Caccia Notturna

Appuntamento per lunedì 18 febbraio dalle 21.00 all'una con il Campione della Quinta Era di Minuti Contati: Raffaele Marra!
Avatar utente
maurizio.ferrero
Messaggi: 352

Caccia Notturna

Messaggio#1 » lunedì 18 febbraio 2019, 22:39

Caccia Notturna

Guardo l’ora sullo smartphone. Sono le 3.33, come immaginavo. Ho sempre avuto un sesto senso per le cose bizzarre. La nottata si sta facendo lunga, e questa è un’ora infame per trovarsi parcheggiato sul ciglio di una strada provinciale sperduta nei campi. È febbraio, fa un freddo fottuto, e non c’è nemmeno un lampione. Quelli della provincia non hanno pensato che forse era il caso di farlo mettere, nemmeno dopo che quell’incrocio del cazzo, venti metri più in là, se ne è mangiati quattro nel giro di due mesi, spalmandoli come marmellata sul toast. Il segnale dello STOP è l’unica cosa che vedo, illuminato dalla debole luce lunare. Perlomeno è una notte limpida.
Do ancora una controllata al fucile, anche se so che il colpo è in canna e la sicura è tolta. Carcano modello 91, appartenuto a mio nonno. Lui lo usava per far saltare la testa ai fascisti. È ancora perfetto, con tutti i pezzi originali. L’unica licenza che mi sono concesso è l’installazione di un moderno mirino con visione notturna. Non posso farne a meno.
Attendo, forse mi addormento per qualche minuto, ma il sesto senso è sempre all’erta. Quando apro gli occhi, vedo un’auto venire nella mia direzione. Esco lentamente e, usando il finestrino aperto come base di appoggio, punto l’arma.
Capisco poco dopo che non è la persona giusta. Procede a velocità elevata ma costante, i fari sono fermi sulla carreggiata. Non sbanda, niente frenate brusche. Nonostante l’ora è bello sveglio e sobrio. Una visione rara.
Sbuffo deluso, rientro nell’abitacolo e lo lascio passare. Si ferma allo STOP un po’ bruscamente, poi riparte sicuro. Spero che quello giusto passi prima dell’alba, altrimenti dovrò farmi un’altra notte qui. Non mi piace quando la caccia si dilunga troppo.
Dormo un altro po’, poi ricontrollo l’ora. 4.44. Un’auto in avvicinamento. Me lo sento, questo è quello giusto. Riprendo posizione, prendo la mira.
Il guidatore sta correndo troppo. A giudicare dall’ora, è al ritorno da una notte in discoteca. Cocktail annacquati, adrenalina, forse qualche pasticca. Il bersaglio ideale.
Capisco quando è a meno di dieci metri da me che non vedrà lo STOP. Non sta arrivando nessun’altra macchina all’incrocio, ma non è quello il punto. Smetto di respirare, chiudo l’occhio sinistro.
Il gargoyle mascherato da segnale stradale prende vita e balza verso l’auto guidata dall’ubriaco. Attaccano solo gli sbronzi, chissà come lo capiscono. Lui non sa nemmeno di stare andando incontro alla morte.
Premo il grilletto. Il mostro viene preso in pieno petto, che si sgretola come se avessi martellato un blocco di pietra. L’impatto sull’asfalto lo trasforma in briciole nere.
L’autista ubriaco inchioda. Ha sentito lo sparo e si è svegliato quel tanto che bastava da premere il freno fino in fondo. Sbanda, ma riesce a mantenere il controllo dell’auto. Niente marmellata sul toast per lui. Rimango al buio, lui non mi nota. Vuole solo tornare a casa prima che qualche sbirro lo fermi e gli faccia il test del palloncino.
Ritiro il fucile nella mia valigetta. In quel momento il mio smartphone suona.
“Pronto? Sì, l’ho sistemato, ma è stata una nottataccia. Sto diventando troppo vecchio per questo lavoro. Già, quando si nascondevano sulle facciate delle chiese era tutto molto più facile. Tra un’ora sono a casa, fammi trovare un caffè ben caldo.”



Maurizio Ferrero



Avatar utente
antico
Messaggi: 4384

Re: Caccia Notturna

Messaggio#2 » lunedì 18 febbraio 2019, 22:41

Ed ecco il vincitore dell'ultima edizione: ciao Maurizio! Tutto regolare con caratteri e tempo, in bocca al lupo in questa Marra Edition!

Avatar utente
megagenius
Messaggi: 366

Re: Caccia Notturna

Messaggio#3 » martedì 19 febbraio 2019, 23:42

Ciao Maurizio!
Mi fa molto piacere commentare un tuo lavoro, visto che i tuoi precedenti si sono dimostrati sempre degli ottimi pezzi di bravura. E dico subito che stavolta, nel complesso, questo racconto mi ha lasciato tiepidino.
Intendiamoci: nulla da eccepire di così eclatante, nel senso che la narrazione è limpida, lineare ben condotta, avvince il giusto, stuzzicando la curiosità di sapere chi sia il cecchino e perché se ne stia lì nei pressi di un incrocio a prendere di mira un povero malcapitato. Avevo pensato a un serial killer, di quelli che ogni tanto si sentono in America che sparano a caso dai tetti e ammazzano gente per motivi folli e senza senso, ma poi il disvelamento finale ha rimescolato le carte.
Grosso modo ho apprezzato il modo in cui risolvi la vicenda, ma non mi sono sentito piacevolmente "raggirato" come è successo in molti racconti da quando sono su Minuti Contati. Quello che hai inscenato è un colpo di scena, okay, ma è messo lì, gratuito, senza veri indizi disseminati prima, nel corso delle battute iniziali. Tu penserai che, magari, la mia è una pignoleria, eppure alla fine della lettura mi sono detto: "Mah! Carina l'idea, tutto sommato, però..."
Questa caduta di tono, però, è in parte risollevata dalla telefonata finale da cui si evince che il protagonista fa un lavoro molto particolare e ti do atto che è una bella intuizione.
Un paio di indicazioni tecniche (ma non aggiungerò altro, visto che il racconto è comunque ben scritto...):
- "Se ne è mangiati quattro nel giro di due mesi", - preferibile "Se n'è";
- Nelle prime cinque righe ci sono due "nemmeno" che stonano. Da sostituire almeno uno. E ancora un paio più giù.
- Non mi ha convinto la questione dello sparo. Io mi sarei aspettato l'uso del silenziatore. E siamo sicuri che un ubriaco, offuscato dai fumi dell'alcool, senta dall'interno di un abitacolo virtualmente insonorizzato una detonazione esterna e abbia la lucidità di inchiodare? Io me lo sono chiesto...

In ogni caso, racconto da piena sufficienza.
In bocca al lupo!
Emiliano.

Avatar utente
maurizio.ferrero
Messaggi: 352

Re: Caccia Notturna

Messaggio#4 » mercoledì 20 febbraio 2019, 8:40

Grazie ad entrambi per i commenti.

The Ocean Atlas ha scritto:Piacevole anche il rimando alla storia contemporanea con il Carcamo modello 91, arma in realtà controversa dato che venne usata (e modificata) proprio dai Fascisti: ho colto, forse a tua inconsapevolezza, un'ulteriore ambiguità anche in quest'oggetto.


Semi-inconsapevole, a dire il vero. Non era mia intenzione creare ambiguità su questo dettaglio, ma direi che ci sta. Sapevo che era il fucile dato in dotazione ai soldati italiani della seconda guerra mondiale, e ho semplicemente ritenuto plausibile che uno di questi fosse caduto in mani partigiane.

megagenius ha scritto:Avevo pensato a un serial killer, di quelli che ogni tanto si sentono in America che sparano a caso dai tetti e ammazzano gente per motivi folli e senza senso, ma poi il disvelamento finale ha rimescolato le carte.
Grosso modo ho apprezzato il modo in cui risolvi la vicenda, ma non mi sono sentito piacevolmente "raggirato" come è successo in molti racconti da quando sono su Minuti Contati. Quello che hai inscenato è un colpo di scena, okay, ma è messo lì, gratuito, senza veri indizi disseminati prima, nel corso delle battute iniziali.


Beh, l'intenzione era esattamente quella, fare di tutto per far pensare al lettore che il protagonista fosse un killer che si diverte a prendere a fucilate gli ubriachi. Ma poi... Il non aver disseminato indizi è stato intenzionale, devo solo capire quanto abbia reso.

megagenius ha scritto:- Non mi ha convinto la questione dello sparo. Io mi sarei aspettato l'uso del silenziatore. E siamo sicuri che un ubriaco, offuscato dai fumi dell'alcool, senta dall'interno di un abitacolo virtualmente insonorizzato una detonazione esterna e abbia la lucidità di inchiodare? Io me lo sono chiesto...


Una pignoleria: il silenziatore smorza il colpo, e probabilmente avrebbe reso al cacciatore molto più difficile abbattere quella che, a tutti gli effetti, è una statua di pietra. In più ti assicuro che il suono di una fucilata lo senti, anche da ubriaco e dentro una macchina :D tutt'al più non capisci da cosa sia derivato, cosa che accade anche al guidatore del racconto.

Avatar utente
Marco Travaglini
Messaggi: 116

Re: Caccia Notturna

Messaggio#5 » venerdì 22 febbraio 2019, 10:17

Ciao Maurizio,
è un piacere ritrovarti, di seguito le mie impressioni, sperando di esserti utile.

Rispetto ai tuoi racconti precedenti, a mio personalissimo gusto, questo ha uno stile più evocativo. C'è un non so che di western-pulp che mi è piaciuto di più rispetto alle altre volte. Bella anche l’immagine della marmellata sul toast. Bello il particolare del fucile, che ha anche un nome che si presta a meraviglia per un racconto. Eppure anche io sono rimasto un po’ “tiepido” alla fine. Non tanto per una questione di semine, credo che semplicemente manchi la giusta tensione. Le descrizioni di ambienti e circostanze di preparazione sono ottime, ma non creano quell’ansia, quell’attesa del qualcosa di brutto che sta per accadere.
Anche la comparsa del mostro non mi è piaciuta moltissimo, non facciamo in tempo a capire che c’è un mostro che è già morto e il pericolo scampato. Credo tu abbia voluto dare l’impressione che questo “pistolero” volesse uccidere gli ubriachi, centrando in questo modo il tema del “nulla è come sembra” svelando che invece volesse salvarli (o meglio, uccidere il gargoyle). Ma in questo modo hai sacrificato la creazione della paura verso il mostro che invece ti era venuta fuori in maniera magistrale nella scorsa edizione.
Anche la telefonata finale, sebbene non tolga nulla, per me non aggiunge nemmeno.
In conclusione la mia impressione generale è di un racconto che, se non avessi voluto giocare al gatto col topo con il lettore, sarebbe potuto essere di ottimo livello, ma forse sarebbe andato poi fuori tema.

Avatar utente
Linda De Santi
Messaggi: 497

Re: Caccia Notturna

Messaggio#6 » domenica 24 febbraio 2019, 14:27

Ciao Maurizio!
Bel racconto, molto piacevole da leggere e con un finale che mi ha sorpreso (l’idea che mi ero fatta sul perché il protagonista si trova lì era totalmente fuori strada rispetto a quello che poi succede davvero). Il tema è centrato in pieno e la storia mi ha convinto. L’unico appunto che posso farti è che il finale secondo me avrebbe meritato più spazio: il “ribaltamento” della situazione arriva, capiamo chi è il protagonista, ma il tutto si chiude un po’ affrettatamente. Avrei preferito avere meno dettagli sulla sua arma e qualche dettaglio in più sulla sua identità nel finale, in ogni caso anche così è una bellissima prova.

viviana.tenga
Messaggi: 500

Re: Caccia Notturna

Messaggio#7 » domenica 24 febbraio 2019, 22:07

Ciao Maurizio,
Mi è piaciuto. Hai reso molto bene l'atmosfera e il colpo di scena è arrivato inaspettato. Bella l'immagine del gargoyle che si sgretola, l'ho immaginato bloccarsi a metà movimento e cadere polverizzato.
Dovendo trovare un difetto, non mi ha convinto molto la telefonata finale. Introduce un personaggio in più (cioè, lo fa intuire all'altro capo del telefono) e accenna una dimensione domestica di cui sinceramente non credo si senta il bisogno. Chiudere con un "Sto diventando troppo vecchio per questo lavoro. Quando si nascondevano sulle facciate delle chiese era tutto molto più facile" detto direttamente dalla voce narrante secondo me avrebbe reso il finale più pulito, ma è una piccolezza.

Avatar utente
DandElion
Messaggi: 591

Re: Caccia Notturna

Messaggio#8 » martedì 26 febbraio 2019, 0:26

Ciao Maurizio!
Bellissimo racconto, convincente dall'inizio alla fine, senza esitazioni.
Il colpo di scena finale è spettacolare, non so gli altri, ma io fino alla fine mi stavo chiedendo perchè volesse sparare agli ubriachi o addirittura ho pensato che gli sbandati alla guida fossero per qualche motivo zombie.
Dunque assolutamente riscontro positivo per questo racconto pulito e lineare da capo a fondo. Complimenti :D
#AbbassoIlTerzoPuntino #NonSmerigliateLeBalle
#LicenzaPoeticaGrammatica
Adoro le critiche, ma -ve prego!- che siano costruttive!!

Avatar utente
maurizio.ferrero
Messaggi: 352

Re: Caccia Notturna

Messaggio#9 » mercoledì 27 febbraio 2019, 15:29

Grazie per i commenti. La prossima volta vedrò di lavorare un po' di più sulla tensione.

Avatar utente
antico
Messaggi: 4384

Re: Caccia Notturna

Messaggio#10 » lunedì 4 marzo 2019, 14:15

Sì, quella chiusa fa sentire la mancanza di maggiore contestualizzazione e questo tende a sbilanciare un po' il racconto (questo per allacciarmi a quanto da alcuni sollevato). Detto questo, racconto scritto bene e capace di giocare egregiamente con il tema. Ecco, concordo con Linda nel chiedere più spazio per il mostro: potrebbe essere carino che abbia la consepevolezza della presenza del cacciatore e che la sua sia una corsa ad arrivare sulla preda prima del proiettile su di lui, cosa che ti permetterebbe di racchiudere il tutto nello stesso lasso di tempo, ma di farlo vivere di più al lettore, al contempo fornendo più info sul gargoyle. Concludendo: un pollice tendente verso l'alto in modo brillante.

Torna a “125° Edizione - Marra Edition - Decima della Sesta Era”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite