Madre di tutti

Appuntamento per lunedì 22 luglio dalle 21.00 all'una con un tema di Eleonora Rossetti, anche CO-MODERATRICE dell'Edizione. Gli autori avranno un massimo di 1313 caratteri per scrivere un racconto sul tema indicato: racconti superbrevi! Oltre alla brevità, l'edizione sarà SPECIAL anche per le modalità della fase finale: i racconti finalisti accederanno non al giudizio di una guest, ma a un gruppone di finale in cui verranno chiamati a commentarsi e classificarsi una seconda volta. In questa fase finale Eleonora Rossetti stilerà a sua volta una classifica (con commenti) che verrà conteggiata con valore doppio e che verrà svelata una volta arrivate tutte le altre classifiche.
Avatar utente
Andrea Partiti
Messaggi: 942
Contatta:

Madre di tutti

Messaggio#1 » lunedì 22 luglio 2019, 23:16

Nessuno pensava che la vecchia Moruz, madre di tutti, potesse morire.
Era già vecchia quando i vecchi erano bambini, la sua fama era grande nelle sette caverne, nei territori dell’Alba e al di là dei ghiacci. I viaggiatori venivano per la sua benedizione e il prestigio della caverna cresceva.
La vecchia Moruz non camminava più, ma il suo corpo di ossa e pelle era leggero. Sulle spalle dei giovani seguiva i cacciatori. Sapeva guidarli come nessun altro: conosceva valli e crepacci, annusava e ascoltava. Quando la vecchia Moruz sorrideva, la caccia era assicurata.
Nessuno era vicino quanto lei al mondo degli spiriti, al divino.
Quel giorno aveva stretto tra le braccia la sesta generazione. Aveva aspettato a lungo quella vita, con speranza e ansia, perché una a una le donne della sua stirpe erano tornate alla Madre. La Madre aveva mostrato forte la sua predilezione, mandando dure prove alle sue figlie.
Ma la bambina era forte. Rideva, piangeva, gorgogliava.
La vecchia Moruz non aveva lacrime per la madre, persa durante il parto. Aveva attaccato lei stessa al seno morente la bambina, perché prendesse l’essenza protettiva della madre. Non aveva pianto neanche aprendosi una vena del polso con una lama e facendo colare gocce nere sulle piccole labbra arricciate.
— Bevi, giovane Moruz, nuova madre di tutti.
Ultima modifica di Andrea Partiti il lunedì 22 luglio 2019, 23:17, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
eleonora.rossetti
Messaggi: 537

Re: Madre di tutti

Messaggio#2 » lunedì 22 luglio 2019, 23:17

Ciao Andrea, bentrovato! Tutto ok con i caratteri, buona Summer Short Edition!
Uccidi scrivendo.

Avatar utente
megagenius
Messaggi: 322

Re: Madre di tutti

Messaggio#3 » martedì 23 luglio 2019, 12:42

Ciao Andrea, bentrovato!
Ho apprezzato tantissimo il racconto. Scritto alla grande con mano ispirata, con picchi di poeticità molto coinvolgenti. E' una storia sospesa in un tempo sconosciuto, forse preistorico, forse post-catastrofico, ma di sicuro impatto. Hai saputo creare le giuste suggestioni creando questo "mito" di una vecchia saggia madre protettrice di tutti e, soprattutto, della progenie. Molto commovente il passaggio di consegne alla piccola nuova Madre, che chiude un cerchio di continuità naturale e carnale.
Unica pecca: fatico a trovare il tema. Non trovo ultime parole famose o frasi scolpite nella pietra da ricordare in eterno... Non c'è nulla, almeno non che io abbia notato...
Comunque una buona prova.

In bocca al lupo!
Emiliano.

Avatar utente
Peter7413
Messaggi: 478

Re: Madre di tutti

Messaggio#4 » martedì 23 luglio 2019, 17:14

Ho trovato un po' di confusione attorno al concetto di MADRE: Moruz è la madre di tutti, però tutti tornano alla Madre (e il fatto che la prima sia minuscola e la seconda maiucola mi fa pensare che la Madre sia la divinità di queste popolazioni). Poi c'è la madre della bambina... Insomma, volevi puntare il faro sulla MADRE, ma la mia impressione è che il testo necessiti di ulteriore revisione per ripulirlo da confusioni varie. E poi c'è la questione tema che appare molto sfumato: "sembrava non dovesse morire mai" possono essere LE ULTIME PAROLE FAMOSE, ma di sicuro non fondano il racconto nella sua essenza e si prefigurano più come un paletto da inserire qui o là. Per me, questa volta il colpo ti è rimasto in canna ;)

Avatar utente
battaglia.francesco90
Messaggi: 47
Contatta:

Re: Madre di tutti

Messaggio#5 » martedì 23 luglio 2019, 19:13

Ciao Andrea, piacere di conoscerti. Un brano interessante: molto narrativo, riesce a evocare una vicenda articolata nonostante la brevità imposta dal contest. In molti, per paura di mettere troppa carne al fuoco, si sono limitati a sprecare le battute ronzando, girando intorno a un singolo elemento. Piacevole anche il mondo arcaico, matriarcale e preistorico, a cui alludi (10.000 a.C.?). Tema centrato, anche se a modo tuo e limitatamente alla tua dimensione. Del resto, per interpretare un tema, bisogna prima di tutto rielaborarlo. Lascia perdere certi commenti, è un buon pezzo. In bocca al lupo!

Avatar utente
Gabriele Dolzadelli
Messaggi: 214
Contatta:

Re: Madre di tutti

Messaggio#6 » martedì 23 luglio 2019, 21:11

Ciao Andrea.
Complimenti per lo stile. Sei molto evocativo e ho molto apprezzato la tua penna e la tua tecnica. Immagino che come ultime parole famose tu abbia scelto non tanto il significato simbolico, quanto quello letterale, ossia mettendo in risalto quelle che sarebbero state le ultime parole in vita della vecchia Morutz che sarebbero diventate famose per le generazioni future. Non ho niente da aggiungere dal punto di vista della forma. Per classificarti dovrò basarmi unicamente sul gusto personale. A rileggerci e continua così.

Avatar utente
Il Calmo
Messaggi: 171

Re: Madre di tutti

Messaggio#7 » giovedì 25 luglio 2019, 9:29

Ciao Andrea,
senti, ho letto tantissime cose di te, però questo mini racconto non mi ha entusiasmato.
Lo stile come sempre è pulito, fluido e dipingi con maestria mondi fantastici e lontani nel tempo ma sono riuscito a trovare poco sia il tema (le ultime parole sono che lei non dovesse morire ma non vengono effettivamente pronunciate, sembrano un pensiero) e un pochino di confusione nel finale.
Nel complesso un racconto quindi che non potrò collocare sul podio.

lailmil
Messaggi: 62

Re: Madre di tutti

Messaggio#8 » venerdì 26 luglio 2019, 8:25

Ciao Andrea,
grazie per aver postato questo racconto.
L'ho letto più volte e lo trovo delicato e potente al tempo stesso, riesce a evocare mondi senza spazio e senza tempo con una scelta linguistica molto azzeccata. Il ritmo infatti non si disperde ma si mantiene dall'inizio alla fine, e tutto è permeato da una voce molto poetica, che ricorda i racconti intorno al fuoco e i miti tramandati.
Detto questo, andiamo alle note meno piacevoli: innanzi tutto, ho trovato poca aderenza alla traccia. Le ultime parole famose sembrano essere sostituite dalle ultime credenze famose. A meno che tu non volessi intendere le ultime parole pronunciate da Moruz, e allora non so, mi spiazza, perché le ho immaginate pronunciate in un contesto intimo, magari bisbigliate. Comunque, a parte questo, in realtà il mio problema nella lettura è stato raccapezzarmi tra le varie "madri" nel racconto. Ho avuto l'impressione che volessi dare un valore simbolico a questo termine, e quindi che fosse come una spirale che si attorciglia su sé stessa; ma la verità è che mi ha solo frastornato e in alcuni casi non ho capito di cosa stessi esattamente parlando. Credo che eliminando queste ambiguità il racconto ne guadagnerebbe molto. Il mio giudizio - per quello che può valere - resta comunque positivo. Ho sottolineato le parti migliorabili perché secondo me sono quelle su cui potresti lavorare, se ti trovi d'accordo.

viviana.tenga
Messaggi: 500

Re: Madre di tutti

Messaggio#9 » venerdì 26 luglio 2019, 12:55

Ciao Andrea,
Mi trovo sostanzialmente d'accordo con i commenti precedenti.
Ho trovato il racconto molto evocativo, con pochi tratti hai reso molto bene il mondo primitivo della tua storia e la figura della vecchia"eterna". Bella soprattutto l'immagine di lei che leggera viene portata sulle spalle dai cacciatori e quella finale in cui fa bere il suo sangue alla bambina.
Trovo anch'io che l'aderenza al tema sia un po' forzata (più che di ultime parole famose, si parla di una credenza comune) e che il passaggio sulla madre della bambina generi un po' di confusione.
Nel complesso, però, giudizio assolutamente positivo (anche se mi sa che lo penalizzerò un po' in fase di classifica per la questione aderenza al tema).

alessandra.c
Messaggi: 11

Re: Madre di tutti

Messaggio#10 » martedì 30 luglio 2019, 14:54

Ciao Andrea,
arrivo dopo un bel po' di commenti che hanno già rilevato quel che rilevo anche io: è un racconto molto simbolico, forse troppo per il limitato spazio, che probabilmente non ha permesso di far emergere al meglio il tema proposto.

Torna a “130° All Time - Special Summer Short Edition”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti