[IN VALUTAZIONE PER LA VETRINA] Il primo appuntamento di Salvatore

Moderatore: Laboratorio

Avatar utente
MatteoMantoani
Messaggi: 354

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#1 » giovedì 4 febbraio 2021, 20:32

Ciao Fernando. Ho letto il tuo racconto. Sinceramente, lo trovo scritto bene. La sua lettura è scorrevole, non sono dovuto tornare indietro per rileggere una frase poco chiara, e questa è una cosa buona e giusta.
Riguardo alla storia, sinceramente, mi aspettavo un colpo di scena del genere, quindi a mio parere la trama non spicca di originalità. Sarà che di storie di ragazzini omo ne ho già lette (intendo proprio qui su MC), e quindi il tuo plot twist non mi ha lasciato granché.
Al di là dell'originalità, trovo la costruzione della trama un pochino scontata, con quel like che compare nel momento giusto per creare quel filo di suspence, e dare la conclusione al tutto. Un po' un cliché, se mi consenti l'osservazione.
Provo a buttartela lì: che dici invece di cambiare pdv? Se il narratore fosse proprio Daniele? Potresti giocare col lettore e svelargli che il pdv è un maschio solo alla fine, quando la spranga gli arriva in testa.
Ad ogni modo, sul tuo stile non ho niente da dire. Il tuo pdv mi sembra coerente, la narrazione fluida. A mio parere hai già scritto qualcos'altro. Sono curioso di rileggerti in una delle nostre gare, magari con una trama e un'idea con una piccola spinta in più.



Avatar utente
MatteoMantoani
Messaggi: 354

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#2 » giovedì 4 febbraio 2021, 21:45

Yes, intendevo appunto che il personaggio si accorge del like proprio al momento giusto.
Se ti va ti esplorare il tema dei travestiti adolescenti, ti linko i racconti:

viewtopic.php?f=201&t=4340
viewtopic.php?f=198&t=4199

Quello di Mauro mi piaciuto in particolare, proprio perché introduce il tema in modo abbastanza morboso, tanto che il pdv ne è disorientato.. insomma c'è parecchio conflitto interiore.
Sia chiaro che si tratta solo della mia opinione, fai bene ad aspettare altri commenti.
Il mio consiglio, visto che il tuo racconto è corto, è di potenziare il conflitto.. per questo un pdv più coinvolto negli avvenimenti narrati potrebbe giovare.

Avatar utente
MatteoMantoani
Messaggi: 354

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#3 » venerdì 5 febbraio 2021, 16:35

Oddio, perché un pdv non può morire?
Vedi tu :) è il tuo racconto. Senti anche altre campane..

Avatar utente
MatteoMantoani
Messaggi: 354

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#4 » venerdì 5 febbraio 2021, 18:11

Sì, dovresti ripensare la trama in modo da farla finire con la morte del pdv. Sono d'accordo. Però, per l'economia della tua storia, basta un'aggressione e il tutto rimane abbastanza lo stesso. Decidi tu :)
Sì, altri commenteranno, ci vuole un po' di tempo

Avatar utente
GiulianoCannoletta
Messaggi: 153

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#5 » lunedì 8 febbraio 2021, 21:27

Ciao Fernando, piacere di averti letto.
Devo dire che il tuo racconto mi è piaciuto. Il narratore che si rivolge direttamente al lettore (che poi si scopre essere il commissario) è una scelta rischiosa, ma credo tu l'abbia gestita bene. Gli intercalare, i giudizi del pdv sono ben calibrati, divertono e mantengono vivo l'interesse.
Se devo cercare un pelo nell'uovo, forse nei paragrafi finali questa "frizzantezza" del pdv si perde un po' e si ha semplicemente il racconto dell'accaduto, un po' distaccato. Anche la frase finale ha un po' l'effetto di spiegare cose che il lettore ha già capito e non mi ha troppo entusiasmato, ma al momento non saprei consigliarti una chiusura più efficace.
Una curiosità, da ignorante in materia: all'inizio dici che è il sito a creare l'abbinamento, poi al pdv arriva una notifica di un abbinamento, proprio mentre Barbara ha un appuntamento in corso, poi parli di likes. Mi è sembrato contraddittorio, ma forse mi sbaglio.
“Uno scrittore argentino che ama molto la boxe mi diceva che in quella lotta che si instaura fra un testo appassionante e il suo lettore, il romanzo vince sempre ai punti, mentre il racconto deve vincere per knock out.”
Julio Cortázar

Avatar utente
Michael Dag
Messaggi: 109

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#6 » martedì 9 febbraio 2021, 12:47

che dire, a me è piaciuto. effettivamente il like arriva proprio al momento giusto, ma nei racconti cos' brevi i pretesti di trama sono perdonabili.

inserirei però più intercalari nel racconto.
parte come una narrazione normale, in tell addirittura, poi DOPO capisci lentamente che è un tizio che sta davvero raccontando a qualcun'altro (il commissario). darei una voce più personale, qualche intercalare, qualche pausa, una gestualità.

Avatar utente
GiulianoCannoletta
Messaggi: 153

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#7 » martedì 9 febbraio 2021, 13:36

Prenderò in considerazione l'idea di rivedere la parte finale. Grazie ;)
Siccome è una testimonianza fatta a un commissario di polizia, pensavo fosse giusto raccontare l'accaduto in questo modo. Poi boh, non sono mai stato interrogato dalla polizia eheh XD


Ti ripeto, è una minuzia rispetto a un racconto per me molto buono. Solo che ho notato che alcuni intercalare che nella prima parte contribuivano a dare tridimensionalità al pdv sono assenti nei paragrafi finali. Mi chiedevo se si trattava di un po' di stanchezza nel finale o di una precisa scelta stilistica per rendere più frenetiche e meno farfugliate le ultime scena finale, nel qual caso sarebbe legittimo.

In pratica, tu metti il like sulla foto o il profilo della ragazza (o del ragazzo) che ti piace e se quella (o quello) ricambia, allora il sito crea l'abbinamento. Barbara ha messo like a tanti maschi etero, tra i quali il narratore che a sua volta aveva messo like a Barbara (questo è sottinteso).


Ok, avevo capito che era necessaria la reciprocità dei likes. Ma allora il pdv aveva già avuto modo di visionare il profilo e le foto di Barbara/Daniele, no?
“Uno scrittore argentino che ama molto la boxe mi diceva che in quella lotta che si instaura fra un testo appassionante e il suo lettore, il romanzo vince sempre ai punti, mentre il racconto deve vincere per knock out.”
Julio Cortázar

Avatar utente
GiulianoCannoletta
Messaggi: 153

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#8 » mercoledì 10 febbraio 2021, 16:47

Fernando ha scritto:Forse potrei far spiegare qualcosa al pdv, come se il commissario non conoscesse bene il meccanismo. Che ne pensi?


Ok, ora è tutto chiaro! No, secondo me non serve che aggiungi uno "spiegone" a riguardo, era solo una mia ignoranza (anzi, grazie per le spiegazioni), d'altronde il racconto è incentrato proprio su questo, è giusto dare per scontate alcune informazioni più tecniche per garantire la fluidità. Valuta se secondo te è il caso di inserire qualche intercalare nella seconda parte, per renderlo più omogeneo, per il resto secondo me è ottimo!
“Uno scrittore argentino che ama molto la boxe mi diceva che in quella lotta che si instaura fra un testo appassionante e il suo lettore, il romanzo vince sempre ai punti, mentre il racconto deve vincere per knock out.”
Julio Cortázar

Avatar utente
GiulianoCannoletta
Messaggi: 153

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#9 » sabato 13 febbraio 2021, 19:36

Ciao Fernando, secondo me ci siamo, quindi CHIEDO LA GRAZIA!
Giuliano
“Uno scrittore argentino che ama molto la boxe mi diceva che in quella lotta che si instaura fra un testo appassionante e il suo lettore, il romanzo vince sempre ai punti, mentre il racconto deve vincere per knock out.”
Julio Cortázar

Avatar utente
Alessio
Messaggi: 145

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#10 » domenica 28 febbraio 2021, 17:44

Ciao Fernando,
grazie per aver condiviso il tuo racconto.
E' la prima volta che ci incrociamo, quindi devi sapere che qui in laboratorio sono piuttosto puntiglioso :-)

Fernando ha scritto:Salvatore aveva conosciuto Barbara su Babalok.
Il novanta per cento dei profili sono falsi su questo nuovo sito di incontri. Date di nascita inventate, descrizioni inventate, nomi inventati. Ogni utente scrive ciò che gli pare, i minorenni si spacciano per maggiorenni e i maggiorenni fingono di essere minorenni. C’è chi carica la foto di un personaggio famoso, chi ne utilizza una rubata da un altro sito, chi non ne mette proprio e chi mostra uno scatto delle parti intime.

Fino a qui mi sono detto: "Ecco un altro narratore onnisciente."

Fernando ha scritto:Sì, ha capito bene, molti maschi hanno il coso lì sotto come foto del profilo, può andare a vedere se non mi crede.

Poi qui capiamo che il pdv sta raccontando la storia di Salvatore a qualcuno: secondo me siamo al limite perché sia troppo tardi. In un caso come questo, penso che dovresti farci capire subito che tipo di racconto stiamo per leggere, e far capire che è una prima persona che si rivolge a un Commissario (cosa che peraltro apprendiamo molto dopo).

A questo punto, giocoforza tutto il resto è raccontato a posteriori.
Anch'io sono un seguace della narrativa trasparente, immersiva, focalizzata, quindi faccio un po' di fatica a non indirizzare i miei commenti in tal senso.

Ho provato a pensarlo come una luuunga battuta di dialogo, in modo che mi venisse più facile, però a quel punto ho notato alcune espressioni che secondo me non sono adatte al linguaggio parlato di un ragazzo, boh, diciottenne? (Salvatore ha 16 anni e il pdv è un po' più grande)

Fernando ha scritto:Salvatore mi ha fatto vedere la foto di Barbara, di sfuggita

Fernando ha scritto:Aveva i capelli biondi, lisci e lunghi, come piacciono a lui. Era truccata bene, sa, con la codina degli occhi all’insù, le labbra rosse. Aveva il fisico snello come piace a lui. Aveva usato qualche filtro ma non mi aveva dato l’impressione di essere un fake, sembrava il profilo di una delle poche ragazze vere di Babalok.

Ha notato un bel po' di dettagli per aver visto la foto di sfuggita.

Fernando ha scritto:Da amico e membro più grande, nonché capo del gruppo, mi era sembrato giusto fargli sentire la mia vicinanza, lo avrei persino aspettato nel parcheggio del parco per dargli più sicurezza,

Questa in particolare è una di quelle frasi che mi sono sembrate un po' artefatte, poco adatte al linguaggio parlato di un ragazzo.

Fernando ha scritto:E quindi sono rimasto con gli altri. Ero al bar quando, in un momento di noia, ho controllato il cellulare e mi sono accorto della notifica di un nuovo abbinamento su Babalok, una notifica che era lì da chissà quanto. Sono scattato in piedi nell'istante in cui mi è apparsa la foto di Barbara. Ho guardato meglio l’immagine del profilo e, dato che il sito aveva sbloccato i contenuti nascosti, anche le altre della galleria che non avevo ancora potuto vedere. Tra queste ultime ho riconosciuto un giardino in cui ero stato e il gatto bianco con la macchia nera sul naso. Era la casa di Daniele, il compagno di scuola del mio fratellino quattordicenne. Il mio orologio segnava le undici meno un quarto.
Sono schizzato fuori dal bar senza dare spiegazioni a nessuno, sono balzato sul motorino e ho accelerato come un pazzo. Barbara aveva una parrucca bionda, gli occhi truccati, ogni foto era ritoccata con effetti e filtri. Barbara non era interessata soltanto a Salvatore, aveva messo il like anche a me e a chissà quanti altri maschi eterosessuali. Barbara non era una ragazza, oh no no, era Daniele vestito da ragazza.

Non ho mai dovuto rilasciare una deposizione alle forze dell'ordine, ma io penso che vorrebbero andare al sodo. Qui sembra che il pdv stia creando della suspance, che stia romanzando la storia, cosa che secondo me va benissimo quando la stai raccontando agli amici, ma come racconto dei fatti a un poliziotto mi sembra poco credibile.

In generale, anche la descrizione del sito di incontri andrebbe approfondita o semplificata, perché non è detto che tutti i lettori sappiano come funzionano quei siti. (Io per esempio ho qualche vaga conoscenza giusto per sentito dire.)

Secondo me il problema di fondo è che resoconto alle forze dell'ordine, che dovrebbe fornire una disamina dei fatti, fa proprio a pugni con le esigenze narrative di far arrivare al lettore le sensazioni provate dal pdv.

Spero che le mie osservazioni possano esserti utili.

Buona scrittura!
E scusa per il ritardo con cui intervengo :-)

Avatar utente
Alessio
Messaggi: 145

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#11 » domenica 28 febbraio 2021, 18:36

Rispondo al volo solo su un paio di punti.

Fernando ha scritto:
Anch'io sono un seguace della narrativa trasparente, immersiva


Anch'io lo sono. Ora però noto in giro che forse si sta esagerando con l'immersività, sta diventando un'ossessione. Moltissimi scritti si assomigliano come stile perché si seguono le regolette troppo alla lettera. Quindi ho provato appositamente a scrivere in modo diverso questo racconto e l'ho inserito qui per vedere l'effetto che fa :D
Io penso che la scelta del narratore dipenda dalla storia che si vuole scrivere. In alcuni casi va bene la prima persona, in altri la terza, a volte onnisciente, a volte no. Certo, in un romanzo faccio fatica a leggere tutto raccontato da un narratore che ti spiattella ogni cosa in faccia. In un racconto breve diventa meno pesante. Comunque di solito scrivo immersivo e prima o poi posterò qualcosa di scritto secondo la tecnica che è in voga al momento (credo lo sarà anche in futuro).

Attenzione: io sto solo dicendo che ho una determinata forma mentis che mi polarizza nel commentare il tuo racconto, non sto dicendo che non andrebbe scritto come hai fatto tu! Gli esperimenti qui sono i benvenuti! :-)

Fernando ha scritto:Io l'ho creato come un sempliciotto, un tipo non troppo istruito, che agisce più d'istinto che di testa. Conosco ragazzi ventenni che parlano come lui. Nel profondo sud ce ne sono tanti così ;)

Evidentemente non sono stato chiaro: per me si esprime in maniera fin troppo forbita! Difficile sentire un diciottenne che dice "nonché" (mi fa strano non che conosca quella parola, ma che la usi in un discorso casuale) :-)

Martina Seppi
Messaggi: 43

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#12 » domenica 7 marzo 2021, 18:23

Ciao Fernando,

scusa, mi sono fatta un po' attendere.

Adoro i racconti con finali a sorpresa come questo, quindi dal punto di vista del finale, ben fatto!
L'ho trovato anche molto immersivo dato che scrivi in prima persona. Hai anche usato un bel trucchetto del raccontare a terzi con la prima persona che secondo me in questa scena funziona e toglie quel senso di riassunto/racconto cronaca.

Uniche due cose. Come ti ha fatto notare Alessio ci sono alcune parti che forse tradiscono un linguaggio da persona più adulta piuttosto che un ragazzo, penso, di 17/18 anni. Poi, forse hai usato troppe volte l'espressione "sa". Bastavano molte meno, dopo averle viste un paio di volte nel testo, si capisce che il ragazzo sta raccontando quanto accaduto ad un'altra persona.

Tolte queste due cose, per me è ottimo!

A rileggerti,
Martina

Andrea Furlan
Messaggi: 69

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#13 » giovedì 11 marzo 2021, 19:14

Ciao Fernando,
ho letto con interesse il tuo racconto e i commenti degli altri.

Ti lascio anche io qualche suggerimento, spero ti sia utile per migliorarlo.

Ho trovato una certa confusione nei tempi verbali, soprattutto all'inizio. Non si tratta solo di una cosa formale, perché in alcuni casi, sommata al fatto già indicato da altri della confusione fra un racconto a un'altra persona (il commissario) e una narrazione in prima persona che a tratti confliggono.
Un'idea per rendere più realistico il tutto e spostare più chiaramente verso la narrazione al commissario ma senza svelare, potrebbe essere inserire qualche termine in "parlato" tipo parole slang o dialettali che potrebbe usare un sedicenne mentre racconta qualcosa. Ti aiuterebbe a contestualizzare la storia e togliere lo stile più narrativo che secondo me crea confusione.

Una piccola incoerenza l'ho trovata sull'età di Daniele: non mi sembra realistico che un quattordicenne se ne vada in giro travestito da donna di sera.

Il finale funziona abbastanza, ma lo puoi certamente migliorare. Questa frase, ad esempio:

Barbara non era una ragazza, oh no no, era Daniele vestito da ragazza.

La sposterei più alla fine, proprio al momento della rivelazione.

Andrea Furlan
Messaggi: 69

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#14 » domenica 14 marzo 2021, 19:29

Ciao Fernando,

a mio parere ora il registro è molto più chiaramente quello di un racconto orale, quindi meglio.
Trovo che nella parte iniziale ci sia ancora un po' di confusione nei tempi verbali e che questa caratterizzazione orale sia ancora un po' persa nella descrizione di un narratore esterno, quindi mi concentrerei ad aggiustare ancora un po' questa parte.
Per il resto, finale incluso, mi sembra tutto più coerente e scorrevole.

Se vuoi leggere un mio racconto lo trovi qui nel laboratorio, si chiama Viaggio nella città antica e l'ho scritto per la Specularia edition. Se hai tempo di commentarlo mi farà molto piacere.

Andrea

Martina Seppi
Messaggi: 43

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#15 » domenica 21 marzo 2021, 18:24

Ciao Fernando,

complimenti per il lavoro sul registro, decisamente più consono ad un ragazzo di 17 anni.

Un'unica mia curiosità: che ne pensi di mettere qualche beat quà e là ogni tanto per far trasparire ancora di più il senso di paura, inquietudine e strafottenza del ragazzo? Ti chiedo perché cambierebbe molto la struttura del racconto, visto che tu lo hai impostato come un unico pezzo di discorso diretto.

Fammi sapere e a rileggerti;)
Martina

Maurizio Mannoni
Messaggi: 54

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#16 » sabato 3 aprile 2021, 20:57

Ciao Fernando, interessante il colpo di scena del dialogo con il commissario in un racconto che sembra in tell. Lo sposterei molto prima, puoi anche non farlo parlare l'uomo in divisa. Che so un colpo di tosse, una penna che scivola via dalla scrivania, un qualcosa che faccia percepire la presenza dell'altro, altrimenti il rischio è che il protagonista si perda in un monologo esagerato, quindi sì anche io credo che una pausa in più, qualche gesto da cui si percepiscano le emozioni arricchirebbero un racconto che è ripeto, interessante.

Martina Seppi
Messaggi: 43

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#17 » lunedì 12 aprile 2021, 19:41

Ciao Fernando,

anche io ho riflettuto tanto sulla tua risposta. In effetti, a volte è bene non cadere nel tranello di voler ricercare una perfezione assoluta basandosi su criteri troppo soggettivi.

Dato che il punto cruciale nel tuo racconto era la ri-scrittura del linguaggio (cosa che hai fatto molto bene), il resto è puro piacere personale. L'unica cosa che mi sento di aggiungere, è che non metterei mai un pezzo così in un romanzo, a meno che non sia parte di uno schema narrativo ricorrente.

Per tanto: CHIEDO LA GRAZIA (se si può)

Ciao,
Martina

Avatar utente
Il Dottore
Messaggi: 357

Re: Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#18 » martedì 13 aprile 2021, 10:34

Perfetto Fernando.

Ti metto in valutazione allora!
Sono pronto a vivisezionare i vostri racconti... soffriranno, ma sarà per il vostro bene!

Avatar utente
Il Dottore
Messaggi: 357

Re: [IN VALUTAZIONE PER LA VETRINA] Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#19 » lunedì 3 maggio 2021, 12:06

Ciao Salvatore e scusa per l'attesa.

Alcune osservazioni sul testo:

- Inizi con un incipit al passato, poi passi con una spiegazione al presente. Questo mi ha fatto subito inciampare e tornare indietro per poi andare avanti dubbioso fino a quando non hai esplicitato che stiamo leggendo il racconto orale di qualcuno. Suggerisco però di trovare il modo di farlo capire sin dalla prima frase

- Anche il fatto che si stia parlando di adolescenti io l'ho capito solo a metà racconto. Fino a quel momento mi immaginavo una storia di trentenni. Anche questo punto ti consiglio di farlo capire dall'inizio. E' brutto per il lettore dover cambiare l'immagine mentale che si è fatto a metà storia

- L'omicidio alla fine giunge troppo improvviso. Va bene che è omofobo, ma questo non fa di lui
automaticamente un assassino: poteva limitarsi a un'aggressione verbale. Soprattutto se il narratore intuisce ciò che sta per succedere vuol dire che conosce bene la violenza del suo amico. Anche questo deve in qualche modo preparato. E' il meccanismo di "semina e raccolta" per cui si seminano degli indizi che passano inizialmente inosservati, ma poi assumono senso più avanti nella narrazione

Ti chiederei perciò di ragionare su queste osservazioni e provare a modificare il testo in questo senso.
Fammi sapere :)
Sono pronto a vivisezionare i vostri racconti... soffriranno, ma sarà per il vostro bene!

Avatar utente
Il Dottore
Messaggi: 357

Re: [IN VALUTAZIONE PER LA VETRINA] Il primo appuntamento di Salvatore

Messaggio#20 » venerdì 7 maggio 2021, 9:27

Ciao Salvatore.

Come preferisci
Sono pronto a vivisezionare i vostri racconti... soffriranno, ma sarà per il vostro bene!

Torna a “L'archivio (tutti i racconti passati dal Laboratorio)”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti