AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

La Special di Marzo, tutta incentrata sul numero 7
Fernando Nappo
Messaggi: 585

AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#1 » martedì 8 marzo 2016, 0:58

AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)


by Fernando Nappo



Claudio era inginocchiato sul tappeto, il braccio sinistro inerte lungo il fianco e la mano destra sul petto. Il respiro era un rantolio sordo. Alzò lo sguardo verso Giuliano.
— Ti prego — disse — non è necessario tutto questo. — Strizzò gli occhi, infastidito da alcune gocce di sudore. — Possiamo trovare un accordo, i soldi non mi sono mai interessati, lo sai...
Giuliano era in piedi di fronte a lui. Aveva in mano una bambolina voodoo nella quale erano conficcati diversi spilli. Appoggiò un dito allo spillo puntato al centro del petto della bambolina ed esercitò una leggera pressione; Claudio si piegò su sé stesso, soffocando un grido.
— L’azienda non sarebbe mai diventata ciò che è oggi se non fosse stato per me. Non per papà o per te, ma per tutto il tempo che io gli ho dedicato, per tutta la fatica che ci ho buttato dentro.
Claudio scrollò il capo. — E che ci hai guadagnato, me lo dici? Non hai amici, non hai una ragazza, non vai mai al cinema o a teatro. Non pensi ad altro che all’azienda.
— Proprio per questo, ti chiedo, perché dovrei accettare di dividere con te ciò che ho costruito con tanta fatica?
— Rinuncerò all’eredità — gorgogliò Claudio.
— Tu? L’uomo con le mani più bucate che conosca? Non rinunceresti mai. Lo so io come lo sai tu.
Giuliano rigirò un paio di volte lo spillo nel petto della dagida facendo urlare Claudio di dolore. Poi sfilò lo spillo dalla bambolina.
Claudio allungò una mano verso il fratello nel disperato tentativo di strappargli di mano la bambolina. Giuliano si scostò, scoppiando a ridere.
— Mi spiace, fratellino, ma con te fuori dai giochi finalmente sarà tutto mio.
— Non la passerai liscia — biascicò Claudio. Un filo di saliva gli colava lungo il mento. — Nessuno crederà che sia morto per caso pochi giorni prima della lettura del testamento di nostro padre. Chi conosce il tuo attaccamento al denaro sospetterà che sia opera tua.
Giuliano scrollò le spalle. — Che sospettino. Nessuno potrà mai provare niente — disse mentre soppesava la bambolina voodoo. — Questo sistema, tanto antico quanto geniale, non lascia alcun segno sul corpo della vittima. Risulterà che sei morto per un malore.
— Sei un bastardo — disse Claudio.
— Magari riceverò la solidarietà di tutti. Che sfortuna, quel povero Giuliano. Perdere il padre e il fratello in così breve tempo. Che disgrazia, che fatalità!
— Tanto non ti godrai nemmeno mezzo euro, brutto pezzo di merda. Lo sappiamo tutti e due... — Claudio cercò di tirarsi in piedi.
Giuliano si scostò di un passo dal fratello e conficcò lo spillo nel petto della dagida, spingendolo in profondità.
Claudio crollò sul pavimento.
Giuliano inspirò a fondo ed espirò rumorosamente.
Appoggiò la bambolina sul divano lì vicino, tirò fuori lo smartphone e le fece un paio di foto da diverse angolazioni. Cancellò la prima e tenne la seconda.
Scavalcò il corpo di Claudio e si diresse allo scrittoio.
Collegò il telefono al computer, avviò il browser e si connesse al suo profilo eBay. Premette il pulsante Vendi e digitò il messaggio:

AAA BAMBOLINA VOODOO USATA VENDESI
FUNZIONAMENTO GARANTITO

Allegò la foto della bambolina e impostò cinquanta euro come prezzo di partenza. Il mercato delle bamboline voodoo, come aveva scoperto quando aveva cominciato a interessarsene, era piuttosto vivace e non dubitava di riuscire a piazzare la sua in tempi rapidi. Anzi, poiché poteva garantirne il buon funzionamento, stava pensando di alzare un poco il prezzo.
In ogni caso, era ora di chiamare, il pronto intervento sanitario per mettere in scena la disgraziata e prematura dipartita del fratello. Spense il computer, avrebbe seguito l’asta dal cellulare, e si alzò. In quell’istante il mondo gli crollò addosso: suo fratello era in piedi, vivo e vegeto e gli puntava una pistola.
— Il giovedì è giorno di esercitazioni al poligono. Te l’eri scordato? — disse Claudio.
— Non è possibile — balbettò Giuliano. — Tu eri...
— A quanto pare il tuo piano non era così infallibile.
Giuliano diede uno sguardo alla dagida, sempre immobile sul divano dove l’aveva abbandonata piena di spilli.
— Non riesco a capire. Eppure chi me l’ha venduta mi ha garantito che avrebbe funzionato.
— Non chiedere spiegazioni a me — disse Claudio. — Anzi — raccolse la bambolina dal divano e se la ficcò in tasca. — questa la facciamo sparire, che è meglio.
— Ti prego Claudio, ragioniamo...
Senza distogliere l’attenzione dal fratello, Claudio estrasse dalla tasca posteriore dei pantaloni una busta e la porse al fratello.
— Cos’è?
— È il modulo di rinuncia all’eredità — disse Claudio. — Ero davvero disposto a firmarlo.
Giuliano aprì la busta, estrasse il documento e lo sfogliò.
— Io...
Claudio indicò lo scrittoio alle spalle del fratello. — Prendi una penna e firmalo.
— Cosa? Ma non puoi farmi...
— Firmalo! O ti faccio fuori qui, seduta stante.
Giuliano rimase immobile, senza fiatare, lo sguardo assente. — Lo sai che non posso — disse. Si lanciò contro il fratello, rovinandogli addosso. Partì un colpo e Giuliano stramazzò al suolo, morto.
Claudio lasciò cadere la pistola e rimase a fissare il fratello.
Fu richiamato alla realtà dal cellulare di Giuliano che aveva preso a fischiettare con insistenza. Si chinò, lo raccolse, e lesse il messaggio che lampeggiava sullo schermo:

LE BAMBOLINE USATE NON FUNZIONANO UN GRANCHÉ. CHE SCONTO MI FAI?



Avatar utente
Jacopo Berti
Messaggi: 424
Contatta:

Re: AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#2 » martedì 8 marzo 2016, 14:28

Ciao Fernando!
Ben scritto, divertente e divertito.
Il punto debole sono i dialoghi che, è vero, sono scritti bene, però sono un "spiegoni" e, soprattutto, non metterei mai in bocca ad uno che sta soffrendo terribilmente una cosa del genere: "Non la passerai liscia — biascicò Claudio. Un filo di saliva gli colava lungo il mento. — Nessuno crederà che sia morto per caso pochi giorni prima della lettura del testamento di nostro padre. Chi conosce il tuo attaccamento al denaro sospetterà che sia opera tua". Come si può biascicare tutta 'sta roba? Poi è anche vero che, a quanto pare, stesse fingendo: ma anche nella finzione non credo debba parlare in questo modo.
Quel che avrei fatto, visto che avevi una buona idea e che potevamo servirci di un testo piuttosto lungo (e vedo che non hai sfruttato tutti i caratteri) era spiegare la situazione con una scena diversa, in modo da rendere i dialoghi più realistici e privi d'infodump. Insomma, avrei dato una "struttura": a volte io cerco di farlo anche con 3000 caratteri; con 7000 ci si riesce sicuramente.
Complessivamente - per usare i parametri dell'antico - direi un "ni".
«Se avessimo anche una Fantastica, come una Logica, sarebbe scoperta l'arte di inventare» (Novalis, Frammenti)

Fernando Nappo
Messaggi: 585

Re: AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#3 » mercoledì 9 marzo 2016, 7:51

Ciao Timetrapoler (il tuo nome non mi sovviene, mannaggia ai nick),
grazie per il commento. Una sola cosa al volissimo che sono in ufficio: la bambolina è vera e Claudio non finge: forse sono stato troppo criptico nell'inserire l'indizio che dovrebbe far capire quanto è davvero avaro Giuliano.
Magari ne riparliamo stasera, che, ADSL permettendo, dovrei iniziare a commentare anch'io.

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Re: AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#4 » mercoledì 9 marzo 2016, 15:28

Ciao.
L’idea che hai avuto è originale. Utilizzare una bambolina voodoo per eliminare le persone scomode potrebbe essere un’idea... A parte gli scherzi, il racconto, molto divertente, è scritto con la tua solita prosa asciutta e ironica. L’avarizia del personaggio, forse non particolarmente evidenziata nel racconto, può forse essere sintetizzata (almeno lì l'ho trovata) nel botta e risposta:
— E che ci hai guadagnato, me lo dici? Non hai amici, non hai una ragazza, non vai mai al cinema o a teatro. Non pensi ad altro che all’azienda.
— Proprio per questo, ti chiedo, perché dovrei accettare di dividere con te ciò che ho costruito con tanta fatica?

Anche il tema mi è sembrato rispettato.
Nel complesso un buon racconto.
Maria Rosaria

Fernando Nappo
Messaggi: 585

Re: AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#5 » mercoledì 9 marzo 2016, 17:49

@maria rosaria: ciao e grazie del commento. L'indizio dell'avarizia di Giuliano non è nella frase da te indicata. Forse l'ho davvero nascosto troppo, tanto che è come non ci fosse.

Andrea Dessardo
Messaggi: 107

Re: AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#6 » venerdì 11 marzo 2016, 0:52

La storia è carina ed entrambi i temi sono rispettati. Il ritmo però è blando e non mi riesce a coinvolgere pienamente, non c'è pathos in questo fratricidio, né nella prima parte, né nella seconda. Claudio come mai si salva? Aveva un giubbotto antiproiettile? O la pistola lo ha protetto dallo spillone?
Il racconto è da sufficienza e anche qualcosa di più.

Avatar utente
Vastatio
Messaggi: 618

Re: AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#7 » venerdì 11 marzo 2016, 13:58

Ciao,

Cominciamo dalla novità del doppio tema:
-avarizia: talmente sottile che quasi non c'è. Invece alla fine si rivela per essere la causa del fallimento.
-Mors Tua: se lo passano i due protagonisti.
Devo dire che, nonostante il tema trattato non sia originalissimo, trovi il modo di renderlo interessante.
Stupenda la frase finale, che spiega il perché del fallimento del progetto di Giuliano.
Poco credibile invece che, in una realtà dove le bambole voodoo funzionano (meglio se nuove), tanto da avere un florido mercato su ebay, il piano di Giuliano possa essere ritenuto "perfetto". Un po' sottotono anche la motivazione per cui Claudio abbia con sé la pistola. Ammetto di non essere un tiratore da poligono, ma, il ferro ce lo si porta nella fondina sotto l'ascella così a portata di mano (mi pare di capire che rimanga sempre nella stessa stanza col "cadavere").
Però ammetto che questa è solo una supposizione mia. Anche avere con sé (in tasca!) il documento per la rinuncia all'eredità è un po' forzato. In generale quello che critico è una ingenuità di fondo nelle dinamiche e, come ti hanno già fatto notare, qualche dialogo un po' troppo "articolato" da parte di Claudio che soffre come un cane, da come descrivi, ma non ha grossi problemi a parlare o, nella seconda parte, si rialza senza evidenti segni di sofferenza o affaticamento.

Avatar utente
AmbraStancampiano
Messaggi: 476
Contatta:

Re: AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#8 » domenica 13 marzo 2016, 14:52

Ciao Fernando,
il racconto e interessante, ma più che trovarlo tragico (stiamo assistendo a un fratricidio) io l'ho trovato divertente.
La situazione surreale, i dialoghi pieni di informazioni in cui prima un fratello spiega all'altro il suo diabolico piano e poi l'altro gli spiega come possa essere ancora vivo lì, a puntargli una pistola, mi hanno molto ricordato i cattivi disney che legano Topolino a pericolosissime e complicatissime macchine di cui gli svelano il funzionamento, e che poi vanno via senza controllare che effettivamente funzionino. Non fa eccezione il tuo protagonista, che accontentandosi di vedere il fratello immobile per terra senza controllare se sia effettivamente morto, mette la bambolina voodoo all'asta su ebay.
Come si dice dalla mie parti, "la gatta frettolosa ha fatto i gattini ciechi"!
Non so se questo intento comico facesse parte delle tue intenzioni, io personalmente lo trovo indovinato. Il racconto mi è piaciuto ed entrambi i temi ci sono.
Qui giace il mio cervello, che poteva fare tanto e ha deciso di fare lo stronzo.

Avatar utente
alessandra.corra
Messaggi: 280

Re: AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#9 » domenica 13 marzo 2016, 15:35

Ciao Fernando,

nell'ultima edizione di Mc non dovevo commentare il tuo racconto, ma l'avevo letto lo stesso e mi era piaciuto davvero molto. Anche in quest'occasione ho ritrovato lo stesso ritmo incalzante della precedente storia, la lettura mi ha anche altrettanto divertita, ho solo alcuni dubbi sui dialoghi, alcuni passaggi per esempio li ho trovati poco credibili. A parte questo, risulta comunque una prova gradevole.

Avatar utente
Linda De Santi
Messaggi: 497

Re: AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#10 » martedì 15 marzo 2016, 21:58

Ciao Fernando!
Un racconto molto carino, mi è piaciuta l’idea del mercato delle bamboline voodoo su Ebay.
Rispettato il tema mors tua, vita mea e anche quello dell’avarizia, qui inteso nel senso di cupidigia.
Sull’artificiosità di alcuni dialoghi si sono già soffermati in molti, per cui non mi dilungo.
Piuttosto, quello su cui ho qualche dubbio è il fatto che Giuliano e Claudio siano faccia a faccia mentre Giuliano infila gli spilli nella bambolina voodoo. Visto che funzionano anche a distanza, perché non uccidere comodamente il fratello dopo averlo chiuso da qualche parte? Forse si potrebbe fare un accenno al fatto che Claudio ha sorpreso Giuliano mentre stava per iniziare il rito voodoo; in questo modo non sembrerebbe che Giuliano sia andato di proposito a ficcarsi nei guai.
In ogni caso trovo che sia una bella prova. A rileggerci! :)

Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

Re: AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#11 » martedì 15 marzo 2016, 22:30

Buon racconto, godibile. Forse non brillante come avrebbe potuto a causa di una certa farraginosità qua e là, soprattutto in dialoghi forse troppo scoperti (a recitare sono più le parole che i protagonisti) e sicuramente non è perfetto il momento di svolta (a causa della linea di dialogo in cui Claudio ricorda che doveva andare al poligono, il tutto per giustificare il fatto che avesse la pistola, cosa che però mi ha portato a pensare che forse non era in casa, forse era rientrato in quel momento, forse Giuliano aveva agito come in un'allucinazione e poi, solo all'ultimo, al fatto che l'avesse detto per giustificare l'arma). Insomma, ci sono alcune cosette da sistemare, ma i due temi mi sembrano affrontati bene e il risultato è di certo godibile.

Avatar utente
patty.barale
Messaggi: 349
Contatta:

Re: AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#12 » mercoledì 16 marzo 2016, 10:50

Ciao Fernando,
Sempre detto che le cose usate spesso sono una fregatura!
Racconto frizzante e ben gestito, che però mi ha lasciato un dubbio: nell'atto della tortura la bambolina sembra efficace e, nel momento in cui Giuliano crede Claudio morto, mette la bambolina sul divano SENZA estrarre gli spilli, per cui non riesco a capire come faccia Claudio a rialzarsi senza accusare alcun dolore, visto che gli spilli sono ancora infilzati nel simulacro (ma ammetto, non sono molto pratica dell'argomento...anzi, mi hai insegnato un termine nuovo: dagida!)
Per quanto riguarda i due temi, pollice alto per entrambi, in particolare per il vizio, che porta il protagonista addirittura comprare una bambolina usata (manco tira fuori i soldi per una nuova, nonostante l'importanza del fine) e a rivenderla per non sprecare nemmeno un euro!
Bravo, è sempre un piacere leggerti.

Avatar utente
Andrea Partiti
Messaggi: 942
Contatta:

Re: AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#13 » mercoledì 16 marzo 2016, 15:12

Mi piace molto l'effetto cinema di questo tuo racconto, non c'è molta ambientazione ma si completa facilmente l'immagine che circonda questo litigio tra fratelli.
L'avarizia mi sembra ben in mostra, anzi, gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo della trama, visto che è a causa sua se la bambolina di seconda mano non funziona a dovere. Non penso sia necessario esplicitarla più di così, soprattutto visto che emerge proprio nell'ultima frase che ci fa reinterpretare e ripercorrere il racconto.
Il tema-motto è altrettanto diretto, forse persino troppo, come scontro legale prima e fisico poi tra i due fratelli.
La credibilità del racconto traballa in alcuni punti. Far firmare un documento di rinuncia all'eredità, senza testimoni, non credo funzionerebbe mai, né volontariamente né forzatamente. Penso che per amor di credibilità dovresti trovare una soluzione migliore per mostrarci che Claudio è il fratello buono e collaborativo che viene costretto a diventare aggressivo.
Alcuni dialoghi sono molto innaturali.
Soprattutto in questi due punti mi sono davvero piantato nel mio sviluppo mentale della scena:
"Nessuno crederà che sia morto per caso pochi giorni prima della lettura del testamento di nostro padre." -> se anche avesse detto "nessuno crederà che sia morto per caso proprio ora", il fratello avrebbe capito esattamente a cosa si riferiva, della morte del padre e del testamento. Non si sarebbe sentito in dovere di specificarlo in una conversazione vera.
"Questo sistema, tanto antico quanto geniale..."

Zebratigrata
Messaggi: 308

Re: AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#14 » giovedì 17 marzo 2016, 23:55

Splendida idea, il tema c’è e anche l’avarizia. Il racconto è ben scritto e scorrevole, e mi piace che in questo racconto il vizio capitale venga allo scoperto in tutta la sua ‘potenza’. In molti racconti è un peccato quasi veniale che finisce per avere delle conseguenze mentre qui ci trasmetti bene l’odio tra i due protagonisti e li vediamo veramente disposti a tutto, prima l’uno poi l’altro, per avere i soldi.

Da come ci descrivi Claudio in realtà non mi aspettavo arrivasse a uccidere Giuliano: al limite preso dalla rabbia, ma non a sangue freddo. Il finale stride un po’ giusto per questo motivo. Per il resto è una delle interpretazioni che mi sono piaciute di più.

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 537

Re: AAA bambolina voodoo vendesi (AVARIZIA)

Messaggio#15 » venerdì 18 marzo 2016, 11:25

Il racconto si lascia leggere senza intoppi, anche se in un paio di occasioni ho trovato il dialogo un po’ artificioso (es. la frase in cui Giuliano si stupisce del malfunzionamento l’avrei messa come pensiero, ma è un opinione personale). Tema centrato, anche il sottotema dell’avarizia azzeccato (il fratello che non vuole dividere l’eredità e anche il fatto - se ho ben interpretato - che si sia preso anche una bambolina vodoo di seconda mano pur di risparmiare). Stile pulito, molto carina la frase-beffa finale che chiude la storia e ci fa comprendere ulteriormente il peccato del protagonista.
Piccolo cavillo logico (proprio per farmi odiare): perché non ammazzare Claudio standone lontani, senza essere con lui, tanto per essere al di fuori di qualsiasi sospetto? Oppure è una condicio sine qua non del funzionamento della bambolina vodoo?Non so molto di tradizioni ed esoterismo, ma se non mi ricordo male funziona anche “a distanza” purché abbia le fattezze del bersaglio: se così non fosse, forse due parole sul funzionamento “face to face” le avrei messe (poi per carità, è proprio un’osservazione a cui si possono dare mille risposte: compiacimento personale ecc. E poi ci può stare un po’ di ingenuità, stiamo parlando di qualcuno che si affida a una bambolina vodoo..)
Attenzione a: “sé stesso” => se stesso, senza accento.
Bel lavoro!
Uccidi scrivendo.

Torna a “79ª Edizione - Special SEVEN Edition”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti