Classifica FINALE della MARATONA

Partenza entro il mese di luglio, informazioni più dettagliate nei prossimi giorni
Avatar utente
antico
Messaggi: 4849

Classifica FINALE della MARATONA

Messaggio#1 » lunedì 17 agosto 2020, 11:52

Ecco a voi la classifica finale (nomi autori e non dei racconti perché non mi sono pervenuti tutti i titoli finali).
I primi quattro classificati vanno in finale dove verranno giudicati dagli altri quattro membri del COMITATO OLIMPICO.

Andrea Lauro 10 (qualificato per la finale con il racconto LA BOTTA SALE, IL BEBOP RIMANE)
Wladimiro Borchi 14 (qualificato per la finale con il racconto IL PIGIAMA A PALLINI)
Giorgia D’Aversa 19 (qualificata per la finale con il racconto LE DIVINITA')
Luca Fagiolo 27 (qualificato per la finale con il racconto NOTTE TEMPESTOSA)

Federico Bertellini 34
Eugene Fitzherbert 34
Giacomo Puca 43
Simone Marzola 47
Polly Russell 49
Dario Cinti 52
Luca Nesler 54
Emiliano Maramonte 67
Giulio Marchese 77
Roberto Masini 87
Alexandra Fischer 94
Edoardo Foresti 98

E ora qualche considerazione generale:

Prima cosa: complimenti a tutti per essere riusciti a terminare la Maratona. Ho apprezzato moltissimo anche l'aiuto che vi siete dati reciprocamente anche se, causa poco tempo, non tutti avete potuto ricevere le stesse attenzioni. Infatti, uno dei pochi elementi che andrebbero rivisti di questa formula, a mio parere, sono le tempistiche: qualche giorno in più per le varie fasi di scrittura e maggiore margine di tempo tra le stesse dando la possibilità a tutti di ricevere anche il commento del valutatore (in questo caso il sottoscritto) prima di passare al successivo step. Da parte mia, e con tutti i miei limiti, ho cercato di fare del mio meglio e di certo sarebbe stato preferibile avere più valutatori per cercare una minore soggettività però è dura trovare qualcuno che si prenda quest'impegno per così lungo tempo (e vi assicuro che ho dedicato svariati giorni delle mie vacanze per portarlo a termine). Detto questo, una piccola modifica andrebbe introdotta anche per dare la possibilità a chi ha sbagliato qualche elemento importante della prima parte di rivederla: in questo caso avrebbero la possibilità di rimettersi in riga e di non portarsi appresso quella pesante zavorra fino alla fine (questo lo dico soprattutto pensando ai racconti di Puca e di Polly, ma anche di Nesler, che sono stati quelli, sempre a mio parere, in grado di migliorare di più strada facendo e che nelle mie valutazioni ho sempre dovuto penalizzare proprio per le partenze anche perché ogni step successivo teneva conto, come giudizio, anche del racconto nel suo complesso fino a quel punto).

Mi sono divertito molto come valutatore, è stato affascinante osservare l'evoluzione dei vostri testi: come alcuni di voi siano riusciti a dare da subito una struttura funzionale e mantenerla, come altri siano partiti piano per crescere, come altri ancora siano partiti alla grande per poi cedere alla distanza (alcuni anche solo nella terza parte). Spero, in futuro, di riuscire a organizzarne altre e credo che questo spazio sia l'ideale per discorrerne e capire come migliorare e ottimizzare la formula.

Esprimetevi in risposta a questo messaggio.

Grazie ancora a tutti.



Avatar utente
megagenius
Messaggi: 439

Re: Classifica FINALE della MARATONA

Messaggio#2 » lunedì 17 agosto 2020, 12:22

Ciao Antico e salve a tutti!
In generale è un format che mi ha coinvolto, e non poco, perché ha spinto le mie capacità di autore ai limiti estremi; per dire, la seconda parte l'ho scritta in due ore e mezzo senza fermarmi, come in trance, in vista della scadenza ormai prossima.
Aggiungo, tuttavia, che non lo rifarei, non perché non sia una buona idea, anzi, è un meccanismo affascinante, ma per quello che riguarda la mia attitudine personale. Fondamentalmente ho necessità di programmare un minimo la struttura delle storie, lasciando giusto un pizzico di spazio di manovra per l'improvvisazione in corso di stesura, per cui questo "frazionamento" forzato destabilizza il (mio) processo creativo. Giustamente il gioco è quello: se sei bravo e hai talento riesci anche a raddrizzare le trame uniformando il flusso narrativo, altrimenti ciao ciao e finisce così.
Ho apprezzato tantissimo questo spirito "cooperativo", alla fin fine è lo scopo vero di Minuti Contati, ma esso deve essere agevolato da un adeguato spazio temporale per i commenti. Così com'è il format ha tappe troppo forzate e non si riesce a leggere neanche il 30% dei testi, e viene meno il senso del contest. Quindi andrebbe ritoccato sicuramente questo aspetto.

Emiliano

Avatar utente
Dario17
Messaggi: 155

Re: Classifica FINALE della MARATONA

Messaggio#3 » lunedì 17 agosto 2020, 14:39

Il format è stato molto accattivante ed impegnativo, assolutamente da riproporre nel caso ve ne sia l'occasione.
Onore e gloria all'Antico che si è dovuto smazzare per tenere in piedi il contest, standing ovation! Grazie!

Mi accodo a chi ha fatto notare come qualche giorno in più possano portare molti benefici alla Maratona sia come tempo aggiuntivo di stesura per l'autore, sia di lettura per l'opinionista delle opere altrui.
E questo mi porta a dire la mia su questo particolare aspetto: il commento altrui.
Dare a tutti i partecipanti lo stesso numero ( che sia 0 oppure 120 ) di commenti e suggerimenti non sarebbe una buona idea?
Mi spiego.
A dispetto degli altri contest, qui non si hanno degli obblighi di recensione verso altri gruppi non direttamente in competizione con la propria opera e quindi trovare un modo immagino non sia facile, però va considerato che qui la scritura è in divenire per più giorni e che una bella dritta può portare benefici, a differenza di un classico minuti contati dove le recensioni arrivano a giochi fatti.

Concludo con un mea culpa: All'inizio pensavo che la seconda e la terza traccia sarebbero state molto più spigolose e stringenti, invece si sono rivelate ( sopratutto la terza ) molto più malleabili e quindi pianificare già la fine del racconto dall'inizio sarebbe stata una mossa vincente anzichè, come ho fatto io, lasciare tutte le porte aperte e costruire pezzo per pezzo lo sviluppo.
Ecco spiegato il mio tonfo finale, dunque.

Avatar utente
Giacomo Puca
Messaggi: 159

Re: Classifica FINALE della MARATONA

Messaggio#4 » lunedì 17 agosto 2020, 17:07

Prima di tutto un ringraziamento a te per aver dedicato tanto tempo ed energie alla lettura e alla valutazione dei racconti. Grazie.

Per quanto riguarda la gara, è stata più dura di quanto mi aspettassi. Personalmente ho sofferto soprattutto nella prima parte, in cui ho patito molto la mancanza di tempo (anche se probabilmente è solo una questione personale). D'altronde il set-up della vicenda è la fase più delicata date le regole della maratona. Una volta stabilita ambientazione, personaggi e conflitto... l'evoluzione è obbligata o quasi.

Permettere di modificare i brani già scritti non credo sia percorribile. Essendo questa una maratona, equivarrebbe a far correre di nuovo all'atleta una parte di gara che ha corso male.
Altra cosa sofferta è stata la penuria di commenti da parte degli altri scrittori (io per primo ho potuto commentare pochissimo, pena il non avere tempo di completare il mio racconto).
Una idea per potrebbe essere quella far passare un paio di giorni tra la scadenza di consegna e l'emissione della nuova traccia, e imporre che entro l'emissione della nuova traccia ognuno debba commentare un tot di racconti (es i due racconti postati dopo il proprio), pena il non poter continuare la gara.

A ogni modo è una stata una esperienza utile. Dover scrivere alla cieca, non potendo sapere dove si andrà a parare è una bella palestra, obbliga a considerare dettagli spesso ignorati.

Un saluto.
In narrativa non esistono regole, ma se le rispetti è meglio.

Avatar utente
roberto.masini
Messaggi: 347

Re: Classifica FINALE della MARATONA

Messaggio#5 » lunedì 17 agosto 2020, 17:48

Ciao Antico e un saluto a tutti!
A prescindere dal mio personale disastroso risultato finale, devo dire che questo format mi è piaciuto moltissimo. I tre input sono stati per me molto stimolanti. Quindi ti sono grato per il tuo immane lavoro di valutatore!
Quali correzioni applicare a questo punto?
Concordo con te e con altri che occorre più tempo tra una traccia e l'altra per consentire a tutti i partecipanti di leggere e commentare gli altri racconti ( cosa che io stesso ho fatto con pochi!).
Anche la possibilità di revisione mi trova d'accordo.
Come ultimo invece io suggerirei di consentire a tutti gli scrittori di valutare i racconti secondo lo schema della SFIDA con vari gruppi, sottraendo a te, o Antico, l'ingrato compito del giudice unico. L'alternativa a questa mia proposta è naturalmente il semplice aumento del numero dei valutatori.
A rileggerci tutti presto!

Avatar utente
Eugene Fitzherbert
Messaggi: 466

Re: Classifica FINALE della MARATONA

Messaggio#6 » lunedì 17 agosto 2020, 18:24

Ed eccoci al tanto atteso debriefing.
Antico, l'hai voluto tu! :D

Innanzitutto, è stata un'esperienza decisamente divertente, al netto di tutto quello di cui discuteremo tra un momento. Credo che tra tutte le iniziative 'alternative' di Minuti contati, questa è stata quella che mi ha entusiasmato di più, considerando il lato 'scrittore' e anche il lato 'lettore'. È stato divertente cercare di imbrigliare le idee e programmare il racconto in previsione di quello che sarebbe potuto accadere dopo, cercare di anticipare le eventuali conseguenze per avere quante più porte aperte possibili: tutto questo ha reso la sfida assolutamente appetibile. E quindi pollice su deciso!

Se volessimo iniziare una discussione costruttiva, credo che sia necessario distinguere (come ho detto sopra) il lato scrittore da quello lettore, che sono due facce della stessa medaglia sul nostro forum, visto che siamo chiamati a fare prima gli scrittori e poi i lettori, a seconda del momento.

LATO SCRITTORE
Il format concettualmente è vincente. L'ho scritto poco fa in che senso e non mi ripeto. Aggiungo che questa è stata l'occasione per scrivere racconti decisamente più lunghi del normale, e tenere botta per un gran numero di caratteri è una cosa non proprio immediata e ci ha spinto a un gran lavoro di gestione dei tempi e degli spazi.
La divisione in tracce al buio ha trasformato la gara in un esercizio formativo non da poco: adattare l'andamento del racconto al volere delle tracce ha messo tutti in condizioni di difficoltà (per modo di dire, eh!) e ha spinto a optare delle scelte o prendere delle strade che magari non si erano neanche considerate.

D'altronde, come si può immaginare, di fronte a tutte queste belle cose, ce ne sono altre che purtroppo andranno aggiustate. In primis: il contest è stato veramente impegnativo, soprattutto per le tempistiche estremamente strette. Il FATTORE TEMPO è stato tiranno più di ogni cosa, tanto che io già avevo fatto la battuta che più che una maratona sembrava uno sprint. Nessuno di noi ha avuto un attimo di respiro, perché i giorni a disposizione sono stati non pochi, ma appena sufficienti. Credo che una buona scelta per il futuro sia quella di allungare i tempi di attesa tra una traccia e l'altra e non concentrare una edizione in due settimane. Pensare anche a una cosa che ne duri quattro o sei: il vantaggio è per tutti, credo (more on this later).

La classifica parziale è stata un punto dolente e alquanto discusso (inutile negarlo), con opposte fazioni che da una parte la reputano necessaria ai fini della valutazione, e dall'altra la vedono come un orpello che genera più casino che altro. Credo che la cosa che più abbia pesato in questo format è stato il fatto che tu, povero Antico, sei stato da solo a commentare milioni di miliardi di racconti, un'esperienza titanica, che solo per questo ti devo offrire una birra.
Quello che viene a mancare in questo caso è il pluralismo di giudizio: ci sono alcune cose che tu (impersonale) che stai commentando da solo non vedi, laddove invece sarebbero rilevate da un altro. Con questo non dico che ci devono essere decine di membri di una giuria, ma sicuramente non è un lavoro da lasciare a un sol uomo, altrimenti si possono trovare piccole innocue aberrazioni (tipo nella seconda traccia si va dalla posizione QUATTRO alla SEI senza passare per la CINQUE).
Altra cosa che può succedere con le classifiche parziali è che i racconti vengano leggermente adulterati per venire incontro ai commenti 'ufficiali': in questa prima parte manca questo elemento X --> viene aggiunto nella seconda parte, a discapito di altro --> il racconto è sbilanciato... E via dicendo. L'interpretazione dei suggerimenti mista alla classifica potrebbe spingere l'autore a fare scelte addirittura peggiorative, nell'ottica di guadagnare qualche miserrima posizione.
Si può risolvere una cosa del genere? Beh, lasciamo i commenti in chiaro mentre imponiamo che la classifica delle singole sezioni non sia pubblica: il racconto in più parti è per forza di cosa una entità malleabile e viva, che verrà plasmata in base all'andamento delle tracce e spesso può accadere che una sezione del racconto acquisisca un altro sapore alla luce di quello che è venuto dopo (ad esempio quello che sembrava un particolare da poco, si rivela una metonimia narrativa inaspettata, che l'autore aveva seminato con cognizione di causa)

Altro suggerimento:
Siccome alla fine il contest ricalca la struttura delle storie in tre atti, perché non osare di più e imporre un numero di caratteri cangiante:
Prima traccia: X caratteri
Seconda Traccia: 2X Caratteri
Terza traccia: 1,5X caratteri.

LATO LETTORE
Una delle vere novità in questo format è la produzione e la finalità dei COMMENTI, che poi sono una delle cose più interessanti di Minuti Contati: finora i commenti avevano la forma di microrecensioni tecnico-contenutistiche, redatte a giochi fatti, solo per giustificare una eventuale classifica (e paragonabili a quelli fatti da te, Oh Antico!). Nel caso della Maratona, i commenti degli utenti sono stati fatti con l'intento di aggiustare il racconto, esattamente come se fossimo un mucchio di editor in erba che sistemano il lavoro altrui. E questo ribaltamento del sistema di commenti è stata la vera perla del contest, tanto che non erano più solo commenti ma veri e propri suggerimenti (di ogni tipo, eh, dall'editing più spinto, fino a scelte semantiche e sintattiche)
Purtroppo, anche in questo frangente il fattore TEMPO è stato cruciale: ne abbiamo avuto troppo poco per affacciarci in ogni thread e dire la nostra, talvolta senza neanche poter ricambiare il favore a chi invece è venuto a salutarci sotto il nostro racconto. In questo caso, allungare i tempi del contest, magari dividendo ciascuna tranche in un tempo di consegna (80%) e un tempo di revisione (20%) potrebbe sistemare le cose e rendere ancora più didattico tutto il format.

PS (sì, c'è anche il post scriptum!)
Visto che siamo propositivi, c'è una cosa che frulla nell'aria: perché non osare di più, andare oltre ogni aspettativa e invece della Maratona che dura un mesetto, mettere in piedi qualcosa di titanico, che si protrae per un sei mesi un anno? La potremmo chiamare Romanzatona... Se vuoi saperne di più, contatta me e Luca Nesler che ha collaborato alla stesura di questo lunghissimo papiello.

UNA COSA:
ANTICO, qualsiasi cosa qui urti la tua sensibilità, ricorda sempre che TI VOGLIAMO BENE E CHE SE SIAMO QUI È SOLO PER RENDERE TUTTO PIÚ BELLO! (Non mi bannare! Al massimo, banna Luca, è lui che mi porta sulla cattiva strada.)

PPS: se ci fosse stato Spartaco al posto tuo, l'avremmo insultato! E questo è un complimento enorme!

Simone Marzola
Messaggi: 64

Re: Classifica FINALE della MARATONA

Messaggio#7 » lunedì 17 agosto 2020, 19:12

Ciao a tutti,

Trovo che il format Maratona sia stato molto interessante e con qualche aggiustamento può diventare anche un'ottima palestra di scrittura (almeno per me lo è stato!).

Concordo però con gli altri commenti espressi circa il fattore tempo e sul fattore commenti.
Avere più tempo per commentare e rivedere il testo, soprattutto in caso di problemi strutturali, sarebbe stato ottimo: sarebbe utile poter intervenire direttamente sulla porzione di racconto che presenta il problema. Facendo un esempio: la mia seconda parte aveva un problema strutturale che poteva essere corretto direttamente invece di inserire la correzione nella terza, dove avevo necessità di sviluppare e chiudere la vicenda.
Complimenti però all'Antico: credo che la vera maratona sia stata la sua per riuscire a leggere e commentare tutto in tempi brevi, se non addirittura brevissimi!

Una probabile meccanica alternativa: una volta scaduto il termine per postare la prima parte del racconto, si potrebbero creare dei mini gruppi di lettura/commento, in cui anche i valutatori possono partecipare (magari uno per gruppo). In questa seconda fase si darebbe modo di gestire meglio eventuali rilavorazioni e integrazioni, offrendo più tempo sia per leggere che per cambiare. Sarebbe simile alle solite meccaniche, però il commento arriverebbe quando è possibile correggere il tiro dello scritto.
Può essere anche interessante avere un tema generale, su cui svolgere le tre tracce e poi avere per ogni traccia un elemento specifico e obbligatorio da inserire nel racconto.

Complimenti a tutti e a rileggerci

P.S. la proposta di Eugene della Romanzatona è molto bella!

Avatar utente
antico
Messaggi: 4849

Re: Classifica FINALE della MARATONA

Messaggio#8 » lunedì 17 agosto 2020, 20:57

Molto bene, vedo molta partecipazione anche a questa discussione. Rispondo a Eugene su un punto e da giovedì in avanti parleremo di tutto: Eugene, ma secondo te a me può infastidire che mi si facciano notare problematiche o quant'altro? Soprattutto quando l'ho chiesto io stesso? Suvvia, maddai :D

Torna a “Maratona”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite