Categoria: humour

Tutto per una scimmia

L'ascensore squillò, le porte si aprirono. Dan sospirò: meglio pensare al lavoro. Imboccò il corridoio. Il signor Foster era appoggiato al banco di Sasha. Si voltò, sorrise. «Buongiorno, Dan.» «Buongiorno.»…
continua

Son cose che ti fanno incazzare

Gorna tirò una manata sul muro della stanza. «Maledizione!» Le imposte chiuse sussultarono, la lanterna appesa al muro sfarfallò. Polvere di intonaco si staccò dalla parete per posarsi sul letto.…
continua

WWT

Mi nascondo dietro al ceppo dei coltelli. I rumori della battaglia mi riempiono le orecchie. Sporgo la testa e un colpo di fucile mi porta via mezza faccia. Cominciamo bene.…
continua

Colori Diversi

«Cosa faccio? Cosa faccio?» Disse l’uomo urlando nel cellulare. Le mani gli sudavano. Tremava. «Non si faccia prendere dal panico» risposero all’altro lato «Respiri, conti fino a dieci e poi…
continua

Il rito indiano del tè della pace

Maya si umettò le labbra. Doveva distogliere lo sguardo dalla tazza, doveva stare calma. «Insomma, era per chiederti scusa.» Roberto piegò la testa sul tavolo. Perché non beveva? Ester si…
continua

Il Dio dell’amore

Settimo classificato nella Sara Bilotti Edition, 145° All Time, un racconto di Marco Roncaccia.   Lui abita nella palazzina di fronte alla mia, un piano sopra, ed è un apostolo…
continua

Sale in Sala

Un po' di sale può aiutare a tenersi il posto in questo racconto di Davide Di Tullio, direttamente dal LABORATORIO di Minuti Contati.   «Non posso fargli 'sto torto, Peppe».…
continua

Gazzella X

Era fondamentale evitare una falsa partenza. Come succedeva di solito. Più che agli altri ghepardi, per lo meno. Per colpa della mia fretta mi ero fatto la fama di uno…
continua

Il sol dell’avvenire

Tik-Tik-Tik. Rumore di metallo contro terra. Tik-Tik-Tik. Cucchiai ammaccati. Candele ridotte a stoppini. Tik-Tik-Tik. Volti deformati dalla fatica. Tik-Tik-Tik. Ricardo si ferma un istante per sciugarsi la fronte. Sputa la…
continua

L’armadio svedese

Apro l’armadio e spingo i vestiti di Daria verso destra. Le grucce stridono contro il palo. Metto un piede sul fondo e schiaccio. Non vorrei scassarmi il PLATSA da cinquecento…
continua

Io voglio vincere!

«Vedo.» Dice il Rosso. Dimezza una delle sue pile pericolanti e lancia una manciata di fiches al centro. Socchiude l’occhio destro invaso dal fumo del sigaro e fissa il tizio…
continua