Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#1 » domenica 2 aprile 2017, 19:25

Ciao a tutti. Colgo al volo il suggerimento dell'Antico e posto il racconto della Vietti edition, modificato seguendo i suggerimenti avuti nei commenti.


Diluvio universale
di M R Del Ciello


«Che fai, Mimmo?»
Leo mi guarda e con una mano si protegge gli occhi dal sole.
«Mi sto preparando», rispondo continuando a tirare una fune alla fine della quale ho legato un fascio di rami d’albero.
Punto i piedi per terra, tiro con forza la corda tesa dietro di me, ma avanzo a fatica e tutt’intorno si alza una nuvola di polvere.
«Si può sapere a cosa ti staresti preparando?» Leo tossisce, mi osserva con sufficienza e chissà cosa gli frulla nella testa. Non perde occasione per prendersi gioco di me. Mi gira sempre intorno, negli ultimi tempi. Dice che non me la devo prendere se quel cretino di Luca non fa altro che deridermi, ma poi alla prima occasione è lui il primo a chiamarmi "tappetto".
«Al diluvio», rispondo continuando a tirare.
«Al diluvio? Ma che dici? Sei scemo?»
Mi fermo un attimo. Devo arrivare dietro casa, dove già ho radunato altra legna. Ci vorrà un po’ di tempo e di fatica ma posso farcela. Ho preso alcuni attrezzi dal capanno del nonno e, chissà, se glielo chiedo magari mi dà anche una mano.
«L’hanno detto alla TV, non hai sentito?», non so nemmeno io perché gli rispondo.
«No, cosa?»
«Che i ghiacciai si stanno sciogliendo, che l’asse terrestre si è spostato, che c’è la sovrappopolazione e forse presto anche una grande epidemia. Insomma, notizie terribili.»
«Ma cosa c’entra il diluvio?» Leo, un sorrisetto ironico stampato sulla faccia, mi guarda come se fossi un pazzo.
«L’ha detto anche don Peppino. Ha detto proprio “Se andiamo avanti così un bel diluvio non ce lo toglie nessuno”.»
«Tu sei tutto scemo. Ancora dai retta a don Peppino. Lo sai che quello è sempre ubriaco.» Leo si allontana fischiettando e io mi maledico per quella brutta abitudine che ho di giustificarmi sempre con tutti.

Si sono piantati qui davanti senza dire una parola. Mi guardano mentre fisso le ultime assi, e si lanciano occhiate complici.
Siccome mi sento un po' a disagio, provo a rompere il ghiaccio.
«Che ve ne pare?», mostro orgoglioso la mia zattera, ormai completata, sulla quale ho piantato anche una tenda igloo. È venuto pure Luca, Leo se l'è portato dietro come spesso fa quando vuole rompermi le scatole e gli serve una spalla.
Guardano curiosi la zattera. Secondo me sono invidiosi. E infatti l’unica cosa che Leo riesce a dirmi è: «Non c’è spazio.»
«Spazio per cosa?», intanto osservo il cielo scrupoloso. Terso e pulito come le lenzuola stese dalla mamma.
«Per gli animali. Non doveva essere un’arca?», e ride sguaiato.
Ride anche Luca, assecondando l'amico. Sembra un deficiente e ovviamente non si lascia sfuggire l'occasione: «Eh sì, tappetto, sembra un po' piccola anche a me come arca. Però magari solo per te potrebbe bastare.» E dà una gomitata a Leo che continua a ridere piegando la schiena e puntando le mani sulle ginocchia.
«Non importa. Tanto porterò con me solo Nemo», il barboncino intanto mi scodinzola intorno felice.
«Si, va be’, ti saluto Mimmo. Se ti va, ci troviamo al campetto dopo pranzo.» Leo mi guarda, poi lancia un'occhiata a Luca che gli strizza l'occhio e aggiunge: «Stiamo organizzando un torneo di calcetto. Magari riusciamo a far giocare pure te, questa volta.»
E se ne vanno continuando a sghignazzare e a darsi pacche sulle spalle.

Le nuvole si addensano in fretta nel cielo. Tutto si fa scuro. In lontananza cominciano a sentirsi dei tuoni.
Nel pomeriggio faccio un salto al campetto, giusto per vedere se mantengono la promessa. Mi fermo vicino alla rete di recinzione, vedo Leo e Luca in lontananza che mi sorridono e poi parlottano tra loro. Cominciano a ridere a crepapelle e mi voltano le spalle. Sono certo che si stanno prendendo gioco di me, come al solito.
Gocce di pioggia cominciano a cadere, prima rade, poi sempre più fitte e violente. Si alzano anche raffiche di vento violente e gelide.
E' allora che mi guardano di nuovo e noto un velo di paura offuscare i loro volti.

Torno alla mia zattera, ormai fradicio. Prendo Nemo in braccio e mi accuccio nella tenda igloo.
Accendo la torcia e in un angolo sistemo una scorta di biscotti secchi e di succhi di frutta.
Non vorrei sbagliarmi ma sopra le nostre teste credo stia proprio diluviando.
Stringo Nemo.
Io sono pronto.
Ultima modifica di maria rosaria il domenica 3 settembre 2017, 8:39, modificato 9 volte in totale.


Maria Rosaria

Kuranes
Messaggi: 105

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#2 » lunedì 3 aprile 2017, 14:31

L'idea di introdurre il personaggio di Luca è ottima! Ma intendi "tappeto" o "tappetto"? Comunque mi sembra che funzioni bene, forse all'inizio Leo è ancora troppo simile a un fratello maggiore "protettivo" che non all'adolescente un po' stronzetto che viene fuori nel secondo paragrafo. Mi pare stia tutto in questa frase

"— Si può sapere a cosa ti staresti preparando? – Leo tossisce, si toglie gli auricolari e mostra una certa curiosità. Mi gira sempre intorno, negli ultimi tempi. Dice che non me la devo prendere se quel cretino di Luca mi prende in giro, ma io proprio non lo sopporto quando mi chiama "tappeto"."

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#3 » lunedì 3 aprile 2017, 14:42

Cavolo! Non me ne sono accorta neanche quando l'ho riletto...
Sì, intendevo "tappetto", nel senso di bassa statura :D
Grazie Kuranes per avermelo fatto notare
Per quanto riguarda Leo, vedo di rimediare.
:)
Maria Rosaria

alexandra.fischer
Messaggi: 2009

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#4 » giovedì 6 aprile 2017, 20:55

Racconto semplice, con una morale: a volte i tappetti come Mimmo ci vedono più lontano degli altri.
Mimmo, infatti, si è preparato una mini arca (nella quale accoglie il suo barboncino Nemo) per sfuggire al Diluvio Universale del quale si parla in T.V. e non solo (penso a Don Peppino, forse un sacerdote con il vizio di alzare il gomito? Io lo mostrerei un po’ di più, magari nel finale, mentre dice a Leo e Luca: ma cosa fate nel campo? Scappate). Questo mentre l’”amico Luca” (che lo ascolta, ma lo prende in giro a causa della bassa statura) e il linguacciuto Leo se ne vanno a giocare a calcetto. Mi piace il paragone cielo-lenzuola stese da mamma. Le curiosità in merito alle reazioni di Luca e Leo al campo di calcio mentre si scatena il diluvio non guasterebbero per ribadire il finale del racconto, una sorta di: aveva ragione lui.

Aspetto notizie

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#5 » venerdì 7 aprile 2017, 19:45

Grazie Alexandra.
Mi pare di capire che il racconto ha bisogno di un respiro più ampio, che va ampliato per essere meglio godibile, giusto?
Ci proverò...
A presto
:-)
Maria Rosaria

Fernando Nappo
Messaggi: 585

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#6 » domenica 9 aprile 2017, 16:16

Ciao Maria Rosaria,
questa versione mi piace di più di quella postata durante il contest, mi sembra che i personaggi siano meglio caratterizzati e identificabili, e Luca in questo aiuta. Concordo con Alexandra che sarebbe interessante inserire qualche riga riguardo alle reazioni di Luca e Leo quando comincia a piovere. Un po' di respiro in più, come concludi tu stessa, forse gioverebbe ulteriormente al racconto.

A rileggerci.

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#7 » domenica 9 aprile 2017, 17:00

Grazie, Fernando, del commento.
Vedrò di ampliare la storia.
A presto.
:-)
Maria Rosaria

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#8 » mercoledì 3 maggio 2017, 16:54

Ecco, ho corretto alcune cose e ho inserito anche alcune reazioni dei compagni quando comincia a piovere.
A voi i commenti.

:)
Maria Rosaria

Avatar utente
angelo.frascella
Messaggi: 698

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#9 » martedì 9 maggio 2017, 22:14

Ciao M.R.

Anche questo mi è piaciuto. Il finale è abbastanza prevedibile, ma il fatto che tu lo abbia lasciato aperto (sarà solo una gran pioggia o il diluvio universale?) non lo rende banale.
Per me è promosso.
CHIEDO L'AMMISSIONE IN VETRINA

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#10 » mercoledì 10 maggio 2017, 9:09

Grazie, Angelo.

:-)
Maria Rosaria

Avatar utente
Il Dottore
Messaggi: 328

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#11 » domenica 6 agosto 2017, 19:14

Ciao, M.R.

Ti interessa ancora lavorare sul racconto? Visto il periodo moscio del laboratorio, vista la tua ferente attività nel commentare i racconti altrui, io sarei per lasciarlo attivo finché il Laboratorio non si rianima un po'. Dimmi tu
Sono pronto a vivisezionare i vostri racconti... soffriranno, ma sarà per il vostro bene!

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#12 » domenica 6 agosto 2017, 19:20

Ciao Dottore.
In realtà da alcuni giorni avevo ripreso a lavorarci su. Vorrei tenerlo ancora attivo, almeno per il mese di agosto.
Poi vediamo se qualcuno viene a commentare.
Grazie.
:-)
Maria Rosaria

valter_carignano
Messaggi: 417
Contatta:

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#13 » domenica 27 agosto 2017, 22:03

ciao
non ho letto il racconto originale, e non avendo partecipato al contest non so nemmeno quale fosse il tema. Meglio così, secondo me, così non ho preconcetti e valuto il racconto in sé (per quello che vale il mio giudizio, ovvio).
Il racconto scorre molto bene, le immagini sono vivide, i dialoghi funzionano bene. Già altri hanno fatto notare che il finale è prevedibile, ma io sarei stato deluso se non fosse finito così, quindi per me è ottimo. Che poi sia un vero diluvio o solo un'acquazzone non ha importanza, ai fini del mood della narrazione.

Ho dei dubbi sul maiuscolo dopo i dialoghi. Se mi ricordo bene, ci va il minuscolo coi verbi tipo 'disse', 'dichiarò' eccetera (che hanno un nome preciso ma non me lo ricordo...), quindi in un certo senso questo
— L’hanno detto alla TV, non hai sentito? — non so nemmeno io perché gli rispondo.

io direi che ci può stare. Ma
— Che ve ne pare? — mostro orgoglioso

e
— Spazio per cosa? — intanto osservo il cielo scrupoloso.

e successivi direi invece di no. O hai deciso di non seguire questa regola? Nel caso, allora osservazione inutile.

Per il resto, niente da dire e ottimo lavoro.
Se è tuo interesse 'andare in vetrina', allora
CHIEDO L'AMMISSIONE IN VETRINA

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#14 » lunedì 28 agosto 2017, 22:12

Ciao Valter.
Grazie per il commento.
Per quanto riguarda il maiuscolo dopo i dialoghi mi sa che sono io che ho scritto tutto senza pensare a questa regola.
Siccome però mi sembra di ricordare che il Dottore preferiva le caporali, ora provo a sostituire i trattini sperando di non combinare casini.
Maria Rosaria

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#15 » lunedì 28 agosto 2017, 22:28

Trattini sostituiti.
Spero di non aver fatto confusione con la punteggiatura.
Maria Rosaria

MTHS
Messaggi: 15

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#16 » venerdì 1 settembre 2017, 23:21

Questo è un bel racconto.
Non saprei come migliorarlo.

Le nuvole si addensano in poco tempo nel cielo -> le nuvole si addensano in fretta nel cielo (così mantieni la cadenza giambica degli accenti - ?)
Accendo una torcia ---> accendo LA torcia (Mimmo ne ha portata più di una?)

Non un granché come consigli, lo so. Ho adorato la determinazione e l'assoluta convinzione di Mimmo. Racconto semplice ed efficace. Complimenti davvero.

magari è tardi ma

CHIEDO L'AMMISSIONE IN VETRINA
---

Va tutto bene.
Va tutto bene?

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#17 » mercoledì 6 settembre 2017, 15:53

Approfitto, dopo aver lasciato altri due commenti, uno al racconto di Sara (viewtopic.php?f=97&t=2214&p=25190#p25190) e l'altro a quello di Luke (viewtopic.php?f=97&t=2303#p24802)
per sfidare il Dottore.
Si dice così ora?

:-)
Maria Rosaria

Avatar utente
Sara Todde
Messaggi: 42

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#18 » mercoledì 6 settembre 2017, 18:54

Ciao Maria Rosaria,

vedo che hai già tre richieste di ammissione alla vetrina, ma vorrei commentare comunque. Ho trovato il tuo racconto delizioso, semplice e diretto al punto giusto. Mi piace molto come ci immergi senza riserve nel punto di vista di Mimmo: il suo sarcasmo, la sua caparbietà e la sua insofferenza nei confronti degli amici/nemici ci accompagnano in ogni momento della narrazione, com'è giusto che sia. Naturalmente mi aspettavo che alla fine del racconto la pioggia iniziasse davvero, ma non è poi così importante. Mi domando se Mimmo si scoprirà piccolo profeta in erba o se magari un temporale veramente pauroso porterà Leo e Luca a rispettarlo un po' di più. L'unica cosa che avrei fatto diversamente è la scelta dei nomi: probabilmente sono solo io, ma due nomi brevi con la stessa iniziale, come Leo e Luca, nella mia mente tendono a sovrapporsi.

Per il resto, anch'io CHIEDO L'AMMISSIONE IN VETRINA. A rileggerci presto!
Once barely taking a break
Now she sleeps her days away

Avatar utente
Il Dottore
Messaggi: 328

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#19 » mercoledì 6 settembre 2017, 23:09

maria rosaria ha scritto:Approfitto, [CUT]
per sfidare il Dottore.
Si dice così ora?
:-)


Bella domanda! Devo pensarci!
"Chiedo di essere ammessa al microscopio" potrebbe andare?
O magari "voglio vistare il TARDIS"?
Oppure "mi metto in sala d'attesa"?

Vabbé, lasciamo "sfido il dottore" o "chiedo l'ammissione in vetrina" che suonano meglio...

Stupidate a parte, hai lavorato tanto sul racconto e l'hai fatto bene. Il risultato mi piace. Per cui ti ammetto alla Vetrina!
Complimenti
Sono pronto a vivisezionare i vostri racconti... soffriranno, ma sarà per il vostro bene!

Avatar utente
antico
Messaggi: 4877

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#20 » lunedì 11 settembre 2017, 15:21

Racconto pubblicato in Vetrina, provvedo a disattivarlo qui nel Laboratorio.

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Re: Diluvio universale - (ex Vietti edition)

Messaggio#21 » lunedì 11 settembre 2017, 15:47

Grazie, Antico.

:-)
Maria Rosaria

Torna a “2017”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti