Il trono di ferro (Esperian Edition)

Moderatore: Laboratorio

Avatar utente
roberto.masini
Messaggi: 309

Il trono di ferro (Esperian Edition)

Messaggio#1 » giovedì 5 marzo 2020, 17:42

Prologo. «Il Re Snofru è morto!»
Gonfio di dolore il principe Khufu si alzò, stendendo la mano:
«Il mio regno sarà più potente e più glorioso di quello di mio padre, Snofru, il beato!»
Cinta la corona bianca e poi quella rossa, compì il rito della Riunione delle Due Terre e poi si occupò delle esequie del padre nella piramide. Anche lui pensava alla sua:
«Si costruisca per me un monumento incomparabile affinché si dica:“Egli ha fatto il suo monumento di eternità per affermare la sua identità con la Grande Enneade divina”. La mia piramide porterà il nome che proclamerà eternamente e per sempre:”Khufu è colui che appartiene all'Orizzonte”. Si convochi Hemiunu!»

La Grande Piramide. Per la prima volta il Faraone era entrato nella sua piramide. Con lui c’era solo Hemiunu, il costruttore che gli indicava il cammino che l’avrebbe portato alla camera sepolcrale.
«Questa è la Grande Galleria.» continuava a spiegare.« L’inclinazione è particolarmente ripida. Secondo i Suoi dettami misura 101,94 cubiti di lunghezza, 4,48 di larghezza e 18,65 di altezza; la volta, in pietra calcarea, è formata da sette file di blocchi sovrapposti sporgenti verso l’interno e raccordati in alto mediante un lastrone di copertura.»
L’architetto concluse il suo breve discorso, prostrandosi ai piedi del Faraone che lo sollevò e gli disse:
«Continuiamo!»
All'estremità della galleria si apriva un vestibolo destinato ad accogliere le porte, ora sollevate, che sarebbero scese dopo la sepoltura. Giunsero alla piccola camera costruita con blocchi di granito rosa di Assuan. Il faraone si soffermò a guardare le stelle attraverso i pozzetti. Osservò a nord la stella Thuban ma soprattutto a sud la stella Alnitak, la più luminosa della cintura di Orione, là dove il suo Ka sarebbe risorto. Voleva chiedere ancora spiegazioni, quando l’architetto, con un largo sorriso gli mostrò una stanzetta adiacente:
«Dove mi stai conducendo, nobile Hemiunu?»
«In una stanza segreta!»
«Non ci possono essere segreti nella mia piramide!».
«Mio Signore, in questa stanza ci sono i libri di Thot!»
«I libri di Thot? Tu menti : io li ho cercati fino ad ora senza fortuna!»
«Mio Signore, io li ho trovati in una cassetta di selce nel tempio di Luni. Ma oltre ai libri ho trovato questo!»
Con un gesto della mano spinse la porta e in quella minuscola stanza Khufu vide un piccolo trono di ferro.
«Questo è il trono attraverso il quale Sua Maestà ascenderà al cielo e quivi resusciterà. Se ora vorrà sedersi si sentirà invadere da tutta la conoscenza di Thot!»
Il faraone si assise e subito esclamò:«Hemiunu, io non sento nulla!»
«Infatti, non devi sentire nulla!» gridò l’architetto
«Come ti permetti?» incalzò a sua volta Khufu che non riusciva più ad alzarsi.
«I tuoi monili di ferro e il tuo pugnale, per una magia che io solo conosco, rimarranno attaccati al trono e tu non ti potrai più muovere. Rimarrai qui, sepolto vivo. Perché dieci dei miei parenti sono morti durante questa costruzione per i turni di lavoro massacranti a cui li hai costretti per finirla in poco tempo, la tua maledetta piramide!

Epilogo. Mentre Khufu gli lanciava tutte le maledizioni della religione egizia, Hemiunu rinchiuse la porticina, non prima di avergli citato una massima di Ptahhotep: «Non dedicarti alle macchinazioni contro il genere umano poiché il Dio castiga un simile intrigo!»
Ultima modifica di roberto.masini il domenica 13 settembre 2020, 8:56, modificato 9 volte in totale.



alexandra.fischer
Messaggi: 1815

Re: Il trono di ferro (Esperian Edition)

Messaggio#2 » martedì 17 marzo 2020, 9:42

Il tema della vendetta in ambientazione egizia è reso in modo magistrale. L'ambientazione è verosimile (ci sono anche le misure della tomba, oltre che la scena dell'incoronazione e il riferimento a Thot e alla massima di Ptahotep del finale). Originale l'elemento del trono di ferro con calamita incorporata creato dall'architetto Hemiunu, esacerbato dai lutti causati nella sua famiglia per colpa dai turni massacranti imposti dal nuovo faraone Khufu.

CHIEDO LA GRAZIA

Avatar utente
roberto.masini
Messaggi: 309

Re: Il trono di ferro (Esperian Edition)

Messaggio#3 » giovedì 19 marzo 2020, 19:21

GRAZIE PER LA GRAZIA!

alexandra.fischer
Messaggi: 1815

Re: Il trono di ferro (Esperian Edition)

Messaggio#4 » sabato 21 marzo 2020, 20:12

A te.

Roberto Masini
Messaggi: 43
Contatta:

Re: Il trono di ferro (Esperian Edition)

Messaggio#5 » martedì 30 giugno 2020, 21:00

Richiedo il giudizio diretto del Dottore!

Avatar utente
Il Dottore
Messaggi: 257

Re: Il trono di ferro (Esperian Edition)

Messaggio#6 » giovedì 9 luglio 2020, 11:52

Metto in valutazione anche questo
Sono pronto a vivisezionare i vostri racconti... soffriranno, ma sarà per il vostro bene!

Avatar utente
Il Dottore
Messaggi: 257

Re: Il trono di ferro (Esperian Edition)

Messaggio#7 » lunedì 7 settembre 2020, 16:11

Ciao Roberto.

Solo due annotazioni:
- "Si chiami Hemiunu", messo dopo che sta parlando della piramide, fa pensare che Hemiunu possa essere il nome che sta assegnando al monumento. Ti proporrei di cambiarlo in qualcosa del tipo "convocate Hemiunu".
- C'è uno spazio in più prima dei due punti prima di questa frase.

Fatti i cambiamenti avvisami che lo sposto in Vetrina
Sono pronto a vivisezionare i vostri racconti... soffriranno, ma sarà per il vostro bene!

Avatar utente
roberto.masini
Messaggi: 309

Re: Il trono di ferro (Esperian Edition)

Messaggio#8 » martedì 8 settembre 2020, 19:21

Dottore, ho cambiato la frase con SI CONVOCHI e ho aggiunto nella stessa elementi in corsivo. Non ho trovato lo spazio in più che m'indicavi. Attendo fiducioso!

Michael Dag Scattina
Messaggi: 32

Re: Il trono di ferro (Esperian Edition)

Messaggio#9 » mercoledì 9 settembre 2020, 11:50

Per la prima volta il Faraone era entrato nella sua piramide
non mi convince tanto. direi entrò, oppure entrava.

Rimarrai qui, sepolto vivo.
anche questa, mi convince poco. la cambierei con qualcosa di più implicito, oppure, la toglierei direttamente.


vestibolo destinato ad accogliere le saracinesche, ora sollevate

saracinesche mi sa proprio della roba metallica dei nostri tempi. cerca un altra parola, un po' più in linea con l'ambientazione. magari, semplicemente PORTA oppure BLOCCHI DI PIETRA CHE AVREBBERO SIGILLATO L'ACCESSO



per il resto, bel lavoro, ambientazione semplice ma evocativa. la vendetta dell'architetto è crudele e ingegnosa.

Avatar utente
roberto.masini
Messaggi: 309

Re: Il trono di ferro (Esperian Edition)

Messaggio#10 » domenica 13 settembre 2020, 8:47

Michael Dag Scattina ha scritto:Per la prima volta il Faraone era entrato nella sua piramide
non mi convince tanto. direi entrò, oppure entrava.

Rimarrai qui, sepolto vivo.
anche questa, mi convince poco. la cambierei con qualcosa di più implicito, oppure, la toglierei direttamente.


vestibolo destinato ad accogliere le saracinesche, ora sollevate

saracinesche mi sa proprio della roba metallica dei nostri tempi. cerca un altra parola, un po' più in linea con l'ambientazione. magari, semplicemente PORTA oppure BLOCCHI DI PIETRA CHE AVREBBERO SIGILLATO L'ACCESSO



per il resto, bel lavoro, ambientazione semplice ma evocativa. la vendetta dell'architetto è crudele e ingegnosa.


1) La consecutio mi pare rispettata
2) C'è, è vero, un po' di ridondanza ma mi sembra efficace
3) Saracinesche è un termine giusto, tant'è che si trova anche in Wikipedia( vd. stanza delle saracinesche PIRAMIDE DI CHEOPE) , però è moderno e perciò penso che il tuo suggerimento sia giusto.

Grazie per i suggerimenti!

Torna a “Tavolo di lavoro (racconti attivi)”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite