SPERMIOGRAMMA

Appuntamento nell'Arena con un tema di Livio Gambarini fissato per le 21.00 di lunedì 19 ottobre!
Avatar utente
marco.roncaccia
Messaggi: 559
Contatta:

SPERMIOGRAMMA

Messaggio#1 » martedì 20 ottobre 2020, 0:43

«Alle 4 si infila nel letto e mi fa, mamma ho paura del buio. Mi si addormenta addosso e lì inizia lo strazio, ha sei anni ma scalcia e russa come un quarantenne»
Sei al bar e ascolti tuo malgrado.
Al tavolo accanto due stereotipi viventi del genere MILF. Lunghe e setose chiome chiare, fresche di chatouche, incorniciano seni abbondanti modellati da push up rinforzati. Occhiali da sole dalle grandi lenti offuscano occhiaie e rughe.
«I figli sanno rendere la vita un inferno».
Questa frase ti si incastra nell’orecchio.
Prendi il cellulare e controlli data e ora.
Sono le 8 ed è giovedì 8 ottobre. Chissà perché eri convinto che fosse mercoledì.
Il cornetto ti va di traverso.
Cominci a tossire e a picchiarti il petto come l’ultimo dei peccatori.
Le MILF si alzano dal tavolo e si scostano guardandoti come un appestato.
C’è in giro il Covid e tu sei una specie di spray ambulante che spara goccioline di saliva e cappuccino in tutta la piazza.
«Scusate!» Fai.
«Guarda, mi si è smagliata una calza» ti ignora la più bassa mostrando all’amica un ginocchio bianco latte che emerge dal collant nero.
Hai preso l’appuntamento nemmeno una settimana fa.
«Lo spermiogramma lo facciamo il giovedì su prenotazione» ti ha detto la centralinista.
Hai prenotato.
Hai dalle 8:45 alle 9.15 per consegnare “il campione.”
Hai da poco una compagna, che sarebbe felice di procreare insieme a te e siccome l’idea di “rendere la tua vita un inferno” ti piace, hai deciso di verificare le tue capacità fecondative prima di creare aspettative.
Ti fai un rapido calcolo della distanza tra casa tua e il centro analisi e scopri che hai tempo fino alle 8:30 per eiaculare in un contenitore sterile.
8:01 Ti alzi dal tavolo e scatti verso casa.
8:02 Sei alla cassa del bar che chiedi umilmente perdono per la fuga e paghi la colazione.
8:11 In debito di ossigeno al portone cerchi le chiavi. 2,5 km in 9 minuti è il tuo record personale.
Per fortuna abiti al primo piano, una rampa in più sarebbe fatale.
Apri la porta. Jack ti salta addosso facendoti le feste.
8:12 Ti togli i vestiti e ti lanci sul letto. Jack ti segue.
8:13 Sbatti Jack fuori dalla porta della tua camera e cerchi di concentrarti.
8:14 L’abbaiare di Jack si infiltra nell’orgia selvaggia che la tua mente sta cercando di visualizzare per ottenere una consistenza accettabile del tuo pene.
Apri la porta a Jack e gli concedi un angolo di letto.
8:18 Frustrazione. Hai perso 4 minuti preziosi e non stringi in mano ancora, ehm, niente di concreto. E se non ci riesco? Pensi. Che figura di merda! Telefonare al centro analisi per disdire l’esame. Mi dispiace ma oggi non riesco proprio a … venire!
8:19 Ti fiondi sul computer. Un porno può essere risolutivo
8:21 IL COMPUTER HA RISCONTRATO UN PROBLEMA E DEVE ESSERE RIAVVIATO. Bestemmi i primi cinque santi che ti vengono in mente.
8:22 RACCOLTA DI INFORMAZIONI SULL’ERRORE IN CORSO.TEMPO RIMASTO 1:52:32. Bestemmi Dio e la Madonna.
8:23 Ti lacrimano gli occhi. Prendi il cellulare, alla cieca digiti #fetish sul motore di ricerca di Twitter. Trovi un video e lo fai partire. Ti stropicci gli occhi perché non vedi un cazzo e quando poi ci vedi, vedi un cazzo. Sei sull’account di un travestito amante delle calze a rete, con le gambe pelose e la barba sotto il fondo tinta. Lanci via il cellulare.
8:24 Il vicino del piano terra, quello a cui non prende il telefono, con il suo vocione roco, si mette sotto la tua finestra a telefonare. Jack abbaia al vicino.
8:25 In piena crisi di nervi, nudo, con il vicino che si incazza e grida sempre più forte al cellulare, rimpiangi la tua infanzia, allora ti eccitavi con il Postal Market, sezione intimo femminile. Le tue pagine preferite erano quelle dei collant.
8:26 Hai un lampo. La MILF bassina, con la calza smagliata, quel ginocchio bianco latte. Subito la tua mente perversa costruisce un amplesso sui tavoli del bar.
8:29 «Sì, così, sei fantastica!» urli per coprire le rumorose esternazioni del vicino e di Jack.
8:31 Schizzi bianchi su plastica sterile sanciscono la tua vittoria.
Hai disperso il seme e bestemmiato, hai desiderato la donna d’altri e seppure non hai ucciso il vicino lo hai desiderato profondamente.
Hai tutte le carte in regola per avere qualcuno che renda la tua vita un inferno.
Ultima modifica di marco.roncaccia il martedì 20 ottobre 2020, 0:56, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
antico
Messaggi: 4849

Re: SPERMIOGRAMMA

Messaggio#2 » martedì 20 ottobre 2020, 0:48

Ciao Marco! Caratteri e tempo ok, buona LIVIO GAMBARINI EDITION!

Avatar utente
Stefano Impellitteri
Messaggi: 61

Re: SPERMIOGRAMMA

Messaggio#3 » martedì 20 ottobre 2020, 11:36

Ciao Marco, molto piacere.
Il racconto è più che altro una sequenza di eventi che “mostra” un personaggio e la sua personalità. L’idea di mettere l’incalzare del tempo con la difficoltà di mantenere un’erezione non è male, rende il protagonista umano nelle sue cose che fatica ad ammettere. Questo però mi ha portato a visualizzare meno la scena, avrei fatto meno orari e più intervallati da ambienti o flusso mentale. Il problema maggiore è che lo trovo però poco attinente al tema.

Avatar utente
Gennibo
Messaggi: 329

Re: SPERMIOGRAMMA

Messaggio#4 » martedì 20 ottobre 2020, 16:23

Ciao Marco e piacere di leggerti, la storia secondo me viene penalizzata dalla sequenza di alcune frasi, ad esempio:
la prima riga di dialogo inizia bene, se non fosse che la frase dopo mi ha catapultato in un altro mondo in cui ho faticato ad entrare. Iniziare con il protagonista e l’ambientazione e poi passare al dialogo faciliterebbe la comprensione.
Penso che la frase: “Chissà perché eri convinto che fosse mercoledì.” Avrebbe bisogno di maggior contesto perché fino alla sua spiegazione il lettore non ha appigli per fare delle ipotesi (se c’erano io non li ho colti).
Riguardo la mattina al bar, va bene se non spieghi niente al lettore se quello che scrivi è quello che ci si aspetta, se quello che scrivi immerge il lettore nella giusta ambientazione. Al bar, con queste MILF (ho imparato un acronimo nuovo) io mi aspetto che sia sera. (Mi chiedo se sia un mio limite.) Per questa ragione introdurrei all’inizio anche il particolare che è mattina.
Non è “una specie”, ma proprio “uno spray ambulante di saliva”.
Vista la descrizione del ginocchio direi “Mi si è squarciata la calza” più che smagliata.
“Hai deciso di verificare le tue capacità fecondative prima di creare aspettative.” Carino, ma lo trovo un comportamento poco verosimile, potresti essere “a posto” ma lei non riuscire lo stesso a rimanere incinta. È una spiegazione, che potrebbe essere più efficace se in sala d’attesa incontrassi un amico, un infermiere che ti chiede che cavolo stai facendo, tu rispondi sottovoce e questo ti guarda scettico. (dando così voce al mio scetticismo di lettrice).
Da quando parti con il “ticchettio” del tempo che passa e la narrazione accelera, il ritmo e la storia migliorano. (è la parte che ho apprezzato di più.)
Anche se “ti piace l’idea di rendere la tua vita un inferno” insieme all’ultima frase "Hai tutte le carte in regola per avere qualcuno che renda la tua vita un inferno." mi sembrano una forzatura per entrare nel tema.
Comunque interessante e facilmente migliorabile.
A presto e buona edition!

Avatar utente
wladimiro.borchi
Messaggi: 266

Re: SPERMIOGRAMMA

Messaggio#5 » martedì 20 ottobre 2020, 18:50

Ciao Marco,
il tuo racconto mi è piaciuto molto.
Stilisticamente non ci ho trovato nulla di sgradito al palato.
Anche l'enumerazione degli orari, come in una sorta di "tutta la sega minuto per minuto" non mi è dispiaciuta affatto e l'ho trovata funzionale al crescendo di tensione.
L'apprensione del protagonista per la "dura" prova che sta affrontando si percepisce fino in fondo e ho trovato geniale il gioco lessicale che hai costruito.
"I figli che ti portano a vivere all'inferno"
"Lui che si sottopone allo spermiogramma per sapere se avrà figli" e, quindi, "se finirà all'inferno".
"Il finale in cui, per poter ottenere il risultato, il protagonista è costretto a commettere una caterva di peccati", buscandosi "l'inferno".
Nulla da eccepire.
Per adesso, il mio preferito (ma ne ho solo letti 2).
A rileggerci presto
Wladimiro

Avatar utente
marco.roncaccia
Messaggi: 559
Contatta:

Re: SPERMIOGRAMMA

Messaggio#6 » mercoledì 21 ottobre 2020, 14:18

@Gennibo, @wladimiro.borchi, @Stefano Impellitteri
Salve e grazie per i commenti!
In linea di massima le scelte di stile e lessicali sono appunto scelte. Possono piacere o meno e questo è soggettivo. Sono contento che @wladimiro borchi abbia colto il senso del racconto e la sua attinenza al tema. Chiarisco che comunque il tema per me è uno spunto, mi piace girarci intorno e giocarci. Ad esempio ad un tema in seconda persona ho riposto con un racconto in seconda persona. Altrimenti il tema diventa quello da svolgere nelle ore di italiano a scuola. Per quanto riguarda le obiezioni sull'orario le 8 sono le 8 di mattina, se fosse stata sera sarebbero state le 20 o le 8 di sera (solo in questo caso serve la specifica), in ogni caso il protagonista sputa cappuccino e paga una colazione non un drink. Le calze si smagliano di solito (Di tessuti, rompersi o allentarsi per la lacerazione di una maglia) nn si squarciano (Spaccare, rompere con violenza, provocando un'apertura molto ampia; lacerare, dilaniare). Quanto alle proprie capacità fecondative è abbastanza normale che un uomo di una certa età (visto che da piccolo si eccitava con postal market non può essere un ragazzino) faccia lo spermiogramma a prescindere da ciò che farà la sua lei per verificare la fertilità ma che a noi non interessa perchè è fuori dal racconto. La scena della masturbazione si svolge in casa del protagonista e non in una sala d'aspetto altrimenti ci sarebbe da chiarire cosa ci fanno nell'ambulatorio il cane del protagonista e il vicino di casa. Buon contest a voi

Avatar utente
Fagiolo17
Messaggi: 205

Re: SPERMIOGRAMMA

Messaggio#7 » venerdì 23 ottobre 2020, 20:02

Ciao Marco,
il racconto mi è piaciuto anche se non ho apprezzato al 100% l'utilizzo degli orari scanditi così nettamente. Mi spiego meglio, mi è piaciuta l'idea, ma poi sulla carta ci sono frasi davvero troppo frammentarie e diventa una telecronaca che mi ha stancato.
Molto meglio i passaggi dove le frasi sono più di 10 parole e trasmettono di più. Capisco il problema del tempo e della battute, non si può pretendere la perfezione da questi racconti. Un applauso per l'uso della seconda persona che è sempre molto difficile.
Ti segnalo solo un paio di cose che ho notato, ma rimane un mio parere personale.

Hai preso l’appuntamento nemmeno una settimana fa.
«Lo spermiogramma lo facciamo il giovedì su prenotazione» ti ha detto la centralinista.
Hai prenotato.
Hai dalle 8:45 alle 9.15 per consegnare “il campione.”
Hai da poco una compagna, che sarebbe felice di procreare insieme a te e siccome l’idea di “rendere la tua vita un inferno” ti piace, hai deciso di verificare le tue capacità fecondative prima di creare aspettative.
Quattro frasi consecutive che iniziano con "hai" sono troppe a mio avviso.

8:01 Ti alzi dal tavolo e scatti verso casa.
però non scatta verso casa ma verso la cassa.

L'attinenza al tema l'ho colta e mi è piaciuta la tua rivisitazione.
A rileggerci.

Fabio84
Messaggi: 170

Re: SPERMIOGRAMMA

Messaggio#8 » sabato 24 ottobre 2020, 15:00

Ciao Marco,
direi che è l'interpretazione dell'argomento più originale che ho letto finora.
Molto divertente.
Lo stacco tra la prima e la seconda parte del racconto l'ho apprezzata e secondo me ci sta visto il tenore che vuoi dare alla storia.
A volere cercare il dettaglio, secondo me l'unica cosa era togliere quel "Fai" quando il protagonista si scusa.
Ma proprio cercando il dettaglio, eh!
Ben fatta
Ciao

FAbio

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 553

Re: SPERMIOGRAMMA

Messaggio#9 » lunedì 26 ottobre 2020, 14:37

Ciao Marco! E' parecchio tempo che non incrociamo le penne qui a Minuti Contati.
Devo dire che il tuo racconto mi è rimasto impresso. L'ho riconosciuto ancora prima di leggere l'autore nel titolo del post: sei uno dei pochi che scrive sempre in seconda persona. E funziona. Anche lo scandire delle azioni con l'orario fa emergere l'urgenza del protagonista di adempiere la sua missione. All'inizio della lettura trovavo il particolare delle MILF forse invadente, ma il finale mi ha permesso di incastrarcelo senza considerarlo elemento "passibile di sforbiciata". L'interpretazione del tuo tema è sia l'escalation di casini che affronta il protagonista, sia l'inferno (metaforico e non) in cui si sta per cacciare perché ha avuto successo. Bel lavoro ;)
Uccidi scrivendo.

Andrea J. Leonardi
Messaggi: 75

Re: SPERMIOGRAMMA

Messaggio#10 » martedì 27 ottobre 2020, 12:46

Ciao Marco, non sono uno dei grandi qua dentro, ma spero di aggiungere qualcosa alla discussione.

Tema: non riesco a riconoscere bene il tema, ma ciò non significa che sia assente. Il brano vi si allontana un po’ per guadagnarci in originalità, e potrebbe essere un pregio.

Trama: bella idea di una situazione reale, non davvero complessa, ma vissuta con un turbine di emozioni dal protagonista. I numerosi piccoli ostacoli aiutano a creare l’atmosfera comica del “ridicolo” per il lettore, che raggiunge l'obiettivo finale grazie a qualcosa di non scontato.

Stile: originale l’uso della seconda persona, che riesce nel far immedesimare. La prima frase mi ha un po’ confuso, non essendo chiaro il PdV e il contesto della narrazione, chiariti invece subito dopo. Avrei dunque invertito la prima linea di dialogo con le successive tre righe. Dalla parte centrale in poi, dove viene scandito lo scorrere del tempo, si potrebbe di certo limare qualche imperfezione, tuttavia l’incalzare della narrazione è riuscita con successo a trascinarmi fino alla fine.

Non so se l’obiettivo fosse quello di far ridere, ma io ho riso.

costellazione di bacco
Messaggi: 77

Re: SPERMIOGRAMMA

Messaggio#11 » mercoledì 28 ottobre 2020, 18:32

Ciao Marco, piacere di leggerti,
complimenti, davvero un ottimo lavoro. Devo ammettere che ho adorato fin da subito il tuo racconto e di aver sentito l’ansia (e dato che sono donna lo prenderei come un complimento) del protagonista del non riuscire a venire. L’enumerazione degli orari, a mio parere, sono il pezzo forte poiché lasciano il lettore con il fiato sospeso e lo “costringono” a leggere fino alla fine. Come altri, anche io ho apprezzato il gioco di parole utilizzato: “rendere una vita un inferno” etc etc
Pollice in su.
A rileggerti.
Arianna

Avatar utente
Andrea Partiti
Messaggi: 973
Contatta:

Re: SPERMIOGRAMMA

Messaggio#12 » giovedì 29 ottobre 2020, 16:51

Il tema c'è e mi piacciono i racconti con una struttura, quelli per punti, con un orario che li scandisce, organizzati come una lista etc. Sono sempre scelte rischiose perché se usate bene fanno il loro effetto e danno sempre l'effetto novità e freschezza (anche se ammettiamolo, non è vero) ma se falliscono bombano pesantemente. Penso che la tua struttura sia perfetta per l'ansia da prestazione e per la scadenza in arrivo, anche se penserei davvero a una serie di problemi alternativi al "non trova il porno giusto e si arrende subito", che è davvero improbabile, su. Diamogli dei problemi di rete, il telefono scarico, il corriere alla porta.
La seconda persona è un po' una tua firma, però per un racconto così mi fa sentire un po' sporco dentro e a disagio con l'eccessiva immedesimazione nel desiderio di avere figli e nel tentativo di masturbarmi. Se mettere a disagio il lettore con la storia era uno degli obiettivi (e ci sta), funziona molto bene, altrimenti un tentativo in una buona vecchia noiosa terza persona lo farei!

Avatar utente
antico
Messaggi: 4849

Re: SPERMIOGRAMMA

Messaggio#13 » venerdì 30 ottobre 2020, 18:29

Un racconto che deve vivere di delicati equilibri. Mi è piaciuto con riserva e rileggendo credo di avere identificato i problemi in due punti: l'apertura e la chiusura, due momenti topici insomma. Parti con la lunga frase della milf e questo mi ha reso difficoltoso entrare nel racconto. Diverso sarebbe stato se fossi partito con lui e poi, magari spezzandolo in due tronconi, avessi inserito la battuta della donna. Sullo svolgimento, poco da dire anche se trovo molto azzeccato il consiglio di Partiti sul creare impedimenti più verosimili alternandoli al altri più assurdi tipo il vicino con il vocione. Sul finale, poi, ho dubbi sul lungo periodo precedente alla chiusa, tenderei a snellirlo e a renderlo più efficace. In sostanza, un pollice tendente verso l'alto in modo brillante, ma una volta oliato meglio di quanto già non sia può ambire tranquillamente alla Vetrina.

Torna a “Livio Gambarini Edition - la Seconda dell'Ottava Era - 146° All Time”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite