Dietro alla facciata

Appuntamento fissato per lunedì 20 novembre 2023 alle ore 21.00 con un tema di Jack Sensolini e Luca Mazza!
alexandra.fischer
Messaggi: 2824

Dietro alla facciata

Messaggio#1 » lunedì 20 novembre 2023, 23:49

Dietro alla facciata
Di Alexandra Fischer
Camminava rasente il muro quando da dietro un tizio le tagliò la strada.
Era molto elegante, ma con un che di sospetto per come si guardava intorno.
Lei capì che lo stavano inseguendo. Il respiro affannoso, il sudore.
Allora lo invitò a casa propria. – Se vuoi, puoi venire a me. Io sono Roberta.
− Gianrico, ma puoi chiamarmi Gin, però, scusa, io avrei una certa fretta.
− Ti stanno correndo dietro, eh?
− Da un po’, sì, è vero.
− Sali su.
Roberta abitava al trentesimo piano di una palazzina. Portò Gin in un ascensore dove c’erano diverse macchie di sangue.
Gin la guardò. Era piena di cicatrici. Portava con sé una lama. E aveva una borsa gonfia dalla quale si sentiva un rumore metallico.
− Abiti qui?
− Per ora. È la terza casa che cambio.
− Come mai?
Lei gli aprì la porta. – Ho molti nemici, come te. Parlami dei tuoi. Sono scagliosi e armati di spade e fucili?
− Già.
− Ho capito. E non sei preparato.
Gin allargò le braccia. – Da quando sono venuto non faccio che vagare.
− Lo capisco dalla tua faccia.
Sentirono delle voci rauche provenire da dietro la porta.
Tacquero.
Roberta aprì la borsa.
Tirò fuori un grosso fucile, lo puntò verso la porta.
Udirono una delle voci rauche dire. – Qui non c’è nessuno.
Un’altra rispose. – Cerchiamo meglio.
Una mano forzò la maniglia della porta.
Gin prese una sedia.
Roberta armò il fucile.
La porta finì in mille pezzi.
La creatura scagliosa, con un paio di strisce di pallottole intorno al petto e una mitragliatrice entrò. – Eccoli. Sono in due.
Roberta sparò.
Continuò a farlo anche quando arrivarono gli altri quattro.
Uscì nel corridoio.
−Nessuno, Gin. Però questo posto non è più sicuro.
− Come te lo sei procurato?
− Il proprietario me lo ha dato in cambio di una mappa.
− Ed è valida.
Roberta si scostò una ciocca di capelli biondi dalla fronte. – No, perché ho segnato soltanto i miei spostamenti ma non ho alcuna idea di dove siamo. Davvero.
Intanto prese le armi dei nemici morti. – Puoi scegliere fra una daga e la mitragliatrice.
− D’accordo, ma non so usarle. Sono nuovo di qui.
− Imparerai. Ti insegnerò io.
Gin rabbrividì quando lei gli indicò l’ascensore. – Proviamoci.
Premette il pulsante.
Scesero per strada.
Non c’era nessuno lungo la via fatta di palazzi. Solo qualche albero crivellato di colpi.
− Dove andremo? – le domandò Gin.
− Non lo so. Continua a camminare.
Gin le obbedì. La daga e la mitragliatrice pesavano.
− Più in fretta – lo esortò lei.
Finirono in un parco giochi, fra altalene, scivoli e un cubo pieno di buchi.
Roberta si guardò intorno, fredda. – Attento. Possono spuntare quando meno te lo aspetti.
Gin vide che c’erano impronte nel fango. Di chiunque fossero, erano di zampe dai lunghi artigli.
Roberta lo portò di fronte a un palazzo semi diroccato. – Ci sono già passata, credo.
− Davvero?
− Forse. Qui è tutto uguale. Ci vorrebbe una mappa.
Da dietro la facciata spuntarono una decina di creature scagliose.
Gin mormorò a Roberta. – Peccato non avere il tempo di farne una.
Una delle creature scagliose intimò loro di arrendersi.
Roberta trascinò Gin a ritroso, verso il parco.
Corsero via, mentre i proiettili fischiavano loro tutt’intorno.



Avatar utente
antico
Messaggi: 7109

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#2 » lunedì 20 novembre 2023, 23:52

Ciao Alexandra! Orario insolito per te, sono curiosissimo di leggerti! Parametri tutti ok, buona IGNORANZA EROICA EDITION!

alexandra.fischer
Messaggi: 2824

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#3 » martedì 21 novembre 2023, 13:45

Ciao, Antico, grazie.

Avatar utente
KatyBlacksmith
Messaggi: 82

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#4 » martedì 21 novembre 2023, 13:49

Ciao, Alexandra, ben ritrovata!
Tema centrato, con una bella fetta di angoscia per il lettore. Trattazione originale con questi scagliosi venuti da non si sa dove, ma con l'intento evidente di conquistare. Ne hai seminato gli indizi con perizia: chiamandoli scagliosi, la voce rauca, le impronte con artigli. Un po' per volta si arriva a immaginarli, con quell'alone di non detto e non visto che li rende ancora più spaventosi.
Forse ci sono alcuni punti rifinibili, come il "da dietro un tizio le tagliò la strada" che è poco immediato. Si perde tempo a cercare di immaginare la manovra: sarà dietro? Ma le ha tagliato la strada, quindi è davanti? Immagino sia davanti, dato che ne nota i particolari.
Quando si associa "donna" e "borsa" si immagina un oggetto magari anche grande, ma elegante. Così quando tira fuori il grosso fucile c'è un momento di straniamento. Forse "borsone" sarebbe stato un termine che avrebbe lasciato il lettore scivolare meglio in questo passaggio.
Roberta che trascina a ritroso Gianrico verso il parco (uno spazio aperto, privo di difese e quindi una decisione incomprensibile) mi fa immaginare lei che lo afferra per il colletto, alla nuca e lo trascina, letteralmente, come un sacco. Forzutissima questa Roberta.
Buona Gara! :)

Ragazzo
Messaggi: 54

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#5 » mercoledì 22 novembre 2023, 9:42

Ciao, metto il mio commento anche qui.

Sembra l’inizio di un racconto più lungo. Mi lascia con un sacco di domande ma nessuna risposta. Che cos’è una creatura scagliosa? I protagonisti se le ritrovano davanti, ma tu non le descrivi e quindi il lettore non le vede. Ma dove ci troviamo? In una città reale? In un sogno? In un videogioco? All’inferno? Il tema può anche starci, ma ripeto, il racconto sembra un’estrapolazione da una storia più lunga dove immagino possano esserci tutte queste risposte.

alexandra.fischer
Messaggi: 2824

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#6 » mercoledì 22 novembre 2023, 14:37

Ciao, KatyBlacksmith, scusa per i particolari da aggiustare. Sono contenta che la storia nel complesso ti sia piaciuta.
Ciao, Ragazzo. Mi dispiace che il racconto abbia tutte queste pecche. Io ci ho provato. Farò meglio la prossima volta.

Avatar utente
Robin
Messaggi: 34

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#7 » mercoledì 22 novembre 2023, 22:35

Ciao Alexandra!

Eccomi qui con il muo commento!

Parto dicendo che quest' ambientazione che unisce: lame, fucili, sangue, poste che si frantumano, ascensori, parchi... Non so perché ma devo dire che mi è piaciuta un sacco!

Purtroppo però la storia non mi ha condotto da nessuna parte è come se alla fine mi sentissi di non aver vissuto nulla... E ci sono almeno un paio di punti che mi hanno proprio bloccato nella lettura,

- il primo riguarda proprio la scena iniziale, ove dici che il personaggio rasenta al muro e nello stesso tempo il tizio gli taglia la strada.. non riesco proprio a visualizzare cosa intendi...

- il secondo riguarda il fucile estratto dalla borsa... Ora te la butto sul ridere e penso... È la borsa di Mary Poppins XD

E devo dirti che è un peccato perché l'ambientazione mi è piaciuta un sacco, ci vedrei un bel libro su un mondo così!!

In bocca al lupo per tutto e buona palestra di scrittura!
Robin Ki
Be a King, the Kingdom will come.

Avatar utente
Gerry Ponsacchi
Messaggi: 43

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#8 » mercoledì 22 novembre 2023, 22:50

Ciao Alexandra, il tuo racconto mi ha lasciato con un senso di curiosità a dir poco inquietante. Sembra di vedere alcuni cortometraggi giapponesi doppiati in italiano dove creano dei dialoghi in cui loro sono perfettamente a loro agio, ma lo spettatore (europeo) un po’ meno.
Ma complessivamente mi ha lasciato un buon feeling. Direi che hai centrato il tema dell’Edizione. Caratterizzato meglio il personaggio di lei rispetto a lui, che invece si lascia trascinare.
Il finale, questo incompiuto con gli scagliosi e loro che scappano. Non è male, sai, hai lasciato addosso questa curiosità tutta particolare.
buona Edition
g3rry

alexandra.fischer
Messaggi: 2824

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#9 » giovedì 23 novembre 2023, 15:28

Ciao, Robin, grazie delle indicazioni su come migliorare la storia. Sono contenta che nel complesso ti sia piaciuta.

alexandra.fischer
Messaggi: 2824

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#10 » giovedì 23 novembre 2023, 15:29

Ciao, Gerry, sono felice che la storia ti sia piaciuta.

Sira66
Messaggi: 148

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#11 » giovedì 23 novembre 2023, 15:37

Ciao Alexandra. L’ambientazione del racconto è chiara, un po’ meno chi siano i due protagonisti e cosa abbiano fatto per essere in fuga, inseguiti da nemici non meglio identificati (Roberta lascia intendere che ce ne siano diversi e a vario titolo). C’è un po’ di confusione anche nelle scene: Gin prende una sedia, perché? Non lo spieghi, forse per appoggiare il fucile o è superfluo? Poi Gin chiede “Come te lo sei procurato?”, cosa? Dai per scontato che il lettore capisca che si sta riferendo al fucile, ma c’è di mezzo un’altra azione e il lettore perde la relazione, glielo farei specificare. La mappa poi non è valida perché ci sono solo gli spostamenti di Roberta e sul finale dice che ci vorrebbe una mappa, cioè che abbia scritto cosa, gli spostamenti altrui? Specificherei anche qui in modo che non si creino dubbi. Ti suggerisco poi di correggere quella “palazzina” di trenta piani con un termine differente, anche solo “palazzo”, trenta piani sono parecchi per una -ina. Buona gara comunque.

alexandra.fischer
Messaggi: 2824

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#12 » venerdì 24 novembre 2023, 14:39

Ciao, Syra66, farò tesoro dei tuoi suggerimenti. Sono davvero preziosi.

Avatar utente
GiulianoCannoletta
Messaggi: 518

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#13 » venerdì 24 novembre 2023, 16:28

Ciao Alexandra, sempre un piacere leggerti.
Una storia dove emerge una bella dose della tua fantasia, mi piacciono molto i mondi che riesci a immaginare e questo non fa eccezione.
A mio avviso, potresti lavorare un po' sul finale e renderlo più avvincente. Mi piacciono i finali aperti, ma in questo caso mi pare che manchi qualcosa, per esempio un obiettivo, una direzione per i nostri due protagonisti.
A parte questo aspetto, è un buon racconto e mi è piaciuto.
A rileggerci presto!
Giuliano
“Uno scrittore argentino che ama molto la boxe mi diceva che in quella lotta che si instaura fra un testo appassionante e il suo lettore, il romanzo vince sempre ai punti, mentre il racconto deve vincere per knock out.”
Julio Cortázar

Cinzia Fabretti
Messaggi: 157

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#14 » sabato 25 novembre 2023, 15:25

Gentile Alessandra, l'ambientazione è certo 'infernale' e vivida. Concordo con chi ha già commentato che diverse sbavature andrebbero corrette, come lo sconosciuto che le taglia la strada da dietro che non è immediatamente visualizzabile, e come la borsa da cui estrae un fucile, che lascia davvero perplessi. Il problema vero a mio avviso è però il non chiudersi della vicenda: resta troppo in sospeso ciò che accade dei due e degli umani in generale, hai fissato in questa pagina più una scena di una storia che un racconto. Che poi sia un esercizio diabolico scrivere un racconto completo di ambientazione e finale con i limiti di tempo e battute di minuti contati... di questo sono tristemente consapevole e hai tutta la mia solidarietà. Devo però fare una qualche valutazione in rapporto agli altri autori del gruppo, e trovo, per il motivo che ti dicevo su, il tuo racconto un po’ meno soddisfacente di altri.

alexandra.fischer
Messaggi: 2824

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#15 » sabato 25 novembre 2023, 16:11

Ciao, Giuliano, sono contenta che la storia nel complesso ti sia piaciuta. Pazienza per il finale, vedrò di fare meglio.
Ciao, Cinzia, mi dispiace per gli errori che hanno reso meno soddisfacente di altri il mio racconto. Vedrò di fare meglio la prossima volta.

Avatar utente
Shanghai Kid
Messaggi: 325

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#16 » domenica 26 novembre 2023, 21:30

Ciao Alexandra,
piacere di averti letto!
Allora, mi ha colpito l’inizio un po’ hard boiled e l’ambientazione, così particolare, che delinei bene in questa manciata di caratteri. Tuttavia, anche io ho trovato il finale un po’ sottotono rispetto al resto del testo e la stesura di alcune battute un po’ ostica alla lettura. I clichè narrativi che talvolta mi infastidiscono qui funzionano bene per la caratterizzazione dei personaggi.
A rileggerci,
Elisa

Avatar utente
gcdaddabbo
Messaggi: 294

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#17 » domenica 26 novembre 2023, 22:46

Ciao Alexandra! Piacere di rileggerti!
Il luogo imprecisato nel tempo e nello spazio in cui la tua storia si sviluppa è un vero inferno e sembra proprio che nessuno abbia provveduto a disegnarne una mappa. Il tema è dunque centrato.
I due protagonisti si muovono per sfuggire a minacce oscure in una lotta per la sopravvivenza che però non è riuscita ad appassionarmi proprio per l’assenza di una motivazione che mi leghi ai loro desideri o ai loro bisogni.
Quale mappa ha scambiato Roberta con l’appartamento infestato di presenze ostili?: questa è l’unica curiosità che mi è rimasta dopo aver letto il tuo racconto.
Il resto è tutto un fragore di sparatoria come in certi telefilm che evito di guardare. Non penso neppure che per Roberta e Gin ci possa essere un futuro che valga la pena di osservare.
Buona IGNORANZA EROICA EDITION!

alexandra.fischer
Messaggi: 2824

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#18 » lunedì 27 novembre 2023, 16:23

Ciao, Shangai Kid, grazie del commento. Sono felice che la storia nel complesso ti sia piaciuta.
Ciao gcddadabbo, mi dispiace che la storia non ti sia arrivata. Colpa mia. Vedrò di fare meglio.

Avatar utente
BruceLagogrigio
Messaggi: 229

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#19 » lunedì 4 dicembre 2023, 12:04

Ciao Alexandra, finalmente ho un po' di tempo per leggere gli altri racconti.

Mi è piaciuto molto lo stile che hai usato in questo racconto! Più di azione del tuo solito e ben bilanciata con il resto. Inoltre mi piacciono molto quei nemici che si vedono e non si vedono e di origine sconosciuta stile primi Alien.

Devo dirti che fino alla fine ho immaginato che i protagonisti fossero delle specie di action figure di un boardgame (non so se hai presente) quelli figure che muovi sul tabellone in cui la mappa viene svelata ma mano aggiungendola al restante piano di gioco come un puzzle. Sopratutto quando hai detto che la mappa non era valida.
Il punto debole del racconto infatti è il finale che rimane troppo sospeso. La scoperta del gioco sarebbe potuto essere un ottimo finale ad effetto.

Cari Saluti.

Bruce.
L'uomo prudente, con una frase elegante, si cava fuori da ogni garbuglio, e sa usar la lingua con la leggerezza di una piuma. Umberto Eco

Avatar utente
antico
Messaggi: 7109

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#20 » mercoledì 6 dicembre 2023, 21:27

Dunque, lo vedo più come un esercizio. Lo stile mi è parso buono anche se ci sono troppe andate a capo. Manca contestualizzazione e questo è il problema più rilevante perché si capisce che siamo all'inferrno solo se si conosce il tema e questa è una debolezza decisamente sensibile. In generale manca anche un lavoro sui personaggi perché non ho trovato una semina sufficiente non solo sul luogo, ma anche sulla loro situazione. Detto questo, vale la pena continuare a provare questo stile. Questa volta siamo su un pollice tendente verso il positivo, ma al pelo pelo.

alexandra.fischer
Messaggi: 2824

Re: Dietro alla facciata

Messaggio#21 » giovedì 7 dicembre 2023, 15:06

Ciao Antico, grazie. Terrò presente il tuo giudizio per migliorare in futuro.

Torna a “Ignoranza Eroica Edition - la TERZA dell'UNDICESIMA ERA - 177° ALL TIME”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti