Il sacerdote di Sobek

Appuntamento per lunedì 18 giugno dalle 21 all'una!
Avatar utente
Paola B.
Messaggi: 70

Il sacerdote di Sobek

Messaggio#1 » lunedì 18 giugno 2018, 23:59

Oasi del Fayyum
I secolo a. C.

Sei ragazzi sono allineati lungo le rive del Nilo. Indossano solo brache di lino grezzo e osservano attentamente il tramonto. Uno stringe le mani a pugno, un altro si scioglie i muscoli del collo allungandolo prima a destra poi a sinistra.
Dietro di loro, seduto su un solenne trono, il sommo sacerdote li guarda severo. Volta lo sguardo verso la sfera rossa che si sta appoggiando sulle alte piante di papiri. Intorno a loro tutto è vermiglio: dalle acque del fiume, alla sabbia del deserto a ovest. Perfino l’aria rarefatta prende il colore e l’odore del sangue che sarà versato.
«Oh grande Amon-Ra» pronuncia il sacerdote alzando le mani al cielo e la folla intorno si quieta. «Infondi la forza a questi giovani uomini. Oh sommo Sobek! Scegli fra loro il tuo futuro sacerdote, mostraci il prescelto».
I ragazzi si gettano nel fiume, nuotano, si immergono verso il fondo, qualcuno cerca di raggiungere l’altra riva.
Xeni stringe forte la mano di suo fratello, si mordicchia il labbro inferiore. Accanto a lei sente una donna urlare e poi scoppiare in un pianto straziante. Riporta lo sguardo al Nilo e vede un ragazzo nelle fauci di un grosso coccodrillo sparire poi nelle profondità del fiume.
«Cosa devono trovare?» domanda angosciata.
«Non lo so. Ogni volta è diverso. Il dio Sobek ne manterrà solo uno in vita, il prescelto, gli altri saranno divorati».
Xeni rimane in silenzio, lo sguardo si bagna nel vedere qualcuno uscire dal Nilo illeso. Non è Hakim il suo amato.

Due giorni dopo.
«Xeni! Xeni!»
«Cosa succede?»
«Il nuovo sacerdote… è morto!»
«Cosa? È l’unico sopravvissuto. Non capisco»
«C’è dell’altro. Hakim è vivo! Non è morto!»
Lo sguardo raggiante del fratello riaccende in lei la fiamma della speranza.
«Il sommo Sobek si è mostrato a lui, lo ha condotto in una camera segreta. Lo ha tenuto lì per due giorni e…».
«Dov’è? Dov’è? Conducimi da lui, ti prego».
«Aspetta…» la prende per le braccia, la guarda negli occhi e gli si stringe il cuore. «Non è più il ragazzo che conoscevi…» non sa come proseguire, non vorrebbe. «Adesso» abbassa lo sguardo «ha le sue sembianze…».

Paola Rossini
Ultima modifica di Paola B. il martedì 19 giugno 2018, 0:16, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
Il Dottore
Messaggi: 328

Re: Il sacerdote di Sobek

Messaggio#2 » martedì 19 giugno 2018, 0:01

Ciao, Paola.

Tutto ok con i parametri, buona Valery Esperian Edition!

PS Puoi modificare il racconto fino all’una, sempre rimanendo nei parametri. In caso di modifiche nell’intervallo compreso tra le 01.01 e le 01.33 verrà assegnato un malus tempo.
Sono pronto a vivisezionare i vostri racconti... soffriranno, ma sarà per il vostro bene!

Avatar utente
Massimo Tivoli
Messaggi: 314
Contatta:

Re: Il sacerdote di Sobek

Messaggio#3 » martedì 19 giugno 2018, 10:34

Credo che questo racconto, per il genere di storia narrata, interpreti meglio le aspettative del gruppo di scrittori Esperian, almeno si rifà un po’ più degli altri alle tematiche che affrontano. Bello il riferimento alla divinità Sobek. Il fatto che, talvolta, venga raffigurata come una figura antropomorfa ma con al testa di coccodrillo, e considerando il rito narrato nella storia, il finale è molto ben scritto. Non ci “spiega" niente, lascia le sembianze di Hakim apparentemente non dette. In realtà, il lettore può costruirsi la scena da solo. Bello!

Avatar utente
Paola B.
Messaggi: 70

Re: Il sacerdote di Sobek

Messaggio#4 » martedì 19 giugno 2018, 22:09

@Massimo, ciao, mi fa piacere ti sia piaciuto :)

@Lorenzo, ciao, grazie per i complimenti. Mi dispiace non ti sia arrivato che: nella camera segreta ci sia stato due giorni ed è proprio lì che è avvenuto il passaggio da semplice ragazzo a grande sacerdote di Sobek con assunzione delle sue sembianze. Sarà per la prossima. Ciao.

Avatar utente
White Duke
Messaggi: 84

Re: Il sacerdote di Sobek

Messaggio#5 » mercoledì 20 giugno 2018, 8:00

Trama semplice ma di grande effetto. Il tema del contest è perfettamente centrato. Sostanzialmente non trovo nulla che non vada in questo racconto, dal punto di vista del lessico e della punteggiatura mi sembra tutto in regola. Forse a voler trovare il pelo nell’uovo il colpo di scena finale è un po’ “telefonato”.
Racconto davvero pregevole.
Portate dei fiori sulla tomba di Algernon

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 553

Re: Il sacerdote di Sobek

Messaggio#6 » venerdì 22 giugno 2018, 9:26

Ciao Melusine, ben trovata.
Il racconto ricalca le ambientazioni care a Esperian. Il tema c'è, anche se forse un poco "sfiorato" dato che le è stato dato poco spazio se non nel dialogo del fratello.
Attenzione al PoV oscillante: nella seconda parte è quello di Xeni, poi nell'ultimo paragrafo ci immedesimiamo nel fratello.
Il finale non è male, anche se non di effetto, perché la rivelazione smorza un po' la sorpresa. Avrei preferito che fosse mostrato anziché raccontato (la butto lì, Xeni che cerca vedere comunque Hakim e lo trova cambiato), anche perché contando i caratteri noto che avevi parecchio spazio per dare un po' di corpo al testo; così mi sembra un po' affrettato.
Alla prossima!
Uccidi scrivendo.

Avatar utente
Paola B.
Messaggi: 70

Re: Il sacerdote di Sobek

Messaggio#7 » venerdì 22 giugno 2018, 15:47

Ciao Eleonara, grazie per i tuoi suggerimenti... però, non sono d'accordo sul cambiamento del Pov, nel senso che non c'è cambiamento. La protagonista è sempre Xeni ed è voluto che sia il fratello a raccontare, un po' alla volta, cosa è accaduto proprio perché chi legge deve immedesimarsi/vivere le stesse emozioni di Xeni e cioè: sorpresa, stupore, rabbia, incredulità e così via.
- Sì ci avevo pensato anche io a fargli incontrare Hakim cambiato ma, non sarebbero bastati i caratteri per fare una cosa fatta bene, avrei dovuto tagliare la parte iniziale (cosa che invece, a mio parere, serve per far entrare nell'ambiente), avrei dovuto scombussolare tutto... e sinceramente non mi andava... :;

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 553

Re: Il sacerdote di Sobek

Messaggio#8 » venerdì 22 giugno 2018, 17:54

Sul POV provo a spiegarmi meglio, credo che a confondere sia questo passaggio:
"Lo sguardo raggiante del fratello riaccende in lei la fiamma della speranza."
Quindi ho abbastanza elementi per capire che sono nella "testa" di Xeni. Ma poco più avanti:
"la prende per le braccia, la guarda negli occhi e gli si stringe il cuore."
Lo stringersi del cuore, con quel pronome relativo, è riferito al fratello e non a Xeni, quindi è cambiata la soggettiva (vedere che al fratello "si stringe il cuore" sarebbe impossibile dal PoV oggettivo di Xeni). Se invece di "gli" ci fosse stato un "le" (cioè si stringe il cuore a Xeni) allora il Pov sarebbe stato rispettato. Spero di aver chiarito la mia obiezione ;)
Uccidi scrivendo.

Avatar utente
Paola B.
Messaggi: 70

Re: Il sacerdote di Sobek

Messaggio#9 » venerdì 22 giugno 2018, 18:11

Sì, grazie, adesso ho capito a cosa ti riferivi e concordo con te.
Però (penserai quanto è noiosa ha sempre un però) era per mostrare lo struggimento del fratello nel riferirle l'accaduto... sarà sbagliato, ma anche per creare un po' si suspense, lo vedevo bene...
Grazie Eleonora, alla prossima.

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 553

Re: Il sacerdote di Sobek

Messaggio#10 » venerdì 22 giugno 2018, 18:32

Melusine ha scritto:Sì, grazie, adesso ho capito a cosa ti riferivi e concordo con te.
Però (penserai quanto è noiosa ha sempre un però) era per mostrare lo struggimento del fratello nel riferirle l'accaduto... sarà sbagliato, ma anche per creare un po' si suspense, lo vedevo bene...
Grazie Eleonora, alla prossima.

La mia era solo una puntualizzazione stilistica ;) sono una pignola di natura! Alla prossima!
Uccidi scrivendo.

Avatar utente
roberto.masini
Messaggi: 347

Re: Il sacerdote di Sobek

Messaggio#11 » mercoledì 27 giugno 2018, 0:25

Per quei pochi che non conoscono l'iconografia del Dio Sobek forse valeva la pena di fare qualche piccolo accenno. Nel complesso il racconto mi è piaciuto molto per l'ambientazione tratteggiata in modo leggero ma efficace, senza però perdere il gusto ai riferimenti mitologici. Il finale mi ha sorpreso ma io, che amo l'horror avrei preferito che Xeni si scontrasse con l'uomo-coccodrillo! Il tema è ovviamente centrato.

Avatar utente
DandElion
Messaggi: 603

Re: Il sacerdote di Sobek

Messaggio#12 » giovedì 28 giugno 2018, 19:16

Ciao Melusine,
Come Alexandra hai scelto di seguire non solo il tema, ma anche le ambientazioni di Esperian, bel lavoro! Il tuo racconto scorre, fila, la camera segreta, però, é solo "nominata". Li avviene tutto, li é il clou e lo scambio, li c'è il focus dell'attenzione e il totale sconvolgimento della natura e della forma e invece di farci sbirciare tu ci telefoni che esiste?? Disappunto! Sarebbe più coerente ed interessante dare anche la versione di Hakim: ha incontrato il Dio e.. cosa/come/quando?
Così il Dio l'ha pirtato in una stanza segreta che poteva essere anche un cespuglio, un baule o per iperbole una cabina telefonica, senza che la storia cambiasse di un pelo.
Buona l'idea di fondo, però!
#AbbassoIlTerzoPuntino #NonSmerigliateLeBalle
#LicenzaPoeticaGrammatica
Adoro le critiche, ma -ve prego!- che siano costruttive!!

Torna a “ESPERIAN EDITION: La Quarta della Sesta Era - 117° All Time”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti