I polmoni del nuovo mondo, di Massimiliano Giri

Avatar utente
antico
Messaggi: 4270

I polmoni del nuovo mondo, di Massimiliano Giri

Messaggio#1 » mercoledì 12 dicembre 2018, 18:33

In questo tread si potrà commentare il racconto, finalista URANIA SHORT 2018, I polmoni del nuovo mondo, di Massimiliano Giri. Per leggerlo dovrete recuperarlo nella pubblicazione che lo contiene: URANIA 1660 - SIMBIONTI. Potete trovarla, oltre che nelle librerie e nei giornalai, anche in tutti i principali store digitali.

L'autore potrà, a sua discrezione, partecipare o meno al dibattito.



Avatar utente
megagenius
Messaggi: 344

Re: I polmoni del nuovo mondo, di Massimiliano Giri

Messaggio#2 » mercoledì 12 dicembre 2018, 23:01

Salve!
Comincio con Massimiliano, bravissimo autore molto duttile e sorprendente anche con la fantascienza, che ho conosciuto personalmente a Stranimondi.
Il suo racconto mi è piaciuto molto; la sua caratteristica principale è l'onestà. E' un racconto semplice ma efficace, parla di un'invasione molto particolare, vista attraverso una normale quotidianità, senza l'ansia di essere innovativo e originale a ogni costo. Il racconto si legge con grande piacere, è pulito, diretto. Procede con perizia verso un crescendo che culmina con un finale terrificante nella sua bizzarra normalità. La storia mi ha ricordato molto vagamente la saga degli Chtorr di David Gerrold, quantomeno per quanto riguarda un'invasione aliena che comporti atti preparatori dell'ecosistema terrestre. Buona anche la sottile ironia che si coglie qua e là nel testo.
Pollice su!!

Emiliano

Avatar utente
Il Dottore
Messaggi: 257

Re: I polmoni del nuovo mondo, di Massimiliano Giri

Messaggio#3 » sabato 15 dicembre 2018, 0:39

Anche il racconto di Massimiliano, che tra l'altro è un amico, mi ha soddisfatto solo parzialmente.
Inizia molto bene, ma poi secondo me si appiattisce su un tono malinconico privo di climax. E questo mi ha un po' deluso (anche per questione di gusto personale)
Ho apprezzato molto invece, la gestione e la caratterizzazione dei personaggi (e dei tre racconti è l'unico che fa un buon lavoro in questo senso)
Sono pronto a vivisezionare i vostri racconti... soffriranno, ma sarà per il vostro bene!

Avatar utente
Gennibo
Messaggi: 241

Re: I polmoni del nuovo mondo, di Massimiliano Giri

Messaggio#4 » domenica 16 dicembre 2018, 11:00

Un dialogo fra marito e moglie, una situazione “reale” e quotidiana, se non fosse per quello che dicono commentando la notizia fantascientifica proveniente da un telegiornale.
Questa è la parte che ho preferito e che mi ha insegnato quanto poco basta per rendere particolare e interessante una situazione “normale”.
Massimiliano rivolta con grande semplicità l’idea dell’invasore, del cambiamento, che non sempre deve essere visto come negativo, ma che può far crescere anche se sembra terribilmente limitante. Attraverso i protagonisti trasformati, noi veniamo presi per mano e portati a vedere i fatti da un altro punto di vista.
Molto interessante.

friday
Messaggi: 5

Re: I polmoni del nuovo mondo, di Massimiliano Giri

Messaggio#5 » sabato 22 dicembre 2018, 16:09

Riporto quanto scritto sul mio blog (https://settequattro.wordpress.com/2018/12/22/tre-racconti-finalisti-al-premio-urania-short/).
Inizio da fantascienza classica. Casa in campagna, isolata, potrebbe essere ovunque. Una coppia di pensionati commenta le notizie inquietanti che sentono in tv: in alcune parti del mondo sta succedendo qualcosa. Massimiliano ci fa rivivere le emozioni dei grandi classici, poi svolta, e propone una seconda parte del racconto che trovo molto originale. Ti resta l’angoscia e un briciolo di speranza. Forse perché, mi rendo conto, mi piace la fantascienza classica, questo è il mio preferito.

Avatar utente
Marco Travaglini
Messaggi: 116

Re: I polmoni del nuovo mondo, di Massimiliano Giri

Messaggio#6 » martedì 1 gennaio 2019, 22:22

Bello, bello, bello. Sono passati giorni da quando lo ho letto e mi è capitato già una decina di volte di ripensarci. Non sono un esperto di fantascienza classica, quindi non so se ci siano riferimenti o altro, mi limito a giudicare il racconto per quello che è. L'autore è riuscito a raccontare un'invasione aliena utilizzando un unico luogo, due personaggi ben caratterizzati e un'idea originale. Niente altro da aggiungere, per me il migliore dei tre.

Torna a “I racconti finalisti dell'Urania Short 2018: PARLIAMONE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite