Lo stile dell'autore

Moderatore: Camaleonte

Fernando Nappo
Messaggi: 585

Lo stile dell'autore

Messaggio#1 » giovedì 23 giugno 2016, 22:40

Stavo pensando una cosa: alla conclusione di un capitolo del Camaleonte, ci si ritrova a commentarsi l'un l'altro, ognuno con la propria idea dello stile dell'autore di riferimento. Nel mio caso, per esempio, io non ho la certezza che questa sia esatta e non frutto di interpretazioni soggettive, basate più sul gusto personale che non sull'abilità di sviscerare la tecnica altrui.
Certo, confrontarsi con gli altri aiuta a migliorere sia chi riceve le critiche, sia chi critica. Però, credo sarebbe un ulteriore passo avanti dare modo a chi partecipa al contest di migliorare la propria capacità di interpretazione dello stile di un autore, fornendogli strumenti via via sempre più oggettivi anziché soggettivi. Ogni singolo autore può fare molto già da solo, per esempio leggendo e reileggendo l'autore in oggetto e magari qualche testo tecnico che spieghi le basi per l'analisi dello stile, ma penso, e qui viene la parte che probabilmente i moderatori apprezzeranno meno, che sarebbe anche molto interessante a chiusura di un capitolo pubblicare - a cura dei moderatori - una scheda riepilogativa delle caratteristiche salienti dello stile dell'autore riferite, per esempio, al modo di gestire pdv e narratore, al lessico, al modo di costruire il periodo, ecc.
So che non è cosa di poco conto, ma visto anche l'aspetto didattico del Camaleonte, aiuterebbe i partecipanti interessati a capire perché e dove hanno mancato - se hanno mancato - nell'imitare l'autore del momento, e a migliorare la loro capacità di analisi del testo.
Che ne dite?



Avatar utente
Jacopo Berti
Messaggi: 424
Contatta:

Re: Lo stile dell'autore

Messaggio#2 » domenica 26 giugno 2016, 13:07

Se posso suggerire un testo che mi ha aiutato a capire cosa significhi fare l'analisi dello stile, come diventare attento a certe cose, come capire che anche elementi apparentemente "neutri" fanno parte dello stile di un autore, spezzo una lancia a favore di un vecchio volume accademico "Elementi di retorica" di Lausberg. Smonta l'idea sbagliata di "retorica" come "falsa retorica" e dà un nome anche alle caratteristiche testuali e stilistiche più sfuggenti, e quando qualcosa ha un nome - anche se non ce lo ricordiamo - riusciamo ad individuarla.
A questo testo classico, sarebbe da aggiungere anche un volume di narratologia strutturalista, ma questi non li ho letti, ho solo letto qualcosa in proposito, quindi non me la sento di consigliarne uno.

A prescindere da ciò, approvo l'idea di far scrivere anche ai giudici, se trovano il tempo di farlo, un ampio commento simile a quelli che scriviamo noi. Sollecito tra l'altro chi non l'avesse scritto a farlo ;)
«Se avessimo anche una Fantastica, come una Logica, sarebbe scoperta l'arte di inventare» (Novalis, Frammenti)

Fernando Nappo
Messaggi: 585

Re: Lo stile dell'autore

Messaggio#3 » domenica 26 giugno 2016, 15:32

Ciao Jacopo,
il titolo che consigli è molto interessante, ma purtroppo non è più a catalogo. Proverò a reperirlo usato al Libraccio, chissà mai.
Io, nel mio piccolo, ho preso questi due titoli:
Il testo narrativo, di Andrea Bernardelli e Remo Cesarani, ed. il Mulino
Che cos'è la stilistica, di Gianluca Colella, ed. Carocci
Entrambi, come scritto nelle rispettive prefazioni, vanno considerati come volumi introduttivi agli argomenti trattati. Non avendo competenze specifiche, sono andato un po' a naso; spero di trarre beneficio dalla loro lettura, anche se da una prima scorsa, ho capito che leggerli sarà, per me, piuttosto impegantivo.

Avatar utente
lordmax
Messaggi: 308

Re: Lo stile dell'autore

Messaggio#4 » mercoledì 29 giugno 2016, 9:23

In effetti ci abbiamo pensato.
Ci abbiamo pensato e ci siamo detti: Chi siamo noi per fare una cosa del genere?

In realtà mi sarebbe piaciuto poter fornire dei testi di analisi dello stile scritti da persone competenti, da professionisti del settore. Purtroppo, causa poco tempo e poco materiale, non ho trovato nulla di utile in italiano e pochissimo materiale anche in inglese, giusto qualche tesi di laurea che erano più dei riassunti del libro che delle reali analisi del testo.

La mia speranza resta quella di dare dei riferimenti tecnici di analisi dello stile che possano essere utili per capire e conoscere l'autore e il suo modo di esprimersi.
E prometto che ci arriveremo, giusto il tempo di riuscire ad organizzarci come si deve.

Torna a “Capitolo Secondo: Neil Gaiman”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite