Tag: 5 min

Che nemmeno i cristiani fanno così

Figliolo, figlio mio. Capisco tutto. Che mica son decisioni che un adolescente dovrebbe prendere. E non lo sai, quanto mi spacca in due il doverti chiedere il permesso. Ma il…
continua

Separati alla nascita

La navetta atterra, sembra un bozzolo di fil di ferro: i nostri ospiti non badano molto all’estetica. Un gruppetto di uomini muscolosi scende dalla passerella, il loro capo davanti a…
continua

Mai rispondere al fuoco

Tito correva nel campo verso suo padre e il vecchio Manlio. Le pianticelle erano alte e gli sferzavano la faccia. Alle sue spalle crescevano grida e tonfi di zoccoli, insieme…
continua

Qualcuno deve pur farlo…

Ma guardali, quegli scemi. Due vestiti firmati comprati coi traffici di papà e si credono dei duri. Uno sfigatello con più rotoli di grasso che anni sta seduto sul muretto.…
continua

Sottofondo

Una luce giallognola esce fioca dalla televisione e mi sporca appena il profilo mentre sono, come al solito, distesa sul divano. Gambe incrociate, coperta fino alla punta del naso. Si…
continua

Il sorriso del mondo

Favorito, in piedi sulla soglia, si volta a guardare la moglie un’ultima volta: è seduta davanti alla televisione, con la figlia piccola accoccolata sulle ginocchia. Ovattata dalla porta chiusa della…
continua

Crudeltà e giustizia

Il mondo è crudele. Lo ha detto prima di uscire, il bastardo. Le catene ai polsi mi lacerano la carne. Il tanfo che mi arriva alle narici e la colata…
continua

Massimi Sistemi

Virginia entrò in aula. La luce mattutina di Firenze entrava dalle finestre e rimbalzava sui banchi delle compagne di classe. Soltanto la metà di loro alzò lo sguardo dai loro…
continua

Una vita normale

«Ci penso io, tesoro!» Bastiano corre ad aiutare la moglie con il cesto del bucato. «Prego, cara, non c’è di che.» Va in cucina e si dedica alla cena. «Tesoro,…
continua

La strada delle castagne

La ruota del carro si infila nella fanga. Sta venendo scuro e siamo ancora fermi. Gustavo grugnisce, dà una sferzata all’asino. «Giornata della miseria.» Non me l’ha perdonata. Vado dietro…
continua

Voglio morire felice

Diciotto mesi, due anni al massimo. Non mi aspettavo certo di uscire dal reparto di oncologia con una scadenza. Che poi, come fanno a essere così sicuri? Come fai a…
continua