Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino (970)

Richieste di Grazia

Sondaggio concluso il giovedì 30 giugno 2016, 22:18

Merita la grazia
2
100%
Il racconto andrebbe revisionato
0
Nessun voto
 
Voti totali: 2

Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino (970)

Messaggio#1 » martedì 7 giugno 2016, 12:19

Fai ciao con la manina

Ti contorci, non sai se piangere, non sai cosa vuole dire piangere. E neppure cos’è un sorriso. Fai qualcosa, anche se non sai cosa.
«Ha fatto ciao con la manina!»

«M… mmamma!»
«Amore mio! Ripetilo che così lo sente anche il papà!»

«Ciao, sono Luca.»
«Ciao, sono Marco. Giochiamo?»

«Ciao, sono Luca.»
«Io Valeria, tagliamo la scuola? Andiamo a Torino?»

«Buongiorno, sono Luca Beltramo, le ho inviato il mio curriculum.»
«Signor Beltramo, impari a stringere la mano forte, con sicurezza.»

«Io, Luca, prendo te, Valeria…»

«Ciao… Ehi, Matteo, sono il tuo papà Luca… Vale, sorride! Mi ha fatto ciao con la manina!»

«Valeria, non può finire così…»

«Ciao, sono il papà di Matteo. E così tu sei la famosa Sara?»

«Ciao pargoletto… Sono nonno Luca… Ehi, ha fatto ciao con la manina!»

«Sono vecchio.»

«Papà… Papà, mi senti? Papà!»
Ti senti irrigidire, non sai cosa ti aspetta, ma sai cosa stai lasciando. Un ultimo sforzo e apri la mano, la alzi e fai ciao, poi chiudi gli occhi e ti lasci andare.

FINE



Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

Re: Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino

Messaggio#2 » martedì 7 giugno 2016, 12:21

Questo mese partecipo con il racconto che avevo originariamente pensato per la SPECIAL di MC.
L'idea è di mantenerlo sui mille caratteri, non di più.
Vediamo come migliorarlo e se ha le carte in regola per rappresentarmi in vetrina...

alexandra.fischer
Messaggi: 1855

Re: Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino

Messaggio#3 » martedì 7 giugno 2016, 17:35

Io trovo il racconto già efficace così. In pochissime battute di dialogo, si vede tutta la vita di Luca, a partire dalla nascita fino alla morte.
Tutti i momenti più importanti della sua vita e le persone che contano per lui si vedono in una battuta di dialogo (dai genitori, al compagno di scuola, al filarino della scuola, alla moglie, fino al figlio Matteo e alla di lui fidanzata Sara, passando poi per il nipote, figlio dello stesso Matteo e anche al selezionatore del personale fino al direttore aziendale). Visto che bisognava dire tutto in 1000 caratteri, io trovo che sia una prova superata a pieni voti.

CHIEDO LA GRAZIA

Avatar utente
Jacopo Berti
Messaggi: 424
Contatta:

Re: Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino (970)

Messaggio#4 » giovedì 9 giugno 2016, 13:45

Per me è già un ottimo racconto. Non credo sia facile far meglio con 1000 caratteri a disposizione, ma neanche impossibile.
Prima di chiedere la grazia, visto che è breve e si può rimaneggiare agevolmente, proverei:
1) a rimanere nello stretto ambito del "saluto" e della "mano", cambiando i quadretti in cui questi non compaiono.
2) a invertire la linea temporale, in modo che sembri che in punto di morte l'anziano Luca ripercorra dalla fine all'inizio la sua vita, magari guardandosi la mano appena alzata. Forse in questo caso un centinaio di caratteri devi aggiungerli.

Mi lascia lievemente perplesso anche il "tagliare la scuola". Capisco benissimo cosa vuol dire, anche perché so che questa azione ha un corrispettivo per ogni regione o addirittura città. Il fatto che citi Torino fa accettare molto di più la momentanea regionalizzazione. Attualmente non so se esista un termine italiano più bello di "marinare la scuola", che è orribile. Prova a informarti, altrimenti lascia "tagliare".
«Se avessimo anche una Fantastica, come una Logica, sarebbe scoperta l'arte di inventare» (Novalis, Frammenti)

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Re: Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino (970)

Messaggio#5 » sabato 11 giugno 2016, 15:32

Ciao Maurizio,
questo brevissimo racconto è molto bello.
Come ti ha suggerito Jacopo potresti, giusto per lavorarci un po' su e vedere se si può migliorare ancora, cambiare la linea temporale o, aggiungo io, provare a far diventare questa linea un cerchio: inizi che sta morendo, ha un flashback di tutti i momenti che hai descritto fino a ritornare alla vecchiaia e alla morte.
Per quanto riguarda il sinonimo di "tagliare", oltre a "marinare" mi viene in mente "bigiare".

A presto

:-)
Maria Rosaria

Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

Re: Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino (970)

Messaggio#6 » lunedì 20 giugno 2016, 12:25

Grazie a tutti per i commenti, in questi giorni passerò a ricambiare. Per quanto riguarda i suggerimenti, ci ho riflettuto a lungo, ma le varie soluzioni non mi hanno convinto. Il ripetere più di quanto non sia già ripetuto il tormentone della manina rischia di farlo diventare fastidioso e a quel punto controproducente mentre il cambiare la linea temporale gli fa perdere l'impatto, nel senso che lo racchiude in un circuito mentre invece vuole essere una saetta che da un punto A arriva a B, quindi secco e deciso. Entrambe le questioni sono scelte precise che ho preso in fase di scrittura e, per quanto possa trovare entrambe interessanti e assolutamente mirate, tenderei a escluderle anche dopo questa seconda riflessione.

Ditemi voi se, anche senza questi cambiamenti, il racconto è degno di rappresentarmi in Vetrina. Grazie!

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Re: Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino (970)

Messaggio#7 » lunedì 20 giugno 2016, 13:53

Ciao Maurizio.
A me il racconto era piaciuto già così come l'hai postato.
I suggerimenti che ti avevo dato erano solo per fare un po' di "sperimentazione", ma se il racconto secondo te nasce così perchè è questa l'idea che avevi e volevi trasmettere, penso sia giusto che tu non lo modifichi.
Chiedo perciò la GRAZIA che mi ero riservata solo per vedere il risultato di una eventuale versione modificata.
Perchè, ripeto, secondo me il racconto funziona benissimo così com'è.
Maria Rosaria

Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

Re: Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino (970)

Messaggio#8 » lunedì 20 giugno 2016, 14:50

Grazie Rosaria!
Preciso: non è che ho escluso a priori i suggerimenti tuoi e di Jacopo, me li sono provati mentalmente più volte e non mi sembravano funzionare anche e proprio a causa di quelle che erano le mie iniziali intenzioni. Quindi grazie per avermi fatto riflettere una volta in più sui miei proponimenti iniziali!

Avatar utente
ceranu
Messaggi: 738

Re: Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino (970)

Messaggio#9 » mercoledì 22 giugno 2016, 0:08

Ciao Maurizio. Il racconto, o quello che è, mi piace. Ma tu vuoi stupire e potresti migliorare.
I primi quattro dialoghi hanno botta e risposta, gli altri no. Secondo me puoi adattare i primi.
«M… mmamma!»
«Amore mio! Ripetilo che così lo sente anche il papà!»

Qui basta M...mmamma. Il contesto si capisce dopo

«Ciao, sono Luca.»
«Ciao, sono Marco. Giochiamo?»

«Ciao, sono Luca. Vuoi giocare con me?»

E via dicendo. Oppure potresti a far sentire la sua vita tramite le se orecchie. Quindi mettendo solo le risposte.

Una nota.

«Io Valeria, tagliamo la scuola? Andiamo a Torino?»

Immagino che da te "tagliare" la scuola voglia dire marinare, bigiare… ma posso solo intuirlo.

Io la grazia la chiedo lo stesso. Già così il racconto merita.
Chiedo la Grazia

Avatar utente
alessandra.corra
Messaggi: 280

Re: Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino (970)

Messaggio#10 » lunedì 27 giugno 2016, 14:20

Ciao Maurizio,

sei riuscito a far stare tutta una vita dentro questo tuo racconto, seppur brevissimo.
L'idea mi è piaciuta, soprattutto il contrasto l'ho trovato interessante. Il titolo fa pensare a un racconto leggero, perfino divertente. Mentre, invece, in queste poche righe, peraltro efficaci, si evince, non solo la bellezza della vita, ma anche l'amarezza per il triste meccanismo racchiuso nel cerchio di nascita e morte.
Chiedo la grazia.

Avatar utente
francescocascione
Messaggi: 101

Re: Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino (970)

Messaggio#11 » martedì 28 giugno 2016, 0:57

Ciao,

Piacevolmente sorpreso dalla qualità dei racconti del laboratorio.
Leggere il lavoro degli altri spesso è più utile che correggere il proprio. Si impara molto dagli altri e il tuo racconto mi ha colpito-

Mi piace la forma che hai scelto, ermetica e convincente, mi piace il ritmo che hai dato al racconto, un anello che si apre e si chiude in modo adeguato.

Per chi, come me, sta cercando di fare tesoro dei consigli che mi arrivano, e ritenendo che i consigli si diano col cattivo esempio (De André docet), non ho nulla sa segnalare

Se non la richiesta di Grazia

Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

Re: Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino (970)

Messaggio#12 » martedì 28 giugno 2016, 18:15

Grazie a tutti per i commenti.

CHIEDO LA GRAZIA!

Ps: Francesco e Alexandra, cerco di passare anche da voi entro la fine del mese!

Avatar utente
Spartaco
Messaggi: 781

Re: Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino (970)

Messaggio#13 » mercoledì 29 giugno 2016, 0:21

Bene Maurizio, capisco l'entusiasmo e la voglia di collezionare richieste di grazia, ma chiedersela da soli mi sembra esagerato…

Avatar utente
Spartaco
Messaggi: 781

Re: Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino (970)

Messaggio#14 » mercoledì 29 giugno 2016, 15:38

Sfida accolta, a presto.

Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

Re: Fai ciao con la manina - di Maurizio Bertino (970)

Messaggio#15 » giovedì 30 giugno 2016, 12:25

Ooops, lapsus... In verità volevo dire:

SFIDO SPARTACO!!!

Torna a “Sessione di Giugno 2016”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite