Come al solito, mi rubi l'amore

Fabiana Donato
Messaggi: 81

Come al solito, mi rubi l'amore

Messaggio#1 » sabato 10 settembre 2016, 16:30

<<Arya, scappa! Il drago è qui vicino e potrebbe farti a fettine da un momento all’altro!>> urlò Dan.
Era passata da poco la mezzanotte, quando Arya, Dan e Luke avevano sentito un forte boato, provenire da dietro la base. La base era un luogo tutto loro, in cui le emozioni erano spesso contrastanti, quasi un misto di: ansia e spensieratezza. Insomma, quei sentimenti che a soli 17 anni, ti fanno credere di poter mangiare il mondo in un sol boccone, e scoprirne i misteri.
La vita, purtroppo, è piena di imprevisti. Quella sera non avrebbero cercato le fate, perché il fumo e il frastuono avevano stravolto i loro piani. Arya era la fidanzata di Dan, ma sapeva di essere il sogno proibito di Luke, ed era anche abbastanza sicura di avere una certa pratica nella magia. Era una fattucchiera di livello 20, mentre loro dei pivelli che volevano fare colpo.
<<Non ho intenzione di fuggire!>> si mise davanti al drago e urlò: << Big-Bang Storm!>> .
Si alzò un vento potente e violento che scagliò sul lucertolone tutta la vegetazione presente: pini, rovi di spine e l’edera malefica, la più potente arma velenosa di cui disponevano gli alleati. Luke sentiva il sudore gocciolare sui suoi stupidi occhiali, o meglio, ciò che ne era rimasto dopo l’attacco di Arya. Odiava doverli portare in battaglia, ma non aveva il tempo per fare una magia curativa che gli avrebbe migliorato la vista per circa venti minuti, ormai era routine. Sapeva che avrebbe dovuto fare la sua parte, “l’esca”, per poi dare lo spazio necessario al paladino della giustizia, Dan, che avrebbe sfoderato il colpo finale: “Final Big Bang Storm”. Non lo aveva davvero imparato, il suo livello era troppo scarso. Luke lo odiava proprio per questo, in realtà, Dan non sapeva nulla della magia, aveva scaltramente rubato i trucchi di Arya.
Questa volta però ce la doveva fare, Luke voleva essere il più forte, rubando la magia più potente: le rune. Arya doveva diventare sua. Prese lo stilo di cristallo e con sicurezza segnò in aria la runa con su scritto “Boom-Galaxy”. Il drago sputò il fuoco e lui creò una barriera che a sua volta scoppiò, inondando tutto e tutti di luce biancastra.
<<Luke, dannazione! La prossima volta che ti azzardi a rubare le rune, fallo con più furbizia, come Dan. Usane una funzionante, non sperimentale, hai mandato il livello a puttane, come al solito!>> così inveì Arya, poi continuò Dann: <<Quattrocchi, stai più attento, quante volte te lo devo dire! Se mia madre venisse a sapere che i Metal-Gear potrebbero distruggere il suo salotto, ci penserà due volte prima di farci giocare>>.
Si avvicinò alla teca sul tavolo e disse: <<Hai anche spaventato il mio piccolo Dragone Barbuto! Non essere spaventato retti luccio di papà, non vedi? È solo un pivello>>.



Niko G
Messaggi: 138

Re: Come al solito, mi rubi l'amore

Messaggio#2 » lunedì 12 settembre 2016, 18:05

Anche qui mi è piaciuta moltissimo la grande fantasia dietro l'interpretazione della traccia. Divertente e spensierato, mi trasmette la familiare sensazione di passione, concentrazione, impegno e divertimento folle in una serata di videogaming con amici. A mio avviso una bella un'esplosione di colore ☺
Non so scrivere, ma ho bisogno di farlo.

Canadria
Messaggi: 232

Re: Come al solito, mi rubi l'amore

Messaggio#3 » martedì 13 settembre 2016, 19:12

Ciao! Devo dire che ho avuto inizialmente qualche difficoltà a capire il tipo di gioco: dei bambini nel salotto della mamma con il rettile dell'amico vicino che fingono di essere maghi? Un videogame? Che cosa poteva distruggere il salotto? Perché si spaventa il "piccolo Dragone Barbuto"? Tuttavia, mi piace l'atmosfera avvincente delle giocate tra amici, solo mi sfugge un po' il filo della trama, probabilmente per mie scarse conoscenze in questo ambito.

Avatar utente
Jacopo Berti
Messaggi: 424
Contatta:

Re: Come al solito, mi rubi l'amore

Messaggio#4 » martedì 13 settembre 2016, 20:11

Ciao Fabiana,
bentornata su Minuti Contati!
L'interpretazione che hai dato del tema mi piace: nei giochi di questi ragazzi - che non sappiamo se siano virtuali, se siano giochi di ruolo, o qualcosa di simile al teatro (giochi di ruolo dal vivo) - realtà e fantasia si confondono e di quasi ogni frase non si capisce cosa avvenga nel mondo reale, e cosa nell'altro; quali siano le relazioni di causa ed effetto tra i due mondi.
Questa confusione mi piace, ma c'è anche un tipo di confusione più "generale" e non so quanto attribuirla al tuo stile un po' acerbo e quanto alla scelta mirata di rappresentare quel groviglio di pensieri e preoccupazioni dei tre adolescenti.

Qualche scelta comunque più di altre ha l'aria di essere un errore, ad esempio i due punti in questa frase:
La base era un luogo tutto loro, in cui le emozioni erano spesso contrastanti, quasi un misto di: ansia e spensieratezza.

Oppure la virgola tra verbo e soggetto in questa parte qui:
avevano sentito un forte boato, provenire da dietro la base.


In ogni caso, l'ho letto volentieri, e complessivamente - scelta mirata o meno - lo stile mi ha soddisfatto.
«Se avessimo anche una Fantastica, come una Logica, sarebbe scoperta l'arte di inventare» (Novalis, Frammenti)

Avatar utente
Andrea Partiti
Messaggi: 951
Contatta:

Re: Come al solito, mi rubi l'amore

Messaggio#5 » mercoledì 14 settembre 2016, 8:02

Intanto, complimenti per il racconto con protagonisti adolescenti. Trovo che siano i protagonisti più difficili da gestire in maniera coerente, da far interagire, da costruire con uno spessore che li faccia uscire dal (fortissimo) stereotipo da cui nascono.
Del racconto mi sembra molto confusa la linea tra gioco (di ruolo, da tavolo? online o dal vivo?) e realtà. Parli dei personaggi e dei loro rapporti "reali", ma tutto si mischia al raid organizzato in gioco, mischiando rancori e passioni reali a quelle immaginarie. Mi sono quasi domandato a un certo punto della prima lettura se non ci fosse *soltanto* il livello di gioco nel racconto, ma il finale col dragone barbuto non lascia spazio a dubbi!

valter_carignano
Messaggi: 417
Contatta:

Re: Come al solito, mi rubi l'amore

Messaggio#6 » venerdì 16 settembre 2016, 13:14

ciao
ti hanno già segnalato qualche refuso (nei Minuti Contati non possono non scappare!) e incertezza, quindi non ripeto inutilmente.
Ritmo secondo molto buono, e con poche parole tratteggi i personaggi in maniera efficace. Belle le formule magiche, molto 'bambinesche', così come dev'essere.
Anch'io però, come altri, sono arrivato alla fine senza capire bene a cosa e come giocassero. Sicuramente è un aspetto che con qualche carattere in più risolverai molto bene.

Avatar utente
Simone Cassia
Messaggi: 133

Re: Come al solito, mi rubi l'amore

Messaggio#7 » domenica 18 settembre 2016, 10:03

Ciao Fabiana,
è stato un piacere anche per me conoscerti dal vivo, venendo al racconto, mi dispiace arrivare a commentarlo tardissimo, quando tutto è stato già praticamente detto, e non mi discosto molto dalle osservazioni che hanno fatto gli altri. A livello di ritmo e trattazione dinamica del combattimento, il racconto fila bene e si legge con piacere, qualche refuso qua e là, ma niente di che.
Carina l’idea di usare le formule magiche in inglese, mi ricorda tanto gli anime come scelta e con i personaggi diciassettenni ci sta un bel po’.
Quello che ho trovato anche io, come Valter, un po’ labile è il confine tra reale e ludico (vituale, da tavolo o dal vivo che sia) che non mi fa capire a pieno il finale e, purtroppo, abbassa di molto il giudizio complessivo del racconto.

Avatar utente
AmbraStancampiano
Messaggi: 476
Contatta:

Re: Come al solito, mi rubi l'amore

Messaggio#8 » domenica 18 settembre 2016, 14:26

Ciao Fabiana,
secondo me hai fatto davvero un buon lavoro, e si vede che stai migliorando un sacco ^_^
Il racconto è carino e si legge bene, sempre meno particolari rimangono nella tua testa, la storia fila dall'inizio alla fine e il triangolo amoroso tra i protagonisti è molto ben gestito. A proposito, povero Luke!
Concordo con chi ti dice che il confine tra gioco e realtà non si comprende bene, e poi in che senso i metal gear potrebbero distruggere il salotto di Dan?
L'ambientazione che ricorda un po' i manga mi piace moltissimo, si vede che ne leggi molti e che ne inizia a padroneggiare i meccanismi.
Bravissima!
Qui giace il mio cervello, che poteva fare tanto e ha deciso di fare lo stronzo.

Avatar utente
antico
Messaggi: 4375

Re: Come al solito, mi rubi l'amore

Messaggio#9 » venerdì 23 settembre 2016, 18:03

Vero, c'è confusione tra realtà e gioco, forse troppa e questo non permette di empatizzare con i personaggi e la storia raccontata. Qualche consiglio personale: per quanto possibile, usa nomi italiani e se li vuoi proprio stranieri cerca di evitare vere e proprie icone come quello di LUKE (Star Wars!!!). Allunga il tutto, organizza meglio il materiale, lo stile è buono, sempre più stabile e forte, quindi la strada è quella giusta. Per il momento un pollice NI al pelo pelo.

Torna a “87ª Edizione - Live Edition Dragon Fest (Minuti Contati sbarca in Sicilia!)”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite