Categoria: fantastico

Gazzella X

Era fondamentale evitare una falsa partenza. Come succedeva di solito. Più che agli altri ghepardi, per lo meno. Per colpa della mia fretta mi ero fatto la fama di uno…
continua

Il rituale

«Sei sicuro di aver fatto tutto?» lo sguardo di Lucius mi mette a disagio. «Ma sì… sì… ho controllato» Ho balbettato. Non va bene. «Ma sì…» mi fa il verso,…
continua

Il pozzo nuovo di Valbassa

A Valbassa c’è un pozzo nella piazza principale. Un pozzo di pietra di quelli che si vedono nelle illustrazioni delle fiabe, con le pietre squadrate e levigate dal vento, un…
continua

Un buon consiglio

Michele mise la chiave nella toppa e aprì il portone tirandogli un calcio nella parte bassa, che a momenti sembrava venisse giù il palazzo. Accese la torcia in cerca dell’interruttore.…
continua

Fame

Non ricordo un solo momento della mia vita in cui non avessi fame. Del cibo, sempre scarso; della birra che bevevano i grandi, e poi di soldi e donne, di…
continua

Inverno

Ai piedi della montagna, una profonda crepa segna una linea irregolare sul terreno. Subito dietro si ergono scheletri di alberi inceneriti dalla furia dei fulmini. Solo più in alto inizia…
continua

Il bosco di Valbassa

Ci sono regole precise per attraversare il bosco di Valbassa. Alle lezioni di teoria alla scuola guida del paese, c’è sempre un momento in cui Oreste abbassa la voce, guarda…
continua

Punti di vista

«Maestà.» disse il messaggero inchinandosi e scendendo dalla ciambella che lo aveva trasportato fin lì galleggiando sul Fiume Rosso. «ci sono delle complicazioni.» Il caldo era in continuo aumento. Il…
continua

Ame

I membri del corteo si inginocchiarono nel fango. La pioggia ticchettava senza sosta sui capelli di Hanako. L’ame-onna era proprio davanti a lei, eppure non aveva avuto il coraggio di…
continua

Il gigante

È fumo. Fumo nero, dai lineamenti aggraziati alle caviglie sottili, dalle lunghe dita alle labbra piene. Fumo così denso che puoi stringerlo, impossibile da trovare in natura, e tanto ricco…
continua

Tutto, per

«Non sono gli anni,» cita il venditore dall’ombra, «sono i chilometri.» Qualcuno ride in risposta alle sue parole – una risata forte, che urta le orecchie, seguita da respiri affannosi.…
continua