Girone Begoña Feijoó Fariña

Per partecipare alla Sfida basta aver voglia di mettersi in gioco.
Le fasi di gioco sono quattro:
1) Il primo luglio sveleremo il tema deciso da Giovanni Lucchese. I partecipanti dovranno scrivere un racconto e postarlo sul forum.
2) Gli autori si leggeranno e classificheranno i racconti che gli saranno assegnati.
3) Gli SPONSOR leggeranno e commenteranno i racconti semifinalisti (i migliori X di ogni girone) e sceglieranno i finalisti.
4) Giovanni Lucchese assegnerà la vittoria.
Avatar utente
Spartaco
Messaggi: 799

Girone Begoña Feijoó Fariña

Messaggio#1 » mercoledì 1 agosto 2018, 0:25

Immagine
Questo è il gruppo Begoña Feijoó Fariña de LA SFIDA A QUESTO SANGUE NON È MIO con Giovanni Lucchese come giudice.

Gli autori del gruppo Begoña Feijoó Fariña dovranno commentare e classificare i racconti del gruppo Elia Banelli.

I racconti di questo gruppo verranno commentati dagli autori del gruppo Elia Banelli.

I 2 migliori racconti di questo raggruppamento accederanno alle semifinali e saranno valutati da Begoña Feijoó Fariña che deciderà quale dovrà finire al vaglio di Giovanni Lucchese.

Visto il periodo dell'anno, nei prossimi giorni vi farò sapere se al girone verrà assegnato un lettore esterno che stilerà una classifica che si sommerà a quelle degli altri.

I gruppi sono stati formati seguendo l'ora di consegna.

E ora vediamo i racconti ammessi:

High Hopes di Milena, 11078 caratteri, consegnato il 13/07 alle 11:56.
La sporca puttana di Wladimiro Borchi, 12187 caratteri, consegnato il 17/07 alle 08:40.
I migliori Persuasori al Mondo di Eugene Fitzherbert, 19987 caratteri, consegnato il 31/07 alle 20:57.
Pseudomania musicale di Roberto Masini, 9707 caratteri, consegnato il 31/07 alle 22:34.


Avete tempo fino alle 23.59 di domenica 12 agosto per commentare i racconti del gruppo Elia Banelli.
Chi non postasse anche solo un commento verrà squalificato.
Chi non postasse la classifica verrà squalificato
Le vostre classifiche corredate dai commenti andranno postate direttamente sul loro gruppo. Vi avverto che saremo fiscali e non accetteremo classifiche postate anche solo alle 00.00 a meno che problemi improvvisi vi ostacolino all'ultimo, ma in quel caso gradiamo essere avvertiti, sapete come trovare i moderatori. Vi ricordiamo che le vostre classifiche dovranno essere complete dal primo all'ultimo.

I racconti non possono essere più modificati. Se avete dubbi su come compilare le classifiche, rivolgetevi a SPARTACO.
Potete commentare i vari racconti nei singoli thread per discutere con gli autori, ma la classifica corredata dai commenti deve obbligatoriamente essere postata nel gruppo Elia Banelli.
Altra nota importante: evitate di rispondere qui ai commenti ai vostri lavori, ma fatelo esclusivamente sui vostri tread.

BUONA SFIDA!



Avatar utente
Spartaco
Messaggi: 799

Re: Girone Begoña Feijoó Fariña

Messaggio#2 » giovedì 2 agosto 2018, 15:40

Ricordatevi di segnare se nei racconti sono presenti i bonus.

Avatar utente
White Duke
Messaggi: 84

Re: Girone Begoña Feijoó Fariña

Messaggio#3 » giovedì 9 agosto 2018, 9:02

È stata dura, si tratta di quattro racconti molto belli e piacevoli da leggere. Ma bisogna fare una classifica e quindi...eccomi qua:

1) Pseudomania musicale
2) High Hopes
3) I migliori persuasori al mondo
4) La sporca puttana (purtroppo per la scarsa attinenza al tema)

PSEUDOMANIA MUSICALE
Molto bella la trama, con ottimi riferimenti e citazioni a personaggi e a fatti storici. Denota un particolare livello culturale dell’autore. Anche la prosa è valida, però con una brutta caduta. All’inizio quando scrivi tra parentesi “Questo lo seppi dopo!”. Davvero secondo me stona tantissimo col resto del testo. Era molto più semplice scrivere la cosa indirettamente
“...accompagnando il padre nelle osterie di Amburgo in mezzo a prostitute, come seppi purtroppo solo in un secondo tempo,…”
Anche la parte finale secondo me stona un po’, ci sono delle informazioni molto utili alla trama ma la scelta di presentarle come “nota d’autore” sinceramente non mi fa impazzire. Forse è solo una questione di gusti ma io avrei “messo in scena” un finto referto medico, una lettera, qualcosa che comunque fosse “dentro” il racconto piuttosto che una nota d’autore che è “fuori” dalla narrazione.
Per il resto mi è sembrato un bel racconto, complimenti, soprattutto per il fatto di aver scelto dei fatti storici come soggetto.

Il bonus del frammento di vetro c’è sicuramente.
Su quello della sposa il discorso è lungo e non saprei cosa dire, perché è vero che nel testo compare la parola “sposa” ma è usata semplicemente come sinonimo di “moglie”. Le due parole non sono esattamente la stessa cosa. Una “sposa” è una donna al momento del matrimonio, o al limite in un momento immediatamente precedente (durante i preparativi del matrimonio ad esempio) o successivo (banchetto di nozze, luna di miele)…dopo che le celebrazioni sono finite si parla di “moglie” e “marito”…anche se qui si parla di “giovane sposa” comunque per come è presentata la situazione sembra già una coppia “consolidata”…quindi, boh, sinceramente non so cosa dire, in teoria secondo me non c’è.

HIGH HOPES
Racconto molto interessante, ho apprezzato tantissimo il fatto di aver affrontato il tema della modernità e dello scetticismo da un punto di vista insolito, quello delle creature soprannaturali. Ottimo soprattutto il finale, che riesce a sorprendere e a catturare l’attenzione del lettore, impreziosito poi dalla citazione di Amityville, “la più famosa casa infestata d’America”, utilizzata anche come ispirazione per un ciclo di film horror.
Lo stile ricorda più una sceneggiatura teatrale che un racconto, personalmente non lo amo molto ma è una questione di gusti, non è necessariamente un difetto, anzi qualcuno può apprezzarlo proprio per questo, forse è proprio il tuo stile di scrittura.
Il principale difetto secondo me è che fino al finale la narrazione procede abbastanza “piatta”, nel senso che personalmente la mia attenzione stava un po’ scemando e non avevo quella sensazione del “Mio Dio devo sapere come prosegue”. Poi però l’ottimo colpo di scena finale riesce a salvare tutto.
Complessivamente una buona prova, congratulazioni.

I bonus ci sono entrambi.

I MIGLIORI PERSUASORI AL MONDO
Da un punto di vista di prosa, punteggiatura e tempi verbali il tuo racconto è assolutamente impeccabile. Non è la prima volta che ti leggo e i tuoi racconti hanno sempre qualcosa di pregevole.
L’idea di base in se non è male (ricorda un po’ un misto tra “Inception” ma con uno sviluppo alla “Ready Player One”). Però c’è un grave errore di logica alla base di tutto: a differenza di “inception” in cui i protagonisti erano dei criminali banditi dalla legge e facevano qualcosa di losco, qui i due persuasori operano nella legalità con una vera e propria società d’affari, la Marriage Persuaders Inc regolarmente registrata, con ragione sociale, che paga le tasse e ha perfino recensioni sul web. La cosa secondo me non ha davvero senso e ti spiego il motivo.
È davvero possibile che nell’universo in cui si muovono questi personaggi sia legalmente ammesso drogare e introdursi nel cervello di una persona per strappare un consenso che fa comodo ad una terza persona pagante?
Secondo me non è possibile, perché allora in questo universo qualsiasi compravendita o contratto può essere concluso tramite la persuasione.
Se poi vogliamo portare la cosa alle estreme conseguenze devo concludere che in questo universo non esista nemmeno il reato di stupro. È sufficiente drogare e sottoporre alla “persuasione” una donna ed ecco che hai ottenuto il consenso (perfettamente legale) che ti assolverà in tribunale il giorno seguente, quando lei si renderà conto di quello che le hai fatto.
Non riesco davvero a immaginare un mondo così barbaro e decaduto in cui una cosa del genere possa essere ammessa dalla legge. E da quello che si capisce dalla trama il mondo in questione non è affatto così barbaro e decaduto ma bensì un mondo tutto sommato allegro, in cui ci sono donne che sognano il matrimonio da fiaba e cose simili.
Se invece, al contrario, in questo universo la cosa è illegale allora come può una società commerciale operare così alla luce del sole senza temere ripercussioni? E perché pagare un persuasore per ottenere un consenso ad un matrimonio che può essere annullato da un giudice se c’è prova che sia stato ottenuto in tal modo?
Il tuo racconto avrebbe funzionato magnificamente (e avrebbe stravinto con un margine abissale il primo posto della mia classifica) se solo i protagonisti avessero agito nell’illegalità, ma così com’è purtroppo c’è un pesante difetto di logica che forse ti è sfuggito.
Mi dispiace essere stato così brusco, mi rendo conto di aver fatto a pezzi la tua (bella) idea per un dettaglio di logica, però alla fine siamo qui per essere sinceri uno con l’altro. Spero davvero che tu non te la sia presa.

I bonus ci sono entrambi.

LA SPORCA PUTTANA
Racconto affascinante e avvincente, con una bella trama. Dal punto di vista della prosa e della narrazione non ho nulla da dire, ci sono trovate comiche davvero interessanti e anche l’uso del linguaggio volgare è ben studiato e non sembra messo li a caso. Anche il finale è inaspettato e fornisce un ottimo colpo di scena. Quindi dal punto di vista “tecnico” non ho davvero niente da dire.
Questo racconto per me ha un solo (purtroppo enorme) difetto. Mi sembra veramente poco attinente al tema proposto, questa è una bella storia di fantasmi ben scritta e interessante ma non ci sono “voci nella testa” perché le voci che il protagonista sente sono le voci delle entità sovrannaturali che infestano il luogo. Ti faccio i miei complimenti per il tuo lavoro.

I bonus ci sono entrambi.



In ogni caso complimenti a tutti, davvero è stato un piacere leggervi, sono su MC da poco ma ho già fatto qualche contest e questa è la prima volta in cui mi sono piaciuti proprio tutti i racconti che ero chiamato a giudicare.
Portate dei fiori sulla tomba di Algernon

Avatar utente
fabiogimignani
Messaggi: 8

Re: Girone Begoña Feijoó Fariña

Messaggio#4 » giovedì 9 agosto 2018, 9:35

HIGH HOPES
Brava Milena!
Ti conoscevo solo come recensore (lo uso come genere neutro, nel terrore di confrontarmi con la declinazione del termine al femminile...), ma adesso che ti scopro in veste di autrice spero che tu non abbia già un editore dedito a farti la corte, perché sarei felice di scambiare due chiacchiere circa una futura pubblicazione.
Detto ciò, ho trovato il racconto decisamente magnetico; soprattutto per la gradualità con la quale togli il velo dalla reale entità dei personaggi come se controllassi l'aumentare dell'intensità dei proiettori che illuminano gli attori sul proscenio.
E poi se parli di demoni, possessioni e principi delle coorti infernali, lo sai: accarezzi il mio io più profondo e cicciopuccioso! :-)
Niente da dire sulla forma.
E i bonus ci sono.
Brava!


LA SPORCA PUTTANA
Wladimiro riesce sempre a sorprendermi con una prosa precisa e rigorosa, venata da quel nonsoché di blasfemo che lo pone tra quegli autori che (citando me stesso in uno sbotto di immeritata spocchia) "... su quel ramo del Lago di Como si fermerebbero solo per pisciare"!
La storia è avvincente, e fino al termine del racconto l'identità della Sposa viene data per scontata (a livello di genere), per poi sgretolarsi nelle ultime battute, creando qull'effetto "ohh..." che si dovrebbe ricercare con la lanterna di Diogene in tutto ciò che si scrive.
Che lo stile e il modo di narrare posti in essere da Wladimiro Borchi mi piacciano al di là dell'umana comprensione, non è un mistero... e questo racconto aggiunge una cazzuola di cemento alla graniticità della mia convinzione!
Bonus entrambi presenti alla grande!


I MIGLIORI PERSUASORI AL MONDO
Letto in un fiato.
Fiato corto.
Bello!
Anche se non capisco un trentaduesimo di mazza dei giochi di ruolo e di tutto quello che li circonda, mi sono appassionato all'avventura virtuale dei due protagonisti bevendo ogni parola con avidità.
Il contrappunto tra l'orrore evocato dalle immagini e il lessico bimbominkiano di Wanda è una sorta di doccia scozzese che non si può fare a meno di apprezzare; così come è d'obbligo sorridere al finale segnato dalle recensioni dei due comprimari.
E le Bomb-o-niere sono semplicemente un colpo di genio!
Circa i bonus, non hai badato a spese! :-)


PSEUDOMANIA MUSICALE
Apprezzabilissima ricostruzione storica, anche ben documentata dal punto di vista medico-farmacologico.
Ero all'oscuro della tresca tra Brahms e la signore Schumann, ma questo è il bello dei racconti scritti da chi si preoccupa di scavare nella storia: ti danno l'opportunità di aprire nuove porte su mondi da esplorare.
Buono lo stile e l'esposizione, che non possono non riportare con la mente all'adorato Shakespeare.
I bonus ci sono, anche se il coccio è un po' stiracchiato... ma comunque c'è anche lui.




CLASSIFICA.

1. LA SPORCA PUTTANA
2. HIGH HOPES
3. I MIGLIORI PERSUASORI AL MONDO
4. PSEUDOMANIA MUSICALE

Torna a “La Sfida a Questo sangue non è mio”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti