Categoria: drammatico

Incorrotto

L’aria della cripta era mista di muffa e polvere. Vittorio si concesse un respiro corto attraverso il fazzoletto che gli proteggeva naso e bocca. Quella notte sembrava infinita, ma avevano…
continua

La Corruzione

Andrea saggiò con un piede l’asse dei gradini fuori alla porta di casa. Il legno gemette, si incurvò sotto il suo peso, Andrea arretrò. La Corruzione era arrivata anche lì.…
continua

Finché amore non ci separi

Gianna è seduta sul divano che guarda l’Eredità. In una mano la sigaretta e nell’altra il bicchiere che ha appena riempito del rosso che ama come prima amava Mario. Forse…
continua

Contributo speciale

« Settantasette, giallo, fila B, repertorio 24, sportello 32 » annunciò l’altoparlante. La piccola folla di settantenni sparsi in attesa sulle poltroncine della sala si agitò come spinta da una folata di…
continua

L’inglese

Una nuvola di polvere m’investe il viso. Getto da parte il frammento di muro e mi metto a tossire. Fulin si avvicina e mi lancia uno sguardo preoccupato. «Tutto bene,…
continua

Io amo solo te!

Voglio una tua foto, Doriana. Adesso! Ogni volta che mi scrive il mio cuore batte forte, così forte che si sente. Per fortuna qui in cucina non c’è nessuno, a…
continua

Amore eterno

L’ostia consacrata sovrastava l’assemblea e osservava genuflessioni, pentimenti, preghiere e lacrime, come ogni benedetta domenica, come ogni santa giornata che il Signore mandava sulla terra. Consacrata. Quando aveva iniziato a pensare…
continua

Tenebre

Mi avvicino all’uomo, abbastanza da sentire la puzza del suo sudore. La sua enorme trippa rimbalza a destra e a sinistra come un enorme paté di vitello, le sue gambe…
continua

Na-na-no

Attraverso il salone in punta di piedi, il silenzio delle sei del mattino amplifica ogni scricchiolio. Almeno sono riuscito a non svegliare Sonia. Mi trascino in cucina. Ho decisamente bisogno…
continua

Pausa pranzo

Sei di corsa. Come sempre. Una pausa pranzo dove avresti voluto andare a Pilates, sudare, rilassarti per almeno tre quarti d’ora. Invece Allegra, la mamma di Massimo, ti ha chiamato.…
continua

Mi vivi dentro

Quando la veterinaria ha detto “diagnosi nefasta" e ha suggerito l’eutanasia, io non le ho creduto. Sbaglia, mi sono risposta subito. Sbaglia perché la mia Astrid mangia come un leone…
continua