Convocazione per la SUMMER EDITION

70ª Edizione, Minuti Contati saluta l'estate dedicandogli la Summer Edition. Guest Star è Livio Gambarini, in passato anche concorrente e ora lanciatissimo nel mondo dell'editoria. QUI potete visionare il trailer, potete trovarci anche degli indizi per il tema che vi aspetta. Ricordiamo: l'appuntamento è per lunedì 24 agosto dalle ore 21.00 all'una. Una singola sera, in contrapposizione alla Two Days appena conclusa.
Avatar utente
antico
Messaggi: 3869

Convocazione per la SUMMER EDITION

Messaggio#1 » mercoledì 19 agosto 2015, 18:06

Summer
 
Vi siete riposati? Vi siete vacanziati? Bene, è ora di rimettersi in moto.
 
Lunedì 24 agosto dalle 21.00 all'una torna Minuti Contati con la sua SETTANTESIMA EDIZIONE, la Summer Edition con Livio Gambarini nelle vesti di guest star!
 
Questa volta la formula sarà quella classica della SINGLE DAY EDITION, quindi vedete di esserci o di liberarvi che MC ha bisogno di voi (come voi, si suppone, di lui). Avrete QUATTRO ORE di tempo, il che non vuol dire che dovete per forza usarle tutte, ma che, in caso di impegni o casini vari, avete un ampio spettro di ore in cui ritagliarvi il vostro spazio per un racconto di 3000 caratteri che, avendo già in testa la storia, può anche essere scritto in mezz'ora. Quindi, alle 21 non siete ancora rientrati o state mettendo a nanna i vostri pargoli? Bene, vi leggete il tema e cominciate a pensare alla storia continuando a fare quello che dovete fare, semplice!
 
Se ancora non l'avete visto, guardatevi il TRAILER dell'Edizione...
Se ancora non l'avete letto, ecco il racconto che la guest star, Livio Gambarini, ci e vi ha regalato. Lo trovate QUI e al suo interno (come nel trailer) sono disseminati indizi per il tema che ha pensato per voi...
Se ancora non l'avete spulciata, correte a porre rimedio e a studiarvi l'INTERVISTA ESCLUSIVA di Livio...
 
Infine, per chi si approcciase solo ora al mondo di Minuti Contati, ecco il REGOLAMENTO, dateci una sbirciata e cominciate a prepararvi!



valter_carignano
Messaggi: 417
Contatta:

Messaggio#2 » venerdì 21 agosto 2015, 0:00

Presente.

Alice Gibellini
Messaggi: 28

Messaggio#3 » venerdì 21 agosto 2015, 16:49

Ho letto nell'intervista fatta a Livio Gambarini il riferimento alla "difficoltà ad accettare le critiche" ed essendo l'unica a essersi ritirata nella scorsa edizione mi sento direttamente presa in causa. Io non mi sento per niente "già formata prima di iniziare" e lo dimostra il duro lavoro di editing fatto sul mio romanzo con il supporto del mio agente. Questo editing mi ha portato a rivedere ogni singolo capitolo del manoscritto, riga per riga, e l'ho fatto con estremo piacere. Ribadisco che il mio problema non riguarda il commento negativo in sé (malgrado non consideri il mero aggettivo "mediocre" una critica costruttiva) bensì il fatto che venga espresso pubblicamente e da persone che io stessa poi sarò chiamata a giudicare, con evidenti conflitti di interessi. Inoltre quel racconto era per me particolarmente significativo, e non sono nemmeno quell'autrice che considera tutti i propri testi come dei figli. Per me ogni scritto ha un valore differente. Sono la prima a sostenere che la scrittura sia il risultato di un esercizio quotidiano e di uno studio, altrimenti non mi sarei nemmeno iscritta a una scuola creata appositamente per impararne gli strumenti. Comunque in bocca al lupo a tutti per la nuova edizione.

Avatar utente
Angela
Messaggi: 505
Contatta:

Messaggio#4 » venerdì 21 agosto 2015, 20:49

Pubblicare in rete ci espone alle critiche, alcune anche feroci. Un anno fa mi sono iscritta a un forum dove per regolamento i commenti dovevano essere fatti in modo analitico e devo dire che all'inizio è stata durissima. Talmente dura che avevo perso fiducia nelle mie capacità e di conseguenza ero demotivata. La passione per la scrittura però, ha prevalso e ho deciso di modificare alcune cose che non andavano bene. I risultati sono stati incoraggianti perché le stesse persone che prima stroncavano i miei testi, ora li apprezzavano. Ho continuato a ricevere critiche, certo, ma anche commenti positivi. Li devo a loro perché da sola non avrei lavorato così tanto per smussare gli spigoli. La scrittura è in continua evoluzione, mi piace pensare che sia come il magma e sono io a modellarla e riadattarla ogni volta. Le critiche costruttive saranno sempre ben accette.
Uno scrittore è un mondo intrappolato in una persona (Victor Hugo)

Livio_Gambarini
Messaggi: 2

Messaggio#5 » sabato 22 agosto 2015, 20:51

Cara Alice,

Prima di tutto, grazie di aver affrontato l'argomento: è segno che il confronto ti interessa, e questo è il primo e fondamentale passo per migliorare. Mi fa piacere sapere che frequenterai la scuola Holden: diversi dei docenti che incontrerai insegnano anche al corso di scrittura creativa dell'Università Cattolica di Milano, di cui sono tutor, e so che ti impartiranno un'eccellente formazione.

Tuttavia, quello che si impara in laboratori di scrittura collettiva come questo o come quelli che moderiamo sul forum de LaTelaNera, è un bagaglio tecnico molto diverso, che non ti insegneranno alla Holden. Non ti conosco, e non conosco l'episodio a cui fai riferimento, perciò prendi quanto sto per dirti come un discorso generale, basato semplicemente sui miei quattro anni di esperienza continuativa su forum di scrittura a commenti mutui.

Secondo la mia esperienza, coloro che esordiscono dicendo che hai scritto un racconto mediocre, sono potenzialmente le persone più preziose per te. Questo perché è grazie a loro che avrai occasione di portare il tuo grado attuale di padronanza narrativa a un livello superiore. Io quando trovo uno di questi me lo tengo stretto, gli faccio mille domande: "Cosa non ti è piaciuto?" "Come mai?" "Secondo te cosa manca/stona/ecc?" e bada bene, non lo faccio con l'intento di "spiegargli come doveva leggere il racconto", come fanno alcuni. Lo faccio per me, per comprendere quale problema l'abbia portato a fare quella critica.

Io parto sempre dal presupposto che ogni critica sia espressione di un gusto, una sensibilità e una formazione letteraria individuale: non esistono racconti belli per tutti o brutti per tutti. E non è nemmeno detto che l'autore di una critica abbia davvero capito cosa non gli è piaciuto del tuo racconto: sei tu che devi fare la diagnosi, lui deve solo comunicarti i suoi sintomi di lettura il più approfonditamente e sinceramente possibile.

Mai prendere una critica negativa sul personale: è il modo migliore per rimanere bloccata su un certo aspetto, e quindi continuare a ricevere quella stessa critica in futuro, magari in un altro contesto, magari con conseguenze peggiori. Fare un errore in un racconto da forum è una benedizione! Perché è più probabile che qualcuno te lo faccia notare, e ti dia la possibilità di rifletterci. Non devi necessariamente essere d'accordo con il contenuto della critica, è sufficiente che tu memorizzi che quella determinata cosa ha destato quella determinata reazione, in quel determinato lettore. Alla lunga, questi tasselli formeranno delle strutture riconoscibili, e questo è oro puro: questo significa aumentare il proprio grado di consapevolezza narrativa.

Non importa quanto tu ti sia affezionata al racconto in questione. Certo, rende le cose più difficili da accettare. Credimi, conosco molto bene il fastidio, la frustrazione che ti piglia quando la splendida idea che hai messo al centro di un racconto viene ignorata, e il commentatore si perde a fare le pulci su qualche inutile aspetto secondario senza nemmeno capire di cosa tu stessi parlando, a volte con spocchia fuori luogo. A volte la tentazione è mandare qualcuno (o anche tutti) a quel paese e andartene; magari è questo che è successo a te.

Senz'altro puoi farlo. Ma ricordati che danneggerai solo te stessa, perché lì, proprio in quella sabbiosa e desertica critica del cazzo, lì c'è il tesoro che ti aspetta: quello che volevi comunicare NON è passato. Ti aspettavi di ottenere un certo risultato e con quella persona NON l'hai ottenuto: cosa ha determinato l'imprevisto? Ogni volta che si crea una spaccatura del genere, vuol dire che puoi imparare qualcosa. E ogni volta che scopri cosa abbia creato quella criticità, diventi un po' più brava a scrivere, anche se lì per lì non te ne accorgi.

Sperando di esserti stato utile in qualche modo, un abbraccio,

Livio

Avatar utente
antico
Messaggi: 3869

Messaggio#6 » sabato 22 agosto 2015, 21:50

Ottima risposta quella di Livio, ho poco altro da aggiungere se non specificare che nel riferirsi a quella determinata "critica del cazzo" ha descritto uno stato d'animo comune a molti di noi quando riceviamo una critica inaspettata. Non è che quella determinata critica è oggettivamente "del cazzo", ma soggettivamente per noi in quel momento, noi che facciamo scattare il meccanismo di autoprotezione. Ecco, in quel caso si deve imparare a non reagire d'istinto, lasciarci sbollire e poi applicare quello che Livio ha ben descritto.
 
Aggiungo una cosetta... Alice, abbiamo affrontato il problema nell'intervista non solo per il tuo caso, ma perché siete stati ben in quattro a non terminare l'edizione. Ora, se nel caso di uno di loro si è trattato di un ritardo nella consegna della classifica che ho dovuto sanzionare con l'eliminazione, negli altri s'è trattato d'altro. In un caso ci sono stati problemi che nulla hanno a che fare con la scrittura, ma in un altro c'è stata proprio la richiesta di ritiro. Non giudico nessuno, lo specifico e sottolineo, ma nulla impedisce di affrontare il tema della critica negativa e di come affrontarla con la guest star del mese, come abbiamo fatto. Questo e altri temi sono importanti per noi scrittori e confrontarci anche su di essi ci può aiutare a capire un po' meglio come anche gli altri vivono le stesse emozioni che proviamo noi stessi.
 
E ora, ragazzi... scaldatevi che lunedì è sempre più vicino! ;)

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Messaggio#7 » lunedì 24 agosto 2015, 9:24

Presente anche io questa sera.
Almeno spero.
:-)

maria rosaria
Maria Rosaria

johnnycato
Messaggi: 3

Messaggio#8 » lunedì 24 agosto 2015, 17:10

Presente!

Avatar utente
chiara.rufino
Messaggi: 147

Messaggio#9 » lunedì 24 agosto 2015, 18:08

Presente. E troverò del tempo per fare la bio
404 Patience Not Found

Veronica Cani
Messaggi: 148

Messaggio#10 » lunedì 24 agosto 2015, 18:49

Partecipo :)

F.T. Hoffmann
Messaggi: 34

Messaggio#11 » lunedì 24 agosto 2015, 20:15

Pronto!!!

 

Avatar utente
Flavia Imperi
Messaggi: 312
Contatta:

Messaggio#12 » lunedì 24 agosto 2015, 20:48

Eccomi!
Le storie sono tatuaggi dell'anima

Avatar utente
Angela
Messaggi: 505
Contatta:

Messaggio#13 » lunedì 24 agosto 2015, 20:58

Ok, ci sono pure io! :)
Uno scrittore è un mondo intrappolato in una persona (Victor Hugo)

Avatar utente
chiara.rufino
Messaggi: 147

Messaggio#14 » lunedì 24 agosto 2015, 21:01

Ci sto
404 Patience Not Found

Avatar utente
Andrea Partiti
Messaggi: 907
Contatta:

Messaggio#15 » lunedì 24 agosto 2015, 21:04

Dopo avervi scoperto per caso su Facebook, mi unisco anche io, davvero all'ultimo!

Avatar utente
antico
Messaggi: 3869

Messaggio#16 » lunedì 24 agosto 2015, 21:08

E bravi tutti!
Buon lavoro allora!

Torna a “70ª Edizione – 5ª della Quarta Era – Summer Edition (starring Livio Gambarini)”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite