Tag: Piano B

Seconda occasione

I suoni dell’alba mi svegliano. La calma lascia spazio al caos cittadino, senza il quale mi sentirei perso. La quiete va bene per farsi coccolare sotto le lenzuola ma, per…
continua

Kaboom

Lo sbirro che fino a quel momento se ne era stato tranquillo come un pupazzo abbassa le braccia e le punta in direzione di Qui, Quo e Qua. Con un…
continua

Un mondo piccolo

Con venti euro ci potevo comprare duecento caramelle. Oppure quattro giornali con le figurine. La strada scorreva silenziosa ad ogni passo della bambina. Era grigia e fredda, ed era l’unico…
continua

Vita in appello

«Vada, signorina, ci rivedremo quando si sarà rinfrescata le idee.»   Non avete idea del numero di echi che questa sentenza produce nella mia testa. E’ la voce del professore…
continua

La scelta impossibile

Le macchine continuavano ad emettere suoni sommessi e allo stesso tempo assordanti. Bip. Bip. Era come il linguaggio morse. Il Bip significava vita, l’assenza di Bip significava morte. Rachele si…
continua

La svolta

Le radiazioni cosmiche mi fanno rizzare i capelli, ho una voglia matta di starnutire per via della polvere di corpi celesti, e la coda di fotoveicoli di fronte a me…
continua

Racconto d’amore e d’anarchia

«Ti avevo avvisato Caio, ora basta.» La donna indicò la porta dai vetri decorati. «Cosa ho fatto?» «Ti hanno di nuovo visto in giro con Manuela Sordi, quella sciacquetta del…
continua

Occhi azzurri, sorriso obliquo

Arianna aveva sempre avuto le idee chiare su ciò che voleva. Quando vide per la prima volta Diego, all'età di diciott'anni, le ebbe più chiare che mai. Quegli occhi azzurri…
continua

Datelo a me!

Era la terza volta che Giovanni passava dinanzi all’hotel Regina, quel pomeriggio. Da due giorni Milano era sottosopra, tanto che anche lui, nascosto da mesi, era sceso in città, sicuro…
continua