Piano di fuga n°2 (2412)

Richieste di Grazia

Sondaggio concluso il mercoledì 31 agosto 2016, 23:14

Merita la grazia
0
Nessun voto
Il racconto andrebbe revisionato
2
100%
 
Voti totali: 2

diego.ducoli
Messaggi: 265

Piano di fuga n°2 (2412)

Messaggio#1 » mercoledì 17 agosto 2016, 23:06

Piano di fuga N°2


Francesco mi stringeva la mano mentre con lo sguardo controllavo meticolosamente le piastrelle.
La donna con cui avevo condiviso una vita mi fissava senza parole.
“Ma come lo avete capito?” chiese dopo un'eternità.
“Beh, è un po' imbarazzante” risposi.
“I particolari potete evitarli. Ma voglio capire. Cioè da quanto...si insomma... hai capito cosa intendo.”
“Saranno cinque anni” rispose “sai la palestra, le birre. Quella sera avevamo litigato...”conclusi imbarazzato.
Il silenzio che ne segui era interrotto dal picchiettare nervoso delle unghie di Marta.
Presi fiato. La mano di Francesco, che stringeva la mia, mi infuse coraggio.
“Senti Marta, hai ragione! Dovevo dirtelo, ma mi vergognavo. Come lo spiegavo ai nostri figli? Almeno ora sono sposati e hanno una loro vita. Anche adesso è difficile cosa credi?! Per questo abbiamo deciso di andarcene.”
“Dove?” ribattè spaesata.
“Non siamo ancora pronti per dirtelo. Vogliamo sparire e vivere il nostro amore senza il giudizio di nessuno.”
Francesco annuì ad ogni mia affermazione e quando le parole mi si strozzarono in gola mi accarezzò i capelli.
“Se questa è la vostra decisione...non so che dire.”
Marta si stritolava le mani nervosa, segno che l'esplosione era imminente. Dovevo tagliare corto.
“Noi andiamo. Non preoccuparti di nulla ti lascio tutto: la casa, l'auto, il conto in banca. Cerca di non odiarmi.” e senza ulteriori indugi ci alzammo e lasciai la casa che mi aveva accolto negli ultimi trent'anni.
Salimmo sulla vecchia punto di Francesco e due sigarette presero a brillare nel buio.
“È andata bene” disse.
“Sicuramente meglio che a casa tua. Per poco Paola non ti apre la testa con la sedia” ribattei.
“È sempre stata una donna passionale. Per fortuna che non ci ha tirato il televisore: mi era costato un capitale”.
“Adesso che si fa?”
“Come da programma: Thailandia stiamo arrivando.”

Le onde accarezzavano la spiaggia e il sole faceva capolino tra le foglie di palma che ricoprivano il gazebo.
Il cerenghito, che avevamo aperto con le nostre “buone uscite”, era un via vai di persone.
Francesco osservava con evidente interesse la ragazza che si stava avvicinando con un microscopico bikini e due Cuba libre ghiacciati.
Francesco afferrò i cocktail e me ne porse uno, lanciò un sorriso malizioso alla cameriera e gli infilò una banconota in mano e una sonora pacca sul sedere.
“Com'è?”chiesi.
“Sodo, molto sodo”.
“Il Cuba intendevo”.
“Buonissimo, sa di libertà”.



Avatar utente
Linda De Santi
Messaggi: 497

Re: Piano di fuga n°2 (2412)

Messaggio#2 » giovedì 18 agosto 2016, 10:48

Ciao Diego! Un divertente siparietto che strappa un sorriso, mi sono divertita a leggerlo. Non il massimo dell'originalità, visto che è fondato sul classico "mollo tutto e apro un bar su una spiaggia tropicale", ma comunque piacevole.
Coraggiosa la scelta dei due protagonisti di lasciare tutto quello che hanno alle rispettive ex mogli, ma d'altronde la libertà va conquistata e richiede qualche sacrificio! :)
Ho solo dubbio sul titolo: perché piano di fuga n°2? Non mi sembra ci siano accenni ad altri tentativi già avvenuti, per cui direi che è il n°1! :)

Inoltre ti segnalo qualche refuso:

Il silenzio che ne segui -> seguì
lanciò un sorriso malizioso alla cameriera e gli infilò -> le infilò
si insomma... -> sì, insomma...

Qui secondo me manca delle virgole:

Non preoccuparti di nulla ti lascio tutto: la casa, l'auto, il conto in banca.

Anche adesso è difficile cosa credi


Occhio anche alla punteggiatura nei dialoghi, a volte metti il punto dentro alle virgolette e a volte lo metti fuori.

Ripasso tra qualche giorno, ma la richiesta di grazia è vicina :) Ciao!

valter_carignano
Messaggi: 417
Contatta:

Re: Piano di fuga n°2 (2412)

Messaggio#3 » giovedì 18 agosto 2016, 17:06

ciao
concordo con Linda sulla necessità di una rilettura per ritoccare la punteggiatura e varie normali e veniali disattenzioni. Per esempio, 'punto' riferito all'auto dovrebbe essere maiuscolo, e secondo me il '?!' è un poco fumettistico (ma è una mia opinione).
Le due scene però reggono bene, personalmente avrei calcato un po' di più la mano sull'ultima, per evidenziare che si è appunto trattato di un 'piano di fuga' e non di una vera passione gay.

alexandra.fischer
Messaggi: 1760

Re: Piano di fuga n°2 (2412)

Messaggio#4 » domenica 21 agosto 2016, 14:55

Il racconto parte in modo toccante. Il tuo protagonista sta dicendo addio alla moglie Marta per seguire l'amico Francesco. E' una faccenda di "outing" (anche l'altro lo ha fatto, e con conseguenze anche peggiori: scenataccia della moglie Paola). Il finale è spiazzante. Eccoli in Thailandia, dove Francesco si rivela tutt'altro che gay nella scena con la cameriera in bikini). La generosità del protagonista verso la moglie (le lascia tutto) e anche quella dell'amico (stessa situazione, il televisore costoso rimane da Paola) e la bella mancia di Francesco alla cameriera, lasciano presumere che in Thailandia abbiano trovato anche un paradiso fiscale oltre che di libertà. Bella l'idea dell'apertura del cerenghito con le "buone uscite". Questo accontenta anche chi vuole la verosimiglianza. C'è qualcosa da aggiustare, ma è molto bello (mi sono piaciute le due sigarette nel buio, la complicità dei due è resa con grande perfezione proprio in quell'immagine).

Refusi: gli infilò per le infilò.
Segui per seguì.

Anche adesso è difficile cosa credi?! (manca la virgola dopo difficile).

Avatar utente
alessandra.corra
Messaggi: 280

Re: Piano di fuga n°2 (2412)

Messaggio#5 » martedì 23 agosto 2016, 16:49

Ciao Diego,

il tuo è un racconto, scandito dalle due scene principali, che punta al puro divertimento. E infatti, è piacevole da leggere. Il dialogo è ben controllato, fluido, e rende scorrevole la lettura. Il colpo di scena finale è spiazzante, in effetti, non me l'ero aspettato. C'è qualcosa però che non mi convince. Per esempio, trovo strano che i due amici si debbano fingere omossessuali per potersene andare da casa e lasciare così le loro rispettive mogli.
Voglio pensarci ancora un pò, prima di chiedere la grazia.

Avatar utente
ceranu
Messaggi: 738

Re: Piano di fuga n°2 (2412)

Messaggio#6 » giovedì 25 agosto 2016, 22:48

Ciao Diego, l'idea mi piace tanto, ma cambierei qualcosa

La mano di Francesco, che stringeva la mia, mi infuse coraggio.


Questa frase è ingannevole.

Francesco annuì ad ogni mia affermazione e quando le parole mi si strozzarono in gola mi accarezzò i capelli.

Qui aggiungi una frase tipo. "Il più era fatto. Allora perché era così complicato sbarazzarsi di lei? Quando avevamo provato io e Francesco sembrava così semplice…"

Prova ad aggiungere, nella parte finale, un brindisi alla "borsa e al piano n°2" con una battuta finale che spieghi com'è andato male il primo piano.

Per la richiesta di grazia ripasserò, puoi migliorare il racconto.

Avatar utente
Vastatio
Messaggi: 618

Re: Piano di fuga n°2 (2412)

Messaggio#7 » venerdì 26 agosto 2016, 8:04

Ciao,

ti avevo già letto nell'edizione in cui l'avevi proposto e mi eri già piaciuto allora (non mi ricordo esattamente che posizione ti avevo dato, ma sicuramente da podio). Mi sembra tu l'abbia alleggerito un pochino (non ho idea di cosa tu abbia tagliato), ma mi pare funzioni bene anche così.
Ho forti dubbi sulla punteggiatura, ad all'inizio potresti aggiungere qualche virgola, per impostare qualche pausa ( La donna, con cui avevo condiviso una vita, mi fissava senza parole).

Per quanto mi riguarda la Grazia è vincolata solo a una revisione di questo tipo.

Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

Re: Piano di fuga n°2 (2412)

Messaggio#8 » domenica 28 agosto 2016, 14:35

Racconto divertente e brillante. Certo, qualche refusetto qua e là e una D eufonica fastidiosa, ma nulla che non possa essere corretto in un amen. Penso che ti possa ben rappresentare in vetrina, pertanto...

CHIEDO LA GRAZIA.

Fernando Nappo
Messaggi: 585

Re: Piano di fuga n°2 (2412)

Messaggio#9 » lunedì 29 agosto 2016, 11:36

Ciao Diego,
l'idea del finto outing per liberasi delle rispettive famiglie mi piace molto, bastardina eh!, ma al punto giusto. Però credo sia necessaria almeno una tua rilettura per sistemare qualche refuso e qualche problemino di punteggiature. A quel punto, per quanto mi riguarda, non avrò dubbi a chiedere la grazia.

Torna a “Sessione di Agosto 2016”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite