Chiarle edition-Sogni d'oro

Moderatore: Laboratorio

Richieste di Grazia

Sondaggio concluso il lunedì 30 novembre 2015, 8:52

Merita la Grazia
7
100%
Il racconto andrebbe revisionato
0
Nessun voto
 
Voti totali: 7

viviana.tenga
Messaggi: 500

Chiarle edition-Sogni d'oro

Messaggio#1 » mercoledì 11 novembre 2015, 13:58

Adele ha sempre creduto nelle fatine dei sogni. Ha smesso di parlarne quando è diventata adulta, ma sa che ogni notte piccole creature dalle ali dorate vengono a portarle i sogni più belli. E, proprio perché crede in loro, le fatine non le hanno mai fatto mancare un bel sogno, nemmeno dopo le giornate peggiori, nemmeno ora che ha tanti problemi con suo marito. Non importa se di giorno Fabio le fa scenate continue, né se ogni tanto alza le mani; ogni sera, nel dormiveglia che precede il sonno, Adele riesce quasi a sentire le voci cristalline delle creature che si posano sul suo davanzale, e sa che presto potrà rifugiarsi in sogni stupendi…

Le fatine sul davanzale sono tre sorelle; i loro nomi sono Lily, Ivy e Zahara, e hanno quasi finito di preparare uno splendido sogno in cui Adele vola sull’oceano e gioca coi delfini.
A un tratto, Lily grida. C’è un’irregolarità nella notte, una macchia più nera del resto. Subito le fatine la riconoscono: è Umbra, la quarta sorella, colei che anni prima ha dato il suo cuore alle tenebre e che ora porta agli umani gli incubi peggiori. Passare alle tenebre le ha donato poteri grandi e terribili. Le sorelle sanno bene che, nonostante siano in tre, in uno scontro diretto avrebbero la peggio.
Un attimo prima che Umbra atterri sul davanzale, Zahara le si para davanti.
“Come puoi fare questo?” chiede. “C’è Adele dietro a questa finestra! Non ricordi di quando era bambina, di quando tutte e quattro intessevamo per lei sogni di castelli di zucchero e isole fatate?”
Gli occhi di Umbra brillano come gemme azzurre in un volto nero come la notte; per un attimo, un velo di tristezza pare offuscarli.
“Fatti da parte, sorella.”
“Come puoi?” urla Ivy, isterica. “Proprio ora che ha tanto bisogno di sogni che la confortino!”
Umbra scuote la testa.
“Quanto siete sciocche.”
La lotta che segue è furiosa; per quasi un'ora, minuscole scintille magiche si scontrano nell'aria fredda della notte. Infine, Lily crolla a terra esausta; Ivy ha una ferita che le squarcia l’ala sinistra e Zahara può solo aiutare le sorelle nella ritirata, lottando invano contro le lacrime di rabbia e umiliazione che le rigano il volto.

Mentre vola via nella notte, Umbra non è felice. È preoccupata per Ivy, spera di non averla ferita troppo gravemente, ma soprattutto prova tanta rabbia. Un po’ è triste anche per Adele, ma doveva fare qualcosa.
Umbra non crea incubi nello stesso modo in cui le sue sorelle creano sogni, li pesca dai recessi della mente, dai pensieri sommersi e nascosti. Laggiù nel profondo, Adele sa che suo marito diventerà sempre più violento, che forse un giorno, dopo l’ennesima scenata, arriverà a ucciderla. Ma Adele quei pensieri li scaccia, fugge nel suo rifugio fatato. Umbra spera che mostrarle in sogno quello che rischia di accaderle la risvegli dall’incanto prima che sia troppo tardi. Se non sarà bastato, tornerà anche le prossime notti. Perché è vero che Umbra ha donato il suo cuore alle tenebre, ma l’ha fatto solo per aiutare gli umani a combatterle.
Ultima modifica di viviana.tenga il mercoledì 18 novembre 2015, 13:56, modificato 2 volte in totale.



alexandra.fischer
Messaggi: 1734

Re: Chiarle edition-Sogni d'oro

Messaggio#2 » mercoledì 11 novembre 2015, 21:26

Trovo il tuo racconto poetico e molto ben scritto. Lo avevo già gustato nella versione precedente, ma ora ci ha guadagnato. I dialoghi sono, se possibile, ancora più scorrevoli e il personaggio di Umbra è molto più affascinante. Anche se sembra una presenza negativa nella vita di Adele perché non le regala gli stessi sogni rutilanti delle sorelle. Difatti, ne soffre, ma è costretta a farlo per il bene di Adele, che spera di salvare da un marito violento, sul punto di diventare assassino.

CHIEDO LA GRAZIA

Avatar utente
Jacopo Berti
Messaggi: 424
Contatta:

Re: Chiarle edition-Sogni d'oro

Messaggio#3 » mercoledì 11 novembre 2015, 21:53

Il primo paragrafo l'adoro, mi ha davvero conquistato. Mi piace la focalizzazione sulla protagonista, ingenua e innocente, e l'atmosfera leggera e giocosa che riesci a ottenere fino a che non arriva Umbra. Il tono, prima col dialogo, poi col combattimento, infine con le motivazioni di Umbra, porta il racconto dalla stucchevole (e perfetta, nel contesto) evasione fantastica ad un crudo ma sano principio di realtà.

Osservazioni:
- " Non importa quanto Fabio urli, né se ogni tanto alzi le mani". Credo che 'alzi' dovrebbe invece essere all'indicativo, perché non è retto da 'quanto' (come 'urli') ma da un 'se' che non è ipotetico.
- "benché agli occhi umani sia invisibile tanto lo sforzo disperato che contrae i volti delle tre sorelle quanto la cupa determinazione su quello di Umbra." Secondo me potresti semplificare il periodo: benché+tanto...quanto lo trovo un po' laborioso.
- ultimo paragrafo: l'idea è ottima ed è anche scritta bene. Secondo me potrebbe riuscire ancora meglio se riuscissi a restare in tutto e per tutto nel racconto, magari assumendo il punto di vista di Umbra, invece di guardarla da fuori e rischiando di essere didascalica.

Se fai queste correzioni secondo me ne può guadagnare, ma mi sembra già molto valido.

CHIEDO LA GRAZIA
«Se avessimo anche una Fantastica, come una Logica, sarebbe scoperta l'arte di inventare» (Novalis, Frammenti)

Avatar utente
Andrea Partiti
Messaggi: 942
Contatta:

Re: Chiarle edition-Sogni d'oro

Messaggio#4 » mercoledì 11 novembre 2015, 23:09

Ricordo di aver letto il tuo racconto, ma senza occhio analitico, non essendo nel girone che dovevo commentare.

Mi piace molto così com'è, soprattutto il finale a cui vai a parare lo trovo perfetto per una fiaba di questo genere. Poco buonista e con un insegnamento vero.
L'unica piccola stonatura del racconto penso sia la scena di combattimento.

La lotta che segue è furiosa; per quasi un’ora minuscole scintille magiche si scontrano con violenza, benché agli occhi umani sia invisibile tanto lo sforzo disperato che contrae i volti delle tre sorelle quanto la cupa determinazione su quello di Umbra.
Infine, Lily crolla a terra esausta; Ivy ha una ferita che le squarcia l’ala sinistra e Zahara può solo aiutare le sorelle nella ritirata mentre lacrime amare le rigano il volto.


Non so spiegare esattamente perché, ma mi sembra molto più forzata di quanto dovrebbe, scorre male rispetto al resto del testo, più lenta.
Essendo già scarna, io eliminerei tutto il non essenziale lasciandola ancora più al lettore di così. Sicuramente eliminerei "benché agli occhi umani sia invisibile tanto lo sforzo disperato che contrae i volti delle tre sorelle quanto la cupa determinazione su quello di Umbra", che mi sembra portare molto poco alla scena.

(Umbra soffre della "sindrome di Malefica", come poteva sperare di crescere buona con un nome chiaramente da cattiva? Ma è una fiaba, quindi va bene per distinguere nettamente bene e male.)

Non chiedo (ancora) la grazia solo perché penso sia davvero un bel racconto e merita di essere lucidato fino alla fine!

Avatar utente
Spartaco
Messaggi: 767

Re: Chiarle edition-Sogni d'oro

Messaggio#5 » giovedì 12 novembre 2015, 9:06

In cima al primo post è stato inserito un sondaggio.
Continuate a richiedere la grazia come sempre, ma fatelo anche da lì.Vale lo stesso se credete che il racconto andrebbe revisionato.
Per qualsiasi dubbio evocatemi.

Avatar utente
ceranu
Messaggi: 738

Re: Chiarle edition-Sogni d'oro

Messaggio#6 » giovedì 12 novembre 2015, 12:01

Ciao Viviana, rinnovo i complimenti per questo racconto. Trovo che sia una fiaba molto attuale e merita d'essere letta. Bravissima.
CHIEDO LA GRAZIA

Avatar utente
Angela
Messaggi: 505
Contatta:

Re: Chiarle edition-Sogni d'oro

Messaggio#7 » giovedì 12 novembre 2015, 13:40

Ricordo il tuo racconto e nel momento della classifica finale, penso avrei dovuto concedergli almeno un paio di posizioni in più. Ho penalizzato la fiaba senza tener conto della morale importante che hai sottolineato. Qui ritrovo il testo migliorato e più scorrevole. Ho trovato solo un paio di ripetizioni e qualcosa sulla punteggiatura. Il messaggio è quello che conta e arriva forte e chiaro. Buona anche l'esposizione. Ti segnalo gli appunti e ne approfitto per...

CHIEDO LA GRAZIA


“Come puoi fare questo?” chiede.
“Come puoi?” urla Ivy, isterica.

Ripetizione che potrebbe anche starci, ma io te l’ho comunque segnalata.

…scontrano con violenza, benché agli occhi umani
Dopo benché, virgola.

mentre lacrime amare le rigano il volto.
Mentre vola via nella notte,

Ripetizione di “mentre”.

Perché è vero che Umbra ha donato il suo cuore alle tenebre, ma l’ha fatto solo perché anche le tenebre vanno conosciute.
La chiusura (vanno conosciute) secondo me andrebbe rivista, non nella sostanza, ovviamente, ma nella forma.
Uno scrittore è un mondo intrappolato in una persona (Victor Hugo)

viviana.tenga
Messaggi: 500

Re: Chiarle edition-Sogni d'oro

Messaggio#8 » giovedì 12 novembre 2015, 14:28

Grazie a tutti per i commenti!
E' la prima volta che posto un racconto qui nel laboratorio, e devo dire che questa cosa di poter dare sfogo alle mie manie di perfezionismo è bellissima!
Mi pare di capire che adesso la scena più problematica è quella della battaglia. Ho provato a modificarla al volo tagliando la frase che non è piaciuta, ma sto anche considerando l'idea di darle invece più spazio (che con il precedente limite di 3000 caratteri non avevo, ma ora sì). Chiedo il vostro parere: secondo voi una descrizione più ampia della battaglia darebbe un qualcosa di più o meglio rimanere su una versione più essenziale?
Per quanto riguarda le altre cose che mi avete segnalato, ci penso su un po' e poi decido cosa voglio modificare e come.

Avatar utente
AmbraStancampiano
Messaggi: 476
Contatta:

Re: Chiarle edition-Sogni d'oro

Messaggio#9 » venerdì 13 novembre 2015, 20:13

Ciao Viviana,
ricordo bene questa fiaba, mi era piaciuta molto durante la Chiarle edition e adesso mi piace ancora di più; riguardo la battaglia, secondo me già è abbastanza ampia, forse è proprio per questo che il passaggio sembra un po' forzato; mi piace molto ciò che dici riguardo al modo in cui Umbra crea gli incubi, pescandoli dai recessi della mente, e personalmente cercherei di dare un po' più di focus a questo concetto; Il cappello introduttivo ci sta e funziona, ma occhio ai modi e tempi verbali: usando l'indicativo risulterebbe molto più scorrevole.
Comunque CHIEDO LA GRAZIA perchè già così secondo me è un ottimo testo.
Spero di esserti stata utile!
Qui giace il mio cervello, che poteva fare tanto e ha deciso di fare lo stronzo.

sabrinagreen
Messaggi: 7

Re: Chiarle edition-Sogni d'oro

Messaggio#10 » domenica 15 novembre 2015, 18:55

Ciao, devo dire che il tuo racconto mi è piaciuto molto. Hai sottolineato molto bene questa differenza tra i sogni zuccherati, forse troppo, quasi stucchevoli, e quello che invece c'è bisogno di conoscere. Lo trovo un racconto originale, perché hai utilizzato le fatine per parlare di un'importante verità. Cosa è cattivo e cosa non lo è? Il nostro giudizio non può mai essere affrettato.

Solo tre appunti.
Il termine isterica, quando la fatina urla, personalmente mi ha completamente fatto uscire dall'atmosfera fiabesca. Mi è sembrato stonasse, ma devo anche aggiungere che alla fine del racconto quel termine è invece azzeccato. Non so se convenga perciò trovarne un altro, per mantenere l'armonia in quella parte della storia, o lasciarlo.

Lacrime amare. So bene che se sei uno scrittore prima o poi lacrime amare uscirà dalla tua penna, però è un accostamento di cui veramente si abusa. Mi hanno fatto notare proprio su questo forum che a volte è meglio un'immagine più asciutta e semplice (in questo caso sarebbe stato solo lacrime) o rafforzarla rendendola più originale.

In ultimo, ma anche qui è un mio gusto personale:
Perché è vero che Umbra ha donato il suo cuore alle tenebre, ma l’ha fatto solo perché anche le tenebre vanno conosciute
Avrei allungato la frase, o comunque l'avrei resa più incisiva.

Chiede la Grazia!

Luchiastro
Messaggi: 76

Re: Chiarle edition-Sogni d'oro

Messaggio#11 » lunedì 16 novembre 2015, 21:14

Ciao Viviana, ti avevo già fatto i complimenti per il tuo scritto nella prima versione, qui li rinnovo soltanto e non posso che CHIEDERE LA GRAZIA.

Avatar utente
Spartaco
Messaggi: 767

Re: Chiarle edition-Sogni d'oro

Messaggio#12 » venerdì 20 novembre 2015, 22:30

Viviana, hai 7 richieste di grazie. Quando vuoi io sono pronto per la sfida!

viviana.tenga
Messaggi: 500

Re: Chiarle edition-Sogni d'oro

Messaggio#13 » sabato 21 novembre 2015, 11:38

SFIDO SPARTACO
(ero convinta di non essere ancora in regola coi commenti agli altri, ma invece il minimo è 4 e li ho fatti, giusto?)

Avatar utente
Spartaco
Messaggi: 767

Re: Chiarle edition-Sogni d'oro

Messaggio#14 » sabato 21 novembre 2015, 23:12

La tua sfida è assolutamente lecita, hai commentato il minimo dei racconti (ma non fermarti, gli altri hanno bisogno di te) e hai largamente raggiunto il numero di richieste di grazie.

Sul tuo racconto ho pochi dubbi, merita la vetrina di Minuti Contati, brava!

Torna a “Sessione di Novembre 2015”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite