L’ultima caccia

Partenza: 20/07/2020 ore 22.00
Avatar utente
Polly Russell
Messaggi: 642

L’ultima caccia

Messaggio#1 » lunedì 20 luglio 2020, 22:24

Non sento niente eppure urlano. Sono sicuro, vedo le bocche spalancate, le mani in aria in un mare rosso.
Il mio rosso.
E allora vado, a testa bassa, non per la polvere, per proteggere il viso, se mi colpiscono di nuovo al naso sono fottuto.
Lapo è davanti, pochi metri, la sua schiena è come una montagna da cui erutta una cascata di capelli neri. Si abbassa e placca il bisonte bianco che gli corre incontro.
Cazzo che presa! Lo schiaccia a terra in uno sbuffo ocra. Quello resiste e gli da una gomitata, il fiotto vermiglio che gli zampilla dalla bocca mi sporca i calzoni.
Devo fermarmi?
«Cazzo fai? Fava! Moviti!» Me lo vomita contro insieme al sangue.
Ha ragione. Sono avanti di mezza caccia e quel “mezzo” è colpa mia.
Li scavalco tutti e due e continuo a correre. «Nardi!» Grido, ma il Nardi è già pronto, mi lancia la palla. La afferro e non mi fermo.
Lo sterno esplode, almeno lo sento esplodere.
Non ho nemmeno capito da dove sia uscito questo bianco di merda, ma la sua spalla, cazzo, l’ho sentita tutta. Continua il suo attacco allungando il braccio e mi arriva.
Il naso che si rompe ha un rumore tipico: inconfondibile. Almeno il mio.
Ora è davvero tutto rosso.
Una vertigine di dolore e adrenalina, non lascio la palla e non cado. Appoggio la sinistra a terra e riparto. Sono a pochi metri.
Lancio.
Caccia.
Ora sì. Santa Croce trema sotto l’urlo della curva rossa. Lo sento anche nel torace, sotto ai piedi.
Ora posso cadere, sputo sangue ed energia. Abbiamo vinto.
Per un altro anno Firenze sarà rossa.


Polly

Avatar utente
antico
Messaggi: 4871

Re: L’ultima caccia

Messaggio#2 » lunedì 20 luglio 2020, 22:27

Caratteri e tempo ok, che le Olimpiadi siano con te!

Avatar utente
megagenius
Messaggi: 440

Re: L’ultima caccia

Messaggio#3 » martedì 21 luglio 2020, 19:54

Ciao Polly. Bentrovata alle Olimpiadi!

Dico subito che il racconto non mi è piaciuto. Scritto benino, ma forsennato, confuso, non si capisce chi colpisce chi, per cosa si agisce, e così via. Sembra una battuta di caccia, poi una partita di rugby, poi si intuisce che possa esserci di mezzo qualche animale di grossa taglia... Insomma, alla fine ho intuito che si tratta di una gara tradizionale fiorentina, ma - e qui ammetto la mia ignoranza che ha sicuramente penalizzato il mio giudizio - i riferimenti storico-sociologici insufficienti non mi hanno permesso di entrare nella storia per trarne godimento o per ottenere un coinvolgimento ottimale.
Il tema è centrato. C'è qualche refuso, ma è assolutamente perdonabile, data la natura diabolica di questa competizione.

In bocca al lupo!
Emiliano.

Avatar utente
Polly Russell
Messaggi: 642

Re: L’ultima caccia

Messaggio#4 » martedì 21 luglio 2020, 20:05

Eh lo immaginavo. Immaginavo che ci sarebbero state delle difficoltà se non si conosce il calcio storico. (La “caccia” è il goal) però contavo su Netflix, ne ha fatto una docuserie, quindi ho sperato fosse Diventati più famoso.
Per il “forsennato” lo prendo come un complimento, volevo che lo fosse, è una partita, diamine! Lol
Anche il confuso ci sta, mi piaceva giocare con i colori delle squadre, ma tutto questo funziona, ahimè, solo se conosci questo sport da pazzi furiosi e la sua storia. Quindi ci sta anche che non ci si capisca un cacchio!
Pazienza! E buona edizione!
Polly

Avatar utente
Polly Russell
Messaggi: 642

Re: L’ultima caccia

Messaggio#5 » martedì 21 luglio 2020, 20:12

Poi a fine contest, spiegherò una cosa, una prova che ho fatto, e se è riuscita o no. lol
Polly

Avatar utente
Fagiolo17
Messaggi: 207

Re: L’ultima caccia

Messaggio#6 » martedì 21 luglio 2020, 21:19

Ciao Polly, avevo letto anche il tuo brano nella lotta greco romana e mi era piaciuto molto. Anche qui con poco tempo e poche battute a disposizione ci hai regalato un racconto davvero interessante.
“La sua schiena è come una montagna da cui erutta una cascata di capelli neri” è stata la frase che più mi ha colpito di tutto il racconto e che mi ha tolto l’indecisione sul secondo posto.
“Continua il suo attacco allungando il braccio e mi arriva.” non ho capito questa frase. E mi arriva, dove? In che senso? E mi colpisce?
Anche la prima frase non diventa chiara fino alla fine, non si intuisce abbastanza rapidamente che si tratta di tifoseria e il film mentale parte azzoppato.
I miei complimenti, davvero un’ottima prestazione.

Avatar utente
Polly Russell
Messaggi: 642

Re: L’ultima caccia

Messaggio#7 » martedì 21 luglio 2020, 23:42

Ciao! Grazie per lettura e commento, immagino sia di difficile comprensione se non si sa subito di cosa si sta parlando. Non amo l’infodump per cui ho cercato di far capire senza dire, ma pare non mi sia riuscito benissimo. Kiss e buona edition!
Polly

Avatar utente
wladimiro.borchi
Messaggi: 266

Re: L’ultima caccia

Messaggio#8 » mercoledì 22 luglio 2020, 9:33

Fantastico!
Sembra di starci davvero sulla sabbia di Santa Croce, in mezzo a colpi che possono arrivarti in faccia da un momento all'altro.
Si sentono il sole sulla pelle, le urla, il sudore.
Peccato solo che alla fine vincono i rossi.
Sempre meglio dei bianchi, in ogni caso.

Picchia azzurro! Picchia azzurro! Picchia azzurro!

Sono ufficialmente un tuo fan!
W

Edoardo Foresti
Messaggi: 96

Re: L’ultima caccia

Messaggio#9 » mercoledì 22 luglio 2020, 17:28

Ciao Polly, questa è la prima volta che partecipo alle Olimpiadi e che mi esprimo su testi altrui, ma spero di riuscire a offrire pareri costruttivi.

Nel complesso ho trovato il brano più confuso che chiaro. Potrebbe essere per mia ignoranza sul contesto presentato, ma ammetto che ho capito solo al termine del brano e con alcune difficoltà di che tipo di competizione si trattasse e, di conseguenza, non ho afferrato fino in fondo la dinamica descritta durante la prima lettura.
Intuisco che la prosa volesse risultare vivida, ma ho avvertito anche delle imprecisioni. "Non sento niente eppure urlano.", dà un quadro completo solo con la frase successiva e si spezza subito il flusso della lettura. Ho trovato simile anche: "Lo sterno esplode, almeno lo sento esplodere.", sono entrambe descrizioni che mi hanno fatto rileggere le frasi per interpretarle e diventano più chiare solo con le successive. In generale, il contesto movimentato è risultato più confuso che dinamico.
Funzionano invece i dettagli sensoriali come quelli visivi del sangue o dei capelli. Trovo inoltre che l'interiorità del punto di vista traspaia chiaramente.

Nel complesso credo che le mie lacune sul tema affrontato e una prosa che ho trovato poco chiara mi abbiano impedito di apprezzare a fondo il brano, nonostante il contesto indubbiamente vivace e dinamico.

Avatar utente
Polly Russell
Messaggi: 642

Re: L’ultima caccia

Messaggio#10 » mercoledì 22 luglio 2020, 18:36

Ecco: ora sono un po’ spiazzata. XD
Nel senso che non riuscire a riconoscere lo sport, ci sta. Non sei il solo.
Ma che due frasi brevi e consecutive debbano essere lette insieme per capirne il senso, cos’ha di anomalo? Lol Ho messo un punto perché è un racconto brevissimo in cui, di fatto, descrivi una sola unica scena, e pure adrenalinica; quindi ho bisogno di dargli un ritmo di lettura serrato. Ma avrebbero potuto anche essere intervallate da una virgola. Lol
Polly

Avatar utente
Andrea Lauro
Messaggi: 381

Re: L’ultima caccia

Messaggio#11 » mercoledì 22 luglio 2020, 23:37

Ciao Polly, ringrazio Pif e la puntata del Testimone sul calcio storico per avermi fatto capire il contesto. Non subito, ma questo era il tuo intento: verso il finale tutto si è chiarito.
Partendo dai commenti precedenti: a me è piaciuto, magari non il migliore dei tuoi che ho letto, qualche refuso qua e là su cui passo sopra, ma in sostanza un testo apprezzabilissimo (oddio: ho scritto davvero apprezzabilissimo) dopo un primo momento di confusione.
Ma la confusione ci sta, cribbio: quello sport è un carnaio. Reclutano pure Mohammed-tispaccoilculo-BruceLee solo per fare a pacche sul campo (e beccati un’altra citazione).
In 1500 char ho capito tutto e l’effetto è arrivato, una buona prova quindi: direi che stai tra secondo e quarto posto (devo ancora finire il giro).
A presto, per altre mille mirabolanti avventure
andrea

Avatar utente
Polly Russell
Messaggi: 642

Re: L’ultima caccia

Messaggio#12 » giovedì 23 luglio 2020, 0:59

Ma quanto ti è piaciuto the snatch?! lol a me di più!
Grazie, sono contenta che sia arrivato. In effetti l’intento era quello, un gran carnaio con liberazione finale. Kiss
Polly

Avatar utente
Polly Russell
Messaggi: 642

Re: L’ultima caccia

Messaggio#13 » giovedì 23 luglio 2020, 1:00

wladimiro.borchi ha scritto:Fantastico!
Sembra di starci davvero sulla sabbia di Santa Croce, in mezzo a colpi che possono arrivarti in faccia da un momento all'altro.
Si sentono il sole sulla pelle, le urla, il sudore.
Peccato solo che alla fine vincono i rossi.
Sempre meglio dei bianchi, in ogni caso.

Picchia azzurro! Picchia azzurro! Picchia azzurro!

Sono ufficialmente un tuo fan!
W

Eheheh! Ma sono almeno un paio d’anni che vincono i rossi, che dovevo fare? lol
Polly

Kiljedayn
Messaggi: 102

Re: L’ultima caccia

Messaggio#14 » giovedì 23 luglio 2020, 10:56

Polly Russell ha scritto: Non sento niente eppure urlano. Sono sicuro, vedo le bocche spalancate, le mani in aria in un mare rosso.
Il mio rosso.
E allora vado, a testa bassa, non per la polvere, per proteggere il viso, se mi colpiscono di nuovo al naso sono fottuto.
Lapo è davanti, pochi metri, la sua schiena è come una montagna da cui erutta una cascata di capelli neri. Si abbassa e placca il bisonte bianco che gli corre incontro.
Cazzo che presa! Lo schiaccia a terra in uno sbuffo ocra. Quello resiste e gli da una gomitata, il fiotto vermiglio che gli zampilla dalla bocca mi sporca i calzoni.
Devo fermarmi?
«Cazzo fai? Fava! Moviti!» Me lo vomita contro insieme al sangue.
Ha ragione. Sono avanti di mezza caccia e quel “mezzo” è colpa mia.
Li scavalco tutti e due e continuo a correre. «Nardi!» Grido, ma il Nardi è già pronto, mi lancia la palla. La afferro e non mi fermo.
Lo sterno esplode, almeno lo sento esplodere.
Non ho nemmeno capito da dove sia uscito questo bianco di merda, ma la sua spalla, cazzo, l’ho sentita tutta. Continua il suo attacco allungando il braccio e mi arriva.
Il naso che si rompe ha un rumore tipico: inconfondibile. Almeno il mio.
Ora è davvero tutto rosso.
Una vertigine di dolore e adrenalina, non lascio la palla e non cado. Appoggio la sinistra a terra e riparto. Sono a pochi metri.
Lancio.
Caccia.
Ora sì. Santa Croce trema sotto l’urlo della curva rossa. Lo sento anche nel torace, sotto ai piedi.
Ora posso cadere, sputo sangue ed energia. Abbiamo vinto.
Per un altro anno Firenze sarà rossa.


Ciao, Polly, lieto di rileggerti!
Bello veramente, il tuo racconto! Alla prima lettura faticavo a capire l'incipit, ma in una maniera positiva: il brano si chiama "L'ultima caccia", mi ritrovo in una bolgia dove qualcuno si getta addosso ad un bisonte bianco, tutto torna. Non troppo, ma torna. Quando sono arrivato al "Cazzo fai?Fava!", tutto è diventato chiaro, anche se vivo in Lombardia e del calcio storico fiorentino conosco giusto per sentito dire ("è il BloodBowl di Warhammer, solo reale" m'hanno detto una volta").
Quindi che devo dirti di più? Il tema c'è, lo stile è ottimo, m'hai fatto venire voglia di dare un'occhiata alla serie su Netflix di cui parli in un commento più su.
Bravissima!

Avatar utente
Polly Russell
Messaggi: 642

Re: L’ultima caccia

Messaggio#15 » giovedì 23 luglio 2020, 12:41

Grazie!! Ma che bello che a qualcuno sia arrivato, cominciavo a temere una disfatta quasi totale. lol
Hai ragione, anche il titolo è volutamente fuorviante, come la prima parte. Sono contenta che tu abbia apprezzato.
Polly

Avatar utente
Polly Russell
Messaggi: 642

Re: L’ultima caccia

Messaggio#16 » giovedì 23 luglio 2020, 12:43

Ah, la serie si chiama home game. XD
Polly

Giulio_Marchese
Messaggi: 246

Re: L’ultima caccia

Messaggio#17 » giovedì 23 luglio 2020, 23:49

L’ultima caccia, di Polly Russell

Ciao Polly.
Con me sei fortunata, ho visto un documentario su Netflix sul calcio storico fiorentino abbastanza di recente. Conoscevo questa tradizione ma non sapevo cosa fosse una Caccia. Probabilmente senza il doc non avrei capito di che stavi parlando.
Comunque il racconto è abbastanza ben scritto e ben ritmato.
La pecca è che il tema è trattato in modo poco originale, già il tema sportivo secondo me è carente. In tutti gli sport c'è voglia di vincere ma perché è una cosa personale?
In più mi porti una tradizione molto sentita, in cui la voglia di vincere è tutto. Insomma potremmo cambiare il tuo protagonista con un qualunque giocatore in campo e sarebbe la stessa cosa.
("Sì, ma in 1500 caratteri che volevi?" "Non lo so...")

Avatar utente
Polly Russell
Messaggi: 642

Re: L’ultima caccia

Messaggio#18 » giovedì 23 luglio 2020, 23:55

Ciao Giulio. Beh insomma, questa è gente che si allena undici mesi l’anno, rischia il lavoro, infortuni anche gravi solo per vincere un giro di vitella con indosso i colori della propria squadra: più voglia di questa, non ne trovò! lol i professionisti li pagano anche se perdono. lol
Nel senso, ci sta che non si capisca, ma credo che come agonismo sia potente, più di una partita di calcio. Almeno per i giocatori, gli ultras sono tutta un’altra storia.
Polly

Giulio_Marchese
Messaggi: 246

Re: L’ultima caccia

Messaggio#19 » venerdì 24 luglio 2020, 0:34

Appunto, è proprio questa la critica. Per me è chiaro che ci sia un agonismo estremo, non riesco ad immedesimarmi nel personaggio, come hai detto vale per tutti i giocatori in campo. Tutti hanno voglia di vincere, ma perché mi racconti proprio questa storia? Il tema è senza dubbio rispettato, ma al di là del contenuto (passami il termine) documentaristico, perché dovrebbe interessarmi del singolo giocatore?
In un certo senso mi sfugge l'intento del racconto.

Avatar utente
Polly Russell
Messaggi: 642

Re: L’ultima caccia

Messaggio#20 » venerdì 24 luglio 2020, 11:15

N
Ultima modifica di Polly Russell il venerdì 24 luglio 2020, 11:18, modificato 1 volta in totale.
Polly

Avatar utente
Polly Russell
Messaggi: 642

Re: L’ultima caccia

Messaggio#21 » venerdì 24 luglio 2020, 11:18

Tanto la tua classifica è arrivata quindi possiamo disquisire in tranquillità. XD
Io non capisco perché ti fossilizzi sul fatto che la voglia di vincere debba essere personale. Ho capito quello che intendi, ma è una discriminante tua. Cioè, a te sarebbe piaciuto vedere una motivazione personale. Ok, però il tema era “voglia di vincere” XD non c’era un bonus sulla rivalsa, sulla voglia di riscatto, che poi figurati metà dei miei racconti si incentrano su quello lol.
Quindi ho capito perfettamente e so anche che il gusto personale è una variabile in sede di giudizio, perché ci sta che un argomento mi prenda più di un altro, non siamo automi. Però il fatto che chiunque nel mio pezzo, avesse voglia di vincere e non solo un personaggio, sia biasimabile è strano! XD Se avessi mostrato che ne so, che il mio protagonista era alla prima partita sarebbe stato meglio?
O magari che ne so, che dei tifosi bianchi lo avessero malmenato la sera prima con l’intento di non farlo giocare? Ok, ma tutto questo è voglia di vincere ma anche rivalsa, anche orgoglio.
Insomma, ho capito esattamente cosa intendi, però non concordo. Kiss e alla prossima edizione.
Polly

Giulio_Marchese
Messaggi: 246

Re: L’ultima caccia

Messaggio#22 » venerdì 24 luglio 2020, 15:00

Tanto la tua classifica è arrivata quindi possiamo disquisire in tranquillità. XD
Io non capisco perché ti fossilizzi sul fatto che la voglia di vincere debba essere personale. Ho capito quello che intendi, ma è una discriminante tua. Cioè, a te sarebbe piaciuto vedere una motivazione personale. Ok, però il tema era “voglia di vincere” XD non c’era un bonus sulla rivalsa, sulla voglia di riscatto, che poi figurati metà dei miei racconti si incentrano su quello lol.
Quindi ho capito perfettamente e so anche che il gusto personale è una variabile in sede di giudizio, perché ci sta che un argomento mi prenda più di un altro, non siamo automi. Però il fatto che chiunque nel mio pezzo, avesse voglia di vincere e non solo un personaggio, sia biasimabile è strano! XD Se avessi mostrato che ne so, che il mio protagonista era alla prima partita sarebbe stato meglio?
O magari che ne so, che dei tifosi bianchi lo avessero malmenato la sera prima con l’intento di non farlo giocare? Ok, ma tutto questo è voglia di vincere ma anche rivalsa, anche orgoglio.
Insomma, ho capito esattamente cosa intendi, però non concordo. Kiss e alla prossima edizione


Siamo d'accordo: non siamo d'accordo XD
Scusa per non aver aspettato le repliche, ma la mia classifica si basa molto sul gusto personale e, detto francamente, se non ieri non so quando avrei trovato il tempo per postarla ;(
Sicuramente è gusto personale, ma per me alla base di una buona storia ci sta l'empatia, e perché ci sia empatia il protagonista non deve essere uno fra tanti. Deve avere delle motivazioni chiare e in qualche modo legate a sé stesso, come individuo.
Ovviamente non contesto la tua opinione, non è una regola rigida, però per me è importante e quindi te l'ho fatto notare.
Ti faccio comunque i complimenti, soprattutto per lo stile (se leggi il mio è una vera merda XD)
Alla prossima!

Avatar utente
Polly Russell
Messaggi: 642

Re: L’ultima caccia

Messaggio#23 » venerdì 24 luglio 2020, 16:20

No, no! Non hai capito! lol
Il fatto che tu avessi già postato la classifica era meglio, perché mi permette di spiegare quanto voglio senza che questo la infici, perché se uno cambia idea dopo le spiegazioni c’è comunque qualcosa di sbagliato. In un libro non hai le spiegazioni dell’autore a piè di pagina!
XD
Per il resto, se è un gusto personale non posso farci niente e quindi mi va bene. Il mio contestare era legato al tema, ma questo lo hai capito.
Kiss!
Polly

Avatar utente
jimjams
Messaggi: 576

Re: L’ultima caccia

Messaggio#24 » domenica 26 luglio 2020, 10:42

Ciao Polly, la cosa più bella del tuo racconto è la potenza che riesci a metterci dentro. La seconda cosa bella è che riesci a farmi credere di essere in una ambientazione sf per un bel pezzetto della storia. Un bell'omaggio a una città e una tradizione, tanto di cappello. Devo ancora leggere gli altri ma penso che il tuo racconto sarà in alto, sorprese permettendo .-) Aggiungo, mettere una gara sportiva in un contest ispirato a una gara sportiva è una finezza che apprezzo.

Avatar utente
Polly Russell
Messaggi: 642

Re: L’ultima caccia

Messaggio#25 » lunedì 27 luglio 2020, 12:28

Grazie Mario!! Sono proprio contenta che ti sia piaciuto e, soprattutto sono contenta che il tuo commento sia quello di chiusura perché è un aggancio perfetto per ciò che volevo spiegare. lol
Avevo pensato di trattare un tema “normale” come uno sci-fi o un fantasy. Quindi non fornisco contesti o riferimenti fino a quasi alla fine. Volevo vedere se si cercassero, se fossero necessari o se, come faremmo in un fantasy, ce li saremmo fatti bastare. E devo dire che in parte è riuscito. Esclusi un paio di casi cui proprio non è piaciuto (per questo motivo, il non capire precisamente di cosa si stava parlando), dalla maggior parte dei commento noto che l’esperimento ha funzionato!
Grazie e alla prossima. :)
Polly

Torna a “100 metri piani: Minuti Contati Special Olympic Edition”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite