Categoria: drammatico

Paralisi

Apro la porta e scendo le scale senza badarci. Ho la borsa a tracolla e la sacca della spesa e le sento appena. C’è il sole e i finestroni del…
continua

Reazioni

«172637» lesse Mike, verificando i mi piace e le reazioni al suo ultimo post. I commenti, sotto la foto di lui, in vacanza alle Maldive, insieme a Roberta, erano numerosi.…
continua

Come fare?

Luigi era mediamente soddisfatto, ne aveva viste di epidemie e catastrofi nella sua vita. Negli anni ottanta era scampato agli uomini viola, nonostante la pubblicità ingannevole con cui li avevano…
continua

Teresa dice basta

Teresa dice basta. Lo sospettava da tempo. Ora ha la conferma. Non si sente bene da qualche giorno. Ce l’ha nella testa, quel male innominabile. Lo sa, lo sente. Stanno…
continua

La Cura

«Gabry, Fulvio sta male.» «Migliorerà, vedrai. La Cura che gli ho dato stamattina deve aver già cominciato a fare effetto. Gli sto preparando la dose pomeridiana.» «Ancora? Ma non l’avevamo…
continua

Underground

L’auto imboccò la rampa. Carmen socchiuse gli occhi feriti dai neon e si aggrappò alla maniglia della portiera. Manuel ridacchiò. «Nervosa, mamma?» Lei scosse il capo e sorrise. Era dalla…
continua

Il cielo fuori dalla finestra

Matteo fissava il cielo fuori dall’ampia finestra della torre, dove le cime degli alberi venivano piegate, in modo quasi impercettibile, dal vento. Dentro, dietro lo spesso vetro antiproiettile, regnava un…
continua

Cum clave

La città eterna era flagellata da un diluvio che durava da quasi una settimana. Le gocce, più simili a pietre, non avevano smesso un minuto di far sentire il loro…
continua

Il cielo del Rajasthan

Era calda Jaipur, e la pioggia d’agosto la rendeva afosa. John fissava le gocce decorare il piazzale deserto da sotto una colonna a forma d’elefante. «Non può piovere per sempre.»…
continua

Brutto stronzo!

«Brutto stronzo!» L’aveva sussurrato fra sé e sé, quando l’aveva vista camminare sorridente con i cartoni delle pizze in mano, diretta verso casa. Non sapeva chi fosse il destinatario del…
continua

Un sorso di dignità

Il vecchio Falletti apre il cassetto. Avvicina la lampada a olio ed estrae la scatola di latta. È leggera, terribilmente leggera nelle mani pesanti. La pioggia cade pesante fuori dalla…
continua