domanda ancora. Seconda scrollata di spalle. Gli occhi di Esperanza seguono i movimenti lenti delle mani della donna mentre afferra la carta centrale e gliela mostra, la giustizia. “Sono qui per riavere indietro ciò che mi appartiene e che con l’inganno mi è stato sottratto. Un debito va pagato, una promessa va mantenuta. È infine giunto il tempo per me di riavere indietro ciò che è mio”. La giovane attende che le spieghi cosa vuole indietro. Sarà ben lieta di restituire qualsiasi cosa lei voglia purché poi la lasci in pace. “Sono qui per riportare giustizia, la giustizia karmica. Per ripianare i torti del passato, per un futuro che sia splendente”. Esperanza non riesce a comprendere le parole della donna. Lei si fa vicino e le porge la mano poi veloce estrae un athame e incide i loro palmi. Esperanza tenta di liberarsi ma la stretta è troppo forte. La vecchia congiunge i palmi e recita una litania mentre osserva la giovane chiaroveggente perdere i sensi prima e poi percepire il suo respiro fermarsi insieme al suo cuore. “Gli errori si pagano sempre”, mormora mentre osserva la sua nuova immagine allo specchio. “Anche quando non siamo stati noi a commetterli”.



Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 552

Re: Esperanza

Messaggio#2 » martedì 23 giugno 2020, 0:42

Ciao Alessandra e benvenuta! Tutto ok coi parametri, buona Cerbero Edition!
Uccidi scrivendo.

Avatar utente
Pretorian
Messaggi: 355

Re: Esperanza

Messaggio#3 » mercoledì 24 giugno 2020, 23:49

Ciao, Sybilla e piacere di leggerti.
Purtroppo il racconto mi ha convinto davvero poco. A parte i dialoghi abbastanza artefatti (il punto sulla "giustizia karmica", anche se comprensibile, dubito che salterebbe in mente anche al più svalvolato dei santoni indiani) la trama ha due grossi difetti: ossia il fatto che la "vendicatrice" si sia fatta vedere più volte dalla protagonista, cosa ben poco coerente se l'idea è che la stesse tenendo d'occhio per poi compiere la sua vendetta e che non aggiunge nulla al rapporto tra le due. Se proprio volevi presentare la protagonista come agitata, sarebbe stato meglio trovare un'altra spiegazione, magari mettendo in mezzo una premonizione di qualcosa di malvagio in arrivo (in fondo, è una medium, no?). Oltre a questo, il fatto che tu nasconda quale sia la colpa che la protagonista non ha commesso priva la storia di un componente essenziale e insostituibile. Senza questa informazione, quello che abbiamo è una tizia che punisce una persona che non conosce per un crimine che non ha commesso e di cui non si conosce la natura... ti rendi conto di quante informazioni manchino al lettore e, di conseguenza, di quanto sia esile il filo che regge la vicenda?
Peccato.

Alla prossima!

Sybilla Levanti
Messaggi: 142

Re: Esperanza

Messaggio#4 » giovedì 25 giugno 2020, 1:18

"Ciao, Sybilla e piacere di leggerti.
Purtroppo il racconto mi ha convinto davvero poco. A parte i dialoghi abbastanza artefatti (il punto sulla "giustizia karmica", anche se comprensibile, dubito che salterebbe in mente anche al più svalvolato dei santoni indiani) la trama ha due grossi difetti: ossia il fatto che la "vendicatrice" si sia fatta vedere più volte dalla protagonista, cosa ben poco coerente se l'idea è che la stesse tenendo d'occhio per poi compiere la sua vendetta e che non aggiunge nulla al rapporto tra le due. Se proprio volevi presentare la protagonista come agitata, sarebbe stato meglio trovare un'altra spiegazione, magari mettendo in mezzo una premonizione di qualcosa di malvagio in arrivo (in fondo, è una medium, no?). Oltre a questo, il fatto che tu nasconda quale sia la colpa che la protagonista non ha commesso priva la storia di un componente essenziale e insostituibile. Senza questa informazione, quello che abbiamo è una tizia che punisce una persona che non conosce per un crimine che non ha commesso e di cui non si conosce la natura... ti rendi conto di quante informazioni manchino al lettore e, di conseguenza, di quanto sia esile il filo che regge la vicenda?
Peccato.

Alla prossima!"


Ciao Pretorian, piacere essere di nuovo commentata da te. Passando agli appunti (giustissimi) che tu mi hai fatto posso risponderti che, la "giustizia karmica" esiste (anche senza i santoni indiani) e si presenta quando meno te l'aspetti richiedendo un "risarcimento" di un'azione sbagliata che tu hai compiuto anche in qualche vita precedente o in una tua altra incarnazione (ti faccio un esempio, il detto "le colpe dei padri ricadono sui figli" in a way diviene espressione di questo...spesso un errore, un torto commesso da qualcuno ricade sulle spalle di un altro e viene da quest'ultimo pagato. All'interno del concetto di giustizia karmica risiede anche se tu puoi reincarnarti nel ruolo della persona cui hai fatto del male e subire tu stesso quanto hai perpetrato in una precedente esistenza...). Quello che tu paghi quindi tu non lo sai - ragione per cui non mi son premurata di specificarlo - ma lo sa il Karma (detto in parole molto semplici) e agisce in modo che il torto sia sciolto e la lezione imparata. Solo in questo modo alla persona viene permesso di andare oltre e accedere a un livello di coscienza superiore. Nella mia idea iniziale quello che accade diventa un gioco di specchi, in cui una prende il posto dell'altra (da qui il fatto che l'anziana ridiventi giovane quando il sangue viene mischiato e in sostanza le rubi la vita).
Ho amche commesso un errore nello scrivere questo racconto (me ne sono resa conto dopo averlo published e aver riletto il regolamento dopo aver notato che il numero dei characters tra il mio document e il testo inserito era differente) e ho tolto alcune parti riguardanti appunto la sua agitazione e alcuni riferimenti alle cards che aveva estratto (tra cui anche quella alla Giustizia). Mi ricordavo un limite di characters inferiore e ho eliminato alcune parti per rientrarvi e evitare il malus. Con quasi cinqucento caratteri ancora a disposizione avrei potuto lasciare molte altre informazioni. My fault.

Alla prossima

Sybilla (sorry per la lecture, ma lo studio delle relationship karmike rientra nei miei studies. Senza alcune intenzione di polemica).

Avatar utente
Andrea Lauro
Messaggi: 318

Re: Esperanza

Messaggio#5 » giovedì 25 giugno 2020, 17:58

Ciao Sybilla, tutto bene fino a tre quarti del racconto. Mi piaceva il ritmo, mi piaceva la tensione. Ma sul finale qualcosa si è perso. Che cosa? Anch'io non avevo capito il perché la chiaroveggente fosse stata uccisa, leggendo il tuo commento sull’interpretazione dei tarocchi e la giustizia karmica mi è stato più chiaro; purtroppo il lettore ne resta fuori. Non dico che il passaggio non funzioni a priori. Se le due ci avessero dato quel poco di spiegazione in una sequenza dialogica, il racconto ne avrebbe guadagnato (“che cosa vuole da me? io non ho fatto niente!” / “sei responsabile anche per le tue vite passate, bella mia. O forse dovrei dire… Adolf Hitler?”)
A proposito della tensione: è molto ben gestita per tutto il primo pezzo. Quando arrivi al finale, che quindi dovrebbe rappresentare il culmine del confronto e il momento di esplosione, infili una serie di elementi tell (li ho contati: 1 “prima”, 2 “poi”, 2 “mentre”) che rallentano la prosa e smorzano la potenza di impatto. Che prima non c'erano!
Insomma, un buon inizio e un buono svolgimento, con un arranco proprio sul finale.
a presto!
andrea

alexandra.fischer
Messaggi: 1859

Re: Esperanza

Messaggio#6 » giovedì 25 giugno 2020, 18:27

La trama esoterica è molto bella: rovesci la figura della lettrice di tarocchi (di solito la si immagina anziana) trasformandola in una giovane donna che ha derubato la vecchia del potere divinatorio e della giovinezza. Tema centrato. Non avrebbe dovuto farla entrare. E forse c’è una verosimiglianza in ciò (nessun esperto di tarocchi o compilatore di oroscopi stila previsioni sul proprio fato). Indovinato il gioco degli indizi (la scena al tavolo con un sacco di esitazioni crea il giusto grado di mistero e poi la comparsa della vecchia in studio con la scrollata di spalle della Nostra dà il giusto ritmo alla storia. Efficace la scena dell’athanor)
Attenta a:
blue notte (blu)
i nomi dei tarocchi vanno scritti così: Il Trionfo, la Giustizia, Il Cambiamento.
Mi ha convinta poco la carta: l’incapacità di dominare il proprio ego (vedrei più La Temperanza).

Sybilla Levanti
Messaggi: 142

Re: Esperanza

Messaggio#7 » giovedì 25 giugno 2020, 20:11

Ciao Andrea, eh si hai ragione...come ho spiegato alla fine del mio precedente commento ho fatto un po' di mess con alcuni passaggi cancellandoli, convinta di avere molti meno caratteri a disposizione e quindi una parte della storia ha perso molto senso. Grazie dei preziosi suggerimenti.

Sybilla

Sybilla Levanti
Messaggi: 142

Re: Esperanza

Messaggio#8 » giovedì 25 giugno 2020, 20:27

Ciao Alexandra, grazie dei suggerimenti. Purtroppo pensando in inglese spesso non mi accorgo di insierire parole in quella lingua (faccio lo stesso al contrario).
Dunque, hai ragione per quanto riguarda scrivere il nome del Major Arcana maiuscolo ma in questo caso ho citato il significato che viene dato durante l'interpretazione di uno spread. Quindi li ho lasciati minuscoli per quello (altrimenti avrei dovuto ad esempio scrivere The Sun, The Moon, The Star e gli altri). Sono anche andata a controllare su uno dei miei libri (si lo confesso, io li leggo e li studio) sul significato per non sbagliare, che nella fretta scrivere una cosa per un'altra si rischia sempre.
La carta che fa riferimento all’incapacità di dominare il proprio ego è il Carro uscito reversed o, come anche hai suggerito tu, la Temperance - e l'avevo presa in considerazione ma non si adattava con il senso che avevo in mente - ma sempre rovesciata se il punto fosse l'incapacità di gestire le proprie passioni (in generale) o i propri desideri ma in questo caso, dato che si riferirebbe alla capacità di controllare i propri poteri si tratta del Chariot (i due cavalli di solito rappresentano il Femminile e il Maschile nei loro significati di Witchcraft, i due side che tutti abbiamo). Nell'interpretazione che utilizzo di solito (poi dipende sempre da come esce lo spread) il Chariot indica il raggiungimento di un equilibrio del proprio ego nel dominarsi e nel gestirsi rispetto a cosa siamo capaci di fare. Nel corso della scrittura ho cambiato gli Arcani estratti fino a che non ho trovato la combinazione adatta alla storia (la Giustizia ha atteso fino all'ultimo per palesarsi) e onestamente al momento non ricordo le altre combinazioni.

A presto,

Sybilla

Avatar utente
Laura Cazzari
Messaggi: 255

Re: Esperanza

Messaggio#9 » venerdì 26 giugno 2020, 21:13

Ciao Alessandra, devo dire che non ho capito il tuo racconto. L’ho riletto due volte, ma non ho trovato né il tema né il senso della giustizia come lo chiami tu.
Trovo che il testo sia stato appesantito dalla mancanza dei dovuti spazi e “a capo”. Le frasi erano troppo fitte e di fila e non hanno agevolato la lettura. E poi non è per niente chiaro dove volevi arrivare. Da migliorare.
Laura Cazzari

Sybilla Levanti
Messaggi: 142

Re: Esperanza

Messaggio#10 » sabato 27 giugno 2020, 10:20

Ciao Laura, mi dispiace che il senso del mio racconto non ti sia giunto. Spoilerandolo, l’anziana è venuta a “regolare” il conto - secondo la giustizia karmica: quella per cui un’azione negativa avrà conseguenze fini a che la lezione non sarà imparata e il male riparato. Questo può accadere sia nella vita che una sta vivendo sia in una successiva, quando il Karma decide che il momento è giusto...quindi spesso noi soffriamo o ci sembra di subire ingiustizie o “sfighe” senza un senso particolare.
Come scritto in altri commenti, ero convinta di avere molti meno characters a disposizione e quindi ho eliminato parecchi elementi che avrebbero potuto rendere meno criptica l’interpretazione...
Riguardo agli appunti, giustissimi, sulla pesantezza e sulla mancanza degli “a capo”, ti ringrazio di avermelo fatto notare. Tendo a scrivere in una sorta di “flusso di conscience” quindi scrivo senza badare troppo a questi elementi e a lavorarci in un secondo momento.

Ciao,
Sybilla

Avatar utente
megagenius
Messaggi: 366

Re: Esperanza

Messaggio#11 » lunedì 29 giugno 2020, 16:36

Ciao Sybilla!
Ho letto il racconto con molto interesse perché mi ha ammaliato (fino a un certo punto) con una prosa continua e suggestiva, seppur collocata nel contesto di un sempre fastidioso "muro di parole". Poi la narrazione si è persa ed è culminata in un brutto cambio di punto di vista che mi ha disorientato; infatti alla fine Esperanza (nella cui testa il lettore permane per quasi tutta la trama) è ai ferri corti con la sua Nemesi, poi all'improvviso c'è un salto che ci conduce a vedere le cose da una prospettiva non prevista. Per esempio potevi descrivere le ultime sensazioni della chiaroveggente mentre muore per poi dare uno stacco nel testo e farci vedere le conseguenze con gli occhi della vecchia.
Peccato inoltre per l'insistenza sulle pratiche esoteriche, conosciute soprattutto a chi ne è cultore (a me, che sono scettico razionalista, sono particolarmente indigeste), e per la carenza di input in merito al "debito che va pagato".
In sostanza il racconto non è scritto malaccio, ma necessità di significativi interventi per renderlo più "visivo" e meno narrato.
Tema più o meno centrato.

In bocca al lupo!
Emiliano.

Sybilla Levanti
Messaggi: 142

Re: Esperanza

Messaggio#12 » lunedì 29 giugno 2020, 17:48

Ciao Emiliano, grazie del commento e dei suggerimenti.

Poi la narrazione si è persa ed è culminata in un brutto cambio di punto di vista che mi ha disorientato; infatti alla fine Esperanza (nella cui testa il lettore permane per quasi tutta la trama) è ai ferri corti con la sua Nemesi, poi all'improvviso c'è un salto che ci conduce a vedere le cose da una prospettiva non prevista. Per esempio potevi descrivere le ultime sensazioni della chiaroveggente mentre muore per poi dare uno stacco nel testo e farci vedere le conseguenze con gli occhi della vecchia.


Capisco il tuo disorientamento, ora che me lo fai notare. Quella parte del racconto ha subito un massiccio restyling (come scritto altrove, ero convinta di avere meno characters a disposizione - 3k - e ho calato la mannaia su alcune parti che, in quel momento, mi parevano sacrificabili). Magari next time rischio un malus se vedo che supero il limite [mi son fatta una note con il numero giusto]. Il punto di vista della vecchia è dato solo dal fatto che lei si sia ripresa la sua bellezza e giovinezza, che le sembrava un buon pagamento. Il resto, eventuali considerazioni filosofiche o un ultimo sguardo a Esperanza, non le interessano: Esperanza ha pagato per ciò che sua madre ha (o meglio non ha) fatto all’anziana.

Avatar utente
megagenius
Messaggi: 366

Re: Esperanza

Messaggio#13 » lunedì 29 giugno 2020, 18:29

Grazie per le precisazioni! ;-)

Sybilla Levanti
Messaggi: 142

Re: Esperanza

Messaggio#14 » lunedì 29 giugno 2020, 21:36

Figurati, ho purtroppo fatto un casino con sto racconto.

Emamela
Messaggi: 50

Re: Esperanza

Messaggio#15 » martedì 30 giugno 2020, 17:29

Ciao Sybilla,
nonostante faccia un po' di fatica con i testi troppo fitti, ho letto il tuo racconto con molta fluidità e mi è piaciuto. Lo trovo scritto bene e con un buon ritmo narrativo, a parte qualche refuso. Il tema è centrato, forse qualche dettaglio in più sul finale poteva starci, magari facendo vedere cosa provano le due donne nel pagamento del debito, ma ho letto che hai tagliato alcune parti, magari erano proprio quelle.
A presto
Emanuela

Sybilla Levanti
Messaggi: 142

Re: Esperanza

Messaggio#16 » martedì 30 giugno 2020, 19:01

Ciao Emanuela, ma guarda è stato un po’ un misto di cose. Tra le parti tagliate e quelle modificate ho fatto un mezzo delirio di questo racconto.

Grazie,

Sybilla

Avatar utente
daniele.mammana-torrisi
Messaggi: 112

Re: Esperanza

Messaggio#17 » mercoledì 1 luglio 2020, 15:17

Ciao, Sybilla!

Devo dire, al di là di una mia precedente presenza come aiuto in un progetto relativo ai tarocchi, non ho molta esperienza circa Arcani Maggiori o Minori. Lo dico per premettere che se su quelli verteva un particolare, segreto significato inerente la storia, allora mi è sfuggito per mia ignoranza.
Se però non è così, allora devo dire che la storia non mi ha colpito. Penso di capire dove tu volessi andare a parare, ma il problema che sento è che non c'è quasi finale, non sappiamo perché l'anziana la uccida e tutto succede in un singolo blocco di testo che non fornisce alcune delle necessarie spiegazioni per capire il testo.
In sostanza, io non ho capito quale fosse la storia tra le due o per quale motivo, al di là di quel che dice, l'anziana uccida l'altra medium. L'ho visto succedere, ma non so perché. E insomma, questo lascia un sapore d'incompleto alla storia che mi rende difficile valutarla bene.
Forse snellire degli elementi all'inizio e aggiungere un po' di dettagli al perché stia accadendo tutto questo, e cosa ha fatto la medium giovane, renderebbe la storia molto più godibile di com'è adesso.

Mi auguro che ci potremo rileggere presto! ^^

Sybilla Levanti
Messaggi: 142

Re: Esperanza

Messaggio#18 » mercoledì 1 luglio 2020, 17:19

Ciao Daniele, capisco la tua perplexity. Il segreto svelato dai tarot cards era indicato nella card della giustizia. Come ho risposto in precedents, si tratta di giistizia karmica, che richiede il suo payment quando il momento è giusto.

Avatar utente
jimjams
Messaggi: 560

Re: Esperanza

Messaggio#19 » giovedì 2 luglio 2020, 16:38

Ciao, Sybilla. Questo racconto mi ha lasciato un po' perplesso per alcuni versi. Un primo aspetto è lo stile narrativo. Il flusso di pensiero va bene, ma cerca di non creare frasi come: "da giorni questa strana tizia la segue ovunque appena esce di casa come se le volesse parlare ma non si avvicina mai." Se provi a leggerla ad alta voce, senza pause, perché non ci sono virgole, ti accorgi che è un po' pesante. Ecco ci sono un po' di cose così, tutto risolvibile con una revisione. L'altro aspetto che non mi ha del tutto convinto è la questione delle colpe non proprie. Da una parte cerca di centrare il tema, ma dall'altra non dà molta soddisfazione al lettore. Che colpe? Chi? Quando? Come? Anche se magari tu volevi sottolineare semplicemente il punto del karma, temo che un lettore medio non si accontenti di sapere questo, ma voglia capire che diamine era successo prima (vita precedente? Genitori? ancestrali? i casi sono infiniti). Un'ultima cosa, che non è un difetto ma per la quale ti voglio dare comunque un consiglio, visto che ci cado anche io spesso. Se usi una simbologia esoterica, come i Tarocchi, non dare per scontato che il lettore la conosca. I richiami saranno percepiti solo da pochi. Puoi farlo, basta che tu sappia questo e non introduca in questo aspetto elementi essenziali al racconto. A rileggerti presto.

Avatar utente
antico
Messaggi: 4384

Re: Esperanza

Messaggio#20 » martedì 7 luglio 2020, 15:01

L'idea alla base è davvero molto bella e merita di essere affrontata. Ritengo, però, che la scena che hai deciso di utilizzare per rappresentarla non sia funzionale e che molto si perda. Serve in primis di dare più informazioni al lettore circa la conoscenza mancante del karma, quindi renderlo più user friendly. Inoltre, la scena in cui le due interagiscono è parecchio confusa e assai poco contrastata. Tema assolutamente perfetto. Per me un pollice ni tendente più verso il positivo.

Torna a “142° All Time - Pre Olympic Special Cerbero Edition”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite