ALBA

L'atto conclusivo della Sesta Era di Minuti Contati vi aspetta lunedì 20 maggio dalle 21.00 all'una con tante guest che si sono alternate nel corso delle sue dodici edizioni!
Avatar utente
Il Calmo
Messaggi: 171

ALBA

Messaggio#1 » martedì 21 maggio 2019, 1:29

Alba

Nave Omero – giorno 36502

“Propulsione ripristinata, possiamo manovrare”.
“Perfetto, e per il resto ancora nessuna risposta?”
“No Signore”.
“Hai già provato anche in bassa frequenza?”
“Sì ma per il momento non ci sono contatti”.
“Va bene grazie, tu continua e se capti qualcosa avvisami immediatamente, io intanto vado dagli altri”.
“Signore?”
“Cosa?”
“Risponderanno vero?”
“Aspetto che me lo dica tu!”
_______

Il Capitano scende le scalette che portano alla sala riunioni del ponte H, digita quattro cifre sulla placca trasparente e la porta scorrevole si apre.
Trenta occhi si voltano all’unisono verso di lui in cerca di una risposta.
“Allora? Ci sono novità?” chiede l’uomo in quarta fila.
“Ancora niente ma stiamo continuando a provare, vedrete che…”
“Capitano, per favore, ci dica la verità!” urla una donna.
“Siamo stanchi di questa attesa, se siamo soli vogliamo saperlo adesso!” fanno eco altre voci.
“Sono morti tutti e moriremo anche noi!”
“Navighiamo alla cieca non è così?”
“Calma, calma vi prego, abbiamo scorte di cibo e non stiamo navigando alla cieca”.
“Ah davvero? E dove staremmo andando?”
“C’è un piano di volo Capitano? Quando arriveremo a casa?”
A casa.
Le domande si accavallano l’una sull’altra, la tensione ora è insostenbile e può sfociare in furia cieca. Occorre dare una risposta questa volta, qualunque essa sia.
“Abbiamo tracciato una rotta, ci stiamo muovendo verso…”
Il segnale di allarme suona improvviso e la luce rossa prende a lampeggiare intermittente, illuminando quegli spazi angusti e i volti stravolti delle persone.
Il Capitano si gira di scatto ed esce dalla sala, sigillando la porta.
In pochi secondi è in plancia di comando.
“Che succede?” chiede con affanno.
“Niente Signore, solo che mi è parso che fosse un po’ in difficoltà là sotto e così ho pensato di darle una mano”.
“Grazie, grazie infinite”.
“Signore?”
“Sì?”
“Aveva davvero un piano di volo? Che cosa stava per dire prima?”
Il Capitano deglutisce amaro. Un rivolo di sudore gli imperla la fronte. Non può deluderlo.
“30 gradi est, propulsione avanti tutta per 240” dice con voce sicura.
Il Nostromo distende i muscoli del viso, sorride e ripete l’ordine.
Immediatamente le luci rosse dell’allarme cessano di lampeggiare e la navicella aumenta la velocità.
Il Capitano poggia le mani sull’oblò, prega.
“Siamo soli vero Signore?” chiede il Nostromo a bassa voce.


Nave Omero – giorno 1 - Diario di bordo.

Ore 10 :34: impatto primo meteorite.

Ore 12:45: immagini satellitari mostrano sensibile riduzione delle terre emerse.

Ore 13:45: Intero emisfero sud non più visibile.

Ore 14:00: impatto secondo meteorite.

Ore 14:30: immagini satellitari mostrano totale assenza di terre emerse.

Ore 15:00: forte tempesta magnetica in atto

Ore 15:34: situazione critica – danni al reattore - allontanamento rotta principale.

Ore 16:30: tentativo contatto con Nave Pandora – nessuna risposta.

Ore 16:48: rotta non ripristinata – nave non manovrabile.

Ore 16:54: inizio procedure di ibernazione per intero equipaggio, impostato risveglio anno 2119

Ore 17:34: procedura ibernazione completata.


Nave Omero – giorno 36531

La nave è avvolta dal silenzio, le luci di bordo sono spente. Nelle cabine, al piano inferiore, i passeggeri dormono nelle loro brande.
Il Capitano è in plancia, vorrebbe rimanere sveglio ma ha gli occhi pesanti, la nave continua a seguire la rotta.
Una mano lo squote.
“Signore, Signore!”
Il Capitano alza gli occhi a fatica.
“Che succede?” chiede con un filo di voce.
“Abbiamo un segnale! È debole ma abbiamo ricevuto un segnale!

FINE



Avatar utente
antico
Messaggi: 4110

Re: ALBA

Messaggio#2 » martedì 21 maggio 2019, 1:31

Ciao Andrea! Anche per te malus minimo per il tempo, ok per i caratteri! Divertiti in questa ALL STARS EDITION!

Avatar utente
Il Calmo
Messaggi: 171

Re: ALBA

Messaggio#3 » martedì 21 maggio 2019, 1:47

Chiedo venia mi accorgo ora di un refuso stupido.. C è scritto squote con la q alla fine...non posso coreeggerlo vero?

Avatar utente
antico
Messaggi: 4110

Re: ALBA

Messaggio#4 » martedì 21 maggio 2019, 2:05

Confermo anche qui (ti ho risposto anche sul gruppo fb) che dopo le 01.33 il racconto non può essere più modificato. Fallo notare ai commentatori poi starà a loro "pesare" o meno il refuso in fase di commento. Di solito io non peso troppo questo tipo di sviste in un MC, soprattutto se non sono reiterate, ma ognuno ha il suo diverso metro di giudizio.

Avatar utente
Luca Nesler
Messaggi: 470
Contatta:

Re: ALBA

Messaggio#5 » mercoledì 22 maggio 2019, 0:16

Ciao Andrea. L'ambientazione "perduti nello spazio" mi affascina sempre tanto. Parto coi requisiti: il paletto è rispettato, ma il tema non saprei. Ci leggo il presente e un po' di passato nel diario di bordo che spiega la situazione attuale. Forse c'è il domani, se interpreto il titolo come "vedremo una nuova alba".
Il racconto mi piace abbastanza, ma ci trovo alcuni difetti. Uno, non grave, è che per molti versi l'astronave potrebbe sembrare una nave qualunque in molte parti del racconto, a mio parere quasi troppe.
Mi è sembrato strano che il capitano debba digitare un codice per aprire una porta interna e che il suo secondo lo aiuti a trarsi d'impiccio facendo suonare un allarme. In generale anche il modo che ha il capitano di temporeggiare mi è sembrato un po' da principiante.
Sullo stile ho da criticare solo un po' la punteggiatura in generale, sopratutto la virgola prima del vocativo (C’è un piano di volo Capitano? - Siamo soli vero Signore? prima di signore e capitano va la virgola). Per il resto la scrittura è chiara.
Forse avresti potuto spendere qualche carattere in più per aggiungere pathos alla storia. Io, come ti ho detto, amo molto queste situazioni e mi fanno venire subito i brividi, ma forse qualche pensiero in più o qualche situazione di ansia avrebbero potuto trasmettere un maggiore senso di vuoto.
Alla prossima!
Make art, not friends

Avatar utente
Il Calmo
Messaggi: 171

Re: ALBA

Messaggio#6 » mercoledì 22 maggio 2019, 0:23

Luca Nesler ha scritto:Ciao Andrea. L'ambientazione "perduti nello spazio" mi affascina sempre tanto. Parto coi requisiti: il paletto è rispettato, ma il tema non saprei. Ci leggo il presente e un po' di passato nel diario di bordo che spiega la situazione attuale. Forse c'è il domani, se interpreto il titolo come "vedremo una nuova alba".
Il racconto mi piace abbastanza, ma ci trovo alcuni difetti. Uno, non grave, è che per molti versi l'astronave potrebbe sembrare una nave qualunque in molte parti del racconto, a mio parere quasi troppe.
Mi è sembrato strano che il capitano debba digitare un codice per aprire una porta interna e che il suo secondo lo aiuti a trarsi d'impiccio facendo suonare un allarme. In generale anche il modo che ha il capitano di temporeggiare mi è sembrato un po' da principiante.
Sullo stile ho da criticare solo un po' la punteggiatura in generale, sopratutto la virgola prima del vocativo (C’è un piano di volo Capitano? - Siamo soli vero Signore? prima di signore e capitano va la virgola). Per il resto la scrittura è chiara.
Forse avresti potuto spendere qualche carattere in più per aggiungere pathos alla storia. Io, come ti ho detto, amo molto queste situazioni e mi fanno venire subito i brividi, ma forse qualche pensiero in più o qualche situazione di ansia avrebbero potuto trasmettere un maggiore senso di vuoto.
Alla prossima!


Ciao e grazie per il commento.. Senti provo a rispondere.. Allora intanto giusto per la virgola non mi ero accorto..l'idea mi è venuta tardi.. Con più calma mi sarei dedicato ai dettagli maggiormente. Sulla nave molto generica è voluta la cosa.. Volevo concentrarmi più sulle reazioni umane. L'idea era che questo equipaggio si era appena disibernato da due giorni dopo cento anni e quindi doveva emergere un senso anche di inadeguatezza. Infine in merito al futuro lo hai colto perfettamente. Alla fine captano un segnale e quindi si entrerà in una nuova alba..in un futuro!

Avatar utente
Gabriele Dolzadelli
Messaggi: 214
Contatta:

Re: ALBA

Messaggio#7 » mercoledì 22 maggio 2019, 19:26

Ciao Andrea.
Dal punto di vista dei contenuti, il racconto mi è piaciuto. Ho trovato bella l'idea dell'allarme, che inizialmente crea tensione nel lettore, facendogli aspettare chissà quale imprevisto, per poi trovarsi davanti il colpo di scena del "diversivo". Ottima anche la strategia di spiegare ciò che è accaduto nel passato attraverso un diario di bordo molto sintetico, che ti ha permesso anche di risparmiare caratteri.
In merito alla trama, invece, non mi ha coinvolto particolarmente. Questo perché in una situazione del genere le possibili conclusioni erano soltanto due: o il vagare in eterno o la speranza di un segnale. Quando le possibilità sono così poche perdo molto phatos, non so se mi spiego.
Comunque, complimenti.

Avatar utente
Sirimedho
Messaggi: 146
Contatta:

Re: ALBA

Messaggio#8 » mercoledì 22 maggio 2019, 22:35

Buonasera Andrea.
Credo che sia un racconto piuttosto lineare, di una (astro)nave che si perde e poi, probabilmente, riesce a rientrare in contatto con altri umani. Forse un po’ troppo lineare per farmi godere a pieno della storia.
L’inserimento a metà dell’antefatto, con tutti quegli orari, con le notizie così scarne, mi sembra che rallenti la lettura e “raffreddi” l’atmosfera.
Qualche nota: se sono al giorno 36531 significa che sono partiti circa 100 anni prima del 2119, che sarebbe oggi, dove astronavi di quel tipo ancora non ci sono. Toglierei alcuni dettagli, come il codice della porta per entrare in una sala riunioni.
Mi è piaciuta la gioia finale del racconto.
Buon contest!

Avatar utente
maria rosaria
Messaggi: 687

Re: ALBA

Messaggio#9 » sabato 25 maggio 2019, 15:52

Ciao Andrea.
Il tuo racconto mi ha fatto pensare a una futuristica Arca, e tutto sommato la storia è quella classica del viaggio alla ricerca di un segnale e di una nuova vita.
Il titolo evoca molto questo concetto del nuovo inizio.
Ti segnalo, come qualcuno ha già fatto, un po' di carenza nella punteggiatura. Mancano le virgole dopo i vocativi ma in generale anche negli incisi.Insomma, è da rivedere.
Il tema è rispettato, ma la storia non molto originale.
Ad ogni modo, un buon lavoro
Maria Rosaria

Avatar utente
invernomuto
Messaggi: 257

Re: ALBA

Messaggio#10 » domenica 26 maggio 2019, 13:24

Ciao Andrea!
Hai scelto un'ambientazione da grande classico della fantascienza per mettere in scena la tua storia, ma il palco su cui si svolge la storia ha davvero poca personalità: la maggior parte dello spazio a tua disposizione è stata utilizzata per dialoghi "botta e risposta" e quando decidi di dare qualche dettaglio sulla nave ci parli degli "spazi angusti", mentre inizialmente ci hai detto che il capitano tiene la sua arringa in sala riunioni, che per definizione non dovrebbe essere angusta!
Mi è piaciuto l'espediente dell'allarme come diversivo, mentre lo stratagemma di utilizzare il giorno uno del diario di bordo come esposizione è creativo ma troppo improvviso e ingiustificato (avrei preferito che qualcuno ci accedesse, almeno come motivazione del suo inserimento).

Stavolta, complici la consegna tardiva o un tema che forse non era particolarmente nelle tue corde, hai un po' inciampato, però non vedo l'ora di rileggerti e scoprire cosa proporrai in futuro. A presto!

Avatar utente
Linda De Santi
Messaggi: 497

Re: ALBA

Messaggio#11 » domenica 26 maggio 2019, 16:36

Ciao Andrea, bentrovato!
Una cosa è certa, se mi trovassi a viaggiare nello spazio non vorrei mai avere questo capitano, che non sa mai cosa dire e addirittura si fa salvare da un allarme :D
Per quanto riguarda il tema, interpreto l’ieri come la ragione (implicita) per cui la nave sta viaggiando nello spazio, l’oggi come il momento che si svolge sulla nave, e il domani come la speranza di atterrare da qualche parte, momento che poi viene slittato a cento anni più tardi.
I viaggi nello spazio hanno sempre il suo fascino, e anche per questo credo che tu abbia fatto un’ottima scelta per quanto riguarda l’ambientazione.
Forse, come già ha notato qualcuno, il finale non sorprende più di tanto perché le opzioni erano sostanzialmente due, atterrare o continuare a vagare in eterno.
Lo stile è molto pulito e scorrevole, ti segnalo solo la mancanza di alcune virgole nei dialoghi, ad esempio qui: “Navighiamo alla cieca non è così?”.
Nel complesso, una buona prova. Alla prossima!

alexandra.fischer
Messaggi: 1753

Re: ALBA

Messaggio#12 » lunedì 27 maggio 2019, 18:59

La storia è interessante. Sai gestire bene una trama di SF (i dialoghi capitano- Nostromo-passeggeri mostrano un crescendo di tensione tale da dare l’impressione di essere su quella nave. Anche il tracciato con le notizie è ben scritto… dà l’idea dell’archivio del computer di bordo con tutte le notizie del passato. Catastrofe sulla Terra, esistenza della nave gemella Pandora, seguita dalla perdita di contatto con essa e della messa in ibernazione dei passeggeri). Le date però, mi lasciano dubbiosa circa il rispetto delle specifiche: i passeggeri sono stati messi in quello stato nel 2119 e la data della storia è il 36502. Noto anche un’imprecisione: avresti dovuto specificare il nome della nave sulla quale avviene l’ibernazione (un computer lo avrebbe specificato, e poi, l’assenza di nome confonde il Lettore Medio). Il finale con il segnale debolissimo che arriva quasi a confermare che la rotta-bluff voluta dal capitano della Omero è giusta, è un colpo da maestro. E apre la strada a un romanzo. C’è da lavorare sulla forma, e in che modo lo vedi qui sotto.
Attenzione a:
No Signore (manca la virgola dopo No e Signore si scrive minuscolo, se no, ai piani alti …)
Sì ma per il momento… (manca la virgola dopo Sì)
Va bene grazie, (manca la virgola dopo bene e dopo grazie)
Risponderanno vero? (manca la virgola dopo Risponderanno)
Siamo soli vero Signore? (manca la virgola dopo soli e dopo vero)
Squote (scuote)

Fabio84
Messaggi: 134

Re: ALBA

Messaggio#13 » giovedì 30 maggio 2019, 13:09

Buongiorno Andrea,
ottima scelta per un racconto SF.
La situazione rientra nella terribile situazione "meglio una risposta a caso" che niente.
Forse questo aspetto impernia troppo la narrazione (all'inizio, in sala riunione e poi di nuovo col nostromo): si poteva ridurre solo al punto centrale.
Alcune parti del dialogo ho avuto un po' di difficoltà a capire quali fossero le varie voci in gioco, anche se più semplicemente si riduceva a "equipaggio/folla - capitano" e in questo caso la voce del capitano emergeva rispetto le altre.
Ciao

Fabio

Avatar utente
antico
Messaggi: 4110

Re: ALBA

Messaggio#14 » sabato 1 giugno 2019, 14:26

Tema rispettato: passato, presente e futuro, il tutto ambientato a cent'anni da oggi. Mancano degli elementi: la nave era già in orbita come risposta dell'umanità al disastro imminente? Quindi dovrebbe contenere al suo interno una certa varietà di essere umani, i rappresentanti per il futuro dell'umanità... E questa cosa sfugge con la gente a bordo che sembra stupirsi di quanto accaduto e di quello che sia il suo compito. Inoltre il capitano sembra un inetto. Secondo: la nave sveglia l'equipaggio dopo cent'anni... Perché? Era preimpostato? Perché non possono tornare a ibernarsi intanto che il viaggio prosegue? Insomma, sembra tutto un po' artificioso e forzato. Chiaro, si legge bene, ma è una storia che ha bisogno di fondamenta più solide, a mio modo di vedere. Pollice ni, questa volta, anche se tende più verso il positivo.

Torna a “128° Edizione ALL TIME - All Stars Edition - Tredicesima della Sesta Era”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite