Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Appuntamento per lunedì 18 giugno dalle 21 all'una!
Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 553

Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#1 » martedì 19 giugno 2018, 0:13

Daniele alza il volto dalle ginocchia. È rattrappito al suolo e prega di udire ancora i tonfi e le urla al di là della parete. Il rumore è vita. È Virna.
Mantengo il segreto, è il sussurro che ode, e piange.


Stava appendendo un quadro in salotto, quando la parete scivolò di lato. Cacciò un urlo e per poco non se la fece addosso. Aiutandosi con la torcia dello smartphone, rimase di stucco.
Una camera spoglia di quattro metri per quattro, muri spessi, niente lampade né finestre.

Prova ad alzarsi, invano.
Le articolazioni scricchiolano, osa solo andare carponi. Raggiunge il muro e spera di tastare il vuoto, ma tocca solo l’intonaco.
Come fa a essere viva, dopo quattro giorni? Come fa LUI a esserlo?


Il fascino di quel bunker misterioso gli instillò il dilemma su come sfruttarlo. Una sorta di cassaforte? No, non aveva risparmi considerevoli, né oggetti di valore. La sua vita non aveva segreti. Non materiali, almeno.
A parte quella camera, ovvio.

“Virna...”
Pronunciare il suo nome è una violenza.
Mantengo il segreto, bisbiglia ancora la stanza, e lui esplode di follia.


Cominciò quasi per scherzo.
Al principio si barricava là dentro per non farsi udire dai vicini molesti mentre li insultava, ma bastò poco perché ogni ingiustizia della sua vita finisse in quel confessionale. Scaricò tra quelle pareti tutto il livore e l'odio che non riusciva a esprimere, tutti i pensieri che mai avrebbe pronunciato o rinfacciato ad altri, ricevendo in cambio un contorto e isterico sollievo.
Ben presto fu la stanza a cercarlo.
Daniele cominciò a convincersene quando si accorse che si spalancava da sola proprio quando lui aveva un bisogno spasmodico di sfogarsi, e lo attirava a sé in quel buio che sapeva di calore materno.
Un giorno iniziò a sentirla a sua volta.
Mantengo il segreto, sussurrava la stanza.

“Virna!”
La parete si schiude tremando, come per la collera. Apre il sipario su un buio anomalo che fa risaltare ogni dettaglio. Compreso il corpo riverso sul pavimento.


Commise l’errore quella sera, quando incrociò Virna passando davanti al bar dove lavorava. Smaniava per portarsela a letto da mesi e lei aveva sempre dato chiari segnali di un’intesa.
“Ti va una pizza d’asporto da me?” le chiese, e quel “sì” fu la sua condanna.

Non gli riesce altro che strisciare, sputando muco assieme alle lacrime. L’isteria ha il sopravvento quando tasta le braccia di Virna, più fredde del pavimento.

Si ubriacarono in fretta. Daniele pensò di sfruttare la camera segreta per uno stupido gioco di prestigio e non capì subito perché la porta nascosta si fosse attivata senza alcun comando. Virna stette allo scherzo ed entrò, barcollante per la sbronza.
Daniele rise senza motivo nel vedere la parete sigillarsi all'improvviso. Quando però tornò la lucidità e, con essa, l’orrore, a nulla valsero i pugni e le suppliche. Rimasero solo le grida di Virna, sempre più soffocate, mentre lui annegava nella colpa.

“Per...ché...?” balbetta.
Mantengo il segreto, risponde la stanza. Non ero più il tuo.
Daniele guarda il corpo senza vita di Virna. Come può sopportare una simile moneta di scambio?
Il buio sussurra, più caldo e invitante, mentre invece la porta vibra, pronta a chiudersi.
Mantengo il segreto.
E tu?
Ultima modifica di eleonora.rossetti il martedì 19 giugno 2018, 0:41, modificato 17 volte in totale.


Uccidi scrivendo.

Avatar utente
Il Dottore
Messaggi: 326

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#2 » martedì 19 giugno 2018, 0:18

Ciao, Eleonora.

Tutto ok con i parametri, buona Valery Esperian Edition!

PS Puoi modificare il racconto fino all’una, sempre rimanendo nei parametri. In caso di modifiche nell’intervallo compreso tra le 01.01 e le 01.33 verrà assegnato un malus tempo.
Sono pronto a vivisezionare i vostri racconti... soffriranno, ma sarà per il vostro bene!

Avatar utente
SalvatoreStefanelli
Messaggi: 278

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#3 » martedì 19 giugno 2018, 17:15

Una storia non male, con un bel senso dell'horror. Tutto ha il suo ritmo anche se a me non è piaciuto molto, non so spiegarti bene il perché. Non ci sono errori o frasi che non vanno, però non mi ha preso quanto speravo. Inoltre, la frase finale rivolta al lettore... perché? Pensavi forse di istillargli un brivido di paura? Non ho trovato che sia riuscito, se quello era lo scopo. Forse la dovrò rileggerla per poterla valutare al meglio. Per ora si becca una sufficienza appena raggiunta, questo per i miei gusti.

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 553

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#4 » martedì 19 giugno 2018, 17:45

Ciao Salvatore, grazie del commento.
In realtà la frase finale non è affatto riferita al lettore, ma a Daniele. Nella frase prima c'è un contrasto, ovvero il buio invitante (la malia che la stanza ha su Daniele) con la porta che vibra, pronta a scattare e sigillarlo dentro se lui dirà di no. Ho omesso la risposta di Daniele volutamente. Mi spiace che non ti abbia convinto del tutto.
Uccidi scrivendo.

Avatar utente
megagenius
Messaggi: 440

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#5 » mercoledì 20 giugno 2018, 0:03

Ciao Eleonora!
Ho letto il tuo racconto con molto piacere. Sulle prime sono rimasto un po' disorientato, poi ho capito la (intelligente) struttura della trama, fino allo scioglimento, e ne sono rimasto soddisfatto. Tema ovviamente centrato e... hai fatto di più! Hai reso la "camera segreta" un vero e proprio personaggio, che instaura con Daniele un rapporto morboso, quasi simbiotico, di reciproca protezione e mutuo vantaggio. Mi è piaciuta tanto l'idea della stanza come luogo di sfogo delle peggiori pulsioni, ma anche come "utero" pieno di calore materno. La storia e molto ben scritta e ha un ritmo condotto con mano felice. Molto probabilmente sarà sul mio podio personale.
In bocca al lupo!

Emiliano.

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 553

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#6 » mercoledì 20 giugno 2018, 8:28

Ciao Emiliano, grazie! Sì, in effetti all'inizio mi sono scervellata per capire che cosa nascondeva questa benedetta stanza segreta, poi mi è venuta l'idea di quanto "attiri" una stanza vuota (se si fa caso, quando si trasloca, ad avere una stanza in più non la si lascia mai completamente spoglia, c'è sempre il bisogno di metterci una minima cosa). Uniamo tutto ciò al soprannaturale e la storia è venuta su da sola ^_^
Uccidi scrivendo.

mezzomatto
Messaggi: 171

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#7 » giovedì 21 giugno 2018, 17:24

ciao Eleonora,
Buono il senso dell'horror, ma non del tutto l'andamento della storia. Non amo molto gli sviluppi criptici, probabilmente sono troppo influenzato dalle Lezioni Americane di I. Calvino (la chiarezza, nel caso specifico), e leggendo questo racconto ho provato il senso di insoddisfazione per non riuscire ad entrarci dentro. Ho faticato a dividere i due piani temporali, quello del corsivo (il presente) e del normale (il passato). Forse aiuterebbe di più un trapassato prossimo invece del passato remoto. “Quando la parete era scivolata di lato...”, “...gli aveva instillato il dilemma...” e così' via.
Poi non mi è chiaro l'inserto del livore verso i vicini. Che c'entra con la storia di Virna?
Infine l'horror è un po' diluito. Viene subito proposto nel primo paragrafo “...prega di udire ancora i tonfi e le urla al di là della parete” e quindi indebolisce alquanto la descrizione, più avanti, del confinamento di Virna nella stanza.
Anche il non detto è troppo non detto, cioè non è chiaro se la stanza sia una entità autonoma o una manifestazione dell'inconscio dell'io narrante.
In conclusione un racconto un po' più che sufficiente, ma non ancora abbastanza buono.

Giuseppe

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 553

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#8 » giovedì 21 giugno 2018, 18:36

Ciao Giuseppe, ben trovato :)
Grazie per il commento, sui tempi verbali all'inizio ho avuto anche io il dubbio. Però il passato remoto mi dava più l'idea di una narrazione "flashback". Cosa che evidentemente non ho reso bene, ahimé.
Il livore coi vicini non c'entra con Virna (non capisco neanche perché dovrebbe c'entrare qualcosa XD)... è solo un punto di partenza. Lui inizia a entrare lì per sfogarsi e insultare i vicini rompiscatole, poi la cosa degenera sempre più finché non la usa come valvola di sfogo per qualsiasi cosa.
Sulla natura della camera credevo che il soprannaturale fosse chiaro quando si apre da sola, anche se la tua interpretazione nella chiave della malattia mentale è senza dubbio interessante.
Uccidi scrivendo.

viviana.tenga
Messaggi: 500

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#9 » sabato 23 giugno 2018, 13:54

Ciao Eleonora,

Come prima cosa, devo ammettere che ho dovuto leggere il racconto due volte prima di capirlo e apprezzarlo a pieno. Per qualche motivo, mi ero fatta l'idea che Daniele fosse chiuso dentro e ci ho messo un po' a capire la dinamica degli eventi.
Detto questo, il racconto è molto intenso e molto inquietante (in senso positivo). La stanza diventa un vero e proprio personaggio, anche ben caratterizzato. Personalmente, l'ho pensata come un'entità malvagia che si nutre delle energie negative di Daniele, per poi diventare abbastanza potente da passare a prede umane.
Non mi è chiarissima la frase alla fine "Non ero più il tuo": mi verrebbe da interpretarla come un segno che la stanza si è arrabbiata perché Daniele voleva mostrarla a Virna, ma non mi sembra molto logico. Da quel che ho capito, è sempre la stanza che sceglie se aprirsi o meno, quindi avrebbe potuto rimanere nascosta.
Comunque, in generale, racconto non immediato ma veramente d'impatto.

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 553

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#10 » sabato 23 giugno 2018, 18:51

Ciao Viviana! Per rispondere alla tua perplessità, ho immaginato che ormai la camera e Daniele fossero in una simbiosi tale che lei percepisse le sue emozioni e le sue intenzioni (si spalanca da sola quando è di malumore ecc.). Quindi può aver percepito le intenzioni di Daniele (che voleva rivelare la sua esistenza a Virna), ed è per questo che la uccide: per eliminare il testimone. "Non ero più il tuo" proprio per dire "io mantengo il segreto, avresti dovuto farlo anche tu". Ciao e grazie!
Uccidi scrivendo.

alexandra.fischer
Messaggi: 2008

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#11 » domenica 24 giugno 2018, 17:24

Bello, anzi, STREPITOSISSIMO. Mi piace questa camera segreta senziente, che fa da sfogatoio a Daniele, il quale la scopre in modo del tutto casuale (appendendo un quadro in salotto) e finisce per affezionarvisi come a una confidente, al punto da volerla usare come “complice” per affascinare la sua nuova conquista Virna. Peccato che la stanza, “innamorata” di lui (è lei a cercarlo negli ultimi tempi), non sia d’accordo sul fatto che lui voglia condividere la sua esistenza con Virna (la camera ha una regola inderogabile…Mantiene il segreto per una persona alla volta. Per questo uccide Virna segregandola fra le pareti). Mi piace come hai alternato il presente con il flasback. Il racconto scorre magnificamente. Complimenti.

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 553

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#12 » martedì 26 giugno 2018, 8:19

Ciao Alexandra! Grazie di essere passata da queste parti ^_^
Uccidi scrivendo.

Avatar utente
Linda De Santi
Messaggi: 497

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#13 » martedì 26 giugno 2018, 22:43

Ciao Eleonora!
Il racconto è ben scritto e l’idea della stanza segreta che accoglie (alimentandosene?) le frustrazioni del protagonista è ottima.
Inizialmente ho fatto un po’ fatica a capire i piani temporali delle parti scritte in corsivo, ma dopo un po’ tutto è diventato chiaro.
Ho avuto la stessa perplessità di Viviana: sembra che il motivo per cui la stanza uccide Virna sia il fatto che Daniele ha deciso di mostrargliela, ma dal punto di vista della porta (!) sarebbe bastato non aprirsi quando lui cerca di impressionare Virna con il gioco di prestigio. Mi sono data come spiegazione il fatto che la stanza sia gelosa di Daniele, ma se così è, mi sarebbe piaciuto che questa cosa emergesse più chiaramente dalla storia.
In ogni caso, un racconto ben scritto e assolutamente di piacevole lettura. Alla prossima!

Avatar utente
raffaele.marra
Messaggi: 397

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#14 » martedì 26 giugno 2018, 23:45

Un racconto interessante, capace di suscitare dubbi e interpretazioni. E questo credo che sia un aspetto positivo. La storia è soltanto apparentemente semplice. In realtà essa porta, come dicevo, a riflettere sul senso della camera vuota, sui risvolti psicologici del protagonista e sul binomio stanza/donna. Mi sono divertito così a ipotizzare i possibili nessi tra il concetto di stanza vuota e la donna, nessi che certamente non saranno stati tutti previsti da te autrice, ma che nascono comunque dalla tua opera. E allora ho riflettuto sul fatto che sia la stanza vuota che la donna sono a volte intendibili come prezioso luogo di sfogo, di ascolto e di riflessione. Ma anche luogo fisico in cui è piacevole "penetrare" seguendo un'esigenza istintiva che appaga entrambi, alimentando un rapporto che, a tratti, può anche diventare morboso.

Avatar utente
diego.martelli
Messaggi: 133

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#15 » mercoledì 27 giugno 2018, 7:37

E' bellissimo! L'intreccio funziona, i personaggi, "stanza malefica" compresa, sono ben caratterizzati, l'esposizione alternata fra timeline corrente (morte e follia) e backstory (come ci si è arrivati) usata benissimo. Non ho appunti negativi da fare, mi piace davvero un sacco e non saprei cosa consigliare come possibili modifiche: sforzandomi, posso dirti che "quel “sì” fu la sua condanna" suona un po' teatrale in un testo che mi sembra avere un sapore differente, ma mi pare comunque che ci possa stare. Bravissima!

Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 553

Re: Mantengo il segreto - Eleonora Rossetti

Messaggio#16 » mercoledì 27 giugno 2018, 8:23

Grazie a tutti per i commenti, rispondo uno per uno :)
@Linda: sulla tua perplessità e sul fatto che la porta si apra, avevo cercato di far intendere che Daniele avesse già in qualche modo menzionato la stanza segreta, magari annunciando proprio il gioco di prestigio. La stanza sta al gioco perché in questo modo può sbarazzarsi di Virna facilmente, perché, come si suol dire "il segreto lo tiene uno solo, in due si è già troppi". La stanza è oltremodo arrabbiata (per questo la porta trema di collera quando si riapre), gli ha impartito una lezione ed è pronta a bissare se lui non si dimostra più degno di lei.
Mi riallaccio anche al commento di @Raffaele in questo caso: sì, una sfumatura del genere l'ho colta anche io mostrando un po' la "gelosia" della camera e il fatto che, come lei manteneva i segreti, pretendeva lo stesso con l'uomo. Sulla personificazione più "stretta" ammetto di non averci pensato, grazie per lo spunto di riflessione.
@Diego: grazie! Sono contenta che ti sia piaciuto. Quel "sì, fu la sua condanna", ahimé ci ho riflettuto dopo che fosse un poco pomposo, ma ormai i giochi erano fatti. Alla prossima!
Uccidi scrivendo.

Torna a “ESPERIAN EDITION: La Quarta della Sesta Era - 117° All Time”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite