Tag: 5 min

SOLO CARNE

Neanche stanotte ho dormito. Sono passati quanti, duecento giorni? Duemila uomini? Ho perso il conto. Ho perso la mia famiglia. Ho perso tutto.   La luce dell’alba filtra dalle prese…
continua

Orbita

Il rollio della nave gli rendeva difficile mettere uno zoccolo davanti all’altro. Quello, e la bottiglia di rum che si era scolato prima di salire in cabina. Lo sguattero lentigginoso…
continua

Destra o sinistra?

Aradia prese una manciata di sassolini runici da una delle sue scodelle, e la lasciò cadere sul tavolino. Gli oracoli si sparsero come grandine tra lei e il capitano Orbo.…
continua

Come acqua che scorre tra le dita

Novembre 2073, da qualche parte in Puglia.   «Miché, sono stanco» si lamentò Ciro, sudato come un mulo. «Fermiamoci, che mo’ il caldo m’ammazza.» Michele seguì il sentiero arido senza…
continua

Il labirinto di Mandelbrot

Eli è in ritardo. Guardo l'orologio, le sei e un quarto. Il vapore del caffè americano esce dalla tazza e serpeggia davanti al mio naso. Mi appoggio allo schienale, i…
continua

Houdini

Los Angeles, 31 ottobre 1936   “ Sei sicura? Vuoi provare anche quest’anno?” Bess teneva fra due dita una candela accesa, le labbra strette, gli occhi fissi sulla tavola. “Sì.…
continua

Un altro giro

Esco nel vicolo dietro il CBGB, la porta del locale si chiude dietro di me e taglia via il suono acido delle chitarre dei Germs. Respiro affannato, ho freddo. Quante…
continua

Vicolo cieco

Eccomi qui, in questa stanza decrepita, con le pareti che sembrano piangere umidità come se avessero più emozioni di me. Mio padre diceva sempre “Lavora duro e farai strada.”. Be',…
continua

Lo statale

Un portone in mezzo al cielo. Pasquale mosse un passo ma non sentì la terra sotto i piedi. Guardò in basso. Stava camminando su una nuvola! Dove si trovava? Le…
continua

Le vie di Malaka

Le vie di Makala sono lastricate di buone intenzioni. Come quella volta che uscii con l'intenzione di bere una birra, e mi ritrovai in un vicolo alle cinque del mattino…
continua

Lepridottera

Stanno al capezzale, lui e il ragazzo. E poi le donne bergaMaschie di contorno, buone a lamentare. Il nonno sta crepando, è già dietro a scuffiare. Le donne salmodiano, scratchano…
continua