(Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Richieste di Grazia

Sondaggio concluso il martedì 31 maggio 2016, 11:14

Merita la grazia
3
100%
Il racconto andrebbe revisionato
0
Nessun voto
 
Voti totali: 3

Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

(Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#1 » giovedì 12 maggio 2016, 11:00

BANG!


Ultimo.
Lesse quasi con apatia.
- Forma corretta, ma non prende.
- Scritto bene, ma si perde nel finale.
- Originale, ma forma e scrittura non sufficienti.

E via così, tanti commenti diversi, ma stesso risultato: ultimo, ancora una volta.
Aprì il file del suo racconto, lo rilesse. Ok, quello aveva ragione, forse anche quell’altro, ma quello era proprio uno stronzo, che ne sapeva? Scrittori, mandria di deficienti.
Si alzò per andarsi a sciacquare la faccia, era accaldato, sudava.
Si guardò allo specchio: quarant’anni, single, cassa integrazione e un appartamento quattro per quattro monotutto.
Una luce nei suoi occhi: fuoco? Si sentiva bruciare. Mise la testa sotto l’acqua, si riguardò: occhi rossi, niente iride.
C
A
Z
Z
O
E odio.
Delusione.
Rabbia.
Gocce di sudore gli grondavano dalla testa, dalla schiena.
Il cuore...
Tum
Tum
Tum
... batteva forte.
Si sedette, non era la prima di quelle crisi, ma mai l’aveva avuta così forte e i suoi occhi era la prima volta che cambiavano colore.
Panico, malattia comune, non poteva essere altro.
Doveva aspettare, sarebbe passato tutto, come sempre, e domani sarebbe stato un altro giorno...
... di merda.
Bastardi.
Chi?
TUTTI!!!
Odio.
Luce.
Le sue mani sembravano emettere un bagliore rossastro.
«Non va bene, questo non va bene...» riuscì a dire.
E poi perse il controllo.
Ebbe la percezione di alzarsi, di dirigersi verso il computer, sedersi, iniziare a scrivere un nuovo racconto: BANG!, il titolo.
E poi il nulla.

Si risvegliò nel suo letto, bagnato di sudore. Si mise a sedere e si guardò le mani, sembravano tornate normali. Il battito era regolare. Si alzò e si avvicinò allo specchio: gli occhi avevano riacquistato il solito colore.
Rifletté. Non aveva mai avuto un attacco così forte, stava peggiorando. E poi si ricordò del racconto che aveva cominciato a scrivere durante la crisi e si diresse al computer.
Nella pagina principale del forum degli scrittori campeggiava un suo nuovo post con il titolo del racconto, BANG!, e il sottotitolo Vi prego, leggete. Guardò i contatti, quaranta in poche ore, ma nessuna risposta.
Notò che nella zona del sito riservata a chat non comparivano messaggi: era la più frequentata, gli scrittori si scambiavano continuamente battute e considerazioni. L’ultimo messaggio risaliva più o meno all’ora in cui aveva postato il racconto.
21.40 - L’hai già letto il nuovo racconto di Peter7413?
21.40 - No, e tu?
21.40 - No, ma ora lo apro e ti faccio sapere.
21.45 - Allora l’hai letto?
21.50 - Ehi, ma non c’è più nessuno?
21.57 - Ragazzi?
22.00 - Ma insomma, è così tremendo? Peggio del solito?
22.10 - Boh, provo a leggerlo anch’io.

Guardò l’orologio: mezzanotte, nessuno aveva più scritto.
Aprì il post e il racconto gli comparve d’innanzi, erano solo poche righe di colore rosso, iniziò a leggerlo.

Immagina una pistola, nera, luccicante.
Immagina che si rivolga lentamente verso di te dallo schermo di questo computer.
La vedi?
Lo vedi il nero buchetto della morte?
Lo senti il grilletto che sta per scattare?
Ti odio.
BANG!


Fu ritrovato tre giorni dopo riverso sulla tastiera con una pallottola in testa.
Quaranta morti più lui, tutti davanti al computer con gli hard disk formattati da un virus sconosciuto.
Il sito www.scrittori13.it risultò essere stato cancellato.

FINE



alexandra.fischer
Messaggi: 1859

Re: (Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#2 » venerdì 13 maggio 2016, 21:08

Che storia lugubre. Lo scrittore incompreso che decide di porre fine alla propria vita perché non ha trovato comprensione nel sito di scrittori nel quale gareggiava. La trovo un colpo allo stomaco (nella vita era messo maluccio, cassintegrato...e sì, posseduto da un demone. Lo stesso che distruggerà il sito e prima ancora gli hard disk dei suoi quaranta lettori). Per me è il lato oscuro dell'epoca odierna, non tanto della scrittura in sé. La trovo una prova valida. Incoraggia, paradossalmente, a proseguire nell'attività letteraria (se non altro, e vale anche per il tuo protagonista, compiendola, l'alloggio scompare, le preoccupazioni vengono messe da parte...per entrare in nuovi mondi...e non si sente solo, ecco infatti la sua vendetta letteraria nei riguardi dei commentatori-autori).

CHIEDO LA GRAZIA

valter_carignano
Messaggi: 417
Contatta:

Re: (Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#3 » martedì 17 maggio 2016, 10:55

ciao

PUNTO DI FORZA del racconto è indubbiamente la brevità essenziale, unita anche ad un'ottima energia nel tratteggiare le emozioni e i pensieri del protagonista. Complimenti sinceri.
Ma siccome qui Spartaco chiede anche il PUNTO DEBOLE, molto modestamente e senza voler sminuire un lavoro che - ripeto - è immediato e ben scritto, direi che la 'soluzione finale', lo sterminio/suicidio, arriva un poco ingiustificata. Non nel senso che l'azione del protagonista non è coerente con il personaggio, assolutamente no, anzi; ma che non abbiamo il minimo indizio di come sia riuscito a farlo.

Le sue crisi metterebbero alla prova la capacità diagnostica del migliore dottor House, ma rimangono senza alcuna spiegazione e soltanto con un salto logico possiamo porle in relazione alla sua capacità di trasporre su computer e mettere in atto i suoi intenti omicidi. In altri termini, fra le crisi e gli assassini non viene mostrata alcuna connessione, né alcun motivo di collegarle fra loro se non appunto 'sono due cose strane e senza spiegazione'.

Mi rendo conto che i miei giudizi vanno molto più nel profondo rispetto alla maggioranza degli altri, e non so se questa cosa è bene o male, ma ormai ho cominciato così per cui... E direi allora anche un'altra cosa: la capacità del protagonista, il suo 'potere', appare molto più magico che tecnologico, con la parola che evoca e produce una realtà fisica a distanza non appena viene letta. La tecnologia, cioè il computer, è soltanto un medium come un altro: poteva essere una scritta sul muro, una pergamena, insomma una scritta qualsiasi ovunque.

Non che questo sia un problema, in sé, ma a maggior ragione mi sembra che richiederebbe una riga o due in cui si accenna - anche vagamente - a come ha acquisito il potere, al fatto che non l'ha mai utilizzato prima e simili. Potere che, in sé, è immenso, tale da obbligare qualunque editore a pubblicarlo: all'inizio del file che manda alla casa editrice basterebbe mettesse 'pubblicami' e il gioco sarebbe fatto. O forse no, è un potere che funziona solo così o solo in quel modo o solo quella volta... ma il fatto che manchi un qualsiasi accenno alla sua natura e al modo in cui ha acquisito il potere fa sì che ci si pongano mille domande.

Vedi tu se tutto ciò ha un senso per te oppure no, magari avevi già escluso tutto perché non volevi appesantire. O forse volevi che fosse senza spiegazione. O forse... insomma, prendi questo commento per quello che ritieni utile.

Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

Re: (Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#4 » martedì 17 maggio 2016, 18:49

Ciao Valter e grazie per il commento!
Guarda, ti posso rispondere in un solo modo: all'epoca scrissi questo racconto con in testa ben chiara l'idea di realizzare una sorta di "Ai confini della realtà" e pertanto non credo sia influente o necessario trovare una spiegazione precisa del perché quello che sta accadendo accada. Vedilo con un raccontino di puro divertissement con intenzioni d'intrattenere e basta, volendo e stiracchiando possiamo anche definirlo un horror MOOOLTO relax (di quelli che non fanno paura perché più che altro sono fantasy).
Comunque registro il tuo appunto e accendo una lucina rossa d'allarme aspettando anche altri pareri.
Grazie ancora!

valter_carignano
Messaggi: 417
Contatta:

Re: (Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#5 » martedì 17 maggio 2016, 19:32

In effetti, come 'Ai confini della realtà' è ottimo. Niente da dire.
È che mi piace (leggi: sono fissato) andare ad aprire le scatole e guardare come funzionano gli ingranaggi.

Avatar utente
Linda De Santi
Messaggi: 497

Re: (Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#6 » mercoledì 18 maggio 2016, 9:31

Ciao Maurizio!
Un bel racconto, che già così com'è funziona benissimo. Mi ha ricordato "Ninna Nanna" di Palhaniuk, sia per il testo assassino che per l'atmsofera: bello questo protagonista ossessionato e il fattore soprannaturale che emerge nel finale.

Detto questo, passo a dirti l'unica cosa che per me è migliorabile, anche se, ripeto, il racconto funziona già bene.
Le crisi che affliggono il protagonista sono indubbiamente qualcosa di soprannaturale, ma non sappiamo perché siano tali e perché proprio a lui. È entrato in contatto con qualcosa di strano? La stessa malattia ce l'avevano anche i suoi genitori? Insomma, a mio modesto modo di vedere servirebbe qualcosa che giustificasse anche minimamente il perché di questo fenomeno insolito, e che potrebbe anche chiarire meglio come ha fatto a uccidere tutti con le parole scritte.

Inoltre, mi domando come sarebbe una versione in cui il testo del racconto assassino non c'è. Il protagonista legge quello che ha scritto e muore. Qualche giorno dopo un poliziotto entra, dà un'occhiata al computer ancora aperto sulla pagina del racconto e legge solo il titolo, "Bang". E muore. E così via finché qualcuno non si rende conto di cosa sta succedendo.
Vedi tu se ti va di fare questa sperimentazione, magari funziona peggio, magari funziona meglio, chissà.

A rileggerci! :)

Avatar utente
Linda De Santi
Messaggi: 497

Re: (Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#7 » mercoledì 18 maggio 2016, 9:39

PS: Ho letto ora il commento di Valter e ho visto che avevi già risposto alla questione della motivazione del potere del protagonista.
In effetti se lo si vede come un racconto "Ai confini della realtà" può non servire un riferimento all'origine del potere assassino, ma visto che hai dovuto darci tu la chiave di lettura, forse in fondo un piccolo aiuto al lettore ci può stare bene.
Naturalmente vedi tu che farne di queste considerazioni! ;)

A presto!

Avatar utente
Andrea Partiti
Messaggi: 951
Contatta:

Re: (Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#8 » mercoledì 18 maggio 2016, 14:42

Ciao!

Volevo fare una considerazione slegata dal discorso sulla plausibilità e spiegazione del racconto.

Hai scritto un pezzo molto breve (anzi, forse per via della sua struttura sembra ancora più breve di quanto in realtà non sia) che deve per forza di cose trasmettere una sua ambientazione sfruttando pochi accenni.
Questa ambientazione per noi è chiara. O ovvio che si tratta di Minuti Contati o un suo analogo, anche se descrivi un forum stile forumfree, con la tagboard in cima e parli di internet in maniera un po' vintage, diciamo dieci anni fa.
Per un lettore casuale, anche solo su un sito che presenta questo racconto fuori contesto o stampato, questa ambientazione sarebbe completamente aliena, se non incongruente.
Scrittori che si commentano e criticano a vicenda... meh... è lontano dalle esperienze e dall'immaginario collettivo sulla scrittura, penso. Non è un concorso in cui è normale ci siano dei giudici che dall'alto commentano, non è un corso di scrittura dove ci può essere un lavoro tra peer.

Credo che dovresti testare questo racconto su qualcuno completamente ignaro dei meccanismi di MC per vedere come lo interpreta. Non so se ne conosci, però :D

Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

Re: (Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#9 » mercoledì 18 maggio 2016, 14:55

Grazie per i commenti ragazzi!
Rispondo al volo ad Andrea: racconto già testato anni fa in occasione di un premio letterario del Veneto e si piazzò tra i premiati. Ora, non so quanti fossero i partecipanti, ma ne trassero un'Antologia (che non ho mai acquistato). Questo mi ha fatto immaginare che fosse fruibile anche al di fuori dei nostri "ambiti".
Certo che ora, però, mi state facendo venire parecchi dubbi! :D

Avatar utente
Andrea Partiti
Messaggi: 951
Contatta:

Re: (Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#10 » mercoledì 18 maggio 2016, 14:59

Io dicevo solo di provarlo anche fuori, se l'hai fatto ed è stato apprezzato, vuol dire che funziona!

Ci ho pensato perché spesso i racconti un po' autoreferenziali tendono a ingannare chi scrive :)

Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

Re: (Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#11 » mercoledì 18 maggio 2016, 17:01

Yes, vero. Come però è anche vero che a volte il fatto stesso che noi sappiamo essere autorefenziali ci porta a farci delle domande, giuste, che portano a dubbi, meno giusti. Guarda, credo che in questo caso il problema non si ponga, ma la mia linea è sempre che non conta quello che penso io, ma quello che pensano i lettori e in quest'ottica sono preoccupato per quanto sottolineato da Linda e da Valter perché se hanno sentito la necessità di farsi quelle specifiche domande riguardanti la verosimiglianza di un caso "paranormale" allora vuol dire che non sono stato efficace nel creare un testo che non portasse i lettori a farsele, quelle domande.

Linda, tra l'altro... Il chiudere con il sito cancellato mi permette proprio di serrare il cerchio facendo catalogare il tutto come fenomeno inspiegato mentre l'evitare il racconto e chiudere con il sito aperto e la possibilità per nuovi lettori di esserne colpiti mi porterebbe in una situazione d'indeterminatezza cui dovrebbe seguire indagine e spiegazione, almeno così l'ho pensata. Che ne pensi?

Avatar utente
Linda De Santi
Messaggi: 497

Re: (Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#12 » mercoledì 25 maggio 2016, 20:50

Ciao Maurizio, scusami, ho visto ora la risposta!
Se il racconto è stato letto anche da altri lettori e nessuno si è chiesto da dove vengono i poteri del protagonista, vuol dire che in fondo non c'è bisogno di questa spiegazione. A volte, semplicemente, un racconto funziona molto meglio senza un'informazione che parrebbe logico dare piuttosto che con essa! :)

L'osservazione sul provare a togliere il testo era giusto per la curiosità di scoprire come avrebbe reso la storia lasciando il lettore completamente all'oscuro di cosa c'è scritto nel racconto: avrebbe potuto essere una cosa simpatica, una specie di "I care about you" dell'autore verso i lettori, visto che, se è un testo assassino, leggendolo cadrebbero sicuramente morti anche loro! :D

Ma, come ti ho scritto, il racconto funziona molto bene già così com'è e probabilmente non necessita di ulteriori interventi. Detto ciò, CHIEDO LA GRAZIA.

Avatar utente
Jacopo Berti
Messaggi: 424
Contatta:

Re: (Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#13 » giovedì 26 maggio 2016, 11:14

Ciao Maurizio,
tra le tue cose che ho letto, questa mi pare la migliore. L'elemento soprannaturale non si nota solo alla fine, ma già quando gli occhi del protagonista diventano rossi senza iride: mi sono domandato se fosse l'assunzione di un POV interno al personaggio con qualche delirio - a me non dispiace quando lo si fa anche per solo qualche frase, checché ne dicano i manuali - oppure se effettivamente ci sia qualcosa di magico o soprannaturale. Quando vai a descrivere i fatti, il dubbio si scioglie, e a me, personalmente, non interessa capire cosa sia successo. Mi piacciono i racconti che fanno fantasticare, trovare una propria spiegazione all'evento soprannaturale.
L'idea non è nuova, è la stessa dei vari film - non ricordo titoli ora - in cui la visione di un film scatena morte, incubi, follia eccetera. Giustamente ne trai l'elemento "meta", per cui, in un racconto, è il racconto a provocare la tragedia. E lo stesso racconto, così appropriato, col passaggio alla seconda persona, funziona e fa trattenere il fiato, fino a quando non ti accorgi che tu hai il privilegio, come nessuno dei personaggi, a leggere ancora qualcosa.
Le immagini sono molto vivide, e la forma spezzata tra ritmo descrittivo e concitato (dato dagli 'a capo') funziona. Lo penso come i primi 5-10 minuti di una puntata di x-files, e in questo il suggerimento di Linda, cioè di far seguire immagini e di dare un contesto più ampio, potrebbe funzionare. Ma si tratta, eventualmente, di tenere questo racconto così com'è, e poi di scriverene uno di 20000 caratteri che abbia questo come centro e ispirazione.
Ma questo è a tua discrezione. Nella forma da 3000 caratteri sta benissimo così.

CHIEDO LA GRAZIA
«Se avessimo anche una Fantastica, come una Logica, sarebbe scoperta l'arte di inventare» (Novalis, Frammenti)

valter_carignano
Messaggi: 417
Contatta:

Re: (Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#14 » domenica 29 maggio 2016, 11:21

Letto tutti i commenti e le risposte, forse sono io che mi faccio troppe domande. Rileggendolo in quest'ottica, cioè di essere meno 'me stesso' :-), il racconto va molto diritto ed è espressivo. Quindi, non posso che
CHIEDERE LA GRAZIA

Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

Re: (Ex novo) BANG! - di Maurizio Bertino (3209)

Messaggio#15 » lunedì 30 maggio 2016, 12:02

Ringrazio tutti per i commenti. Mi sembra di contare almeno tre richieste di grazia e a mia volta ho commentato tutti, pertanto...

SFIDO SPARTACO!

Torna a “Sessione di Maggio 2016”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite