Categoria: famiglia

Papaveri e lavanda

Sulla parete color lavanda della sala c’è un quadro di papaveri. Rosso! Ines l’ha fatto di nuovo: cambia le cose in casa e non me lo dice. Calo le chiavi…
continua

Derby familiare

Tutto mi sarei aspettato dalla vita, tranne che mia figlia mi portasse un laziale dentro casa. Accompagniamo Tommaso al portone. Glielo apro e sorrido. «È stato un piacere conoscerti, torna…
continua

Ricordi di famiglia

Alice rovescia il contenuto dello scatolone. «Eccole qua.» Album e fotografie si accatastano sul tavolo della veranda, alcune si infilano in verticale tra le travi. «Ma nessuno ha mai pensato…
continua

Blu oltremare chiaro

«Tesoro, aiutami tu.» La nonna studia i due tubetti di tempera. «Qual è il blu oltremare chiaro?» Non mollo il libro. Ancora a fare la badante, e solo perché la…
continua

Angoli bui

Giorgio emerse dalla botola. La lampadina da 40 watt penzolava al centro della soffitta. «Maria? Sei qui?» La moglie era scomparsa subito dopo cena. Tese l’orecchio, sentì rumori dal fondo:…
continua

La casa del nonno

Una nuvola di polvere grigia si avvicina lungo la strada, il baccano del motore è sempre più forte. Il suv nero si ferma a pochi metri dalla veranda. Io continuo…
continua

Chi resta

Supero l’ingresso e nonna Ebe mi chiude la porta alle spalle. «Ma quanto sei cresciuto?» Mi fissa come se fossi appena uscito da un uovo di pasqua gigante. Mi mette…
continua

Fredo, fumo e tanta miseria

Arrivo davanti alla casola. Sbatto gli scarpon sul muretto e spaco la fanga che si stacca. El fumo vien su dal camino, dala finestra un chiarore. Ha mai messo la…
continua

Il primo giorno di scuola

Finalista nella 149° Edizione di Minuti Contati con il Team di Specularia come guest stars, un racconto di Alessio Magno.   Sua figlia Eva alzò il cappuccio del cappotto con…
continua

Quel maledetto scalino della nostra vita

Quarto classificato nella Sara Bilotti Edition, 145° All Time, un racconto di Andrea Lauro.   La cassetta della posta è vuota. L’artrite mi gioca brutti scherzi, mica riesco a tenerlo…
continua

Languore

Adele aveva il cuore in gola. Non aveva mai lasciato da solo Matteo per così tanto tempo, ma l’appuntamento, stavolta, era inderogabile. Aveva salutato l’agente immobiliare in fretta e furia…
continua